Menu
  Chi siamo > La fiera

Highlights delle fiere primavera 2018

Perché visitare

Le nostre manifestazioni si concentrano principalmente su tematiche in cui sono forti e riconosciute a livello nazionale e internazionale le competenze economiche di Alto Adige e Trentino. I settori sono il turismo e l'ospitalità, gli sport invernali e la tecnologia alpina, l'agricoltura, l'edilizia e la mobilitá sostenibile e le energie rinnovabili.

 

 

 

Read more

Perché esporre

Con le nostre fiere specializzate rappresentiamo un importante punto d'incontro tra le aziende italiane e quelle dell'area di lingua tedesca dei paesi vicini, garantendo ad entrambe un ingresso su un mercato importante e permettendo loro di raggiungere il giusto target.

 

 

Read more

News

INTERPOMA CHINA 2018 International Congress & Exhibition si è conclusa con successo a Weihai

INTERPOMA

La seconda edizione di INTERPOMA CHINA si è svolta con successo dal 28 al 29 giugno 2018 a Weihai, nella provincia dello Shandong. In due giorni, 1000 operatori hanno visitato la fiera e 650 delegati hanno assistito al congresso internazionale ...

Read more

Melicoltura biologica al centro del Congresso di Interpoma

INTERPOMA

La prima parte della seconda giornata del tradizionale congresso “La Mela nel Mondo” in programma a Interpoma il 15 e 16 novembre sarà dedicata al futuro delle produzioni biologiche. Intanto Fritz Prem di Europäisches Bioobst ...

Read more

Inaugurata oggi a Weihai Interpoma China Congress & Exhibition

INTERPOMA

INTERPOMA CHINA 2018 International Congress & Exhibition per la modernizzazione della coltivazione della mela in Cina INTERPOMA CHINA 2018 International Congress & Exhibition inaugurata il 28 giugno 2018 al Weihai International Exhibition &a ...

Read more

Hotel 2018: l’ospitalità del futuro è servita

HOTEL

Come possiamo entusiasmare gli ospiti del futuro? L’intelligenza artificiale può contribuire al senso di ospitalità? La fiera specializzata Hotel offre non solo una panoramica a 360° sulla hotellerie e ristorazione al giorno d ...

Read more

Klimahouse ritorna in Sicilia

KLIMAHOUSE SICILIA

Klimahouse ritorna, dal 16 al 18 novembre 2018, nella terra del sole. Klimahouse Sicilia si svolge presso il Palasport Pal'Art Hotel di Acireale in provincia di Catania per offrire ai professionisti locali del settore del risanamento e dell’eff ...

Read more

Interpoma 2018 da spazio alle idee innovative con lo Startup Village

INTERPOMA

Robotics, Superfood & Software Solutions sono le parole chiave del primo Startup Village di Interpoma, che inaugurerà quest’anno un momento interamente dedicato alle idee innovative per migliorare il sistema melicolo.Il futuro del pi ...

Read more

Il noleggio in Italia, il lavoro di Prowinter Lab per analizzarne lo sviluppo

PROWINTER

In occasione di Prowinter 2018, Alfredo Tradati, insieme a tutta l’equipe di Prowinter Lab, ha condotto il primo Ski Rental Summit: focus centrale del confronto è stato il tema del noleggio. Alla luce del fatto che, oggi, oltre il 50% de ...

Read more

Una Tempo Libero di successo

TEMPO LIBERO

Oltre 41.000 visitatori sono venuti a Bolzano per lo scorso fine settimana lungo e hanno trasformato il loro tempo libero in una festa di quattro giorni con tutta la famiglia. Gli sport per giovani e meno giovani, le delizie culinarie, la passione pe ...

Read more

Avanti nel segno della modernizzazione - assemblea dei soci Fiera Bolzano Spa

NEWS ISTITUZIONALI

Avanti nel segno della modernizzazione Nel corso dell’Assemblea dei soci di Fiera Bolzano Spa, che si è svolta oggi, è stato approvato il consuntivo per l’anno 2017 ed è stato nominato il Consiglio di Amministrazione ...

Read more

A Interpoma 2018 la prima edizione del “Technology Award”

INTERPOMA

Le maggiori innovazioni sulle tecnologie e i macchinari per la coltivazione del melo e nella fase di post-raccolta potranno concorrere a un “pacchetto premio” del valore di 5.000 euroLa tecnologia sarà la vera protagonista di Inter ...

Read more

SEALANDER - ridefinire i confini.

TEMPO LIBERO

Siamo lieti di invitarvi alla prima italiana del primo caravan-barca al mondo prodotto in serie. SEALANDER è un veicolo ricreativo innovativo e moderno. Un rimorchio trainato a terra - nell'acqua una barca perfettamente funzionante! Combinand ...

Read more

Diventa un eroe dello sport!

TEMPO LIBERO

Seconda edizione di Alperia Sport Hero: a Tempo Libero bambini e adolescenti fino a 14 anni di età avranno l’opportunità di provare nove sport diversi e di diventare per un giorno eroi dello sport. Per quattro giorni, da sabato 28 ...

Read more

INTERPOMA CHINA 2018 International Congress & Exhibition si è conclusa con successo a Weihai

La seconda edizione di INTERPOMA CHINA si è svolta con successo dal 28 al 29 giugno 2018 a Weihai, nella provincia dello Shandong. In due giorni, 1000 operatori hanno visitato la fiera e 650 delegati hanno assistito al congresso internazionale, che ha ospitato relatori di alto profilo dalla Cina e oltreoceano. Sono stati organizzati due tour con 70 partecipanti per mostrare il rapido sviluppo dei moderni frutteti a Weihai con il supporto delle autorità governative locali.
 
INTERPOMA CHINA 2018 International Congress & Exhibition si è conclusa, segnando così la seconda edizione di successo di Interpoma in Cina organizzata da Fiera Bolzano e da MM-Shangai. L'evento di due giorni ha attirato 1.000 visitatori professionali del settore melicolo dalla Cina e da tutto il mondo, desiderosi di prendere parte alla modernizzazione e alla globalizzazione dell'industria cinese delle mele. Il congresso ha raccolto ben 650 partecipanti, che hanno potuto apprendere le ultime innovazioni tecniche e tecnologie introdotte da esperti di tutto il mondo, mentre i leader dell'industria cinese hanno presentato lo stato dell'arte del settore nel loro Paese. La facilitazione delle relazioni tra clienti e fornitori ottenuto un ulteriore impulso da due tour organizzati per visitare i frutteti nella zona di Weihai. I 70 partecipanti cinesi e internazionali ne sono rimasti entusiasti.

