Fiera internazionale per l'efficienza energetica ed il risanamento in edilizia

29 gennaio - 1 febbraio 2015
9.00 - 18.00

Fiera internazionale per l'efficienza energetica ed il risanamento in edilizia
  Visite guidate - Enertour
Share |
Speciale Tekneco





Visite guidate a CaseClima

 

22 -25 gennaio 2014

Visite guidate a CaseClima in Alto Adige.
Le visite degli edifici e degli impianti sono eseguite dai rispettivi progettisti, architetti o gestori.

Tariffa: € 35,00 / Persona/Tour (IVA e biglietto fiera inclusi)

Organizzazione: TIS Innovation Park e Fiera Bolzano Spa

Informazioni: TIS innovation park | Area Energia & Ambiente | Tel: 0471 068047 | E-mail: enertour@tis.bz.it

Partecipazione solo con registrazione online!

Visite guidate a CaseClima
  •  Edifici commerciali CasaClima Gold Nature
  •  Edifici residenziali
  •  Agriturismi CasaClima
  •  Costruzioni in legno
  •  Risanamento energetico di edifici residenziali
  •  Edifici commerciale
  •  Nuovo: Architecture, energy & wine

Programma visite guidate "Enertour"

Programma visite guidate
» download

Find us on Facebook  

Follow us on  

Klimahouse on Facebook Klimahouse on LinkedIn Klimahouse on Twitter Klimahouse on Youtube Our NEWSLETTER

28 - 30 marzo 2014  

2 - 4 ottobre 2014  

Press News

 
28/01/2013
2013

Share |
A Klimahouse 2013 nuove visioni e nuovi progetti per le città del futuro

Si è da poco conclusa l’ 8a edizione di Klimahouse confermandosi la fiera di riferimento in Italia per l’efficienza energetica e la sostenibilità in edilizia. Con le sue 447 aziende espositrici e un articolato programma di eventi collaterali, la manifestazione ha accolto circa 38.000 visitatori, giunti da tutta Italia per un aggiornamento sulle ultime novità proposte dal mercato. Anche quest’anno Klimahouse ha puntato fortemente sui temi di maggiore attualità con due ospiti di grande rilievo al congresso internazionale: l’Univ. Prof. Arch. Klaus Kada e l’architetto visionario Thomas Rau.

“Dobbiamo cambiare atteggiamento”, di questo ne sono convinti Klaus Kada e Thomas Rau, ospiti d’eccellenza al congresso di Klimahouse, fiera internazionale per l'efficienza energetica e la sostenibilità in edilizia che si è svolta a Fiera Bolzano dal 24 al 27 Gennaio. 

“L’energia non è un problema, ne abbiamo molta sulla terra, ma abbiamo un problema enorme di materie prime, fonti esauribili che oggi stiamo sprecando e che spesso bruciamo in modo irrecuperabile e definitivo”. Questa considerazione arriva dal congresso internazionale con l’intervento dell’architetto Thomas Rau che, con immagini lungimiranti e provocatorie, ha mostrato in sala il futuro dei nostri nipoti, costretti a frugare tra montagne di scarti per trovare materie prime.  “Oggi non c’è più interesse per il ciclo di vita di un prodotto. Una volta un oggetto si utilizzava fino a che questo funzionava, oggi cambiamo il telefonino ogni volta che esce un modello nuovo, anche se il vecchio va ancora bene. Ma perché dobbiamo possedere necessariamente le cose? Non potremmo semplicemente prenderle in servizio?”, ha chiesto in sala Rau. 

La sua idea è che ogni prodotto dovrebbe essere una banca di materie prime perché possa essere usato, ritornato e restituito innovato sul mercato, per poi essere restituito nuovamente. Così le persone continuerebbero a consumare e le aziende a produrre senza generare ulteriori scarti e riutilizzando le materie prime. Nel futuro, infatti, non potremmo ammortizzare a costo zero, nel futuro dovremo consumare e continuare a fare innovazione, ma con un modello economico diverso. “Nessuno di noi può cambiare il mondo, il mondo è quello che è: il sole sorge a est e tramonta a ovest e sarà sempre così, è la nostra prospettiva a dover essere cambiata. Dobbiamo essere disposti a mettere in discussione il sistema in cui abbiamo vissuto fino ad oggi. Ognuno di noi è il direttore generale di se stesso” ha affermato Rau.

Di come i cambiamenti climatici influiscono ed influiranno sul futuro delle città ha parlato invece la Professoressa Simona Weisleder attraverso l’esempio virtuoso del progetto IBA di Amburgo, un insieme di sessanta progetti faro, modelli di gestione diversa del suolo urbano e di produzione energetica locale. Il tema del risanamento energetico e sostenibile è sicuramente centrale per il futuro delle metropoli e l’ing. Weisleder concorda con l’arch. Rau sul fatto che, per affrontare i cambiamenti futuri nelle città, ci vuole visione, libertà, giusto atteggiamento e volontà di lavorare insieme. 

Va proprio in questa direzione il successo di Klimahouse che ha evidenziato un crescente interesse verso le tematiche dell’edilizia sostenibile nei confronti di un pubblico ampio e variegato che comprende costruttori, architetti, progettisti, addetti ai lavori, operatori della Pubblica Amministrazione e pubblico finale. 

Oltre ai 38.000 visitatori, ottimo risultato in considerazione dell'attuale situazione sfavorevole che sta vivendo il settore edile, sono stati 4.685 i partecipanti alle iniziative del programma formativo e informativo collaterale di Klimahouse 2013 che hanno riscosso notevole successo: circa 400 i partecipanti alle quattordici visite guidate a edifici CasaClima in Alto Adige organizzate da Fiera Bolzano in collaborazione con enertour – TIS innovation park registrando il tutto esaurito.

Circa 1.100 i partecipanti e sale sempre piene, anche quelle aggiuntive con il maxi schermo, per il tradizionale congresso organizzato in collaborazione con l’Agenzia CasaClima; 1520 i partecipanti al Convegno di Sinergie Modere Network, per un totale di 2.800 partecipanti complessivamente a tutti i convegni in programma a Klimahouse.

Circa un centinaio  le persone che hanno partecipato alle visite guidate del Klimahouse City Parcours. Il Klimahouse Forum, che ha offerto la possibilità alle aziende di presentare ai visitatori le ultime novità e di affrontare le tematiche più attuali nel campo del risparmio energetico, ha registrato circa 1.400 partecipanti. Oltre 220 gli accrediti stampa e oltre 392 i partecipanti all’iniziativa rivolta alle famiglie promossa dall’Agenzia CasaClima “Giornata di Consulenza Gratuita” e a quella di “Scuola fa Scuola”.

Dall’indagine condotta da Fiera Bolzano su un campione di 960 persone emerge che l’84 % dei visitatori è  giunto da fuori Provincia, per la  maggior parte dal Veneto (21,7%), Trentino (16,6%)  e  Lombardia (15,8 %). Seguono Emilia Romagna, Piemonte, Friuli-Venezia Giulia e Toscana. Numerose presenze anche dal centro-sud Italia e dall’estero. 

Il sondaggio rivela inoltre che il 98,3% ha valutato positivamente la manifestazione: il 64,4 % l’ha giudicata buona, il 27,3% molto buona e il 6,3% soddisfacente. 

La presenza degli addetti ai lavori è stata significativa: architetti, ingegneri, geometri (42,7%) imprese edili (34,8%) - giunti in fiera per informarsi sulle soluzioni più all’avanguardia da proporre a un committente sempre più preparato, ma anche molti privati (un terzo del totale) che si sono recati in fiera per ricevere informazioni direttamente dai produttori. Questo a conferma che la campagna di sensibilizzazione proposta dall’Agenzia CasaClima prende sempre più piede e che i cittadini si sentono più coinvolti e investiti di responsabilità nelle scelte che riguardano l’ambiente. 

Dall’indagine emerge, infatti, che il 67% dei visitatori giunti in fiera per motivi privati, ha partecipato alla manifestazione perché sta costruendo casa o ha intenzione di farlo oppure perché vuole risanare energeticamente la propria abitazione. L’81% dei visitatori ha dichiarato che tornerà alla prossima edizione. 

Anche le aziende espositrici hanno espresso commenti positivi dichiarando di essere rimaste davvero soddisfatte dei risultati ottenuti appagando le proprie aspettative. 

Andrea Sandri, Product Manager Divisione risanamento, restauro, intonaci di fondo di Röfix afferma: “Giovedi e venerdi in fiera erano presenti tanti operatori specializzati: architetti, geometri ecc.  Durante il fine settimana, invece, considerevole presenza di privati. Da sempre esponiamo all’edizione bolzanina di Klimahouse. Questa fiera ci offre contatti e visibilità. Ormai e’ una tradizione venirci e di sicuro saremo presenti anche alle prossime edizioni”. 

Per Benjamin Condotta, Marketing & Events di Naturalia Bau, Klimahouse è un appuntamento a cui non si può mancare, mentre per Silvia Asteri di Finstral sempre più questa fiera si rivolge al pubblico finale che arriva da fuori dell’Alto Adige. Dello stesso parere Hannes Salzburger, Consulente di vendita di Wolfhaus, che rileva un’atmosfera molto positiva grazie al maggior coinvolgimento del privato che offre alle aziende espositrici nuovi contatti in tutta Italia.

Sepp Walder, Responsabile Enertour /Projektleiter Enertouren, di TIS Innovation Park afferma: “La nostra impressione è buona. Sono stati molto numerosi i professionisti del settore che hanno mostrato grande interesse verso gli enertour. Abbiamo organizzato 14 tour (con quasi 420 partecipanti) che ci hanno dato la possibilità di creare contatti con gli esperti di tutta Italia”.

I video delle imprese e di personaggi importanti in diretta dalla fiera: http://www.livestream.com/tekneco

Conclusa, con grande soddisfazione, l’edizione 2013, Fiera Bolzano dà appuntamento ad espositori e visitatori alla seconda edizione di Klimahouse Puglia, nella Cittadella della Scienza di Bari dal 4 al 6 aprile 2013, e alla quinta edizione di Klimahouse a Bastia Umbra in provincia di Perugia, dal 18 al 20 ottobre. 

Durante tutto l’arco del 2013, inoltre, Fiera Bolzano organizza da marzo a novembre nove visite guidate all’ambizioso progetto dell’IBA di Amburgo, il quartiere ecosostenibile e centro di sperimentazione di materiali innovativi, nonché dell’applicazione delle ultime tecnologie in edilizia sostenibile ed energie rinnovabili, presentato al congresso internazionale di Klimahouse. 

Tutte le informazioni per partecipare ai tour ad Amburgo:

http://www.fierabolzano.it/klimahouse/IBA_Hamburg.htm


 

 
28/01/2013
2013

Share |
I vincitori del Klimahouse Marketing Award

In occasione di Klimahouse 2013, Fiera Bolzano ha premiato gli espositori che si sono maggiormente distinti per le  migliori strategie di comunicazione e di marketing. Giunto alla sua quarta edizione, il Klimahouse Marketing Award é un’iniziativa promossa in collaborazione con l’ Agenzia CasaClima di Bolzano.

I buoni prodotti, per avere successo, devono essere anche supportati da una efficace campagna di marketing. E’ questa la filosofia del premio ideato da Fiera Bolzano volto a premiare le aziende espositrici di Klimahouse capaci di valorizzare la qualità dei propri prodotti, presentandoli al pubblico in modo chiaro e creativo coerentemente con la tematica della manifestazione dedicata all’efficienza energetica e della sostenibilità in edilizia.  

Il “Klimahouse Marketing Award” è suddiviso in due categorie: premio per gli stand con un’area espositiva fino a 40m² e oltre 41m². A fronte della selezione a cura di una giuria tecnica, Fiera Bolzano ha assegnato alle aziende vincitrici un premio in forma di buoni di diverso valore da utilizzarsi in occasione di prossime partecipazioni all’edizione di Klimahouse a Bolzano o in Umbria. 

