Menu
  Chi siamo > La fiera

FIERA BOLZANO

PUNTO D'INCONTRO TRA NORD E SUD

Fiera Bolzano è collocata in posizione ideale al centro dell'Arco Alpino, in una regione bilingue e funge
da punto d'incontro tra le aziende provenienti dalle zone di lingua tedesca del Nord Europa e quelle
di lingua italiana.

Le nostre fiere in 1 minuto:

Perché visitare

Le nostre manifestazioni si concentrano principalmente su tematiche in cui sono forti e riconosciute a livello nazionale e internazionale le competenze economiche di Alto Adige e Trentino. I settori sono il turismo e l'ospitalità, gli sport invernali e la tecnologia alpina, l'agricoltura, l'edilizia e la mobilitá sostenibile e le energie rinnovabili.

 

 

 

Read more

Perché esporre

Con le nostre fiere specializzate rappresentiamo un importante punto d'incontro tra le aziende italiane e quelle dell'area di lingua tedesca dei paesi vicini, garantendo ad entrambe un ingresso su un mercato importante e permettendo loro di raggiungere il giusto target.

 

 

Read more

News

Tipworld al completo

TIPWORLD

L'edizione di quest'anno della fiera in Val Pusteria da sabato 07 a martedì 10 aprile nella Piazza Mercato di Stegona a Brunico è già al completo. Ancora una volta Tipworld dimostra la sua importanza come piattaforma di rilievo p ...

Read more

Mappe 3D, realtà virtuale e mobilità sostenibile: prende forma il Prowinter Startup Village 2018

PROWINTER

Lo Startup Village di Prowinter, la piattaforma per il lancio di nuove imprese dedicate all’attività sportiva in montagna, ha chiuso la prima fase di reclutamento e si prepara a scoprire le dieci startup che saranno presenti, dal 10 al 1 ...

Read more

Klimahouse Toscana: Boris Podrecca parla di Smart City

KLIMAHOUSE TOSCANA

Klimahouse Toscana, la fiera per il risanamento ed efficienza energetica in edilizia torna dal 13 al 15 aprile 2018 con due importanti novità: una nuova location, il Nelson Mandela Forum e l’archistar mitteleuropea Boris Podrecca.Il prin ...

Read more

Interpoma 2018, sempre più protagonista l’innovazione

INTERPOMA

Fervono i preparativi per l’11° edizione di Interpoma, fiera specializzata unica nel suo genere perché la sola a livello internazionale dedicata alla mela, il prodotto per eccellenza dell’Alto Adige. Dal 15 al 17 novembre pros ...

Read more

Interpoma, un programma molto ricco per “La Mela nel Mondo”

INTERPOMA

Si rinnova l’appuntamento con il tradizionale congresso internazionale sul settore della mela che si svolgerà come di consueto durante Interpoma, il prossimo novembre a Bolzano. Tendenze di mercato, innovazione varietale, melicoltura so ...

Read more

Interpoma China è pronta per la seconda edizione

INTERPOMA

La prima edizione di Interpoma China è stata un successo e ha offerto alle aziende internazionali che hanno partecipato a questa avventura di Interpoma l’opportunità di familiarizzare con il mercato cinese e di incontrare i duemil ...

Read more

Interpoma China è pronta per la seconda edizione

INTERPOMA CHINA

La prima edizione di Interpoma China è stata un successo e ha offerto alle aziende internazionali che hanno partecipato a questa avventura di Interpoma l’opportunità di familiarizzare con il mercato cinese e di incontrare i duemil ...

Read more

KLIMAHOUSE 2018: si chiude un’edizione di successo

KLIMAHOUSE

Klimahouse 2018, fiera internazionale per l'efficienza energetica e il risanamento in edilizia si è conclusa sabato 27 gennaio con la presenza di 460 aziende espositrici, che hanno incontrato 35.000 visitatori interessati agli oltre 100 appunt ...

Read more

Powahome vince il Klimahouse Startup Award

KLIMAHOUSE

Premiato il sistema di domotica per abitazoni  A Ricehouse il premio speciale dell’Agenzia CasaClima Una giuria internazionale ha assegnato i premi. Alta la qualità delle dieci finaliste che si sono confrontate all’interno d ...

Read more

KLIMAHOUSE TREND 2018: i vincitori

KLIMAHOUSE

Fiera Bolzano e Politecnico di Milano premiano le aziende più innovative dell’edilizia efficiente  Premiati i vincitori dell’ottava edizione del Klimahouse Trend, il premio rivolto alle aziende più innovative nel setto ...

Read more

A Klimahouse l’innovazione si tocca con mano!

KLIMAHOUSE

Alla scoperta dei più virtuosi edifici dell'Alto Adige Come si vive in una CasaClima? L’Alto Adige punta i riflettori sui recenti edifici virtuosi della regione in cui la natura si incontra con il design e con l’efficienza energet ...

Read more

Concorso di idee per scuole: La creatività come linguaggio universale

KREATIV

L’inclusione sociale è al centro di un concorso di idee per l’anno scolastico in corso. Classi delle scuole medie, superiori e professionali possono iscriversi fino al 2 febbraio. I progetti realizzati saranno presentati a Kreativ ...

Read more

Tipworld al completo

L'edizione di quest'anno della fiera in Val Pusteria da sabato 07 a martedì 10 aprile nella Piazza Mercato di Stegona a Brunico è già al completo. Ancora una volta Tipworld dimostra la sua importanza come piattaforma di rilievo per l'economia della Val Pusteria.

Con oltre 200 conferme già a fine gennaio, l'edizione di Tipworld è quasi al completo. Le imprese hanno a disposizione ancora pochi giorni per fare richiesta degli ultimi stand liberi. Questa piacevole notizia arriva in tempo per il 40° anniversario dell'evento e riflette lo sviluppo positivo degli ultimi anni. Dopo i lunghi anni della crisi economica, la fiera tradizionale sta guadagnando nuovamente rilievo tra aziende locali.

Alla popolarità per la comunità imprenditoriale locale ha contribuito certamente anche il Tipworld Forum, che si terrà per la seconda volta quest'anno. Il Tipworld Forum sarà il cuore e il luogo di dibattito di alcune tematiche di attualità. Gli interventi sono realizzati in collaborazione con i principali partner della manifestazione: Associazione Albergatori e Pubblici Esercenti (HGV), Unione (HDS) e l'Ufficio Marketing Città Brunico. Il Tipworld Forum è una piattaforma per lo scambio, la discussione e la riflessione su sviluppi e opportunità future.