"Questa è la manifestazione specializzata per l'industria delle mele, quindi lo consideriamo un evento da non perdere", ha affermato Chen Yongchun, General Manager di Fruitong Science and Technology (FRT), un espositore specializzato in climatizzazione di magazzini. "Inoltre, la qualità del congresso è molto alta. Esporremo sicuramente nuovamente a INTERPOMA CHINA nel 2019. "

L’INTERPOMA CHINA di quest'anno ha posto l'accento sui nuovi macchinari, attrezzature e strumenti che possono essere impiegati nella coltivazione della mela in Cina e i visitatori hanno avuto l'opportunità di approfondire questi temi grazie al confronto con le 30 aziende presenti in fiera da Italia, Belgio, Paesi Bassi e Cina. Gli espositori hanno elogiato la fiera come una grande opportunità di business. "Abbiamo fatto buoni affari partecipando a Interpoma China dell'anno scorso", afferma Liu Linxuan, direttore vendite di Haisheng Nursery, " Quest'anno abbiamo incontrato altri potenziali clienti e li ricontatteremo dopo la fiera. Abbiamo già ocnfermato la nostra partecipazione ad INTERPOMA CHINA 2019 a Shanghai".

Con il tema "La Cina e la mela nel mondo", il congresso internazionale INTERPOMA CHINA ha ricevuto molti complimenti dai suoi 650 partecipanti. Il comitato internazionale di esperti di Interpoma ha reclutato relatori di alto livello coprendo un ampio spettro di argomenti. Tra questi spiccavano le più recenti e moderne tecniche di coltivazione moderne, la gestione dei fertilizzanti, il trattamento dei parassiti e delle malattie e la conservazione a freddo, con un'analisi approfondita dello stato attuale della produzione cinese e del mercato al dettaglio. Ad esempio, Günther Mahlknecht della ditta GRIBA di Terlano, in Italia, ha presentato "Piante da vivaio tipo Knip", mentre Li Baohua, un professore dell'Università di Agricoltura di Qingdao, ha fatto un quadro generale sulla situazione attuale, sui problemi e sulle soluzioni per la gestione dei pesticidi per le mele in Cina.

Nel complesso, i partecipanti al congresso internazionale di INTERPOMA CHINA hanno arricchito le loro conoscenze sulle migliori pratiche globali e sullo stato dell'industria cinese. Hanno anche appreso che, nonostante la forte modernizzazione dei frutteti nell'area intorno a Weihai (la principale regione produttrice di mele della Cina), la Cina ha urgente bisogno di un'ulteriore modernizzazione della coltivazione in tutto il paese per soddisfare la domanda del mercato e le crescenti spese di manodopera. Thomas Mur, Direttore di Fiera Bolzano, ha commentato: "Abbiamo proposto i temi giusti al congresso e abbiamo ricevuto feedback positivi dai partecipanti, che lo hanno trovato molto interessante. Come ad Interpoma Bolzano, che si terrà dal 15 al 17 novembre di quest'anno, puntiamo sempre a proporre relatori e contenuti di alta qualità per i partecipanti".

Questa è una buona notizia per gli espositori internazionali di INTERPOMA CHINA alla ricerca di nuovi clienti, così come per i produttori cinesi che stanno cercando di modernizzare i loro frutteti ma hanno bisogno delle tecnologie e delle attrezzature giuste per farlo.
Entrambe le parti hanno acquisito una maggiore comprensione della situazione in Cina attraverso i tour nei frutteti organizzati durante INTERPOMA CHINA. I tour di quest'anno hanno mostrato frutteti tradizionali e moderni, tra cui aziende leader come Yingjuyuan, Xinyuan, Yueduo e 51 Farm. I partecipanti hanno visto che anche i moderni frutteti che si sono sviluppati in soli due o tre anni hanno fatto progressi significativi in base alla tecnologia appresa dall'Italia e da altri importanti paesi produttori di mele. Questo ha chiarito che la coltivazione moderna sarà la tendenza futura dell'industria della mela in Cina e offre enormi opportunità sia agli attori internazionali sia ai coltivatori locali che trarranno beneficio economico dallo sviluppo dei loro frutteti.

INTERPOMA CHINA ha costruito una solida base nello Shandong, una delle province più innovative della Cina per le tecnologie della mela e che la terza edizione di INTERPOMA CHINA si terrà insieme a FRESH LOGISTICS ASIA, organizzata da Messe München Shanghai, dal 15 al 17 aprile 2019 a Shanghai. Tutte le aziende interessate a partecipare e raccogliere i frutti della modernizzazione dell'industria cinese delle mele sono fortemente incoraggiate a confermare la loro partecipazione fin da oggi per esporre a Shanghai in aprile a INTERPOMA CHINA 2019.

Kees Biemans, General Manager di Verbeek, ha dichiarato: "Il mercato cinese è enorme e ora si sta sviluppando anche il mercato per nuovi sistemi, ci vorranno alcuni anni perché i coltivatori cinesi comprendano l'importanza della buona qualità degli alberi e del buon supporto tecnico, come è successo 25 anni fa in Europa. Come per Interpoma a Bolzano, anche in Cina abbiamo bisogno di una fiera specializzata, un punto di incontro e un convegno. Questo è quello che sta facendo Interpoma China per raggiungere la massa critica”.

Roberto Beccegato, Reman & Service for Business Manager della ditta Carraro spiega: “Il mercato cinese per questo tipo di macchinario è ancora acerbo, ma c’è richiesta. Noi vogliamo esserci e pensiamo che nei prossimi quattro/cinque anni ci sarà uno sviluppo importante e sarebbe un peccato perdere questo treno. Interpoma è l’occasione per essere presenti e per farci conoscere. Shangai è una location importante e tutte le aziende e anche i grossi propiretari di frutteti vedono questa città come un punto di ritrovo molto importante per quanto riguarda le loro attività, anche per quanto riguarda la parte agricola”.

For more information: www.fierabolzano.it/interpomachina

Melicoltura biologica al centro del Congresso di Interpoma

La prima parte della seconda giornata del tradizionale congresso “La Mela nel Mondo” in programma a Interpoma il 15 e 16 novembre sarà dedicata al futuro delle produzioni biologiche. Intanto Fritz Prem di Europäisches Bioobst Forum fornisce alcune interessanti anticipazioni

“La melicoltura sostenibile nella produzione Bio e nella produzione integrata”: questo il titolo della sessione mattutina de “La Mela nel Mondo” del 16 novembre, il Congresso internazionale che si svolge a cadenza biennale durante Interpoma, l’unico appuntamento internazionale dedicato esclusivamente alla mela in programma a Fiera Bolzano dal 15 al 17 novembre prossimi.

Durante il congresso saranno affrontati diversi temi riguardanti la moderna melicoltura e le sue prospettive, sia dal punto di vista agronomico, sia da quello tecnologico. Nello specifico, durante la mattinata del secondo giorno, il tema portante degli interventi sarà incentrato soprattutto sulla produzione biologica e su quella integrata. Ad aprire i lavori Fritz Prem di Europäisches Bioobst Forum (forum europeo sulla frutta biologica), che a pochi mesi dall’attesissimo appuntamento con Interpoma fa il punto sulla melicoltura biologica e le sue prospettive di sviluppo.