 

I vincitori:

Per la categoria degli stand più piccoli di 40m²:

1. Premio – MATTEO BRONI Srl

2. Premio – CLIVET

3. Premio - CLIMAVENETA

 

Per la categoria degli stand più grandi di 40m²:

1. Premio – NATURALIA BAU

2. Premio - VELTA

3. Premio – ROTO FRANK ITALIA

 

Queste le motivazioni della giuria: 

 

Prima categoria degli stand più piccoli di 40m²:

1. premio: MATTEO BRIONI Srl

Lo stand esprime un utilizzo ottimale, creativo, quasi artistico dello spazio a disposizione, anche dal punto di vista della funzionalità. Il messaggio essenziale, costituito dalla naturalità del prodotto, viene trasmesso e messo in evidenza in modo originale, elegante e raffinato, in particolar modo presentando l’ampia gamma cromatica disponibile.

2.  premio: CLIVET

Lo stand è strutturato in modo lineare, risulta luminoso ed i prodotti sono messi in primo piano in maniera efficace. Curati sono i pannelli esplicativi di approfondimento. Molto ben riuscita è la simbiosi con lo slogan energy saving. Notevole l’attività di marketing e la comunicazione pianificata dall’azienda prima e durante la manifestazione.

3. premio: CLIMAVENETA

Pur trattandosi di uno stand di superficie relativamente ridotta l’azienda è riuscita ad allestire lo spazio in modo da farlo apparire di grandi dimensioni, puntando sullo sviluppo in altezza, su design e luminosità ed utilizzando pareti retroilluminate. Il prodotto risulta ben visibile, ed è accompagnato da video e presentazioni dettagliate. Secondo la giuria unico aspetto migliorabile è la grafica della parete principale che presenta un numero eccessivo di informazioni.

 

Seconda categoria – stand oltre 40 m²:

1.  premio: NATURALIA BAU

Una simbiosi perfetta tra i prodotti che l’azienda propone sul mercato,  la comunicazione e l’allestimento degli spazi. La superficie spaziosa, i colori e gli elementi naturali spiccano all’interno dello stand e si abbinano in maniera ottimale ai prodotti esposti. Le novità presentate sono messe bene in evidenza e i prodotti sono descritti in modo eccellente. Inoltre numerose dimostrazioni pratiche e test completano la loro presentazione peraltro già esaustiva. L’esposizione in fiera risulta particolarmente riuscita, di grande efficacia ed è dimostrazione di grande professionalità.

2.  premio: VELTA

Uno stand spazioso, strutturato in modo pressoché perfetto con una zona di presentazione del prodotto, una reception e un’area di accoglienza riservata ai clienti. Apprezzato l’utilizzo di materiali naturali, l’attenzione al design e il tocco nella decorazione ottenuto con i fiori. I prodotti vengono presentati in maniera efficace, chiara e con numerosi dettagli tecnici.

3.  premio: ROTO FRANK ITALIA

Tramite una costruzione in materiale naturale il prodotto viene presentato installato, dando una chiara dimostrazione pratica della sua funzionalità. La superficie disponibile, di  dimensioni relativamente ridotte viene utilizzata in modo ottimale. Da apprezzare l’attività di comunicazione realizzata in preparazione all’evento. La giuria suggerisce di collocare informazioni tecniche in diretta prossimità dei prodotti e di utilizzare anche materiale informativo in lingua tedesca.

 

Una menzione particolare  è stata riconosciuta allo stand del Tis che, per trasparenza, non può essere premiato  in quanto uno dei suoi collaboratori ha fatto parte della giuria. In particolare si è apprezzata l’originalità dei materiali utilizzati, completamente riciclabili.

 

 
24/01/2013
2013

Share |
Klimahouse 2013 guarda al futuro

Con il motto “la terra siamo noi, il clima e la natura ci riguardano tutti”, l’assessore della Provincia di Bolzano, Florian Mussner ha inaugurato l’ottava edizione della fiera di fama internazionale nell’ambito dell’efficienza energetica e dell’edilizia sostenibile, Klimahouse 2013. Ha sottolineato inoltre il contributo della politica in Alto Adige, terra che il direttore dell’Agenzia CasaClima di Bolzano, Ulrich Santa definisce Green Region modello a livello nazionale ed europeo.  Klimahouse rimane in scena a Fiera Bolzano fino a domenica 27 gennaio.

Un importante appuntamento fieristico che mette in mostra 447 espositori, accuratamente selezionati da una giuria di qualità composta da esperti CasaClima, ma anche un’iniziativa aperta al territorio e ai cittadini interessati alle tematiche legate al risparmio energetico. Questo il leitmotiv di Klimahouse 2013 che quest’anno punta sull’edilizia sociale e su quartieri interamente ecosostenibili. Ai quattordici enertour previsti gli operatori specializzati si affianca il ‘City Parcours’ che quest’anno prevede un coinvolgimento partecipativo di Bolzano con un’estensione ai condomini dell'Istituto Per l'Edilizia Sociale (IPES) della Provincia di Bolzano risanati ed energeticamente riqualificati secondo gli standard CasaClima. Saranno gli inquilini stessi ad illustrare ai partecipanti gli interventi effettuati, le sfide affrontate, i costi sostenuti e soprattutto il modo in cui è cambiato il loro comfort abitativo dopo i lavori di risanamento.
Inoltre è prevista una giornata di consulenza gratuita per privati e famiglie per domenica 27.

“Essendo come fiera vicinissimi all’area tedesca per cultura, per lingua, ma anche geograficamente è evidente che fungiamo da ponte e cerniera tra questi due grandi aree  culturali ed economiche. Klimahouse, come fiera e come organizzatore congressuale da sempre permette di conoscere quello che sta succedendo in materia di architettura sostenibile in Germania, Austria e Olanda.  Con l’aiuto di validissimi partner offriamo nell’ambito del congresso internazionale sguardi nelle realtà che sono considerate all’avanguardia in queste tematiche”, ha affermato il Presidente di Fiera Bolzano, Gernot Rössler.

Il convegno internazionale ‘Costruire con intelligenza’ organizzato in collaborazione con l’Agenzia CasaClima, è in programma per domani, venerdì 25 gennaio con il professore universitario e Architetto Klaus Kada, vincitore di numerosi premi internazionali e per sabato 26 gennaio, con la presenza dell’Architetto olandese di fama mondiale Thomas Rau.

“Quest’anno, oltre ad avere in programma importanti  nomi dell’architettura contemporanea e ad organizzare tour durante la manifestazione, Klimahouse organizza viaggi da marzo a novembre alla Internationale Bauausstellung di Amburgo, che sarà presentata sabato al congresso internazionale di Klimahouse dalla professoressa e architetta Simona Weisleder che spazia proprio attorno a quello che noi in Italia avremo ancora da fare: creare città sostenibili con energie rinnovabili e senza emissioni di CO2”, ha ricordato oggi Rössler.

 
18/01/2013
2013

Share |
Costruire eco-sostenibile a Klimahouse

La mostra, curata da Fabrizio Bianchetti, “10 regole-10 architetture, per costruire eco-sostenibile” prosegue la sua esposizione itinerante approdando al KLIMAHOUSE di Bolzano. Il tema della mostra ricava dalle esperienze costruttive e dalla pratica professionale un decalogo delle regole più diffuse per pervenire a un edificio ecosostenibile e le confronta, nel contempo, con 10 realizzazioni internazionali esemplari per chiarire i risultati di una applicazione concreta di questi principi.

10 regole - 10 architetture, per costruire eco-sostenibile

Abitare e sostenibilità: un dibattito che coinvolge tutto il il percorso progettuale, sia la cultura del linguaggio architettonico, che la conoscenza del sapere tecnico. La sostenibilità in architettura è una condizione essenziale per comprendere il progetto contemporaneo: da esigenza tecnica legata alle problematiche prestazionali dei componenti edilizi, finalizzata soprattutto a mettere in evidenza l’efficienza energetica dell’edificio, si è progressivamente trasferita a fornire una valutazione complessiva del comportamento e della vita dell’edificio stesso.
È complicato, anche per chi abitualmente opera in questo settore, comprendere sino in fondo il pensiero sostenibile, questo iter progettuale che guarda verso la tradizione per trarne gli insegnamenti più diretti (orientamento, tipologia edilizia,comportamento naturale) e,contemporaneamente, verso la nuova tecnologia per assicurare un coerente progetto evolutivo. Nello sviluppo del progetto di architettura con atteggiamento sostenibile, l’involucro, assieme alla forma ed ai materiali che lo costituiscono diviene spesso l’elemento prevalente del progetto stesso.

I materiali, le tecniche quindi sono di fondamentale importanza per questo obiettivo, la loro durabilità, il loro ciclo di vita.

Anche per i progettisti, quindi, l’approccio ecologico sarà un’occasione professionale non indifferente affermando nuove visioni, nuove competenze ed un nuovo modello di sviluppo. Già a lungo si è speculato su queste aspettative è arrivato il tempo in cui, senza inganni, si inizi a pensare, produrre, e costruire un futuro sostenibile; che dovrebbe essere poi l’interesse di tutti noi.

Da queste considerazioni parte l’idea che sostiene la mostra “10 regole - 10 architetture, per costruire eco-sostenibile”.

Mutuando, infatti, dalle esperienze costruttive e dalla pratica professionale potremmo stabilire un decalogo delle regole più diffuse per pervenire ad un edificio ecosostenibile e, nel contempo, potremmo mostrare con esempi internazionali i risultati di una applicazione concreta di questi principi.

Fabrizio Bianchetti

 

KLIMAHOUSE

È la fiera internazionale specializzata per l’efficienza energetica e la sostenibilità in edilizia, nasce dalla esigenza di dare risposte e soluzioni per la costruzione sostenibile, per il risparmio energetico ed il rispetto ambientale.

Si svolge, ogni anno a Bolzano, nel cui territorio sono stati sviluppati, nel corso degli anni, le maggiori esperienze in questo settore e che costituisce un ideale “ponte” tra le tecnologie e le sperimentazioni in corso nel nord Europa e la nostra nazione.

 
18/01/2013
2013

Share |
Anit a Klimahouse 2013!

ANIT rinnova la partecipazione a Klimahouse 2013, la Fiera internazionale specializzata per l’efficienza energetica e la sostenibilità in edilizia giunta alla sua 8° edizione che si terrà a Bolzano dal 24 al 27 Gennaio 2013. ANIT sarà presente con uno Stand Istituzionale (A05/32) insieme alle sue Aziende con un’ area espositiva di 882 mq al Padiglione A-B.

LE INIZIATIVE

Forte dell'esperienza quasi trentennale nell'organizzazione di convegni e corsi per i professionisti, ANIT presenta il  programma delle proprie iniziative per l'edizione di Klimahouse 2013:

I CONVEGNI 

- Giovedì  24 gennaio 2013 alle ore 10:00

Convegno gratuito “NON TUTTO IL “GREEN”E’ SOSTENIBILE. Energia, acustica e materiali nei protocolli di sostenibilità. 

Il concetto di  sostenibilità intesa come sviluppo in grado di soddisfare i bisogni attuali senza compromettere le esigenze delle generazioni future spesso viene frainteso e vengono considerati solo alcuni degli aspetti che questo concetto comprende. E’ sempre più importante per il professionista e per le costruzioni in genere distinguersi in qualità, per questo motivo lo sviluppo di edifici sostenibili sotto tutti i punti di vista sarà una necessità per superare la crisi.

Obiettivo del seminario è di fornire indicazioni pratiche per comprendere come alcuni degli aspetti della sostenibilità in edilizia , ossia energia, acustica e caratteristiche dei materiali vanno considerati all’interno dei protocolli di sostenibilità dell’edificio attualmente utilizzati: ITACA e LEED.

- Venerdì 25 gennaio 2013 alle ore 14:30 

Convegno gratuito “CAMBIO DI CLASSE !La riqualificazione termica eacustica degli edifici esistenti. Il mercato dell’edilizia nuova è ormai una piccola percentuale nel settore delle costruzioni, gli edifici da riqualificare diventano il prossimo e quasi unico obiettivo su cui puntare. 