Domenica lo “Stadl” (la casetta di legno) sarà in mano ai bambini: la cooperativa sociale "Die Kinderfreunde Südtirol" offre a tutti i bambini dai tre agli undici anni un servizio gratuito con un programma vario e divertente, dando ai genitori la possibilità di esplorare tranquillamente i tendoni della fiera.

La quarantesima edizione di Tipworld da sabato 7 a martedì 10 aprile, dalle ore 9.30 alle ore 18.00, Piazza Mercato di Stegona a Brunico.

Mappe 3D, realtà virtuale e mobilità sostenibile: prende forma il Prowinter Startup Village 2018

Lo Startup Village di Prowinter, la piattaforma per il lancio di nuove imprese dedicate all’attività sportiva in montagna, ha chiuso la prima fase di reclutamento e si prepara a scoprire le dieci startup che saranno presenti, dal 10 al 12 aprile a Fiera Bolzano. Fatmap, Wrapping Reality e eczo.bike sono i primi progetti che troveranno spazio nella vetrina di Prowinter 2018.

Il desiderio di dare un’opportunità di mercato concreta a nuove idee vincenti. Questa, in sintesi, la filosofia ispiratrice della volontà da parte di Prowinter di proporre lo Startup Village, uno spazio per giovani imprenditori i cui progetti, dedicati al mondo della montagna, devono rispettare tre direttrici precise: servizi/prodotti per il settore del noleggio, servizi/prodotti per lo sport di montagna, ovvero abbigliamento, attrezzature, tecnologia e soluzioni innovative per il “mountain tourism”.
Il concorso indetto da Prowinter, che ha richiamato l’attenzione di imprese provenienti da tutta Europa, ha chiuso la fase di “raccolta” lo scorso 21 gennaio e, ora, il team d’esperti riunito dalla fiera, con la preziosa collaborazione di IDM Alto Adige, Brennercom e Plank, ha dato il via alla selezione finale delle dieci startup che presenteranno i propri progetti in occasione di Prowinter 2018.
Le prime tre startup ufficialmente selezionate che saranno presenti a Fiera Bolzano dal 10 al 12 aprile sono Fatmap, Wrapping Reality e eczo.bike.

Fatmap, la Guida per le avventure in montagna
Mappe 3D animate, uniche in un design di alta qualità basato su immagini satellitari ad altissima risoluzione che consentono la visualizzazione dei territori che offrono attività outdoor. Grazie a Fatmap, progetto tutto italiano, è possibile riprodurre tutti i dati del territorio e tutti i punti di interesse turistico di una qualsiasi area geografica, informazioni grazie alle quali un utente può vivere al 100% la propria esperienza in montagna, sia d’estate che d’inverno. Un supporto per gli uffici turistici, per i gestori, per negozianti e per l’utente finale per avere sempre a disposizione una panoramica completa dell’offerta turistica di una specifica aerea geografica.
    
Wrapping Reality, un’esperienza totale
Questa startup italiana è specializzata nella creazione e realizzazione di esperienze coinvolgenti su misura utilizzando tecnologie di Virtual e Mixed Reality. Una rete operativa composta da creativi, grafici, fotografi, agenzie di comunicazione, sound designer e tecnici di droni crea video a 360°, sviluppa software e progetta hardware personalizzati con lo scopo di mettere a servizio di aziende e privati le grandi potenzialità derivanti dalla realtà virtuale.

eczo.bike, un “nuovo” viaggio in bicicletta
eczo, impresa che viene dalla Russia, offre alle persone un trasporto personale ecocompatibile per il lavoro e il tempo libero. Il kit di elettrificazione per biciclette aiuta le persone a convertire la loro bici, o mountain bike, in una potente e-bike dando un significativo sviluppo al concetto di mobilità sostenibile. Il kit eczo.bike è universale: può essere installato sull’80% di tutte le biciclette esistenti e dispone di un potente motore e di una batteria capiente, rimovibile, e a ricarica rapida per pedalate superiori agli 80 chilometri.
 
Lo Startup Village 2018 premierà, alla fine di Prowinter, due imprese che riceveranno in premio uno stand preallestito in occasione dell’edizione 2019 di Prowinter.

Klimahouse Toscana: Boris Podrecca parla di Smart City

Klimahouse Toscana, la fiera per il risanamento ed efficienza energetica in edilizia torna dal 13 al 15 aprile 2018 con due importanti novità: una nuova location, il Nelson Mandela Forum e l’archistar mitteleuropea Boris Podrecca.

Il principale relatore di quest'edizione di Klimahouse Toscana, il geniale architetto Boris Podrecca, coinvolgerà i partecipanti del congresso in un "viaggio nello spazio pubblico" dal Danubio ad Adria, illustrando progetti di città architettoniche trasformate in luoghi di benessere.

Boris Podrecca, nato il 30 gennaio 1940 a Belgrado da padre sloveno e madre dell'Erzegovina, è vissuto a Trieste e poi a Vienna, città nella quale è attivo nell’ambito della ristrutturazione di edifici moderni. Ha realizzato alcuni interventi urbanistici (1986-89, piazza Tartini, Pirano) e vari edifici pubblici. Vincitore di molti concorsi internazionali, è autore di numerosi lavori realizzati in diverse città europee (Vienna, Praga, Salisburgo) e italiane (Trieste, Bolzano, Verona, Ravenna). È stato nominato Chevalier des Artes et des Lettres.

L’intervento di Boris Podrecca è previsto durante il congresso “Smart City: ci siamo – dalla teoria alla pratica”, che ogni anno arricchisce l´offerta fieristica della Klimahouse Toscana. Il convegno è in programma nel pomeriggio di venerdì 13 aprile 2018 per rispondere alle domande: “Cos'è una Smart City? Quali sono le buone pratiche da imitare? Quali sono gli errori da evitare? Cosa significa tutto questo per l'edilizia e qual è il suo ruolo da giocare?”

Molte città vorrebbero acquisire il titolo di Smart Cities, ancora pochi però gli esempi concreti di implementazione di politiche strutturali e integrate per un reale risparmio energetico a favore dei cittadini. Per questo Klimahouse Toscana, in collaborazione con l’Agenzia CasaClima di Bolzano, ha invitato esperti in grado di fornire alcune delle migliori proposte di buone pratiche già concretamente realizzate, finanziate a livello locale con l’ausilio dei fondi dell'Unione Europea.