“Su scala globale – spiega Prem - Europa e Nord America sono i principali mercati in cui il biologico è in forte crescita. Nelle altre aree sviluppate del mondo, la sostenibilità, la tutela delle risorse e la responsabilità ecologica non sono ancora punti di forza. Restringendo il campo alla sola Europa, sono Germania e Francia che assorbono le maggiori quantità di mele biologiche. Tuttavia, anche Scandinavia, Austria, Italia, Gran Bretagna e più recentemente la Spagna stanno sviluppando bene i loro mercati biologici.
Dal punto di vista produttivo, invece, è l’Italia al primo posto in Europa per mele biologiche (con i più alti tassi di conversione proprio in Alto Adige), seguita da Germania e Austria”.

Prem coglie l’occasione anche per fornire alcune importanti indicazioni agronomiche. “Nella produzione biologica – spiega - sono necessarie varietà robuste e vigorose. Le mele, peraltro, sono un investimento a lungo termine, dal momento che occorrono diversi anni prima che la produzione venga convertita in biologica. Tra le varietà più adatte a una produzione biologica ci sono Topaz, Bonita e Natyra, resistenti peraltro alla ticchiolatura, ma anche Gala e Pinova stanno ottenendo dei buoni risultati in questo senso”.

“La produzione biologica è attualmente in crescita in quei Paesi dove è maggiore il potere d'acquisto – continua Prem - . È proprio in questi mercati che vediamo il settore biologico lasciare la sua nicchia e diventare attraente per fasce più ampie di consumatori. Basti pensare che il segmento del biologico rappresenta già oltre il 10% del volume totale degli acquisti in Austria e si attesta al 5 – 7% nei mercati più importanti, con una tendenza in aumento. Tale domanda sta contribuendo anche ad aumentare il tasso di conversione al biologico in ambito di produzione”.

Ultimo ma non meno importante, Prem si è soffermato anche sul futuro della melicoltura biologica e sulle sfide che la attendono. “In tutta Europa – conclude - vediamo uno sviluppo molto forte nel campo della ricerca e dei test sul biologico. Il know-how tra i produttori si sta espandendo molto rapidamente e gli scambi internazionali di esperienze stanno accelerando questo processo, facilitando la risoluzione di problemi legati alla produzione. La vitalità e la robustezza delle piante, inoltre, sono diventate caratteristiche importanti dei nuovi programmi di allevamento; varietà nuove e migliori dovrebbero quindi essere disponibili a intervalli regolari. Una sfida importante nella produzione biologica sarà la gestione del suolo: l’interazione tra lavorazione del terreno, inverdimento, riscaldamento, aerazione, mineralizzazione ed evaporazione avrà sempre più un ruolo fondamentale”.

L’appuntamento con “La Mela nel Mondo” è per il 15-16 novembre a Interpoma, Fiera Bolzano.

Inaugurata oggi a Weihai Interpoma China Congress & Exhibition

INTERPOMA CHINA 2018 International Congress & Exhibition per la modernizzazione della coltivazione della mela in Cina

INTERPOMA CHINA 2018 International Congress & Exhibition inaugurata il 28 giugno 2018 al Weihai International Exhibition & Conference Center nella provincia dello Shandong è la seconda edizione di questa fiera, dopo il suo debutto in Cina l’anno scorso. Forte dell’esperienza della fiera madre in Italia Interpoma, questa manifestazione è incentra sulla coltivazione, conservazione e commercializzazione della mela. “Cina e la mela nel mondo”, il congresso internazionale di Interpoma China, si svolge in contemporanea con la partecipazione di alcuni relatori di fama internazionale e relazioni tecniche per fornire ai professionisti e agli addetti ai lavori nel settore della mela formazione e informazione per modernizzare e far crescere la coltivazione della mela in Cina. Inoltre, Interpoma china offre la possibilità di visitare impianti melicoli per permettere di raccogliere informazioni di prima mano e partecipare in prima persona al prospero futuro dell'industria cinese delle mele.

Il professor Yuan Yongbing della Qingdao Agriculture University ha presieduto la cerimonia di apertura. Sono stati presenti inoltre illustri ospiti durante la cerimonia, Thomas Mur, il Direttore di Fiera Bolzano, Wang Deguang, Direttore del Weihai Municipal Agriculture Bureau, Kurt Werth, curatore del congresso, Wang Zhigang, Direttore della Fruit Tree and Tea Workstation of Shandong, Sun Ming, Direttore del Weihai Municipal Human Resources and Social Security Bureau. Erano presenti oltre 250 ospiti cinesi e internazionali.

Il filo conduttore dell'evento di quest'anno è "sviluppo sostenibile". Secondo il discorso del professor Yuan Yongbing durante la cerimonia di apertura, questo evento promuove l'introduzione dei talenti d'oltremare e lo sviluppo dell'industria locale cinese della mela. Inoltre, attraverso un evento come INTERPOMA CHINA 2018, Weihai punta a diventare un polo internazionale di talenti, tecnologie, informazioni e risorse per l'industria delle mele.

Il signor Wang Deguang del Weihai Municipal Agriculture Bureau ha sottolineato l'importanza di Weihai per l'industria della mela in Cina. Weihai ha oltre 100 anni di storia nella produzione di mele ed è cresciuta nella principale area di produzione di mele in Cina, la città da sola ha 47.000 ettari di terra dedicati alla coltivazione delle mele. Negli ultimi anni, Weihai ha studiato tecniche avanzate e internazionali di coltivazione della mela. In tal modo, Weihai ha assunto un ruolo guida nell'adattare le ultime modalità di coltivazione delle mele. Il signor Wang ha anche affermato che Weihai ha gradualmente trasformato i suoi frutteti tradizionali in moderni frutteti, il che ha portato al rapido sviluppo dell'industria della mela in questa città. L'area dei moderni frutteti ha già raggiunto i 20.000 ettari, ovvero circa la metà della superficie totale di piantagioni di mele della città. Per questo Weihai è diventata la più grande area moderna di piantagioni di mele in Cina.
Thomas Mur, Direttore di Fiera di Bolzano, ha chiarito che la Cina è uno dei principali Paesi al mondo per la coltivazione di mele e come tale, è giusto condividere i 20 anni di successo di Interpoma con la Cina. La missione di INTERPOMA CHINA, secondo Mur, è "creare una piattaforma unica per condividere il know-how in uno dei mercati agricoli più forti del mondo, per rafforzare i rapporti tra Cina e Italia e in questo modo contribuire allo sviluppo dell'industria della mela nella Provincia dello Shandong e oltre. "

Ci sono un totale di 30 espositori in fiera, tra cui diversi fornitori di macchine e vivai da Italia, Belgio e Paesi Bassi. Giganti dell'industria della mela cinese come Haisheng, China National Tree Seed Corporation, Huasheng Nursery e Salver espongono a questa manifestazione insieme ai principali produttori di mele di Weihai come Ying Ju Yuan e Xin Yuan.