Se però nel nuovo è facile progettare e realizzare edifici efficienti e di alto livello, sia dal punto di vista energetico che acustico, sull’esistente le criticità e i limiti sono spesso motivo di rinuncia degli interventi. Il ”cambio di classe” di efficienza può portare non solo a benefici energetici, ma anche economici e di mercato.

Durante il convegno verranno descritte le procedure burocratiche e le criticità legislative, presentate le soluzioni tecnologiche migliori e verranno proposti esempi di interventi con risoluzione di problemi specifici. 

Per maggiori dettagli sui Convegni ANIT a Klimahouse 2013 cliccare il seguente link http://www.anit.it/NL/mail/13/NLKlimahouseconvegni2013W.htm 

I CORSI

A coloro che invece desiderano un maggior livello di approfondimento, ANIT propone due momenti formativi di grande attualita':  il primo dedicato alla sostenibilita' energetica e ambientale in edilizia e il secondo dedicato alla corretta progettazione igrotermica. Gli incontri si terranno presso la Sala Alois Lageder dell'Hotel Four Points Sheraton adiacente alla Fiera di Bolzano e danno diritto ad un ingresso omaggio in Fiera.

- Giovedì 24 gennaio 2013 dalle 14.00 alle 18.00 si terrà il corso “La sostenibilità in edilizia: capire per progettare” ideale per i professionisti che interessati a comprendere ed approfondire la certificazione ambientale degli edifici con l’idea di mettere in evidenza le norme e le leggi, gli sviluppi e le criticità delle metodologie di calcolo dei protocolli di sostenibilità (LEED e ITACA) e di analisi del ciclo di vita (LCA)

 

- Venerdì 25 gennaio 2012 dalle 9.00 alle 13.00 si terrà il corso “Rischio muffa e condensa secondo la nuova ISO 13788:2012.” pensato per offrire un approfondimento delle regole di base per una corretta progettazione igrotermica alla luce della nuova edizione della norma 13788:2012 “Hygrotermal performance of building components and building elements”. Inoltre i partecipanti al corso avranno l’occasione per conoscere l’utilizzo del nuovo software IRIS 2.0.

Maggiori informazioni sui programmi e i costi dei corsi sono disponibili sul sito www.anit.it  

 

L'AREA ANIT

ANIT mette a disposizione ai propri associati un'area di 882 mq al Padiglione A-B dove  l'Associazione sara' presente con uno stand istituzionale per rispondere alle domande dei professionisti e illustrare la propria attivita'. Allo stand sara' anche possibile associarsi ad ANIT per il 2013, ritirare la copia omaggio della rivista tecnica Neo Eubios, visionare la nuovissima versione del software Iris 2.0 per l’elaborazione agli elementi finiti dei ponti termici validato secondo UNI EN ISO 10211:2008 . Sarà presentata in esclusiva la nuova edizione del Volume 1 “I materiali isolanti” completamente riscritto e con all’interno le schede tecniche di tutti i materiali in commercio. Inoltre vengono riservate delle offerte speciali sui prodotti .

Le Aziende Socie presenti nell'Area ANIT per questa Edizione di Klimahouse 2013, sono:

Bampi (A05/12), Biemme (B06/12), Caparol (B07/06-B07/10), Colorificio San Marco (B06/20), De Faveri (B06/32), Fermacell (B06/18), Fluke Italia (B06/14), Gruppo Finestre (B06/30), Isolgomma (A05/14), Isolmant (B06/24 B06/08), Isotex® - C&P Costruzioni (A05/28), Knauf (A05/24), Manifattura Maiano (B06/06), Mapei (A05/18), Opera Soluzioni – SolarSpot (B07/02), Ovattificio Alpino (B06/04), Testo (A05/20), Xella Italia-Ytong (A05/22), Wicona B07/12

Per visualizza l’Area ANIT a Klimahouse 2013  cliccare  il seguente link http://www.anit.it/NL/mail/12/NLKlimahouse2013_1W.htm 

 

MINICORSI GRATUITI

Visto l'ampio successo delle scorse edizioni, ANIT organizza presso il suo stand minicorsi gratuiti di aggiornamento per i visitatori sulle tematiche di maggiore interesse del momento, legate all'efficienza energetica in edilizia e al comfort acustico. Isolamento a cappotto, Fonoassorbimento, soluzioni tecnologiche per efficienza energetica e acustica sono solo alcuni dei temi che verranno affrontati dal punto di vista teorico e pratico dai tecnici ANIT e dai rappresentanti di alcune delle Aziende associate ad ANIT presenti in Fiera. 

ANIT aggiornerà in tempo reale coloro che non potranno recarsi personalmente in Fiera via Facebook e Twitter.

 

PERCHE' ANIT

Quale Associazione Nazionale di riferimento del settore dell'isolamento termico e acustico dal 1984, ANIT rappresenta ad oggi 94 Aziende del settore e quasi 1500 Studi di professionisti su tutto il territorio nazionale, che hanno a cuore il rispetto delle normative e la progettazione attenta ai requisiti di comfort acustico e risparmio energetico.

 
18/01/2013
2013

Share |
Il patto dei sindaci: dall'adesione alla redazione dei PAES

Alcuni esempi di buone pratiche

"Klimahouse Forum" - sala Vajolet (Padiglione fieristico - galleria livello 0); Bolzano, 24 gennaio 2013

17.00 - 17.05
Introduzione: 
Antonio Lumicisi, Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare

17.05 - 17.20
Il ruolo del Gruppo Dolomiti Energia a sostegno delle azioni nel settore pubblico e privato
Vincenzo Scotti, Amministratore Delegato Multiutility S.p.A - Gruppo Dolomiti Energia

17.20 - 17.35
Infoenergia: il ruolo delle Agenzie Locali per il Patto dei Sindaci
Giuseppe Bono, Infoenergia - Rete di Sportelli per l'Energia e l'Ambiente

17.35 - 17.50
Il PAES di Rovereto (Tn)
Christian Roverato, Comune di Rovereto

17.50 - 18.00
L'azione di una Comunità di Valle in Trentino
Adriana Borghesi, Comunità della Val di Non

18.00
Conclusioni

 
17/01/2013
2013

Share |
Giornata di consulenza personale gratuita a Klimahouse 2013

La prima “giornata di consulenza” nell’ambito di Klimahouse 2013 sarà dedicata all’utente finale, l’unico in grado di creare e diffondere la cultura del costruire sostenibile. Domenica 27 gennaio dalle ore 9 alle 18 presso il centro congressi Four Points by Sheraton esperti, architetti, artigiani saranno a disposizione di tutti coloro che vorranno saperne di più sull’efficienza energetica. Sarà possibile assistere anche a brevi relazioni su risanamento e certificazioni energetiche, contributi provinciali e detrazioni fiscali, sui valori di una cultura del costruire sostenibile tanto nella riqualificazione energetica quanto nell’architettura. La giornata di consulenza è un’iniziativa di Fiera Bolzano in collaborazione con l’Ufficio per il risparmio energetico, la Fondazione Architettura Alto Adige, la Ripartizione Beni Culturali, l’Agenzia CasaClima, il KVW e l’Associazione Provinciale Artigianato APA.

Klimahouse, Fiera internazionale specializzata per l’efficienza energetica e la sostenibilità in edilizia, avrà luogo dal 24 al 27 gennaio e sarà, ancora una volta, il punto di riferimento per eccellenza di tutti coloro che operano nel settore. Alla rassegna, considerata leader in Italia, saranno in mostra prodotti e servizi di oltre 400 espositori tra cui numerose aziende all’avanguardia. Come di consueto, Klimahouse offrirà un articolato programma d’iniziative tra cui convegni per operatori ed eventi pensati per l’utente finale, parte sempre più consapevole ed attiva nella richiesta di soluzioni che garantiscano risparmio energetico e sostenibilità.

Nell’ambito della rassegna avrà luogo la seconda edizione di KLIMAHOUSE CITY PARCOUR-LIVING EXPERIENCE, un programma di visite guidate ad esempi riusciti di riqualificazione energetica: per tutti i visitatori, soprattutto famiglie e privati, un’occasione per comprendere cosa s’intende per “casa clima”. Per la prima volta, quest’anno Fiera Bolzano proporrà la “giornata di consulenza”, un’iniziativa rivolta sempre al consumatore finale e alle famiglie. Consulenti, architetti ed esperti dell’Associazione Provinciale Artigianato APA saranno a disposizione per un colloquio personale e gratuito su temi inerenti l’edilizia sostenibile e il risanamento. La giornata di consulenza si svolgerà domenica 27 gennaio dalle ore 9 alle 18 presso il centro congressi Four Points by Sheraton. Non è necessaria la prenotazione. Nell’ambito di quest’iniziativa si terranno anche una serie di brevi relazioni in italiano e in tedesco sul risanamento energetico, sulle varie certificazioni energetiche CasaClima, sui contributi provinciali e le detrazioni fiscali, sulle premesse per una nuova cultura del costruire sostenibile.

Nella prima relazione in programma alle ore 9,30, l’ing. Ruben Erlacher dell’APA illustrerà dettagli tecnici e possibili soluzioni per una riqualificazione energetica. La stessa relazione si terrà alle ore 14 in lingua italiana.

Alle ore 11 Ulrich Klammsteiner, Capo della ripartizione tecnica dell’Agenzia CasaClima, parlerà di “Risanare con il sigillo di qualità: CasaClima R”, la nuova certificazione per il risanamento energetico. Oltre ad illustrare interventi di risanamento totale di edifici (abitazioni e non) ove è prevista ampia libertà di manovra, egli descriverà anche un sistema di certificazione di qualità previsto in caso di ristrutturazioni di singole unità abitative ove, invece, vigono numerose limitazioni tecniche e legali. Considerato l’elevato numero e il valore di edifici storici, CasaClima R prevede anche particolari misure da adottare nel risanamento di edifici sotto tutela. Alle ore 15,30, Martina Demattio dell’Agenzia CasaClima terrà la stessa relazione in lingua italiana.

Alle ore 12 relatori dell’Ufficio risparmio energetico e del KVW spiegheranno come accedere ai vari contributi provinciali e beneficiare delle agevolazioni fiscali previste nel settore del risparmio energetico. Alle ore 13 la Fondazione Architettura Alto Adige terrà una relazione sulla cultura del costruire.

Domenica sarà possibile partecipare, previa prenotazione, alle ultime visite guidate a condominii IPES riqualificati, previste dal programma KLIMAHOUSE CITY PARCOUR 2013 – LIVING EXPERIENCE. Inquilini e tecnici illustreranno personalmente gli interventi effettuati, le difficoltà incontrate, i costi sostenuti e spiegheranno come è cambiata la qualità della vita in seguito ai lavori di risanamento. Si partirà in bus shuttle dall’ingresso principale della Fiera alle ore 9,40 e alle 14,40.

Domenica 27 gennaio, giornata di consulenza, il punto d’accoglienza gestito dalla cooperativa sociale Xenia nel centro servizi di Fiera Bolzano sarà accessibile gratuitamente ai bambini di età compresa tra i 3 e i 6 anni in modo tale che i loro genitori possano effettuare in serenità una visita alla Fiera e partecipare agli eventi collaterali.

 
18/12/2012
2013

Share |
Come intervenire sul patrimonio edilizio in tempo di crisi

‘Efficienza energetica versus patrimonio edilizio’ è il titolo del convegno organizzato per il 24 gennaio dalla Fondazione Architettura dell’Alto Adige nell’ambito di Klimahouse, fiera internazionale dedicata alla sostenibilità in edilizia dal 24 al 27 gennaio a Fiera Bolzano.
Quattro esperti a confronto, Peter Erlacher, Viviana Ferrario, Walter Hauser, Ulrich Klammsteiner, illustrano, con esempi concreti, in che modo è possibile, in tempo di crisi, intervenire sulle abitazioni per la conservazione del patrimonio costruttivo esistente.