 
KLIMAHOUSE LIVE on:
Web: http://www.fierabolzano.it/klimahousetoscana/
You Tube: http://www.youtube.com/fierabolzano
Twitter: http://twitter.com/klimahouse
Facebook: http://www.facebook.com/klimahouse
Photo Gallery: http://www.fierabolzano.it/klimahousetoscana/fotogallery1.htm

Interpoma 2018, sempre più protagonista l’innovazione

Fervono i preparativi per l’11° edizione di Interpoma, fiera specializzata unica nel suo genere perché la sola a livello internazionale dedicata alla mela, il prodotto per eccellenza dell’Alto Adige.

Dal 15 al 17 novembre prossimi, Bolzano tornerà a essere la capitale della mela, riunendo in città oltre 20.000 operatori professionali provenienti da tutto il mondo interessati a conoscere le ultime novità del settore. Interpoma, salone internazionale per la coltivazione, conservazione e commercializzazione della mela, ha intrapreso negli ultimi anni la strada della innovazione, ponendosi come punto di riferimento per lo sviluppo di nuove idee nel settore melicolo. Anche il 2018 non si sottrarrà a questo processo: tante sono state e saranno le iniziative che stanno accompagnando l’arrivo della 11° edizione e che si aggiungeranno a quelle in programma durante la tre giorni di novembre.

Interpoma Innovation Camp, spazio alle idee innovative

Inaugurato a Interpoma 2016, il secondo atto dell’Interpoma Innovation Camp si è svolto lo scorso novembre durante la manifestazione Agrialp sempre a Fiera Bolzano. Una intera giornata dedicata alla presentazione di innovazioni in campo melicolo da parte di startup provenienti dall’Italia e dall’estero e una giuria internazionale formata da giornalisti e esperti del settore: questi gli ingredienti dell’Interpoma Innovation Camp 2017, che ha visto come vincitrice la startup italiana Perfrutto Horticultural Knowledge. Perfrutto è il più evoluto sistema di previsione per l’ottimizzazione del raccolto in grado di fornire dati previsionali che aiutano gli agricoltori a ottimizzare l'irrigazione, il diradamento e la fecondazione. Elabora i dati raccolti nel campo, in particolare la dimensione del frutto stesso attraverso Calibit, un calibro digitale dotato di un datalogger, un servizio ad alta tecnologia utilizzato nei frutteti di mele, pere e kiwi. Nasce da un algoritmo di previsione studiato e sviluppato appositamente in 30 anni di ricerca accademica universitaria.

Cina, quali opportunità? A giugno la seconda edizione di Interpoma China

Con una produzione di 43,8 milioni di tonnellate nella stagione 2016/2017 e 2,32 milioni di ettari coltivati, la Cina è il principali Paese produttore di mele a livello mondiale. La penisola di Shandong è l’area più importante di produzione ma, nonostante questo, oltre il 90% dei meleti non ha sistemi di protezione contro gli uccelli, il gelo e la grandine, meno del 20% gode degli impianti di fertilizzazione e il livello di meccanizzazione si attesta sotto al 30%. Il Gigante asiatico rappresenta dunque una enorme opportunità per il settore melicolo europeo ed è per questo che Fiera Bolzano ha organizzato nel 2017 la prima edizione di Interpoma China Congress & Exhibition presso il Weihai International Exhibition & Conference Center a Shandong. 2.000 visitatori e 70 aziende espositrici provenienti da Cina, Belgio, Cile, Francia, Germania, Islanda, Italia, Israele, Corea e Paesi Bassi hanno preso parte alla manifestazione e alla conferenza. Forte di questo successo, quest’anno verrà organizzata la seconda edizione, dal 27 al 29 giugno nella stessa location.   

Interpoma Technology Award 2018 e BZ loves apples

Innovazione e tecnologia, un binomio su cui Interpoma sta investendo negli ultimi anni per dare spazio ai giovani e alle nuove idee di emergere e dare un contributo di sviluppo al settore melicolo. In questo scenario si inserisce “Interpoma Tecnology Award”, una delle grandi novità della edizione 2018 di Interpoma. Organizzato da Fiera Bolzano in collaborazione con la Facoltà di Scienze e Tecnologie della Libera Università di Bolzano e la Società di Ortoflorofrutticoltura Italiana (SOI), il Premio ha l’obiettivo di far risaltare tecnologie e macchinari - esposti durante la manifestazione - che presentano i maggiori caratteri di innovatività e di impatto sulle tecniche di coltivazione e difesa della coltura del melo e sulla fase di post-raccolta della mela. 

A Interpoma 2018 si rinnoverà il legame con l’intera città di Bolzano, con un fuori salone a base di mela. “BZ loves apples”, iniziativa inaugurata durante la scorsa edizione, prevederà anche quest’anno una serie di attività organizzate al di fuori della fiera per coinvolgere cittadini e turisti in giornate a tema dedicate alla mela, con degustazioni, showcooking, gite nei dintorni di Bolzano alla scoperta dei luoghi in cui nascono e crescono le mele altoatesine, e tanto altro.

Dati della passata edizione

Su un’area espositiva di 25.000 m², nella edizione 2016 di Interpoma sono state 460 le aziende espositrici provenienti da 24 Paesi (America, Austria, Belgio, Croazia, Danimarca, Francia, Germania, Giappone, Inghilterra, Israele, Italia, Olanda, Polonia, Repubblica Ceca, Romania, Russia, Spagna, Svizzera, Ungheria, Irlanda, Corea, Slovenia, Portogallo, Serbia). I visitatori sono stati 20.000 da 70 Paesi diversi, tra cui buyer internazionali e 150 giornalisti da tutto il mondo.


Interpoma, un programma molto ricco per “La Mela nel Mondo”

Si rinnova l’appuntamento con il tradizionale congresso internazionale sul settore della mela che si svolgerà come di consueto durante Interpoma, il prossimo novembre a Bolzano.