L’Interpoma China Congress ha seguito la cerimonia di apertura e noti professionisti da tutto il mondo hanno tenuto discorsi di gran valore. La conferenza di quest'anno è stata organizzata congiuntamente dal Weihai Municipal Agriculture Bureau, dalla Qingdao Agriculture University e dalla Weihai Apple Industry Association. L'attenzione si è concentrata rapidamente sulla crescente domanda di macchine per i frutteti nelle aree di produzione di mele in Cina, un'opportunità per l'adozione di nuove attrezzature e strumenti nei campi cinesi. Il congresso è diviso in tre sezioni. Giovedì 28 giugno, i temi di dei due moduli sono "controllo sostenibile e fertilizzazione precisa" e "gestione post-raccolta delle mele e situazione del mercato". Venerdì 29 giugno, il seminario mattutino si concentra sulle tecniche di controllo dei fertilizzanti chimici, della gestione dei parassiti delle mele e della tecnologia di semina.


Per ulteriori informazioni: www.fierabolzano.it/interpomachina

Hotel 2018: l’ospitalità del futuro è servita

Come possiamo entusiasmare gli ospiti del futuro? L’intelligenza artificiale può contribuire al senso di ospitalità? La fiera specializzata Hotel offre non solo una panoramica a 360° sulla hotellerie e ristorazione al giorno d’oggi, ma indica anche la direzione in cui si svilupperà il futuro del settore Horeca, grazie a contenuti avvincenti e ad un proprio Startup Village. Hotel 2018 si svolge dal 15 al 18 ottobre a Fiera Bolzano. Startup con idee innovative per l’industria alberghiera possono candidarsi fino al 31 luglio.

Da oltre 40 anni, Hotel è il punto d’incontro professionale per hotellerie e ristorazione a Fiera Bolzano, situata in una regione che celebra l’ospitalità e il gusto. L’Alto Adige conta infatti 10.000 strutture ricettive, oltre 32 milioni di pernottamenti all’anno e 26 stelle Michelin assegnate a 19 chef. In questo contesto, la fiera specializzata Hotel offre occasioni di scambio e momenti di informazione ed ispirazione per albergatori, ristoratori, aziende e operatori del settore.

Hotel Startup Village: proposte innovative per l’ospite di domani
Dal 2016, lo Startup Village di Hotel accende i riflettori su nuove idee e tecnologie all’avanguardia. Insieme all’Ecosystem ICT & Automation di IDM Alto Adige, Brennercom e Plank, Fiera Bolzano cerca ed ospita i migliori progetti innovativi per il futuro della hotellerie e ristorazione, dalle soluzioni di mobilità sostenibile alle tendenze nell’universo food and beverage fino al design e arredamento dinamico.
Dieci startup selezionate avranno la possibilità di far parte all’incontro più importanti per l’industria alberghiera nell’arco alpino. Durante i quattro giorni di fiera, le startup finaliste presenteranno i propri prodotti o servizi ad aziende consolidate, operatori del settore e una giuria di esperti. Due sessioni di pitch individueranno due vincitori che, oltre all’ambito titolo “Winner of the day”, riceveranno in premio uno stand all’edizione 2019 di Hotel. Giovani imprese possono candidarsi online entro il 31 luglio 2018 all’indirizzo: http://www.fierabolzano.it/hotel/startup-village.htm

Communication Forum 2018: Una nuova compagna di viaggio

Il Communication Forum – organizzato da Fiera Bolzano in collaborazione con l’Unione Albergatori e Pubblici Esercenti dell'Alto Adige (HGV), i Giovani Albergatori (HGJ) e IDM Alto Adige – getta uno sguardo sulle ultime tendenze e il futuro della comunicazione, concentrandosi sui risvolti che queste nuove tecnologie hanno sul settore turistico.
Già nel 2017, 240 partecipanti hanno colto l’occasione per informarsi e confrontarsi sul tema dell’intelligenza artificiale. Quest’anno l’evento porta il titolo “Una nuova compagna di viaggio: cerca, prenota e pianifica con l’assistente vocale” e andrà ad approfondire ulteriormente l’argomento “AI”, dando una panoramica di quello che ci attende in futuro, dai big data fino ai sistemi intelligenti a controllo vocale. L’esperto di digital marketing per il turismo Stefan Niemeyer ha confermato la sua presenza come keynote. Un’attenzione particolare sarà riservata alle ricadute pratiche che queste tecnologie hanno sul turismo locale, e all’utilizzo migliore che gli operatori del settore ne possono fare.

Klimahouse ritorna in Sicilia

Klimahouse ritorna, dal 16 al 18 novembre 2018, nella terra del sole. Klimahouse Sicilia si svolge presso il Palasport Pal'Art Hotel di Acireale in provincia di Catania per offrire ai professionisti locali del settore del risanamento e dell’efficienza energetica in edilizia un programma di formazione, informazione e networking.

In Sicilia 1 edificio su 4 necessita di riqualificazione energetica, ma il 100% dei comuni possiede almeno un impianto rinnovabile. Questi i dati del report “Comuni Rinnovabili” e della Campagna 5.0 presentati da Legambiente sull’isola, che con le rinnovabili produce il 25,7% dell’elettricità totale. Una regione così sensibile alle tematiche ambientali vede però il settore edilizio in sofferenza: quasi 375 mila edifici residenziali vertono in uno stato “mediocre e pessimo”, come definito da Legambiente. Parliamo di 1 immobile su 4 per l’intero patrimonio edilizio siciliano.

“Serve un piano per la riqualificazione del patrimonio edilizio pubblico e privato al fine di migliorare la qualità di vita delle famiglie. È opportuno che queste diventino consapevoli del loro peso energetico e delle opportunità previste per i prossimi quattro anni”, ha commentato in occasione della prima tappa del Treno Verde 2030 in Sicilia Katiuscia Eroe, responsabile energia di Legambiente.

Attraverso un’esposizione di prodotti di aziende eccellenti e un programma convegnistico che mette in luce le esperienze di enti locali, aziende e professionisti Klimahouse, con le sue edizioni itineranti mostra come attuare la rivoluzione energetica entro l’anno 2030, dead line fondamentale sia a livello delle politiche europee che italiane.

La prima edizione itinerante di Klimahouse in Sicilia, tenutasi nel 2016 a Radicepura – Giarre, in provincia di Catania, ha accolto 1.000 professionisti. Forte di questa esperienza, Klimahouse ha deciso di riproporre, a ritmo biennale, quest’edizione nel sud Italia in una nuova location, il Palasport Pal'Art Hotel di Acireale, sempre in provincia di Catania. Una struttura dotata di spazi più grandi nella quale sarà possibile triplicare l’esposizione delle aziende rispetto alla scorsa edizione.