Il convegno si concentra sull’abitare partendo dalla visita di alcune case, emblematiche nella storia dell’edilizia altoatesina, e dall’esperienza delle persone che le abitano, con i propri racconti e i sogni mai realizzati, come base da cui cominciare per ragionare sulle nuove regole del costruire.
Grazie al supporto di progettisti e impiantisti, si prendono in esame le scelte tecniche degli edifici originari, cortili, scale, ascensori, muri, finestre, tetti, sistemi di riscaldamento e di ventilazione, illuminazione e comfort abitativo traendo un bilancio degli interventi realizzati sulla base delle esigenze specifiche.

Il dibattito non è solo rivolto all’efficienza energetica ma considera l’importante ruolo della conservazione del patrimonio edilizio con una visione strategica sulle preesistenze  architettoniche e delle prossime sfide che ci attendono su questo fronte.

L’iniziativa della Fondazione Architetti, che prende il via a Klimahouse 2013, prevede  successivamente, a marzo e aprile, cicli di visite guidate in Alto Adige con cinque itinerari per illustrare la grande diversità delle tipologie abitative e dei diversi modi di affrontare il tema del programma. Per la terza fase del progetto è invece organizzato un workshop con cinque gruppi di lavoro su cinque progetti più significativi, tra masi, case individuali e grandi insediamenti popolari, che cercano di trarre conclusioni sulle proposte di intervento sui singoli edifici. L’iniziativa si concluderà venerdì 25 maggio con una tavola rotonda per discutere i risultati.

Il convegno del 24 Gennaio si aggiunge al ricco calendario di eventi proposti da Klimahouse, fiera leader in Italia per l’efficienza energetica e l’edilizia sostenibile, dal 24 al 27 gennaio 2013  a Fiera Bolzano.



Giovedì, 24 gennaio 2013
ore 16.30 – 19.00
Sala Elena Walch, Centro Congressi Four Points Sheraton (adiacente alla Fiera)



KLIMAHOUSE LIVE on:
Web: http://www.klimahouse.it
You Tube: http://www.youtube.com/fierabolzano
Twitter: http://twitter.com/klimahouse
Facebook: http://www.facebook.com/klimahouse
Photo Gallery: http://www.fierabolzano.it/klimahouse/fotogallery1.htm





 
18/12/2012
2013

Share |
Klimahouse guarda al futuro delle metropoli e organizza visite guidate a IBA di Amburgo

Al  Congresso Internazionale di Klimahouse 2013, tra gli interventi di spicco, sabato 26 gennaio  l’Arch. Simona Weisleder presenta il progetto IBA di Amburgo volto a qualificare il rapporto tra la città e la natura, cercando nuove soluzioni dell’abitare sostenibile utilizzando sistemi integrati di energie rinnovabili. Per entrare nel vivo di queste realizzazioni, da marzo 2013 Fiera Bolzano organizza viste guidate nel quartiere anseatico a Wilhelmsburg, l’isola sull’Elba a pochi chilometri dal centro storico.

‘Costruire con intelligenza’  è il titolo del congresso internazionale di Klimahouse, organizzato da Fiera Bolzano e dall’Agenzia CasaClima. L’evento si svolge durante le due giornate centrali della fiera ( 25-26 gennaio) e ospita un ampio palco di relatori italiani e nord europei che portano il proprio know how nell’ambito dell’edilizia sostenibile e del risparmio energetico.
Tra gli interventi proposti, l ’Arch. Simona Weisleder presenta il prestigioso progetto IBA di Amburgo con un focus sui principali temi più urgenti della contemporaneità: la città nell’epoca dei cambiamenti climatici e il suo sviluppo in armonia con l’ambiente, la “cosmopoli” come luogo di incontro di diverse culture e le “metrozone”, ovvero nuove città all’interno di quella esistente, per costruire un futuro alle zone di confine e passaggio tra città e campagna, tra città e grandi infrastrutture, tra città storica e zone industriali dismesse, tra città e terra di nessuno.
Negli ultimi anni le misure adottate ad Amburgo hanno condotto ad una riduzione del livello di emissioni atmosferiche inquinanti e ad un miglioramento del servizio di trasporto pubblico e della mobilità urbana sostenibile. Tutto ciò, unito ad iniziative mirate all’efficienza energetica, alla tutela ambientale e climatica e in generale ad un’attività efficace di pianificazione urbana ha permesso alla città di ricevere il premio European Green Capital 2011 della Commissione Europea. Amburgo ha infatti definito alcuni obiettivi per la tutela climatica ovvero un 40% di riduzione di CO2 entro il 2020 e un -80% entro il 2050.

Mentre si continua a parlare della trasformazione dei vecchi docks, ora noti come HafenCity, un nuovo grande progetto sta per cambiare ulteriormente i connotati della città-stato anseatica: l’Internationale Bauasstellung Hamburg 2013 (Mostra Internazionale del costruito). L’IBA di Amburgo, diretta da Uli Hellweg (che nel curriculum vanta anche il coordinamento dei progetti pilota dell’Iba di Berlino del 1987), sfodera una lista di oltre 50 progetti aggiudicati a studi di architettura affiancati da imprese e sponsor con un processo, tra la joint venture e il progetto-concorso, che le ha assicurato di portare a termine le opere con il limitato budget messo a disposizione dall’amministrazione locale.
Un processo virtuoso che mette l’IBA di Amburgo al riparo dalla grave crisi economica che sta invece colpendo la Municipalità, generando posti di lavoro e crescita per l’artigianato e l’industria.

In particolare, le isole sull’Elba costituiscono un “patchwork metropolitano” di città e porto, industria e aree paludose, tagliato da grandi direttrici di traffico ferroviario e automobilistico. L’obiettivo è quello di rendere questo quartiere autosufficiente energeticamente entro il 2025 e CO2 neutrale entro il 2050. Questo è possibile attraverso la realizzazione di edifici ecosostenibili, il risanamento eccellente, sistemi energetici basati esclusivamente su fonti alternative ed estrema efficienza degli impianti.

Per far conoscere le nuove tecnologie, i materiali sperimentali e più all’avanguardia utilizzati proprio per la realizzazione di questi edifici, Fiera Bolzano si fa promotore di un’iniziativa speciale e, nell’ambito del ricco calendario eventi legato a Klimahouse,  organizza per il 2013 visite tecniche guidate nel quartiere anseatico di Amburgo.
I tour, che includono trasferta, pernottamento e visite tecniche, si svolgono da marzo a novembre nei seguenti week-end:

23-24 marzo
27-28 aprile
4-5 maggio
22-23 giugno
27-28 luglio
10-11 agosto
14-15 settembre
12-13 ottobre
14-15 novembre.


Per maggiori informazioni sul programma el’ iscrizione: http://www.fierabolzano.it/klimahouse/IBA_Hamburg.htm

 
17/12/2012
2013

Share |
Klimahouse Trend 2013

Nuova edizione per l’Award che premia le aziende più innovative sul fronte dell’abitare sostenibile

In occasione di Klimahouse 2013, a Bolzano dal 24 al 27 gennaio,  prende il via la quarta edizione del premio che valorizza le proposte più all’avanguardia nell’ambito della bio-edilizia e del risparmio energetico.

A fronte del grande successo riscontrato nelle tre precedenti edizioni, Fiera Bolzano, in collaborazione con il Gruppo 24 Ore, propone anche per il 2013 il prestigioso award ‘Klimahouse Trend’ che premia le soluzioni vincenti e più innovative nel panorama della sostenibilità e dell’efficienza energetica in edilizia. 

“Klimahouse Trend” è un osservatorio annuale che segnala, attraverso l’analisi di un comitato scientifico composto da autorevoli esperti, i materiali o i sistemi costruttivi più all’avanguardia improntati a garantire il rispetto dell’ambiente e i più elevati standard di comfort abitativo.

Gli espositori di Klimahouse potranno inviare, entro il 27 gennaio 2013, la propria autocandidatura descrivendo le caratteristiche tecniche delle proprie proposte. Le schede passeranno al vaglio della giuria che, a seguito di un’approfondita analisi di tutti i sistemi e dei prodotti esposti in fiera, stilerà la graduatoria, a pari merito, di tre segnalazioni per sei categorie di prodotti o sistemi.

Involucro opaco, involucro trasparente, integrazione energia/architettura, integrazione automazione/architettura, comfort interno e tecnologie costruttive: queste le sei categorie di prodotti o sistemi che verranno prese in esame dalla giuria del “Klimahouse Trend” per il 2013.

La cerimonia di premiazione ufficiale avverrà nel corso dell’anno, con un evento dedicato, alla presenza dei giurati che compongono il comitato tecnico: Fabrizio Bianchetti, Presidente della giuria - Gruppo 24 Ore; Architetto Donatella Bollani, Coordinatore Divisione Architettura – Business Media – Gruppo 24 Ore; Dottor Ulrich Klammsteiner, Responsabile tecnico Agenzia CasaClima; Dottoressa Valeria Erba, Presidente Anit (Associazione Nazionale Isolamento Termico e acustico); Architetto Nicola Arnaldi Vicepresidente di ANAB - Associazione Nazionale Architettura Bioecologica e Giuliano Venturelli Professore presso la Facoltà di Ingegneria all’Università di Brescia. 

Fiera leader in Italia per l'efficienza energetica e la sostenibilità in edilizia, Klimahouse, giunta alla sua ottava edizione, è dal 24 al 27 gennaio 2013 la vetrina per oltre 400 aziende che espongono le ultime novità di prodotto e servizi più all'avanguardia del settore. L'articolato calendario di eventi rivolti a professionisti ed operatori del settore prevede un congresso internazionale di alto profilo con relatori di spicco a livello mondiale, convegni, workshop, seminari, mostre, visite guidate a edifici energeticamente efficienti e iniziative mirate ai visitatori privati, sempre più consapevoli e coinvolti attivamente nella scelta di materiali e di soluzioni vincenti sul fronte della sostenibilità abitativa e del risparmio energetico. 


 
03/12/2012
2013

Share |
Piccoli edifici - grande effetto

 

Bungo è un’innovativa casa prefabbricata modulare in legno. 
Può essere utilizzata nei contesti più diversi: come casa per le vacanze, unità abitativa, bungalow o casa mobile in un campeggio, ufficio di rappresentanza, studio, dépendance di un hotel, punto vendita, aula per sedi scolastiche provvisorie o scuole materne. Realizzata e certificata in conformità ai principi di efficienza energetica secondo standard CasaClima diversi, può trovare impiego in ogni stagione e in ogni situazione climatica.

L’utilizzo di materiali naturali e riciclabili e l’elevato grado di prefabbricazione consentono di contenere i consumi energetici e di ridurre la produzione di inutili scarti, dalla produzione al montaggio sul posto. Bungo, la casa completamente ecologica, è fornita a prezzo fisso chiavi in mano nel giro di poche settimane.

Bungo: innovativa – modulare – ecologica - fornita chiavi in mano - di valore stabile - ad efficienza energetica – mobile – sostenibile - modificabile

Un prodotto Oberrauch Srl, ideato in collaborazione con formAxiom
www.bungo.it
www.oberrauch.bz

 

Venite a scoprire Bungo in occasione dell’evento KlimaHouse a Bolzano, all’ingresso principale della fiera, dal 24 al 27 gennaio 2013


 

 
30/11/2012
2013

Share |
L'artigianato di qualità dell'Alto Adige a Klimahouse 2013

 

GLI ARTIGIANI SPECIALIZZATI ESEGUONO UNA RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA DAL VIVO APPLICANDO DIVERSE TECNICHE PER TRASFORMARE UNA CASA IN UNA CASACLIMA. 

La superficie d’esposizione occupata dall’APA è di 460 m².

In stretta collaborazione con l’Agenzia CasaClima e Fiera Bolzano, con laboratori “dal vivo” alcuni artigiani specializzati costruiscono quattro parti d’edificio in due differenti classi energetiche di CasaClima.