Tendenze di mercato, innovazione varietale, melicoltura sostenibile, hi-tech nella frutticultura: sono questi i macro temi del congresso biennale “La Mela nel Mondo”, che anche per l’edizione 2018 scandirà le giornate di Interpoma, la fiera internazionale sulla coltivazione, conservazione e commercializzazione della mela in programma a Fiera Bolzano dal 15 al 17 novembre. Sotto il coordinamento dell’esperto altoatesino Kurt Werth, la novità di quest’anno è che il programma si concentrerà nelle prime due giornate della fiera – giovedì e venerdì – e non prevederà la sessione del sabato. Ogni giornata sarà suddivisa in due parti e complessivamente verranno ospitati una ventina di relatori provenienti da tutto il mondo che si confronteranno sugli argomenti più attuali del settore melicolo internazionale.

Giovedì 15 novembre la prima sessione sarà dedicata a “La mela nel mondo: trend nell’Europa dell’Est e Asia”. In particolare, si parlerà della Polonia in relazione all’embargo russo, della produzione in Europa dell’Est, Balcani e Asia Centrale; si investigherà la posizione di Cina e India nello scenario melicolo internazionale e si analizzeranno le possibilità e le barriere commerciali per le esportazioni di mele verso l’Asia. La seconda parte riguarderà invece “Tendenze internazionali nell’innovazione varietale, il genoma del melo e le foreste del melo selvatico nel Kazakistan”, con interventi specifici sui trend varietali, la genealogia e la sistematica del melo e, in conclusione, verrà proiettato un film sulle foreste di mele selvatiche del Kazakistan per capire come da vecchi geni si possa arrivare a nuove varietà di mele.    

La seconda e ultima giornata, venerdì 16 novembre, si concentrerà nella prima parte su “La melicoltura sostenibile nella produzione Bio e nella produzione integrata”. Relatori provenienti da Italia, Austria, Svizzera e Germania affronteranno i temi della melicoltura biologica, della produzione integrata, della sostenibilità e della biodiversità, riportando anche casi di studio concreti. La sessione conclusiva vedrà invece protagonista la tecnologia, con focus su “High-Tech nella frutticoltura di domani”: dai nuovi sistemi di allevamento del melo nell’emisfero Sud e negli Stati Uniti, si passerà a parlare dell’impiego della robotica e meccanizzazione in frutticultura, della digitalizzazione e delle tecniche sensoristiche e di precisione fino all’introduzione del trattore elettrico.

“I contenuti de “La Mela nel Mondo” sono già definiti – afferma Kurt Werth, coordinatore del Congresso - Quest’anno il programma si concentrerà in due giornate e vedrà interventi molto interessanti da oltre una ventina di esperti internazionali che hanno già dato la conferma della loro presenza a Bolzano. Verrà fornita una panoramica ricca del settore melicolo, sia dal punto di vista dei temi di maggiore attualità, sia per la prospettiva internazionale degli interventi. Sul banco degli speaker si alterneranno infatti relatori provenienti da Italia, Austria, Germania, Svizzera, Polonia, Francia, Cina, India e Nuova Zelanda” conclude Werth. 

 

Per l’intero programma de “La Mela nel Mondo”: www.fierabolzano.it/interpoma/ 


Interpoma China è pronta per la seconda edizione

La prima edizione di Interpoma China è stata un successo e ha offerto alle aziende internazionali che hanno partecipato a questa avventura di Interpoma l’opportunità di familiarizzare con il mercato cinese e di incontrare i duemila visitatori al Weihai International Exhibition & Conference Center nella provincia di Shandong a giungo 2017. Forte di questo risultato, Fiera Bolzano è pronta per la seconda edizione di Interpoma China Congress & Exhibition, dal 27 al 29 giugno 2018. 

Con una produzione di mele pari a 40 milioni di tonnellate nel 2014, una superficie coltivata a mele di 2,3 milioni di ettari, la Cina è uno dei più grandi produttori di mele al mondo e può offrire ottime opportunità di business a chi opera in tale settore. La rapida modernizzazione della coltivazione di mele in Cina, alimentata da investimenti su larga scala, necessita di nuove procedure di controllo sull’utilizzo dei pesticidi, nuovi macchinari e attrezzature, nuove tecnologie e strumenti di produzione.

La prima edizione di Interpoma China si è svolta sottoforma di congresso con esposizione sul tema della coltivazione, conservazione e commercializzazione della mela. 2.000 visitatori hanno potutto apprezzare l’offerta di 70 aziende su una superficie di 5.000 metri quadrati, metà cinesi e metà da altri 9 Paesi del mondo: Belgio, Cile, Francia, Germania, Islanda, Italia, Israele, Corea e Paesi Bassi.

„La prima edizione di Interpoma China rappresenta un importante passo per conoscere meglio il più grande mercato di mele al mondo e per stringere nuovi contatti sul mercato cinese. Attraverso la presenza in Cina si accresce ulteriormente anche la rilevanza interazionale della fiera madre Interpoma a Bolzano come il più importante punto d’incontro dell’economia melicola”, afferma Thomas Mur, Direttore di Fiera Bolzano.

Quella di Shandong è una delle provincie più importanti per la produzione delle mele in Cina, con 9.3 milioni di tonnellate. Oltre il 90% dei terreni non è provvisto di sistemi di protezione dalla grandine e dagli uccelli, meno del 20% possiede sistemi avanzati di fertilizzazione e in meno del 30% delle singole entità produttive i processi sono mecanizzati. Interpoma China Congress & Exhibition vuole essere la piattaforma internazionale per le aziende dell’industria della mela anche nel 2018.  

Interpoma China Congress & Exhibition offre un accesso al mercato per le aziende espositrici e un congresso specializzato con relatori internazionali e cinesi, in collaborazione con l’universitá agricola di Qingdao e partner locali come la Fruit Tree and Tea Leaf Workstation Weihai, il China Council for the Promotion of International Trade, la China Chamber of International Commerce, il Local Government e l’Apple Industry Association di Weihai. Il programma del Congresso è in via di definizione, ma hanno già dato la conferma una buona parte dei relatori internazionali provenienti da Italia e Giappone. Il focus delle tre giornate sarà sulle opportunità di inserimento di nuovi macchinari, attrezzature e strumenti nella coltivazione delle mele in Cina: si parlerà infatti di “Low Loss Spray Application and Mechanisation in Fruit Production”, “Targeted Fertilization based on Soil- and Leaf Analyses”, Chemical Thinning and Growth Regulators on Fuji, “Maturity Tests, Harvest Window and Storage Systems”, “Japanese Fuji Cultivation changing from bagged to non-bagged”, “The Knip-Boom Production in Nursery”.