L’ingresso in fiera e ai convegni è gratuito con registrazione obbligatoria sul sito: www.klimahouse-sicilia.it

Interpoma 2018 da spazio alle idee innovative con lo Startup Village

Robotics, Superfood & Software Solutions sono le parole chiave del primo Startup Village di Interpoma, che inaugurerà quest’anno un momento interamente dedicato alle idee innovative per migliorare il sistema melicolo.

Il futuro del pianeta è un menù a base di innovazione e ricerca. Le sfide del XXI secolo si chiamano sicurezza del cibo (in doppia declinazione: food security e food safety), cambiamento climatico, scarsità di risorse (dalla terra all’acqua) e quindi lotta allo spreco (di risorse naturali e di cibo), tutte con lo stesso comune denominatore, l’agricoltura. L’innovazione tecnologica guiderà la ricerca di uno sviluppo sostenibile, ossia produrre di più in quantità e qualità, ma con minori risorse (terra, acqua, mezzi tecnici) e un boom di startup nate negli ultimi anni in vari settori dell’agribusiness potranno guidare questo cambiamento.
 
Dopo due edizioni di successo con l”Interpoma Innovation Camp”, Interpoma – fiera internazionale dedicata alla mela dal 15 al 17 novembre a Fiera Bolzano – interpreterà questa tendenza introducendo il primo “Startup Village”, una piattaforma di scambio di nuove idee e tematiche innovative da sviluppare nel settore agricolo-melicolo tra aziende consolidate e startup con giovani talenti e esperti del settore.
 
Le startup interessate a partecipare possono inviare la propria richiesta di partecipazione a compilando il modulo online (http://www.fierabolzano.it/interpoma/startupvillage.html). Le startup che verranno selezionate, riceveranno un desk gratuito ad Interpoma 2018 Startup Village dal 15 al 17 novembre, la possibilità di presentare la propria innovazione alla stampa di settore internazionale e nazionale presente, la possibilità di matchmaking con i 400 espositori internazionali presenti, la visibilità attraverso tutti i canali di Interpoma ad un costo di partecipazione ridotto di soli 290,00 euro.

Il noleggio in Italia, il lavoro di Prowinter Lab per analizzarne lo sviluppo

In occasione di Prowinter 2018, Alfredo Tradati, insieme a tutta l’equipe di Prowinter Lab, ha condotto il primo Ski Rental Summit: focus centrale del confronto è stato il tema del noleggio. Alla luce del fatto che, oggi, oltre il 50% degli sciatori su territorio italiano usufruisce di questo servizio è di facile comprensione come l’argomento sia particolarmente delicato e di come incida, in modo significativo, sugli equilibri della montagna. Nella sala Cevedale di Fiera Bolzano, alla presenza di esponenti del noleggio, aziende produttrici e operatori turistici, si è quindi svolto il primo incontro nazionale sulla tematica del rental.

La diciottesima edizione di Prowinter, la fiera “trade” degli sport di montagna, è stata l’occasione per riportare al centro dell’attenzione l’originale vocazione della fiera altoatesina: il noleggio. Il tema “rental” mai come nelle ultime stagioni, ha spostato gli equilibri del mondo montagna e analizzarne la curva di sviluppo è importante per tutti i soggetti che operano in questo scenario.
Proprio per questo motivo a Prowinter 2018 si è tenuto il primo Ski Rental Summit, l’incontro nazionale sulla tematica del noleggio. Un summit che, per volontà di Fiera Bolzano, non ha voluto solo snocciolare numeri ma anche fornire spunti che hanno aperto un dibattito allargato tra tutti i partecipanti all’incontro.

IL RENTAL IN ITALIA: LA SITUAZIONE
Dalla ricerca condotta da Prowinter Lab, è emerso che in Italia sono attive 851 strutture di noleggio così organizzate: il 43% ha una esclusiva attività rental, il 42% affianca al noleggio la vendita di attrezzatura e il restante 15% è composto dal noleggio organizzato da scuole sci o altri operatori vari. Il mercato che viene mosso dalla passione per gli sci coinvolge 7.500.000 sciatori, di cui 4,9 milioni di italiani e 2,9 milioni provenienti dall’estero per un volume di attrezzatura pari a 177.000 paia di sci venduti ogni anno (dati FESI Federation of the European Sporting Good Industry) di cui l’11% (20.000 paia) è specificatamente progettato e costruito per il noleggio.

Ma chi è il cliente tipo di un noleggio? Si stima che oltre il 50% degli appassionati sciatori che affollano le montagne italiane usufruisca di un servizio a noleggio. Confrontando i valori FESI con i dati della ricerca condotta da Prowinter Lab (secondo il team di Fiera Bolzano sono oltre 100.000 le paia di sci venduti ai noleggi, pari al 56% del totale circolante in Italia) si può riscontrare come la clientela del noleggio, durante il proprio soggiorno, richieda un attrezzo di un livello qualitativo elevato in modo tale da poter vivere al meglio la propria passione per lo sci.

Il motivo di questa ricerca della qualità si potrebbe spiegare grazie alle riflessioni portate all’attenzione dei partecipanti al summit da parte di Andrea Macchiavelli, professore dell’Università degli Studi di Bergamo: «Non si vuole più possedere un bene materiale, ma tramite il suo utilizzo diventare protagonista della propria storia – ha commentato il professore universitario - e, attraverso il mondo dei social, mostrare a tutti la propria esperienza». Ecco perché anche nel noleggio, l’aspettativa di qualità è molto alta.

IL RENTAL IN ITALIA: L’ANALISI
A curare, e a regolare, la “tavola rotonda” che è nata da questi numeri, è stato Alfredo Tradati responsabile del programma Prowinter Lab, l’osservatorio nazionale sul noleggio in Italia. «Prowinter Lab è un’esperienza partita lo scorso anno con il “censimento” dei noleggi e, dopo una minuziosa ricerca portata avanti in questi mesi, oggi possiamo presentare una panoramica generale dettagliata della realtà del noleggio in Italia – commenta Alfredo Tradati – e con il nostro lavoro abbiamo voluto dare un senso qualitativo all’opera iniziata nel 2017: abbiamo raggiunto direttamente oltre la metà dei titolari di noleggio chiedendo loro una serie di informazioni riguardanti la loro impresa».
Il lavoro di ricerca dell’equipe di Prowinter Lab si è svolto su quattro elementi portanti: numero degli addetti nel noleggio, tipologie del prodotto noleggiato, turnover periodico del parco sci e formazione del personale.
 
IL RENTAL IN ITALIA: DENTRO LA RICERCA
In media, tra alta e bassa stagione, negli 851 noleggi sparsi sul territorio nazionale operano 1500 addetti (1,74 addetti/noleggio). Del totale dei noleggi censiti il 75% dichiara di adottare un percorso di formazione che va dalla preparazione dell’attrezzatura fino all’utilizzo finale da parte dell’utente, questi corsi sono organizzati da enti esterni (regione, provincia…) oppure svolti internamente alla struttura. Il 25% dei noleggiatori non ha saputo dare indicazioni precise in merito alla formazione del proprio personale «e questo è un dato che a nostro avviso deve farci riflettere, perché le competenze tecniche degli addetti nei punti noleggio sono un aspetto delicato su cui il comparto dovrebbe intervenire» commenta Geraldine Coccagna, responsabile di Prowinter.