Che si tratti di ampliare o riqualificare, che si tratti di abbattere e ricostruire, gli interventi 

incentivati dal Piano Casa non potranno prescindere dalla sostenibilità ambientale e dalla 

sicurezza antisismica. Molte regioni, pur in assenza del decreto nazionale, si sono 

incamminate verso l'adozione di legislazioni locali volte a stimolare il mondo delle costruzioni e l'economia ad esso legata. 

 

Il motto comune è questo: edifici efficienti e più sicuri con incentivi legati a performance energetiche reali. Come combinare efficienza e sicurezza? Come mostrare al progettista le possibilità che gli sono offerte oggi dal mercato? Sappiamo infatti che legno, muratura o acciaio non fanno differenza. Le tecnologie ci sono e le aziende hanno colto questa opportunità introducendo soluzioni e materiali più performanti. L'importante è sapere come applicarle correttamente, magari in modo combinato. E ancora: è davvero impossibile realizzare una sopraelevazione in materiale leggero e contestualmente riqualificare energeticamente tutto l'involucro migliorando le qualità antisismiche dell'edifico? È così costoso e complicato realizzare ex novo edifici antisismici in classe A belli, sicuri e confortevoli? Oggi è possibile dare una risposta adeguata a questi interrogativi e si deve soprattutto fare di più e meglio. Questo lo si vuole dimostrare.

 

GLI ARTIGIANI SPECIALIZZATI COSTRUISCONO DIVERSI PARTI DI UN EDIFICIO E 

PRESENTANO LE TECNICHE CASACLIMA

A questo scopo, Fiera Bolzano e l'Associazione dell'Artigianato della Provincia di Bolzano 

con i Costruttori CasaClima Südtirol e in collaborazione con la rivista CASA&CLIMA costruiranno in scala 1:1 l’esploso di un edificio “a spicchi” che racchiuderà le migliori tecnologie per la riqualificazione energetica di una casa. Gli artigiani specializzati costruiscono diversi parti di un edificio e presentano diverse tecniche di costruzione e risanamento conforme lo standard CasaClima.

 

Il cantiere a Klimahouse occupa complessivamente 170 m² di superficie.

Le diverse parti vengano portate, tramite un risanamento energetico, a diversi livelli di standard CasaClima. L’Alto Adige ha introdotto nel 2005 come standard minimo CasaClima C, oggi il B, per il 2015 è previsto lo standard minimo A e per il 2020 quello Oro. 

Il consumo di energia di una CasaClima Oro richiede 10 KiloWattora per metro quadro l’anno, il che si può garantire anche in assenza di un sistema di riscaldamento attivo. La CasaClima Oro è anche detta "casa da un litro" perché per ogni metro quadro necessita di un litro di gasolio o di un m³ di gas l’anno. Le case con un consumo di calore inferiore ai 30 KiloWattora per metro quadro l’anno sono invece classificate come CasaClima A, la cosiddetta "casa da 3 litri", perché richiede 3 litri di gasolio o 3 m³ di gas per metro quadro l’anno. CasaClima B è invece l’edificio che richiede meno di 50 KiloWattora per metro quadro l’anno. In questo caso si parla di "casa da 5 litri", in quanto il consumo energetico comporta l’uso di 5 litri di gasolio o 5 m³ di gas per metro quadro l’anno.

 

TOUR CON ESPERTI CASACLIMA

Il visitatore avrà la possibilità di osservare da vicino le differenti tecniche, confrontarle, chiedere 

approfondimenti agli artigiani e ai progettisti che hanno realizzato l'edificio e 

valutare con le aziende che hanno fornito i materiali le migliori soluzioni applicative.

Come già avvenuto nella precedente edizione di Klimahouse a Bolzano i visitatori saranno 

accompagnati in un tour dedicato alla visione e commento delle differenti tecnologie 

dell'edificio in cui saranno forniti approfondimenti scientifici e tecnici sui materiali e le scelte 

progettuali adottate. 

Il programma sempre aggiornato sarà comunicato tramite internet su www.klimahouse.it 

 

ALTRI EVENTI

Sulla superficie di 460 m², occupata dall’APA, i visitatori della fiera Klimahouse 2013 oltre ai laboratori “dal vivo”, potranno assistere ad altri eventi. Vari mestieri artigiani sono presenti con stand propri. Il gruppo di mestiere dei conciatetti presenta esempi di risanamento energetico di coperture con diversi materiali e varie tecniche. Diverse imprese specializzate presentano i loro prodotti di qualità sulle proprie aree. Al centro della superficie si trova un bar accogliente e dotato di posti a sedere. La rivista specializzata Casa&Clima e l‘associazione Costruttori Casaclima Südtirol (CCS) mostrano le loro offerte ai visitatori dell’Italia settentrionale.

 

ARTIGIANI CAMPIONI DEL MONDO 

L'artigianato altoatesino è tra i migliori al mondo. L'alto livello di formazione, unito ad un 

percorso professionalizzante lungo tutta la carriera lavorativa, hanno contribuito a creare 

professionalità eccellenti che si sono distinte nelle più importanti manifestazioni mondiali.

 

IN BREVE

Dati dello stand dell'Associazione dell'Artigianato della Provincia di Bolzano in collaborazione con Fiera Bolzano e l’Agenzia CasaClima:

 

Superficie d’esposizione: 460 m²

Elemento centrale: laboratori dal vivo su 170 m²: gli artigiani specializzati costruiscono quattro parti d’edificio e presentano diverse tecniche di costruzione CasaClima.

Visita guidata: a cura d’esperti CasaClima

Altri espositori: gruppo di mestiere dei conciatetti, imprese specializzate

Destinatari: tutti i visitatori di Klimahouse, progettisti, architetti, ingegneri, geometri, committenti 

privati e pubblici, artigiani

Partne r: Fiera Bolzano, Agenzia CasaClima, Provincia Autonoma di Bolzano- Alto Adige, Agenzia CasaClima


 

 
26/11/2012
2013

Share |
A Klimahouse 2013 con enertour visite tecniche guidate a 14 edifici sostenibili da primato

Dal 23 al 26 Gennaio, in occasione dell’ottava edizione di Klimahouse, enertour organizza visite tecniche guidate ad alcuni dei più recenti progetti CasaClima ad alta efficienza energetica dell'Alto Adige. Il programma prevede quattro giorni di tour per un totale di 14 edifici esemplari in tema di sostenibilità con un focus sui Net Zero Energy Buildings: da edifici residenziali a sedi commerciali, da agriturismi a cantine vinicole, da costruzioni in legno a edifici risanati in compagnia dei rispettivi progettisti, architetti o gestori.

Fa da apripista a Klimahouse 2013 il primo enertour in calendario, in programma mercoledì 23 gennaio, il giorno precedente l’inaugurazione della fiera,  specifico sui Net Zero Energy Buildings. Si parte con l’introduzione al progetto AIDA che ha l’obiettivo di accelerare l’ingresso sul mercato di edifici pubblici a bilancio energetico nullo, implementando nelle pratiche pubbliche il requisito di NetZEB che prevede la realizzazione di edifici caratterizzati da un’elevata efficienza energetica e dall’uso di fonti di energia rinnovabile.  

Sarà possibile visitare il primo edificio commerciale a “emissioni zero” in Italia della Naturalia Bau di Merano, azienda di primo piano nel settore della bioedilizia, e la nuova sede a Bolzano della ditta Salewa, produttrice di articoli sportivi, che si sviluppa su un’area complessiva di 170.000 m3. Quest’ultimo progetto, firmato da Cino Zucchi Architetti – Park Associati in collaborazione con Energytech per la progettazione del sistema energetico, è certificato Work&Life dall’Agenzia CasaClima.

Giovedì 24 gennaio sarà invece possibile visitare due edifici residenziali in fase di cantiere: il primo nel Comune di Lana, il secondo a Merano. 

Venerdì 25 gennaio il tema conduttore degli enertour sarà “l’innovazione dei sistemi di raffrescamento e riscaldamento applicati a edifici residenziali”: la prima visita sarà effettuata a un edificio a Terlano con impianto pilota “Velta Solar Tech”, la seconda a un edificio plurifamiliare ad Appiano, una casa Passiva in classe “CasaClima A” dotata di un  unico impianto compatto di ultima generazione per riscaldamento, ventilazione controllata, produzione di acs, recupero di calore e raffrescamento passivo (aerosmart x² plus); impianto solare termico per riscaldamento e acs,  pompa di calore a geotermia, impianto fotovoltaico e cisterna di raccolta per l’acqua piovana.

Doppia opzione per i tour di venerdì 25 pomeriggio: sarà infatti possibile scegliere tra la visita a edifici residenziali, esempi di risanamento energetico, oppure a due originali costruzioni in legno: la sede LignoAlp a Bressanone e l’edificio residenziale a Varna realizzato da Wolf Haus.

In programma per Sabato 26 gennaio, la visita al nuovo Centro di Competenza Rubner a Chienes (BZ) certificato in classe  “CasaClima A”, un progetto architettonico di grande pregio realizzato in legno abbinato a grandi vetrate, e all’edificio residenziale risanato a Valdora.

E infine, si aggiunge quest'anno il nuovo pacchetto "enertour: architecture, energy & wine": i partecipanti potranno visitare due esempi di cantine vinicole altoatesine (Cantina Pfitscher a Montagna e Cantina Tramin premiata alla Biennale di Venezia nel 2010), modelli di integrazione tra architettura moderna, sistema energetico sostenibile e produzione vinicola di altissima qualità. Ogni visita prevede anche una degustazione di vini locali.

 

Iscrizione online: http://www.klimahouse.it

 

KLIMAHOUSE LIVE on:

Web: http://www.klimahouse.it

You Tube: http://www.youtube.com/fierabolzano

Twitter: http://twitter.com/klimahouse

Facebook: http://www.facebook.com/klimahouse

Photo Gallery: http://www.fierabolzano.it/klimahouse/fotogallery1.htm


 

 
26/11/2012
2013

Share |
Klimahouse City Parcours 2013: LIVING EXPERIENCE

Fiera leader in Italia per l'efficienza energetica e la sostenibilità in edilizia, KLIMAHOUSE, giunta alla sua ottava edizione, è dal 24 al 27 gennaio 2013 la vetrina per oltre 400 aziende che espongono le ultime novità di prodotto e servizi più all'avanguardia del settore.

L'articolato calendario di eventi rivolti a professionisti ed operatori del settore prevede anche iniziative mirate ai visitatori privati, sempre più consapevoli e coinvolti attivamente nella scelta di materiali e di soluzioni vincenti sul fronte della sostenibilità abitativa e del risparmio energetico. Tra gli eventi proposti, il KLIMAHOUSE CITY PARCOUR 2013, con iscrizione obbligatoria a causa dei posti limitati, una vera e propria “living experience" dedicata a tutti i visitatori della fiera, in particolare a famiglie e privati che potranno entrare in alcuni condomini IPES (Istituto per l'edilizia sociale) energeticamente riqualificati secondo gli standard CasaClima.

Durante KLIMAHOUSE CITY PARCOUR 2013 – LIVING EXPERIENCE i visitatori della fiera avranno la possibilità di entrare in alcuni condomini e appartamenti IPES a Bolzano energeticamente riqualificati secondo gli standard CasaClima. Gli inquilini illustreranno personalmente ai visitatori gli interventi di risanamento, le sfide affrontate, i costi sostenuti e soprattutto il modo in cui è cambiata la qualità di vita di chi vi abita. Grazie alla “Klimahouse City Parcour living experience” si potranno testare i benefici di questi interventi di riqualificazione sia in termini di aumento del comfort abitativo sia di risparmio energetico.