 

Per informazioni: www.fierabolzano.it/interpomachina


Interpoma China è pronta per la seconda edizione

La prima edizione di Interpoma China è stata un successo e ha offerto alle aziende internazionali che hanno partecipato a questa avventura di Interpoma l’opportunità di familiarizzare con il mercato cinese e di incontrare i duemila visitatori al Weihai International Exhibition & Conference Center nella provincia di Shandong a giungo 2017. Forte di questo risultato, Fiera Bolzano è pronta per la seconda edizione di Interpoma China Congress & Exhibition, dal 27 al 29 giugno 2018. 

Con una produzione di mele pari a 40 milioni di tonnellate nel 2014, una superficie coltivata a mele di 2,3 milioni di ettari, la Cina è uno dei più grandi produttori di mele al mondo e può offrire ottime opportunità di business a chi opera in tale settore. La rapida modernizzazione della coltivazione di mele in Cina, alimentata da investimenti su larga scala, necessita di nuove procedure di controllo sull’utilizzo dei pesticidi, nuovi macchinari e attrezzature, nuove tecnologie e strumenti di produzione.

La prima edizione di Interpoma China si è svolta sottoforma di congresso con esposizione sul tema della coltivazione, conservazione e commercializzazione della mela. 2.000 visitatori hanno potutto apprezzare l’offerta di 70 aziende su una superficie di 5.000 metri quadrati, metà cinesi e metà da altri 9 Paesi del mondo: Belgio, Cile, Francia, Germania, Islanda, Italia, Israele, Corea e Paesi Bassi.

„La prima edizione di Interpoma China rappresenta un importante passo per conoscere meglio il più grande mercato di mele al mondo e per stringere nuovi contatti sul mercato cinese. Attraverso la presenza in Cina si accresce ulteriormente anche la rilevanza interazionale della fiera madre Interpoma a Bolzano come il più importante punto d’incontro dell’economia melicola”, afferma Thomas Mur, Direttore di Fiera Bolzano.

Quella di Shandong è una delle provincie più importanti per la produzione delle mele in Cina, con 9.3 milioni di tonnellate. Oltre il 90% dei terreni non è provvisto di sistemi di protezione dalla grandine e dagli uccelli, meno del 20% possiede sistemi avanzati di fertilizzazione e in meno del 30% delle singole entità produttive i processi sono mecanizzati. Interpoma China Congress & Exhibition vuole essere la piattaforma internazionale per le aziende dell’industria della mela anche nel 2018.  

Interpoma China Congress & Exhibition offre un accesso al mercato per le aziende espositrici e un congresso specializzato con relatori internazionali e cinesi, in collaborazione con l’universitá agricola di Qingdao e partner locali come la Fruit Tree and Tea Leaf Workstation Weihai, il China Council for the Promotion of International Trade, la China Chamber of International Commerce, il Local Government e l’Apple Industry Association di Weihai. Il programma del Congresso è in via di definizione, ma hanno già dato la conferma una buona parte dei relatori internazionali provenienti da Italia e Giappone. Il focus delle tre giornate sarà sulle opportunità di inserimento di nuovi macchinari, attrezzature e strumenti nella coltivazione delle mele in Cina: si parlerà infatti di “Low Loss Spray Application and Mechanisation in Fruit Production”, “Targeted Fertilization based on Soil- and Leaf Analyses”, Chemical Thinning and Growth Regulators on Fuji, “Maturity Tests, Harvest Window and Storage Systems”, “Japanese Fuji Cultivation changing from bagged to non-bagged”, “The Knip-Boom Production in Nursery”.

 

KLIMAHOUSE 2018: si chiude un’edizione di successo

Klimahouse 2018, fiera internazionale per l'efficienza energetica e il risanamento in edilizia si è conclusa sabato 27 gennaio con la presenza di 460 aziende espositrici, che hanno incontrato 35.000 visitatori interessati agli oltre 100 appuntamenti in programma e alle novità presentate dal settore. Un’edizione più che mai ricca di iniziative tra premi, tour informativi e convegni che hanno riscosso un ampio consenso tra il pubblico. 

“Abbiamo organizzato per la prima volta Klimahouse da mercoledì a sabato, escludendo la domenica come richiesto da gran parte delle aziende e possiamo confermarci più che soddisfatti” - afferma Thomas Mur, Direttore di Fiera Bolzano. “La qualità dei visitatori continua ad aumentare e i professionisti apprezzano la capacità di Klimahouse di mettere in risalto le innovazioni del settore attraverso premi come lo Startup Award, il  Klimahouse Trend e una scelta molto accurata delle aziende presenti”. 

La qualità dei visitatori è stata apprezzata anche dagli espositori, in particolare Roland Gabasch, Direttore di Naturalia BAU: “Lo spostamento della manifestazione da mercoeldì a sabato è stato una mossa che viene incontro a noi aziende ed è un messaggio chiaro anche per i visitatori del fatto che si tratta di una fiera specializzata“.  

Klimahouse diventa sempre più un evento di networking tra aziende ed operatori, questo ce lo spiega Paolo Sala, P.M. Finiture & Cappotto Mapei, leader mondiale del settore: “Abbiamo trasformato Klimahouse in un evento Mapei, in questi giorni abbiamo portato più di 200 persone, anche dall’estero, e abbiamo organizzato per loro degli eventi formativi. Non è stata una partecipazione ad una fiera in maniera tradizionale per noi, Klimahouse è l’occasione per il contatto fisico con il nostro marchio in una piattaforma neutra”. 

Anche i premi consegnati alle migliori aziende dell’edizione 2018 hanno dimostrato grande qualità e serietà, in particolare grazie alla prestigiosa giuria del Politecnico di Milano coinvolta nel premio Klimahouse Trend. Tra le 55 candidature al vaglio della giuria sono state premiate le aziende che si sono maggiormente distinte per l’eccellenza dei propri progetti, ritenuti in assoluto i più innovativi tra tutti quelli in gara:

- per la categoria Innovation, dedicata alle aziende caratterizzate da eccellenti capacità nella ricerca industriale e/o tecnologica, nonché nello sviluppo e nella commercializzazione di prodotti innovativi nel campo dell'edilizia sostenibile ed energeticamente efficiente, il premio va all’azienda Irsap SpA per il prodotto “NOW – SMART RADIATORS SYSTEM”.