Materia di studio è, quindi, tutta l’attrezzatura di cui il noleggio dispone: la totalità delle strutture intervistate dispone di sci da discesa, l’82% offre il noleggio anche di snowboard e il 77% consente l’affitto delle protezioni come il casco: «Il fatto che quasi un quarto dei noleggi non offra il servizio di noleggio del casco ci ha colpito molto, perché il tema della sicurezza in pista dovrebbe essere prioritario» sottolinea la exhibition manager di Fiera Bolzano.
 

IL RENTAL IN ITALIA: UN PARCO SCI DA RINFRESCARE

Inoltre, il 45% affitta sci freeride, il 26% sci di fondo e tra le discipline in forte crescita spicca il 21% di sci d’alpinismo. Solo il 14% delle strutture contattate dal team di Prowinter Lab ha un’attività continuativa durante tutto l’anno noleggiando mountain bike e biciclette nel periodo estivo: «E anche questo indice dovremo monitorare nel prossimo futuro per analizzare le aree in cui esiste un cross-over tra lo sci e il ciclismo» conclude Geraldine Coccagna.

Incrociando i dati forniti dai titolari si stima che l’intero parco sci presente nei noleggi italiani sia di 376.000 paia, con una media di 442 paia di sci per ogni noleggio. Tuttavia, il dato più sensibile riguarda la turnazione e il rinnovo della dotazione nei noleggi: la ricerca condotta da Prowinter Lab ha individuato in 3,7 anni il ritmo di ricambio medio del 100% degli sci mentre, annualmente, si stima che ogni noleggio ricambi il 27% della propria attrezzatura con materiale nuovo.
 
IL RENTAL IN ITALIA: CONCLUSIONI
Il tema del noleggio sci, quindi, è risultato di fondamentale importanza per il futuro della disciplina, e la sua struttura è piuttosto articolata con numerosi player: noleggiatori e aziende produttrici in primis, ma anche operatori del settore turistico quali albergatori e impiantisti sono in egual modo coinvolti. «Una buona o cattiva esperienza di noleggio può incidere in maniera positiva o negativa sulla percezione dell’intero soggiorno in una precisa località con effetti economici variabili» conclude Tradati. E per questo motivo il lavoro di Prowinter Lab non si esaurisce qui e in occasione di Prowinter 2019 l’analisi continuerà estendendosi per proseguire sul percorso di incontro e confronto.

Una Tempo Libero di successo

Oltre 41.000 visitatori sono venuti a Bolzano per lo scorso fine settimana lungo e hanno trasformato il loro tempo libero in una festa di quattro giorni con tutta la famiglia. Gli sport per giovani e meno giovani, le delizie culinarie, la passione per il campeggio e il piacere della vacanza sono stati i grandi temi dell'edizione di quest'anno di Tempo Libero, la fiera che chiude con successo le manifestazioni fieristiche di questa primavera 2018.

La 42a edizione di Tempo Libero è stata un successo e sottolinea la popolarità dell'evento tradizionale nell'intera regione: da sabato 28 aprile a martedì primo maggio oltre 41.000 visitatori si sono dati appuntamento a Bolzano Sud. 

“Anche quest’anno possiamo dichiarare di aver ottenuto un ottimo risultato. Ciò dimostra che Tempo Libero funziona e che il nostro concetto di abbinare ai settori classici come vacanze, outdoor e sport degli highlight annuali sia vincente", riassume Thomas Mur: "È sempre un segnale positivo completare la prima metà di una stagione fieristica con un evento di successo. Questo ci da una spinta in più per le sfide imminenti”.

La novità dell'edizione di quest'anno è stato lo Street Food Festival con 11 food truck da tutta Italia e le loro diverse specialità culinarie. Il festival ha contribuito al successo della fiera, con uno speciale design per garantire momenti piacevoli nella zona all'aperto dell’area fieristica e corredato con musica dal vivo, suonata da alcune country band selezionate, che si sono susseguite nelle diverse giornate.

Anche la seconda edizione dell'iniziativa Alperia Sport Hero ha ottenuto un buon risultato con oltre 2.000 ragazzi partecipanti. Le strutture sportive sono state ampliate e migliorate nell'area esterna e sono state aggiunte nuove attività sportive, per queste è stato possibile offrire un programma vario ed entusiasmante ai numerosi bambini accorsi in fiera.

Anche l’esposizione delle Vespe storiche dalla fine degli anni quaranta ad oggi è stata apprezzata dai visitatori. La Vespa è infatti il motorino più celebrato del mondo, il mito italiano nato a Biella nel 1945 e conosciuto ovunque come simbolo di libertà e icona del design.

Anche per gli espositori è stata di nuovo un'edizione di successo, come sottolineano le seguenti affermazioni. Othmar Pircher dell’Hängercenter ha dichiarato: "Siamo molto soddisfatti della nostra prima partecipazione a questa fiera, poiché ci è stato concesso di partecipare con brevissimo preavviso e siamo quindi stati in grado di presentare l'innovativo Schwimmcamper in esclusiva per l'Italia per la prima volta. Abbiamo ottenuto molti contatti qui e speriamo di poterli trasformare in acquisti o affitti in seguito”.

Manuel Buratti di Power Nutrition è della stessa opinione: „La nostra prima esperienza in fiera a Bolzano è stata molto buona: in generale una buona affluenza di visitatori e tanti contatti nuovi per noi. Eravamo qui in prima linea per farci conoscere e presentare i nostri prodotti e ci siamo riusciti. Inoltre, abbiamo anche venduto molto di più del previsto! È una bella manifestazione con una vasta gamma di offerte per tutto ciò che riguarda il tempo libero. Ci saremo sicuramente anche il prossimo anno e ci stiamo già organizzando per presentarci ancora meglio nel 2019!“

Antonio Ruggeri del Dipartimento Turismo, Cultura e Paesaggio della Regione Abbruzzo afferma: “Erano alcuni anni che non partecipavamo a Tempo Libero e siamo ritornati perché i nostri operatori dei campeggi e villaggi ce lo hanno sollecitato. Questo ritorno è stato assolutamente positivo, perché Tempo Libero vanta un grande interesse di pubblico locale e da fuori. Abbiamo registrato molti nuovi contatti che hanno apprezzato la nostra proposta. Perciò abbiamo pensato di confermare già per il prossimo anno!”

Il prossimo appuntamento con Tempo Libero è già fissato dal 25 al 28 aprile 2019.