L’istituto per l’edilizia sociale (IPES) della Provincia di Bolzano possiede ca. 13.000 alloggi ed è quindi il committente più importante in provincia. Già nel 2001 l’IPES ha sposato il concetto CasaClima e da allora tutti i loro nuovi edifici vengono realizzati secondo gli standard CasaClima B. Inoltre ogni anno una parte del suo patrimonio immobiliare beneficia di un intervento di riqualificazione energetica – sempre secondo le linee guida CasaClima. 

 

KLIMAHOUSE CITY PARCOUR 1

 

Condominio riqualificato energeticamente a Laives (BZ)

Committente: IPES (Istituto per l’edilizia sociale)

Progettazione risanamento energetico: Dr. Ing. Ruben Erlacher, Chiusa

Progettazione impiantistica: p.i. Gino Lisciotto, Laives

Dati tecnici: CasaClima B con 16 appartamenti; anno di costruzione: 1982; anno di riqualificazione energetica: 2009; risanamento energetico, comprensivi del rivestimento a cappotto dell’edificio, del rifacimento della copertura e dei parapetti dei balconi; rifacimento della centrale termica con installazione sul tetto di pannelli solari termici.

Guida: inquilino e tecnico IPES

Parcour 1: L’edificio sarà visitabile per tre giorni di fiera (ven. 25, sab. 26 e dom. 27.01) in due momenti della giornata. Sarà a disposizione un bus navetta in partenza alle ore 9.40 e alle ore 14.40 presso l’ingresso principale della Fiera di Bolzano. Durata circa 1,5 h. – iscrizione obbligatoria.

 

 

KLIMAHOUSE CITY PARCOUR 2

 

Condominio riqualificato energeticamente a Flavon (BZ) 

(in fase di cantiere avanzato)

Committente: IPES (Istituto per l’edilizia sociale)

Progettista: Arch. Enrico Guglielmon, Bolzano

Dati tecnici: CasaClima B con 28 appartamenti; anno di costruzione: 1993; inizio di riqualificazione energetica: 2010; i lavori sono stati eseguiti in 3 lotti, per motivi tecnici e di tempistica, essendo gli alloggi abitati; centrale termica centralizzata sul tetto dell’edificio con scambiatori di calore per acqua calda e riscaldamento per ogni appartamento.

Guida: inquilino e tecnico IPES

Parcour 2: L’edificio sarà visitabile per tre giorni di fiera (ven. 25, sab. 26 e dom. 27.01) in due momenti della giornata. Sarà a disposizione un bus navetta in partenza alle ore 9.40 e alle ore 14.40 presso l’ingresso principale della Fiera di Bolzano. Durata circa 1,5 h. Iscrizione obbligatoria.

 

 

Orario e punto di partenza: gli edifici saranno visitabili per i tre giorni di fiera in due momenti della giornata. Ogni CITY PARCOUR prevede la visita ad un condominio. Sarà a disposizione un bus navetta in partenza alle ore 9.40 e alle ore 14.40 presso l’ingresso principale della Fiera di Bolzano. 

Durata: 1 h circa 

Iscrizione online è obbligatoria. Il prezzo a persona è di 10 €.

Target: famiglie e privati

Organizzazione: Fiera di Bolzano in collaborazione a TIS/enertour e l’Istituto per l’edilizia sociale della Provincia di Bolzano.

 

KLIMAHOUSE LIVE on:

Web: http://www.klimahouse.it

You Tube: http://www.youtube.com/fierabolzano

Twitter: http://twitter.com/klimahouse

Facebook: http://www.facebook.com/klimahouse

Photo Gallery: http://www.fierabolzano.it/klimahouse/fotogallery1.htm


 

 
25/09/2012
2013

Share |
Gli highlights del congresso internazionale di Klimahouse 2013

Grandi aspettative per il congresso internazionale di Klimahouse 2013 che vanta la partecipazione di due key note speakers: il Professore universitario e Architetto Klaus Kada, vincitore di numerosi premi internazionali, e l’Architetto olandese di fama mondiale Thomas Rau. L’intervento di Chiara Tonelli dell’Università degli studi Roma Tre, team leader del gruppo italiano medaglia di bronzo alla competizione internazionale Solar Decathlon 2012, è focalizzato su tema “La casa mediterranea ad alta efficienza energetica MED in Italy al Solar Decathlon 2012” mentre la Professoressa e Architetta Simona Weisleder presenta l’ambizioso progetto IBA Hamburg legato interamente alla sostenibilità nelle metropoli.

Fiera leader in Italia per l’efficienza energetica e la sostenibilità in edilizia, Klimahouse, giunta alla sua ottava edizione, è dal 24 al 27 gennaio 2013 la vetrina per oltre 400 aziende che espongono le ultime novità di prodotto e servizi più all’avanguardia del settore.

Il congresso internazionale di Klimahouse, organizzato da Fiera Bolzano e dell’Agenzia CasaClima, si intitola ‘Costruire con intelligenza’ e ospita un ampio palco di relatori italiani e nord europei che portano il proprio know how nell’ambito dell’edilizia sostenibile e del risparmio energetico.
Giovedì 24 gennaio il congresso si aprirà con il saluto di benvenuto di Ulrich Santa, nuovo Direttore dell’Agenzia Casaclima, e con l’intervento “Il comfort abitativo incontra la sostenibilità” a cura del key note speaker Univ. Prof. Arch. Klaus Kada, nato a Leibnitz (A) nel 1940 e laureato a Graz in architettura. Con la ristrutturazione della Cassa di Risparmio di Bad Radkersburg e con il Museo di vetro di Bärnbach è uscito dai confini austriaci partecipando con successo a vari concorsi. Nel 1992 è entrato come professore all’università di Brema, nel 1993 a Monaco, nel 1994 alla RWTH Aachen per la costruzione di edifici. Ha fondato diversi studi a Graz e a Aachen con Gerhard Wittfeld e con Kilian Kada. Il prof. Kada vanta 120 progetti realizzati tra case private, edilizia sociale ed edifici pubblici, tra questi il centro congressi di St. Pölten, l’Accademia Europea di Bolzano, la Stadthalle di Graz, il Museo dei Tessuti di Augsburg, numerosi uffici e stabilimenti industriali, come la nuova casa madre di Pappas Group a Salisburgo, il quartiere centrale di Adidas a Herzogenaurach e gli edifici amministrativi di AachenMünchener.
Al momento sta lavorando a Graz e a Aachen a numerosi progetti, tra cui la stazione centrale di Salisburgo il quartiere abitativo “Sonnwendviertel” a Vienna. Inoltre, il prof. Kada è conosciuto come membro di giurie internazionali, Presidente del Europan Österreich, membro d’onore del BDA/Germania e all’università di Hong Kong, nonché per la vittoria di numerosi premi.

A seguire, l’intervento della Dottoressa Chiara Tonelli dell’Università degli studi ROMA TRE incentrato sul tema “La casa mediterranea ad alta efficienza energetica MED in Italy al Solar Decathlon 2012”.
L’Architetto Tonelli, che ha guidato il team italiano ottenendo la medaglia bronzo nella competizione internazionale di architettura green e la medaglia d’oro nella categoria ‘sostenibilità’, illustra la sfida intrapresa e i risultati ottenuti nella realizzazione di un’abitazione che risponde ai requisiti  di certificazione “CasaClima” in classe A e afferma una visione innovativa della bioarchitettura, orientata a risolvere i problemi posti dal clima estremo.

Tra gli altri interventi dedicati ai diversi aspetti del costruire intelligente, quello curato dall’Architetto Leopoldo Busa sulla “Salubrità Indoor: protocolli di analisi e certificazione” e quello curato dall’Ingegner Valeria Erba dedicato a “Il comfort acustico in edilizia”. L’Architetto Marco Soravia parlerà di “Luce naturale e comfort visivo - normativa vigente e strategie progeuttuali”, Thomas Zelger di “Comfort estivo” e Luca Verdi  tratterà il tema “Il radon negli edifici dell’Alto Adige”.

Durante la mattina di venerdì 25 gennaio 2013, invece, il congresso vanta la presenza del visionario Architetto olandese Thomas Rau, capo fondatore delOneplanetarchitecure Institut e della Turntoo-Platform per “Performancebasedconsumption“ di Amsterdam. Divulgatore dello slogan “in questo momento noi cerchiamo di economizzare l’ecologia, invece dovremmo ecologizzare l’economia”, già nel 2006, Thomas Rau ha costruito la prima casa attiva a Lione. Al congresso internazionale di Klimahouse, l’Architetto offre una panoramica sui materiali e sulle tecnologie del futuro.

Infine l’Architetta Simona Weisleder presenta il progetto dell’IBA di Amburgo che affronta i temi più urgenti della contemporaneità: la città nell’epoca dei cambiamenti climatici e il suo sviluppo in armonia con l’ambiente, la “cosmopoli”, una città come luogo di incontro di diverse culture e le “metrozone”, ovvero nuove città all’interno della città esistente, per costruire un futuro alle zone di confine e di passaggio tra città e campagna, tra città e grandi infrastrutture, tra città storica e zone industriali dismesse, tra città e terra di nessuno.

KLIMAHOUSE LIVE on:
Web: http://www.klimahouse.it
You Tube: http://www.youtube.com/fierabolzano
Twitter: http://twitter.com/klimahouse
Facebook: http://www.facebook.com/klimahouse
Photo Gallery: http://www.fierabolzano.it/klimahouse/fotogallery1.htm

 
25/09/2012
2013

Share |
Un laboratorio per il futuro delle metropoli al congresso Klimahouse 2013

IBA Hamburg è un progetto molto ambizioso che affronta i temi più urgenti della contemporaneità: la città nell’epoca dei cambiamenti climatici e il suo sviluppo in armonia con l’ambiente, la “cosmopoli”, una città come luogo di incontro di diverse culture e le “metrozone”, ovvero nuove città all’interno della città esistente, per costruire un futuro alle zone di confine e passaggio tra città e campagna, tra città e grandi infrastrutture, tra città storica e zone industriali dismesse, tra città e terra di nessuno. Di questo progetto si parlerà sabato 25 gennaio 2013 durante il congresso internazionale di Klimahouse 2013 con l’Arch. Siimona Weisleder.

La Germania si è posta come obiettivo quello di ridurre del 40% le emissioni di CO2 entro il 2020 rispetto al 1990. La città di Amburgo è la seconda città della Germania per popolazione (circa 1.770.000 abitanti, 4.300.000 nella regione metropolitana) e il secondo porto dell’Unione Europea per volume di traffico.

Nonostante queste caratteristiche che rendono particolarmente complessa una gestione del territorio ispirata alla sostenibilità e alla vivibilità urbana, negli ultimi anni le misure adottate hanno condotto ad una riduzione del livello di emissioni atmosferiche inquinanti e ad un miglioramento del servizio di trasporto pubblico e della mobilità urbana sostenibile. Tutto ciò, unito ad iniziative mirate all’efficienza energetica, alla tutela ambientale e climatica e in generale ad un’attività efficace di pianificazione urbana ha permesso alla città di Amburgo di ricevere il premio European Green Capital 2011 della Commissione Europea. Amburgo ha infatti definito alcuni obiettivi per la tutela climatica, ovvero un -40% di riduzione di CO2 entro il 2020 e un -80% entro il 2050.

Mentre si continua a parlare della trasformazione dei vecchi docks, ora noti come HafenCity, un nuovo grande progetto sta per cambiare ulteriormente i connotati della città-stato anseatica, l’Internationale Bauasstellung Hamburg 2013 (tradotto: Mostra Internazionale del costruito). L’Iba di Amburgo diretta da Uli Hellweg (che nel curriculum vanta anche il coordinamento dei progetti pilota dell’Iba di Berlino del 1987) sfodera una lista di oltre 50 progetti aggiudicati a studi di architettura affiancati da imprese e sponsor con un processo, tra la joint venture e il progetto-concorso, che le ha assicurato di portare a termine le opere con il limitato budget messo a disposizione dall’amministrazione locale. 