- Per la categoria Timely, rivolta alle aziende che dimostrano una spiccata attitudine a sviluppare prodotti e sistemi in grado di rispondere tempestivamente e concretamente ad esigenze estremamente attuali ed emergenti, il premio va all’azienda Blumatica Srl per il prodotto “BLUMATICA EGE”.

- Per la categoria Widespread, dedicata alle aziende che hanno sviluppato e commercializzato prodotti e sistemi altamente competitivi, dimostrando la capacità di incontrare e soddisfare le necessità di ampie fasce di utenti, ottenendo una larga diffusione sul mercato, il premio va all’azienda Clivet SpA per il prodotto “SPHERA”.

Anche tra le giovani startup europee di altissimo livello che hanno partecipato ai Klimahouse Innovation Days è stata proclamata la migliore: Powahome, startup romana creatrice di un sistema di domotica che può essere facilmente inserito all’interno degli interruttori e delle prese già esistenti in casa. A Ricehouse è stato, invece, consegnato il premio speciale dell’Agenzia CasaClima.

Il Congresso Internazionale del 25 e del 26 gennaio ha affrontato i temi caldi del momento, in particolare la modernità della progettazione coniugata alla messa in sicurezza sismica, in una continua tensione tra high e low tech. Relatori internazionali di alto livello hanno mostrato a 740 ospiti, esempi di grandi opere legate ai vari usi dell’architettura, vista come paesaggio, ma anche funzionale e con un focus particolare su un’architettura che mette al centro la persona.

Un alto consenso di pubblico ha ottenuto anche il convegno di sabato 27 gennaio, “Stanze a cielo aperto”, un seminario dedicato al mondo delle terrazze in un dialogo tra clima alpino e meditteraneo, attraverso la partecipazione dell’architetta spagnola Carmen Martinez Arroyo, dello studio di architettura Bergmeisterwolf e dell’architetto Vincenzo Corvino dello studio corvino + multari.

Per tutta la durata della fiera i riflettori sono stati puntati sui recenti edifici virtuosi dell’Alto Adige per scoprire il ‘dietro le quinte’ dei progetti altoatesini e delle più moderne alternative economiche e tecniche in edilizia attraverso un ricco programma di enertour tra scuole, condomini in edilizia sociale, biblioteche e masi, ma anche attraverso un programma di visite guidate a edifici certificati “CasaClima Living Experience”, in cui i proprietari aprono le porte delle “CasaClima” in cui vivono per raccontare le proprie esperienze e rispondere alle curiosità dei visitatori sulla qualità abitativa e sui risparmi.

Klimahouse ha ospitato nella prima giornata di fiera anche Klimamobility, la principale conferenza in Alto Adige dedicata alla mobilità sostenibile, alla quale hanno assistito 190 persone interessate al futuro della mobilità e al ruolo che essa gioca all’interno dell’assetto urbanistico. 

 

Tutto il programma: http://www.fierabolzano.it/klimahouse/ 

 

KLIMAHOUSE LIVE on:

Web: http://www.fierabolzano.it/klimahouse/

Photo Gallery: http://www.fierabolzano.it/klimahouse/mediateca.htm

Twitter: #klimahouse @klimahouse

Facebook: #klimahouse @FieraBolzanoMesseBozen

Facebook Klimahouse Event: https://www.facebook.com/events/1507169045993940/

Instagram: https://www.instagram.com/fieramesse/

You Tube Canale: https://www.youtube.com/user/fierabolzano

You Tube Playlist Klimahouse: https://www.youtube.com/playlist?list=PL8ADD888681B930B0


Powahome vince il Klimahouse Startup Award

Premiato il sistema di domotica per abitazoni 

A Ricehouse il premio speciale dell’Agenzia CasaClima

Una giuria internazionale ha assegnato i premi. Alta la qualità delle dieci finaliste che si sono confrontate all’interno degli Innovation Days. 

Powahome, startup romana creatrice di un sistema di domotica che può essere facilmente inserito all’interno degli interruttori e delle prese già esistenti in casa, vince la seconda edizione del Klimahouse Startup Award, la startup competition lanciata da Klimahouse, fiera internazionale di riferimento per l’efficienza energetica in edilizia. Una scelta arrivata al termine di una finale che ha visto confrontarsi progetti innovativi provenienti da Italia, Germania e Austria. I vincitori hanno superato in finale Kewazo e Ribes Tech, mentre a Ricehouse, giovane azienda di Biella che si pone l’obiettivo di sostenere l'utilizzo della paglia e della lolla di riso come materiale da costruzione, al fine di attivare un processo virtuoso dal punto di vista sociale, economico e ambientale, è andato il premio speciale assegnato dall’Agenzia CasaClima. Un’edizione internazionale che ha portato a Klimahouse, dopo la prima selezione, dieci progetti di altissimo livello. 

«Costruire secondo natura, vivere secondo natura»: questo il concept dell’edizione 2018 dell’Award, organizzato da Fiera di Bolzano, IDM Alto Adige-Südtirol e Blum, che ha visto in gara le migliori startup europee operanti nell’ambito delle tecnologie legate allo smart building, allo smart living e alla smart city che mettano al centro del proprio operato la sintonia tra uomo e natura, ospitate all’interno dei Klimahouse Innovation Days, ¬programma di quattro giornate dedicato al matchmaking tra startup, imprese e partner strategici. 

«Più che a una startup competition abbiamo assistito a una gara tra imprese con solide proposte di business capaci di stimolare l’attenzione e l’interesse degli espositori di Klimahouse - spiega Thomas Mur, direttore di Fiera Bolzano –. È grazie anche ad azioni come queste che Fiera Bolzano si sta affermando come un player di livello europeo capace di costruire relazioni internazionali a vantaggio di tutto il territorio. I Klimahouse Innovation Days infatti si fondano sul networking e sul match-making, azioni che continuano anche nell’ultimo giorno della manifestazione quando le startup finaliste e gli incubatori avranno l’occasione di incontrare gli attori chiave dell’ecosistema dell’innovazione altoatesino attraverso un tour guidato del nuovo NOI Techpark realizzato insieme ad IDM Alto Adige». 