Ulteriori informazioni sono disponibili su www.tempolibero.fierabolzano.it

 

Avanti nel segno della modernizzazione - assemblea dei soci Fiera Bolzano Spa

Avanti nel segno della modernizzazione

Nel corso dell’Assemblea dei soci di Fiera Bolzano Spa, che si è svolta oggi, è stato approvato il consuntivo per l’anno 2017 ed è stato nominato il Consiglio di Amministrazione per i prossimi tre anni, per la nomina del quale si è puntato sulla continuità. Con l’eccezione del Vicepresidente Arrigo Simoni, il cui mandato è scaduto per via del tetto al numero di mandati, il resto del Consiglio attorno al Presidente Armin Hilpold è stato confermato. Il nuovo Vicepresidente di Fiera Bolzano Spa è Claudio Corrarati.

L’attività fieristica nel 2017 ha avuto un’evoluzione stabile dal punto di vista economico. Le manifestazioni più forti del 2017 sono state Klimahouse, Hotel e Agrialp. In occasione di queste fiere è stato occupato l’intero quartiere fieristico. Dal punto di vista dell’internazionalizzazione, è da evidenziare lo sviluppo positivo di Alpitec China oltre alla prima edizione di Interpoma China. In particolare l’impegno per Interpoma China è da intendersi come investimento a lungo termine nel mercato cinese, oltre che come prima iniziativa per rendere Interpoma ancora più radicata a livello internazionale, rafforzando allo stesso tempo Bolzano come location fieristica.

Il Bilancio consuntivo del 2017 vede un volume d’affari complessivo di 8.998.291 Euro, che è al di sotto di quello che si ottiene negli anni pari come il 2016 (per via delle manifestazioni biennali), ma che si assesta sui livelli del 2015. L’utile al netto delle imposte si attesta sui 156.140 Euro.

Bilancio 2017

„Abbiamo raggiunto il nostro obiettivo per l’anno 2017 e siamo quindi soddisfatti dei risultati economici“ sottolinea Armin Hilpold, Presidente di Fiera Bolzano e aggiunge: ”Nel 2017 sono stati realizzati dei progetti d’investimento molto importanti, come ad esempio la ristrutturazione della zona ristorante e bar nel cortile della Fiera, con l’apertura della Brasserie 1857 e del ristorante Forst Season. Allo stesso tempo sono stati avviati dei nuovi e interessanti progetti, come la ristrutturazione della galleria e delle zone dedicate al catering nel padiglione, così come il rinnovamento della piazza e del cortile interno. In questo modo anche per i prossimi tre anni, potremo concentrarci nel dare, attraverso le nostre manifestazioni e in collaborazione con aziende, associazioni e istituzioni, nuovi impulsi all’economia della provincia.”

Assieme ad Armin Hilpold come Presidente sono stati confermati dall’Assemblea dei soci nel Consiglio di Amministrazione Heidi Röhler, Silvana Giancane, Reinhard Schäfers e Sandro Pellegrini.
Il Vicepresidente Arrigo Simoni si è invece ritirato per aver raggiunto il numero massimo di incarichi, dopo aver completato tre mandati. Nell’ambito dell’Assemblea il Presidente Hilpold ha ringraziato Arrigo Simoni per il suo impegno e il suo contributo allo sviluppo di Fiera Bolzano.

Claudio Corrarati è il nuovo Vicepresidente di Fiera Bolzano

Sulle orme di Simoni assume questo incarico Claudio Corrarati. Il 51enne imprenditore bolzanino è Presidente dell’Associazione Artigiani e Piccoli Imprenditori dell’Alto Adige SHV-CNA: molto ben inserito nell’economia locale, ha ottime conoscenze sulle esigenze dell’imprenditori altoatesina.

“È un onore per me poter far parte della squadra di Fiera Bolzano-Messe Bozen. Una struttura che non è più un semplice contenitore di eventi, ma di fatto è diventato luogo di incontro, punto di scambio di conoscenze per l’innovazione di prodotti e servizi” sostiene Corrarati e aggiunge “Questi temi stimolano in me da subito un forte senso di responsabilità nell’assumere il nuovo impegno, ma nello stesso tempo mi danno entusiasmo e nuova energia per contribuire al meglio a far sì che questa struttura sia il centro dell’economia per la nostra Provincia.”

 

A Interpoma 2018 la prima edizione del “Technology Award”

Le maggiori innovazioni sulle tecnologie e i macchinari per la coltivazione del melo e nella fase di post-raccolta potranno concorrere a un “pacchetto premio” del valore di 5.000 euro

La tecnologia sarà la vera protagonista di Interpoma 2018, il salone internazionale della mela in programma a Bolzano dal 15 al 17 novembre prossimi. Per la prima volta in assoluto Fiera Bolzano, ente organizzatore della fiera, introdurrà in partnership con la Facoltà di Scienze e Tecnologie della Libera Università di Bolzano e SOI, Società di Ortoflorofrutticoltura Italiana, l’Interpoma Technology Award.

“Il premio – spiega Thomas Mur, direttore di Fiera Bolzano - ha l’obiettivo di far risaltare tecnologie e macchinari, esposti durante la manifestazione, che contengono i maggiori elementi di innovatività e di impatto sulle tecniche di coltivazione e di difesa della coltura del melo e sulla fase di post-raccolta della mela. In tal modo, anche grazie al supporto tecnico e scientifico dei nostri partner in questa iniziativa, intendiamo premiare l’innovazione tecnologica che porterà ad un miglioramento della redditività per l’azienda agraria, della qualità della mela, della sicurezza del lavoro e della sostenibilità ecologica del processo produttivo”.

Le categorie del premio, per questa prima edizione, saranno due: “Field”, che a sua volta comprende le sottocategorie “orchard management”, “plant protection”, “fruit harvest”, e “Post Harvest”, formata da altre tre sottocategorie: “fruit sorting and grading”, “fruit storage” e “fruit processing”.

Interpoma Technology Award 2018 prevede la raccolta spontanea delle candidature inviate dagli espositori e una valutazione delle stesse da parte della giuria, che sarà composta da esperti e ricercatori di fama nazionale ed internazionale. In particolare, ne faranno parte in qualità di presidente Massimo Tagliavini, presidente della Società di Ortoflorofrutticoltura Italiana e della Libera Università di Bolzano, Paolo Balsari dell’Università di Torino, Angelo Zanella del Centro di Sperimentazione Laimburg, Pietro Tonutti della Scuola Universitaria Superiore Sant’Anna di Pisa, Fabrizio Mazzetto della Libera Università di Bolzano, Stuart Tustin della neozelandese Plant and Food Research. 

Le aziende saranno valutate e premiate sulla base dei rispettivi prodotti (macchinari, sistemi, componenti, dispositivi, etc.) che vorranno segnalare ai fini della competizione.
La candidatura dei prodotti (massimo 1 per azienda) dovrà avvenire compilando in lingua inglese un apposito modulo di segnalazione, disponibile sul sito di Interpoma, e inviandolo entro il 10 settembre 2018 via mail all’indirizzo interpoma@fruitecom.it.

