29 — 29.01.2021

Architettura in legno - Costruire con cura. Realizzazioni dall'Alto Adige: Case del prato

Vuoi rivivere questo evento? 

Adesso puoi rivivere tutti gli eventi di Klimahouse Digital Edition on demand: 3 giorni, 57 ore di registrazione e 150 speaker sulle tematiche Superbonus, salute e innovazione.  

15,00 €

Registrati e acquista il Digital Pass
Fondazione Architettura Alto Adige presenta

Architettura in legno - Costruire con cura

La Fondazione Architettura Alto Adige torna a parlare di architettura, quella firmata dall'architetto, disegnata e costruita con cura, fatta su misura per un committente esigente. Architettura con uno sguardo di 360°.

L'aspetto energetico è solamente uno, per quanto importante, dei tanti aspetti da considerare per costruire una casa in cui stare bene. Ma non dobbiamo dimenticare le molteplici altre domande attorno al fare buona architettura: filosofia, poesia, forma, luce, dialogo con il contesto, legislazione urbanistica, sistema costruttivo, scelta dei materiali, dettaglio raffinato, fermezza, sicurezza, salubrità, adattabilità, funzionalità, economia, e certo non per ultimo, individualità della committenza.

Parlano gli architetti di 5 opere selezionate. Presentando 5 case in legno, costruite recentemente in Alto Adige. Arricchiscono il discorso le ditte esecutrici, in questo caso abili carpentieri che con il loro know how sono protagonisti importanti dell'architettura altoatesina e ne garantiscono la qualità.

In lingua italiana.

Venerdi, 29.01 ore 14.00 - 14.25

Case del prato, Zirmerhof (Redagno di Sopra 2020)


Progetto AMDL CIRCLE e Michele De Lucchi

Coordinamento del Progetto Esecutivo e Direzione Lavori Arch. Robert Veneri & Lignotec

Relatori 

Michele De Lucchi, AMDL CIRCLE 

Arch. Robert Veneri

Lukas Pernstich, Lignotec

Moderatore Arch. Ute Oberrauch, Fondazione Architettura Alto Adige

Photo Credits Hotel Zirmerhof

Le Case del Prato, progettate da AMDL CIRCLE e Michele De Lucchi, sono due piccole architetture in legno, quasi delle piccole sculture che aggiungono sei nuove stanze all’Hotel Zirmerhof di Redagno di Sopra. I due edifici sono realizzati con il legno di Vaia, la tempesta che ha abbattuto 8,7 milioni di metri cubi di alberi, colpendo anche boschi nei dintorni dello Zirmerhof. Ogni dettaglio del progetto è stato studiato per essere in sinergia con la natura, la storia e la sensibilità dello Zirmerhof. Le linee tondeggianti dei tetti ricalcano i profili dei fienili della tradizione contadina, mentre il rivestimento dei tetti con scandole di larice riprende una tecnica di costruzione antica della zona delle Dolomiti. Le arcate del porticato continuo a piano terra, le terrazze panoramiche al piano superiore e il disegno a riquadri dei serramenti si ispirano all’architettura classica delle case di montagna.

Comunicato stampa AMDL Circle

pdf (401.24 KB)
Download

Partner