«Grazie al bando lanciato in tutta l’Europa – spiega il direttore scientifico della manifestazione, Luca Barbieri¬ – quest’anno abbiamo visto nella finale del premio non solo delle startup Italiane ma anche delle giovani realtà innovative provenienti dall’Austria e dalla Germania, due paesi che in ambito delle tecnologie green sono senz’altro tra i primi a livello europeo nonché internazionale. Così come internazionale è stata la giuria che ha stabilito i vincitori: l’altissima qualità delle startup in gara manifesta l’ottima riuscita di una manifestazione che ha visto confrontarsi le migliori idee innovative in circolazione nel settore». 

 

Una giuria internazionale di primo livello

Non solo le startup candidate, anche la giuria di questa seconda edizione del Klimahouse Startup Award è stata del tutto europea. A scegliere fra le dieci finaliste sono statiJacob Gajšek, ABC Accelerator, Slovenia, Daniel Grassinger, Xpreneurs Incubator, Germania, Gert Gremes, Silicon Valley-based angel investor and venture capitalist in the green energy sector, Christian Heckemann, GATE, Germania, Hubert Hofer (Development Department IDM Südtirol, Karl Manfred, Brennercom, Thomas Mur Bolzano Exhibition Center, Ulrich Santa CasaClima Agency, Wolfram Sparber Institute for Renewable Energy Eurac Research e, Eric Weber SpinLab, Germany oltre al direttore scientifico della manifestazione, Luca Barbieri. 

 

Un montepremi di 20.000 euro

Il montepremi complessivo, compresa la partecipazione delle 10 finaliste ai Klimahouse Innovation Days, è di 20.000 euro. Il primo premio in palio consiste nell’inserimento della startup vincitrice nel network di Klimahouse attraverso la partecipazione come espositore e relatore a Klimahouse 2019 (con tutte le spese di ospitalità incluse), nella partecipazione espositiva alla tappa Klimahouse Toscana (Firenze, 13 – 15 aprile 2018), in un pacchetto di visibilità (comunicato stampa, video intervista, speech in main conference) e di servizi pubblicitari (su catalogo e sito web ufficiale) legato alla partecipazione a Klimahouse 2019, nonché in un Competency Mapping light a cura di IDM Alto Adige-Südtirol, agenzia della Provincia Autonoma di Bolzano e della Camera di Commercio che promuove lo sviluppo economico e l’innovazione. 

 

LE SCHEDE DELLE 10 FINALISTE 

E2T: uno spin-off dell’Università tecnica di Graz che ha sviluppato un sistema innovativo di stoccaggio di energia solare di misure contenute e a portata di balcone. Questo piccolo impianto fotovoltaico —composto da 4 piccoli pannelli solari— è in grado di misurare i consumi energetici dell’abitazione e immette nella rete esattamente quanto consumato in un determinato momento. Per l’installazione non serve un tecnico, basta attaccare il dispositivo alla rete. www.e2t.at.

Glass to Power: uno spin-off dell’Università degli Studi di Milano Bicocca che sviluppa finestre fotovoltaiche. Un prodotto altamente innovativo –  brevettato e pluripremiato — basato sulla tecnologia dei Concentratori Solari Luminescenti (LSC), cioè lastre di plastica nelle quali sono incorporate speciali nanoparticelle che catturano e concentrano la luce solare, trasformando così comuni finestre in pannelli solari semitrasparenti in grado di soddisfare il fabbisogno energetico di un edificio. www.glasstopower.com.

Innovacrete: uno spin-off dell'Università Politecnica delle Marche, specializzato nello sviluppo e la produzione di materiali avanzati a base cementizia dalle altissime prestazioni. La mission della startup è quella di rinnovare una tecnologia consolidata come quella dei materiali cementizi tradizionali, introducendo una serie di prodotti con formulazioni avanzate: alte prestazioni grazie ad una matrice cementizia estremamente compatta e alla presenza di fibre; competitività sul mercato grazie ad un miglior rapporto resistenza/peso; eco-friendliness grazie all’impiego di sottoprodotti industriali valorizzati. http://www.innovacrete.it/en.

Kewazo: la startup fondata nel 2016 a Monaco di Baviera ha inventato un sistema robotizzato per il montaggio di ponteggi nei cantieri edili, che fa sì che durante l’assemblaggio tutti i componenti arrivino nel posto giusto al momento giusto. Una tecnologia che non solo permette notevoli risparmi a livello di costi (del 30%) e tempo (l’assemblaggio può essere accelerato di un massimo di 42%) ma che è anche in grado di rendere il montaggio più sicuro e flessibile. www.kewazo.com.

Mind: una startup di Modena che ha dato vita a un sistema di domotica basato su una serie di algoritmi intelligenti e che si caratterizza per il suo design made in Italy. La rete di sensori di Mind raccoglie e apprende gusti e abitudini di ogni abitante della casa per rendere l'ambiente sensibile allo stile di vita di ognuno. In base alle informazioni raccolte ed elaborate il sistema attiva, accende, regola, controlla, spegne la tecnologia e gli impianti della casa per creare l’ambiente più confortevole possibile. Gli abitanti possono dialogare con il sistema intelligente attraverso i comandi vocali e controllarlo via app. www.mind.cc.

Mogu: una startup di Varese che ha sviluppato delle mattonelle a base di funghi, un materiale di costruzione al 100% compostabile e utilizzabile nell’edilizia in forma di pavimenti resilienti o per l’isolamento termico e acustico delle abitazioni. Questo materiale innovativo è composto da micelio e da scarti della filiera agroindustriale. Il fungo che cresce all’interno e intorno al substrato vegetale funge da colla naturale e fornisce solidità al biomateriale. www.mogu.bio.

Nathal Energy: una startup di Villach, Austria, che ha creato una tecnologia brevettata per realizzare dei contenitori di alimentazione in grado di fornire — a base rigenerativa — elettricità, acqua, calore e climatizzazione. Questi contenitori rispondono a standard tecnici internazionali e possono essere trasportati in aree remote via strada o elicottero. Questi contenitori multi-funzionali possono trovare utilizzo nel settore dell’aiuto umanitario oppure nell’edilizia residenziale. www.nathal-energy.com.

Powahome: una startup di Roma, creatrice di un sistema di domotica che può essere facilmente inserito all’interno degli interruttori e delle prese già esistenti in casa. Powahome permette di controllare da remoto tutte le funzionalità smart tramite il proprio smartphone o tablet. L’installazione del sistema impiega solo 2 ore e non richiede alcuna modificazione all’impianto elettrico dell’abitazione. Il sistema è programmabile e mantiene in memoria le impostazioni anche in caso di black-out totale. www.powahome.com.