Un processo virtuoso che mette l’Iba di Amburgo al riparo dalla grave crisi economica che sta invece colpendo la Municipalità, generando posti di lavoro e crescita per l’artigianato e l’industria. Due i temi principali che s’intrecciano in quest’Iba che si sviluppa a Wilhelmsburg, l’isola sull’Elba a pochi chilometri dal centro storico: il cambiamento climatico e l’integrazione multietnica. 

L’IBA di Amburgo, in particolare, affronta i temi più urgenti della contemporaneità:

- La città nell’epoca dei cambiamenti climatici e il suo sviluppo in armonia con l’ambiente.

- La “cosmopoli”: una città come luogo di incontro di diverse culture.

- Le “metrozone”: nuove città all’interno della città esistente, per costruire un futuro alle zone di confine e passaggio tra città e campagna, tra città e grandi infrastrutture, tra città storica e zone industriali dismesse, tra città e terra di nessuno. 

Nel caso specifico, le isole sull’Elba costituiscono un “patchwork metropolitano” di città e porto, industria e aree paludose, tagliato da grandi direttrici di traffico ferroviario e automobilistico. Qui l’IBA cerca di ricucire i pezzi e ricostruire parti di città amplificandone il rapporto con la natura o cercando soluzioni ibride che prefigurano nuove idee di abitare sostenibile e comunitario. L’obiettivo è quello di rendere questo quartiere entro il 2025 autosufficiente energeticamente grazie all’utilizzo di sistemi integrati di energie rinnovabili ed entro il 2050 CO2 neutrale. Questo è possibile attraverso la realizzazione di edifici energeticamente efficienti, il risanamento eccellente, sistemi energetici basati esclusivamente su energie alternative ed estrema efficienza degli impianti.

Questi progetti saranno visitabili nel 2013 e gli organizzatori hanno previsto dei tour guidati all’interno del quartiere e si aspettano circa 70.000 visitatori. Fiera Bolzano ha organizzato quest’estate un viaggio di formazione con il personale che si occupa delle fiere legate al “klima” proprio ad Amburgo e, dopo aver visto questo quartiere, ha scelto alcuni degli edifici più significativi perché venissero raccontati durante il congresso di Klimahouse 2013.

Smart Material Houses: edifici intelligenti nel futuro grazie all’utilizzo di materiali intelligenti per la costruzione. IBA Hamburg presenta questi nuovi materiali e tecnolgie intelligenti che permettono agli edifici e alle facciate di reagire dinamicamente ai cambiamenti. Tra questi, abbiamo il BIQ, ovvero il primo edificio al mondo con delle facciate a reattori bio nati da un concetto olistico di energia rigenerativa. Delle microalghe sono coltivate all’interno delle pareti in vetro e sistemate nelle facciate a sud-ovest e sud-est, nelle quali producono biomassa e riscaldano attraverso la fotosintesi e l’energia termica del sole. 

Hybrid Houses: differenti soluzioni di illuminazione per abitazioni e ambienti di lavoro, questa è l’idea alla base di questo edificio capace di reagire alle circostanze interne di vita e alle richieste del nostro mondo moderno con la sua architettura ben concepita.

Energy Bunker: Il bunker di Wilhelmsburg è concepito per diventare il simbolo della protezione e salvaguardia del clima. “Renewable Wilhelmsburg”. La struttura, che non è più stata usata dalla seconda guerra mondiale, è equipaggiata con un impianto di riscaldamento a biomassa e teleriscaldamento, un sistema di raccolta acque e un sistema di pannelli solari per generare acqua calda e riscaldamento termale per gli alloggi nel quartiere (Global Neighbourhood).

VELUX Model Home 2020 - LightActive House: con il progetto della casa modello 2020, VELUX ricerca in Europa le migliori prestazioni in efficienza energetica e la più alta qualità abitativa. L’azienda ha scelto l’isola Elba in Germania come location per presentare i suoi prodotti come esempio concreto di tipologia di infissi. Come esempio una casa a schiera degli anni ’50 Kirchdorf è stata risanata energeticamente migliorando la qualità abitativa. 

Quartieri a basso consumo di energia in via Haulander: diversi spazi per ambienti di lavoro e format di abitazioni a basso consumo di acqua, dispositivi di acque di scolo, sistemi intelligenti della gestione delle acque piovane e alimentazione al 100% con energie rinnovabili.

Ulteriori informazioni su: www.fierabolzano.it/klimahouse/de/ und auf www.iba-hamburg.de

 

 
25/09/2012
2013

Share |
Una nuova immagine per Klimahouse

Fiera Bolzano ha sviluppato una nuova immagine per Klimahouse, fiera internazionale specializzata per l’efficienza energetica e la sostenibilità in edilizia, creata in ambiente digitale per rappresentare l’anima innovatrice di questa manifestazione fieristica.

La casa è composta di quattro solidi di legno lavorato di diversi colori che, incastrandosi come un semplice gioco infantile, rimandano ai settori specialistici della fiera internazionale: il know-how unico e specifico della nostra regione, la costruzione dell’edificio, la tecnologia dell’edificio, gli istituti di ricerca, i servizi e le associazioni.

I blocchi che compongono la casa non sono intenzionalmente in posizione "finita" per un riferimento più o meno esplicito alla continua evoluzione degli standard per la costruzione e ristrutturazione di un edificio sostenibile.

Allo stesso tempo i colori, i tre toni di verde e il giallo, sono gli stessi che compongono il logo dell’Agenzia CasaClima, fin dall’inizio partner di Klimahouse.

Ulteriore riferimento al partner ispiratore della manifestazione è la presenza della targhetta CasaClima accanto alla porta della casetta. L'Agenzia CasaClima, come ente terzo, non coinvolto nella progettazione o realizzazione, tutela gli interessi di chi prende in affitto o acquista una casa perché è un ente di certificazione indipendente. Il marchio CasaClima ha goduto fin dall’inizio di ampio favore nella pratica edilizia ed è diventato, anche a livello nazionale, un vero e proprio catalizzatore per un costruire energeticamente efficiente e sostenibile. CasaClima si è nel frattempo consolidato, e oggi è uno dei marchi energetici leader in Europa. Per valorizzare l'immobile viene consegnata, oltre al certificato CasaClima, anche la targhetta CasaClima. Questa targhetta è diventata simbolo di comfort ed efficienza energetica. 


 

 
13/09/2012
2013

Share |
I 6 vincitori del “Klimahouse Gold Medal Award”

Naturalia Bau, Finstral, Gruppo Rubner, Saint Gobain, Edilteco e Schöck Italia sono le sei aziende vincitrici della prima edizione del “Klimahouse Gold Medal”. La cerimonia ufficiale di premiazione è avvenuta oggi a Milano in occasione della conferenza stampa di presentazione di Klimahouse 2013.

Si è svolta oggi a Milano, durante la conferenza stampa di presentazione di Klimahouse 2013, l’assegnazione delle “Klimahouse Gold Medal”, l’iniziativa promossa dal Gruppo 24 ore in collaborazione con Fiera Bolzano per premiare e valorizzare le aziende all’avanguardia sul fronte dell’edilizia sostenibile. 
Tra i tra 108 candidati sono state premiate, con le seguenti motivazioni, 6 aziende eccellenti ed esemplari nel campo della ricerca e dell’innovazione, per il costante impegno dimostrato in relazione ai temi della produzione di soluzioni costruttive ecosostenibili:
Edilteco: per l’impegno e la ricerca applicata al tema del recupero edilizio e delle tecniche di isolamento termico e per la forza con la quale ha saputo riprendere le attività a seguito del sisma dell’Emilia che ha duramente colpito la produzione.
Finstral: per aver raggiunto i più alti risultati di qualità e di sostenibilità, con soluzioni estremamente innovative per le quali la certificazione di qualità o energetica non sono mai state considerate un adempimento ma un’opportunità.
Gruppo Rubner: per la passione e l’impegno profusi a raggiungere, mediante l’utilizzo del legno, le più alte performance strutturali ed energetiche creando nuove opportunità per i mercati della progettazione e delle costruzioni.
Naturalia Bau: per avere lavorato allo sviluppo di prodotti naturali per l’edilizia con l’obiettivo di garantire il massimo comfort nel pieno rispetto della natura e secondo i più rigorosi principi della sostenibilità.
Saint Gobain: per aver fatto della tecnologia e della sostenibilità i paradigmi della loro produzione con un impegno di particolare importanza in merito ai temi della costruzione a secco e del recupero e riciclo dei materiali.
Schöck Italia: per aver applicato una tecnologia innovativa e risolutiva di un noto costruttivo di particolare complessità rispetto al tema dell’isolamento e del conseguente risparmio energetico e per averla fatta comprendere al pubblico dei tecnici.

“Klimahouse Gold Medal” è il risultato del lavoro iniziato tre anni fa con “Klimahouse Trend”, un osservatorio che premia, attraverso l’analisi di un autorevole comitato scientifico, le proposte più innovative, più efficienti e capaci di coniugare, in una sintesi olistica tra tecnologia e soluzione formale, i materiali e i sistemi costruttivi occorrenti per realizzare edifici dagli elevati standard di ecosostenibilità.
Nel corso di ognuna delle ultime tre edizioni di Klimahouse, fiera internazionale di riferimento nell’ambito dell’efficienza energetica e dell’edilizia sostenibile, una giuria super partes ha stilato una graduatoria, a pari merito, di sei segnalazioni per sei categorie di prodotti o sistemi a fronte di un’analisi tecnica di prodotti esposti in fiera che sono stati premiati con i diplomi di merito del “Klimahouse Trend”.
Quest’anno, grazie al successo riscosso dall’iniziativa, è così nato un nuovo e ancora più prestigioso riconoscimento: tra tutti i 108 diplomati (36 per ogni edizione) sono state selezionate, senza vincolo di categoria, le 6 aziende che più si sono distinte nel campo della ricerca e dell’innovazione nel settore dell’edilizia sostenibile.
La giuria incaricata della valutazione dei prodotti e dei sistemi, oltre che all’assegnazione del “Klimahouse Gold Medal Award”, è composta dall’Architetto Fabrizio Bianchetti, Presidente della giuria - Gruppo 24 Ore, Architetto Donatella Bollani, Coordinatore Divisione Architettura – Business Media – Gruppo 24 Ore, Dottor Ulrich Klammsteiner, Responsabile tecnico Agenzia Casa Clima, Dottoressa Valeria Erba, Presidente Anit (Associazione Nazionale Isolamento Termico e acustico), Architetto Nicola Arnaldi – Rappresentante ANAB Architettura Naturale e Dottor Reinhold Marsoner, Direttore di Fiera Bolzano.
Il comitato organizzatore è composto da: Fiera Bolzano – Klimahouse, fiera internazionale specializzata per l’efficienza energetica e la sostenibilità in edilizia, con il Gruppo 24 Ore Business Media – Divisione Building attraverso le proprie testate coordinate da Il Sole 24 ORE ARKETIPO, rivista internazionale di architettura e di ingegneria delle costruzioni.

KLIMAHOUSE LIVE on:
Web: http://www.klimahouse.it
You Tube: http://www.youtube.com/fierabolzano
Twitter: http://twitter.com/klimahouse
Facebook: http://www.facebook.com/klimahouse
Photo Gallery: http://www.fierabolzano.it/klimahouse/fotogallery1.htm

 

 
13/09/2012
2013

Share |
A Klimahouse 2013 una mostra sul concorso svizzero ‘Sguardi’

A Klimahouse 2013, fiera internazionale specializzata per l’efficienza energetica e la sostenibilità in edilizia in programma a Fiera Bolzano dal 24 al 27 gennaio 2013,  una mostra dedicata a ‘Sguardi’, il concorso promosso da SIA – Società svizzera degli ingegneri e degli architetti – per l’organizzazione lungimirante dello spazio di vita.

‘Sguardi’ è il primo e più importante riconoscimento svizzero per lo sviluppo sostenibile e fissa un insieme di criteri di qualità, tenendo conto dei nuovi requisiti che devono essere posti nei confronti della manutenzione, dell’esercizio e dello sviluppo del territorio svizzero.