I vincitori del premio saranno annunciati in occasione della cerimonia che si svolgerà il 15 novembre alle ore 18 presso la Südtirol Lounge, all’interno dei padiglioni di Interpoma. I primi classificati nelle due categorie di Interpoma Technology Award 2018 riceveranno un 'Pacchetto premio' del valore di 5.000 euro, composto da: targa di riconoscimento rilasciata da Interpoma; realizzazione di un video spot dedicato al prodotto di 30’’; incremento della visibilità durante Interpoma 2018 grazie a misure integrate di comunicazione mirate ad evidenziare e pubblicizzare il ruolo di vincitore e i risultati raggiunti.
Per le menzioni che le aziende riceveranno in occasione del Technology Award è previsto un riconoscimento in termini di visibilità attraverso uno specifico post dedicato e pubblicato sui canali social di Interpoma, da Facebook a Linkedin, e tramite una news sulla newsetter di Interpoma.

SEALANDER - ridefinire i confini.

Siamo lieti di invitarvi alla prima italiana del primo caravan-barca al mondo prodotto in serie.

SEALANDER è un veicolo ricreativo innovativo e moderno. Un rimorchio trainato a terra - nell'acqua una barca perfettamente funzionante! Combinando questi due mondi popolari di esperienza in un unico veicolo, SEALANDER offre possibilità di utilizzo completamente nuove e quasi illimitate e una flessibilità senza precedenti nelle attività del tempo libero.

La roulotte moderna e versatile si trasforma in pochi minuti con poco sforzo e con l'aiuto di un motore fuoribordo, in una piccola isola privata mobile.

Dopo aver goduto di grande popolarità internazionale negli ultimi anni, il nostro tuttofare è lieto di unire le forze con il nostro partner italiano "HAENGER CENTER Italy" a Gargazzone per arricchire le destinazioni delle acque e delle escursioni in Italia.

Vorremmo invitarvi alla nostra prima italiana alla fiera Tempo Libero 2018 a Bolzano! Visita la SEALANDER dal 28.04. fino all’01.05.2018 presso Fiera Bolzano.

Sperimenta in prima persona le applicazioni complete e quasi illimitate di SEALANDER. Cogli l'opportunità di ottenere filmati esclusivi e di cercare personalmente i consigli del nostro partner in questo mondo.

La SEALANDER ha già dimostrato la sua travolgente risposta mediatica a livello internazionale negli ultimi anni e sicuramente incontrerà grande interesse ed entusiasmo tra i lettori/spettatori italiani.

Numerosi reportage televisivi, pubblicazioni su riviste e giornali di tutto il mondo, copertine di libri con una tiratura di oltre 250.000 copie o articoli online con oltre 60 milioni di visualizzazioni dimostrano in modo impressionante la sua risonanza mediatica.

Approfitta delle elevate potenzialità di attenzione e della solarità innovativa di SEALANDER per il tuo formato e diventa uno dei primi canali italiani a diffondere informazioni per primo su questo mondo.

Diventa un eroe dello sport!

Seconda edizione di Alperia Sport Hero: a Tempo Libero bambini e adolescenti fino a 14 anni di età avranno l’opportunità di provare nove sport diversi e di diventare per un giorno eroi dello sport. Per quattro giorni, da sabato 28 aprile fino a martedì 1 maggio (festività), Fiera di Bolzano diventerà una vera e propria Mecca dello sport nel cuore dell’Alto Adige.

Ormai da alcuni decenni la Fiera di Bolzano ha fatto dello sport uno dei temi principali di Tempo Libero. L’evento più popolare della regione attende come al solito tutti visitatori con un ricco programma dedicato a sport e benessere, dalle proposte delle associazioni locali sul grande palcoscenico della Fitness Arena fino all’offerta sportiva dei numerosi espositori: una grande varietà di attività per tutti i gusti con il piacere di muoversi sempre in primo piano.

Per la seconda volta Tempo Libero ospita un momento dedicato a tutti i bambini e gli adolescenti di età inferiore ai 14 anni: Alperia Sport Hero. Il grande successo dello scorso anno, che ha visto la partecipazione di oltre 1.500 persone entusiaste, ha convinto tutte le parti coinvolte a riproporre l’esperienza. Ancora una volta il fornitore di servizi energetici dell’Alto Adige Alperia sponsorizzerà l’iniziativa, mentre Sportcity, gestore di impianti sportivi di Bolzano, garantirà che tutto si svolga nel migliore dei modi. 

“Come azienda dell’Alto Adige, Alperia è impegnata attivamente tutto l’anno nella promozione della pratica sportiva e in particolare nella formazione delle giovani leve. I bambini e gli adolescenti devono avvicinarsi allo sport come fonte di gioia e di divertimento fino dai primi anni di vita. Inoltre il movimento e gli sport di squadra favoriscono lo sviluppo sociale. Essendo un’azienda orientata al futuro, per noi è naturale promuovere la formazione dei più piccoli attraverso lo sport”, afferma Wolfram Sparber, presidente del Consiglio di Gestione di Alperia.  

Un totale di nove diverse stazioni sono distribuite nell'area esterna e invitano a trascorrere una giornata all’insegna dello sport presso Fiera di Bolzano. Provvisti di una cartolina su cui collezionare i timbri, i partecipanti dovranno completare tutte le stazioni del percorso dando sempre il meglio di sé in sport classici come il calcio e la pallavolo e cimentandosi anche in specialità meno conosciute come il baseball e il tiro con l’arco e in attività insolite come il go-kart a pedali e il paintball. In tutte le stazioni, personale qualificato sarà a disposizione per aiutare i bambini più piccoli. Una volta ottenuti tutti i timbri, i freschi eroi dello sport potranno recarsi allo stand Alperia Sport Hero dove troveranno ad attenderli una piccola sorpresa come premio per i loro sforzi.

Manca solo un abbigliamento sportivo e niente potrà più fermare l’avventura sportiva di Tempo Libero. La 42a edizione di Tempo Libero avrà luogo nel lungo weekend da venerdì 28 aprile a martedì 1 maggio, dalle 9:30 alle 18:30. Lunedì 30 aprile l’ingresso alla fiera è libero per tutti. Nei restanti tre giorni il costo del biglietto è di 6 €, per bambini da 6 a 16 anni e online solo 4 €. Per i bambini fino a 6 anni l'ingresso alla fiera è gratuito. 

Meteo

 
Read more

Avviso

FAIRGUIDE.COM , EXPO-GUIDE.COM, EVENT-FAIR, BUILDTEC MARKET.COM e INTERNATIONAL FAIRS DIRECTORY

Attenzione

Invitiamo i nostri espositori a fare ATTENZIONE a proposte inviate da FAIRGUIDE.COM, EXPO-GUIDE.COM, EVENT-FAIR e BUILDTEC MARKET.COM per l'inserimento nei relativi annuari