Il concorso, rivolto ad architetti, ingegneri, autorità, imprenditori, investitori e privati come pure attori impegnati della società civile, premia lavori di diversa portata che attestano una realizzazione accurata e propongono soluzioni inaspettate e creative in relazione all’ambiente. I progetti premiati hanno una visione pionieristica e anticipano i futuri sviluppi del territorio svizzero, confrontandosi in modo esemplare o sorprendente con l’ambiente e apportando un particolare contributo all’organizzazione lungimirante dello spazio di vita.
L’iniziativa nasce in una nazione, la Svizzera, pioniere nel settore dell’edilizia, che ha saputo costruire tanti e audaci viadotti, il tunnel ferroviario più lungo del mondo e nuove e funzionali facciate di vetro.

Il riconoscimento “Sguardi” è stato consegnato già due volte: la prima edizione si è svolta nel 2007 e la seconda nel marzo del 2011. Da quest’ultima edizione è nata un’esposizione itinerante inaugurata all’ETH di Zurigo, e, dal 24 al 27 Gennaio 2013, farà tappa a Bolzano ospite di Klimahouse.

Fiera leader in Italia per l’efficienza energetica e la sostenibilità in edilizia, Klimahouse, giunta alla sua ottava edizione, è la vetrina per oltre 400 aziende che espongono le ultime novità di prodotto e servizi più all’avanguardia del settore.

KLIMAHOUSE LIVE on:
Web: http://www.klimahouse.it
You Tube: http://www.youtube.com/fierabolzano
Twitter: http://twitter.com/klimahouse
Facebook: http://www.facebook.com/klimahouse
Photo Gallery: http://www.fierabolzano.it/klimahouse/fotogallery1.htm

 

 
21/06/2012
2013

Share |
Fiera Bolzano: il polo italiano della sostenibilità

Klimahouse, Klimahouse Umbria, Klimahouse Puglia, Klimaenergy, Klimamobility e Klimainfisso:  sei appuntamenti per traghettare l’Italia verso la Green Economy

Fiera Bolzano è dal 2005 portavoce di una rinnovata cultura del vivere sostenibile. Immersa nel territorio altoatesino, regione da sempre schierata in prima fila sul fronte delle tematiche ecologiche e ricettiva delle nuove influenze internazionali sulla tutela ambientale, Fiera Bolzano si pone come ponte culturale tra Europa e Italia per diffondere una coscienza green.

L’attenzione internazionale rivolta ai temi energetici è da molti anni un argomento di grande interesse: i costi sempre più elevati della principale fonte di energia, il petrolio, e gli appelli per una maggiore tutela ambientale ha spinto numerose aziende e privati cittadini a investire nella green economy e a prendere provvedimenti per far fronte alle necessità future.

Precursore in Italia di questo trend, Fiera Bolzano - polo fieristico altoatesino attivo da quasi 60 anni nell’organizzazione e lo sviluppo di fiere e congressi - ha dato voce in modo concreto alle richieste sempre più rilevanti di un vasto numero di attori del sistema economico italiano. Risale al 2005 la prima edizione di Klimahouse, nata come solone all’interno della fiera Bauschau, già in programma a Fiera Bolzano. Dal 2006 si è sviluppata in maniera autonoma come fiera internazionale specializzata per l’efficienza energetica e la sostenibilità in edilizia e Fiera Bolzano ha intrapreso un percorso divulgativo improntato su una nuova cultura verde. In pochi anni la manifestazione è diventata un punto di riferimento nel settore richiamando l’interesse delle istituzioni, delle imprese e del pubblico finale: l’edizione 2012 ha registrato la presenza di 459 aziende espositrici e di oltre 40.000 visitatori giunti da tutta Italia.

Forte di un know-how e di un’esperienza tipicamente altoatesina, Fiera Bolzano ha avviato un cammino di crescita alimentando sempre più l’attenzione verso questo mercato. Il forte impegno nella costruzione di una cultura energetica alternativa a quella del petrolio e il grande successo riscontrato da Klimahouse hanno spinto Fiera Bolzano a ‘esportare’ questa formula vincente nel centro Italia con una edizione itinerante, quest’anno per la 4ª volta in Umbria dal 28 al 30 settembre.

Inoltre, dal 29 al 31 marzo 2012, un’edizione itinerante di Klimahouse, proposta sotto forma di mostra-convegno, è stata presentata con successo anche nella Cittadella Mediterranea della Scienza a Bari, nel cuore della Puglia, aggiungendo così un ulteriore appuntamento al suo già ricco calendario di eventi green.

Un altro importante progetto intrapreso da Fiera Bolzano è Klimaenergy, fiera internazionale delle energie rinnovabili per usi commerciali e pubblici, nel 2012 alla sua quinta edizione e orientata esclusivamente all’ampio ventaglio di opportunità energetiche alternative: solare termico, fotovoltaico, biomassa, biogas, biocarburanti, idroelettrico, geotermia, cogenerazione, idrogeno, celle a combustibili, recupero calore ed eolico.

La combinazione di un’ampia area espositiva dedicata a circa 200 aziende impegnate sul fronte delle rinnovabili con un articolato congresso internazionale rende Klimaenergy  l’ottimale punto d’incontro per enti pubblici, industrie e imprese ad alto fabbisogno energetico, installatori e professionisti del settore nonché istituti di ricerca e sviluppo e servizi finanziari. Ogni anno, il programma di Klimaenergy include anche workshop che affrontano le tematiche legate ai PAES, Il Patto dei Sindaci e alle Smart Grid. La prossima edizione di Klimaenergy si terrà dal 20 al 22 settembre 2012.

L’impegno eco-sostenibile di Fiera Bolzano si è ulteriormente concretizzato con l’inserimento nel proprio calendario fieristico di Klimamobility, il nuovo salone dedicato alla mobilità sostenibile che si è svolto per la prima volta a Bolzano parallelamente a Klimaenergy e che verrà riproposto nel 2012 , sempre in combinazione alla fiera sulle energie rinnovabili.
Klimamobility mette in mostra veicoli elettrici a 2, 3 e 4 ruote, attrezzature e macchinari per la ricarica dei mezzi, accessori, componenti per veicoli elettrici e sistemi di trazione e tutto ciò che rappresenta il futuro della mobilità sostenibile. La manifestazione si propone inoltre di fornire al pubblico informazioni sull’assistenza e la riparazione dei mezzi ecologici e prevede la presenza di studi di consulenza, università, istituti di ricerca e fornitori di viaggi ed escursioni con veicoli sostenibili.

Ultima nata tra le manifestazioni di Fiera Bolzano dedicate alla sostenibilità è Klimainfisso, il salone di Fiera Bolzano dedicato all’intera filiera produttiva di finestre, porte e facciate in calendario dal 7 al 9 marzo 2013. Il prodotto finito non rientra tra gli articoli in esposizione perché l’obiettivo di Klimainfisso è offrire agli operatori del settore, in primo luogo ai serramentisti, una piattaforma informativa unica che neutralizzi la frammentazione attuale e funga da punto d’incontro per la presentazione delle innovazioni in un settore ricco di novità tecnologiche.

Le sei manifestazioni - Klimahouse, Klimahouse Umbria, Klimahouse Puglia, Klimaenergy con Klimamobility e Klimainfisso- rappresentano un punto di incontro privilegiato per architetti, ingegneri, geometri, privati, imprenditori edili, aziende, enti pubblici e addetti del settore nonché pubblico finale che desiderano informarsi sulle soluzioni e sui vantaggi del risparmio energetico in edilizia e sulle fonti rinnovabili. Questi appuntamenti si affiancano a momenti di approfondimento e di studio sulle principali tematiche legate alla sostenibilità: cicli di conferenze, convegni, seminari, workshop e visite guidate a edifici certificati.

 

 
30/05/2012
2013

Share |
I vincitori del "Klimahouse Trend 2012" al V Forum di Architettura Building a Greener Future

Si svolgerà lunedì 25 giugno, nella prestigiosa cornice del 5° Forum di Architettura organizzato da Il Sole 24 Ore, la cerimonia ufficiale di premiazione delle aziende vincitrici del “Klimahouse Trend 2012”.

Giunto alla sua terza edizione, “KlimahouseTrend” è un riconoscimento speciale istituito dal Gruppo 24 Ore in collaborazione con Fiera Bolzano per quelle aziende che, in occasione di Klimahouse - manifestazione fieristica di riferimento a livello internazionale in ambito di efficienza energetica e sostenibilità in edilizia - hanno presentato le proposte più innovative ed efficienti, capaci di coniugare tecnologia e soluzioni formali all’interno di materiali o di sistemi di costruzione che rispondano a obiettivi di eco-sostenibilità.

La graduatoria, a pari merito, di sei segnalazioni per sei categorie di prodotti o sistemi, è stata stilata lo scorso gennaio direttamente a Klimahouse da parte di un comitato scientifico composto da Nicola Arnaldi, Rappresentante ANAB (Associazione Nazionale Architettura Bioecologica), Cristina Benedetti, direttore del master CasaClima - Libera Università Bolzano, Fabrizio Bianchetti, presidente della giuria, Donatella Bollani, responsabile della redazione architettura Business Media-Gruppo 24 ORE, Valeria Erba, presidente ANIT (Associazione Nazionale Isolamento Termico e acustico) e Ulrich Klammsteiner, responsabile tecnico Agenzia CasaClima.

Ad essere premiate saranno le seguenti aziende:

1a categoria “Sistemi per la trasparenza e la protezione solare”: Estfeller, Finstral, Maico, Siegenia Aubi, Südtirol Fenster, Tip Top Fenster.
 
2a categoria“Sistemi per l'architettura e il comfort interno”: Matteo Brioni, Fermacell, Hydro Building Systems-Wycona, Mafi Italia, Saint Gobain PPC Italia, Wolf System.

3a categoria “Sistemi tecnologici”: Daikin Air Conditioning Italy, Drexel und Weiss Energieeffiziente Haustechniksystem, Giacomini, G.T.E Elettrica, Hoval srl, Solarfocus.

4a categoria “Sistemi costruttivi”: Casa Salute, C&P Costruzioni, Saint Gobain PPC Italia, Stratex, Wood Beton, Ton-Gruppe.

5a categoria “Sistemi di copertura”: Elenca, Euroagrar, Isolconfort, Riwega, Roto Dach- und Solartechnologie, Sika Italia.

6a categoria “Sistemi isolanti”: Alpac, De Faveri, Edilteco, Eurotherm, Naturalia Bau, Sto Italia.


Tutte le informazioni sul premio e sui prodotti selezionati
dalla giuria sono disponibili al sito www.archinfo.it
alla pagina

http://www.archinfo.it/articoli/0,1254,53_ART_6750,00.html

V FORUM DI ARCHITETTURA
Building a Greener Future
Lunedì 25 giugno 2012, ore 9.00-18.00
Sede Gruppo 24 ORE
Via Monte Rosa 91, Sala Collina – Milano
Premiazione Klimahouse Trend a partire dalle ore 17.00

 

Photo Gallery

Carpooling  

Energizair  


www.energizair.eu

Avviso!  

Invitiamo i nostri espositori a fare ATTENZIONE a proposte inviate da FAIRGUIDE.COM, EXPO-GUIDE.COM, EVENT-FAIR e BUILDTEC MARKET.COM per l'inserimento nei relativi annuari: maggiori informazioni.

Impianto fotovoltaico  

Potenza nominale in uscita
- 945.76 kWp
Energia generata
- 5745363.83 kWh
CO2 risparmiata
- 3424236.85 kg
Fiera Bolzano Spa Piazza Fiera 1, I - 39100 Bolzano • tel: +39 0471 516000 • fax: +39 0471 516111 • info@fierabolzano.itfieramesse.bz@pec.itwww.fierabolzano.it • P.IVA 00098110216
Registro Imprese Bolzano nr. 00098110216 • Capitale Sociale interamente versato 23.000.000 • Informativa privacyPrivacy policycopyright