Ribes Tech: la startup di Milano ha sviluppato un processo innovativo per la produzione di pannelli fotovoltaici flessibili. Tali pannelli sono stampati in grandi volumi su fogli di plastica a basso costo in ogni forma o colore e sono, inoltre, riciclabili ed estremamente leggeri (poche centinaia di grammi per metro quadro). Grazie a queste proprietà uniche, i pannelli Ribes Tech possono aprire la strada verso nuovi mercati, trovando applicazione in campi non ancora esplorati in quanto non accessibili alle classiche tecnologie fotovoltaiche. www.ribestech.it.

Ricehouse: una giovane azienda di Biella che si pone l’obiettivo di sostenere l'utilizzo della paglia e della lolla di riso come materiale da costruzione, al fine di attivare un processo virtuoso dal punto di vista sociale, economico e ambientale. In particolare si occupa dello sviluppo, della produzione e commercializzazione di questi materiali biocompositi che in ambito dell’edilizia sono caratterizzati dall’elevata efficienza energetica e acustica, da comfort abitativo, salubrità degli ambienti e eco-compatibilità. www.ricehouse.it.

 

 

KLIMAHOUSE TREND 2018: i vincitori

Fiera Bolzano e Politecnico di Milano premiano le aziende più innovative dell’edilizia efficiente 

Premiati i vincitori dell’ottava edizione del Klimahouse Trend, il premio rivolto alle aziende più innovative nel settore del risanamento e dell’efficienza energetica in edilizia in Italia promosso da Fiera Bolzano insieme al Politecnico di Milano. Il verdetto della giuria è stato annunciato ieri, 24 Gennaio, in occasione della giornata inaugurale di Klimahouse 2018. 

Tra le 55 candidature al vaglio della giuria sono state premiate le aziende che si sono maggiormente distinte per l’eccellenza dei propri progetti, ritenuti in assoluto i più innovativi tra tutti quelli in gara.

Tre le categorie del Klimahouse Trend per cui è stato decretato un vincitore tematico, tra queste tre, inoltre, il riconoscimento di un vincitore assoluto (Premio Absolute):

- per la categoria Innovation, dedicata alle aziende caratterizzate da eccellenti capacità nella ricerca industriale e/o tecnologica, nonché nello sviluppo e nella commercializzazione di prodotti innovativi nel campo dell'edilizia sostenibile ed energeticamente efficiente, il premio va all’azienda Irsap SpA per il prodotto “NOW – SMART RADIATORS SYSTEM”. Il prodotto prevede l’utilizzo di sistemi avanzati ICT e IoT per la regolazione e il controllo dei sistemi di emissione tramite l’impiego di sensori e attuatori con logica di autoapprendimento. Garantisce inoltre una notevole semplicità e versatilità di utilizzo, sia per l’applicazione nei nuovi edifici che per le ristrutturazioni. L’applicazione di questo sistema consente inoltre la futura interazione e il dialogo tra edificio e Smart Grid.

- per la categoria Timely, rivolta alle aziende che dimostrano una spiccata attitudine a sviluppare prodotti e sistemi in grado di rispondere tempestivamente e concretamente ad esigenze estremamente attuali ed emergenti, il premio va all’azienda Blumatica Srl per il prodotto “BLUMATICA EGE”. Viene premiato un prodotto che costituisce uno strumento operativo per il progettista. Blumatica EGE consente di gestire in maniera semplice e professionale tutte le problematiche connesse alla progettazione del risparmio energetico degli edifici, sia in fase di verifica dei requisiti minimi di legge, sia per la progettazione e l’individuazione della soluzione tecnico-economica ottimale tra diverse possibili alternative.

- per la categoria Widespread, dedicata alle aziende che hanno sviluppato e commercializzato prodotti e sistemi altamente competitivi, dimostrando la capacità di incontrare e soddisfare le necessità di ampie fasce di utenti, ottenendo una larga diffusione sul mercato, il premio va all’azienda Clivet SpA per il prodotto “SPHERA”. Viene premiata la versatilità del prodotto, adattabile a mutevoli condizioni e con la garanzia di soddisfare diverse esigenze impiantistiche e applicative in termini di ingombro, comfort, potenza termica e frigorifera, oltre alla possibilità di integrazione con differenti fonti di energia.

Il Premio Absolute, che identifica il vincitore assoluto di questa edizione, spetta al prodotto “NOW – SMART RADIATORS SYSTEM” di Irsap SpA.

Sono state, infine, assegnate tre menzioni speciali alle aziende:

 

- Wallnofer Srl per il prodotto ‘WALLTHERM’ 

- L’Isolante Srl per il prodotto ‘REVERSO’ 

- STS Polistiroli Srl per il prodotto ‘ReLife 36’

 

Promuovere e valorizzare l'innovazione per migliorare il settore della sostenibilità nell’ambiente costruito: questo l'obiettivo del Klimahouse Trend, iniziativa di Fiera Bolzano nell'ambito di Klimahouse 2018, fiera internazionale per l'efficienza energetica e il risanamento in edilizia (Bolzano, 24-27 gennaio).

Giunto alla sua ottava edizione, Klimahouse Trend si conferma come un riconoscimento di grande successo, da sempre organizzato con partner di primo piano. Novità di questa edizione, la prestigiosa collaborazione tra Fiera Bolzano e il Politecnico di Milano, tra i più importanti poli universitari al mondo, a conferma della crescente autorevolezza a livello internazionale del premio.

In linea con la filosofia del Klimahouse Trend, Fiera Bolzano ha selezionato una giuria d'eccezione composta da autorevoli esperti del settore energia-edificio-ambiente, impegnati in progetti di ricerca e sviluppo e realizzazioni di portata internazionale: Ulrich Klammsteiner, Responsabile tecnico dell’Agenzia CasaClima, Andrea Gasparella, Professore della Libera Università di Bolzano, Claudio Lucchin, di Claudio Lucchin & Architetti Associati, e Wolfram Sparber, Direttore dell'Institute of Renewable Energy - EURAC Research.

Presidente della Giuria, Federico Butera, Professore Emerito del Politecnico di Milano, affiancato dal coordinatore dell'iniziativa, Niccolò Aste, Professore ordinario del Dipartimento di Architettura, Ingegneria delle Costruzioni e Ambiente Costruito.

 

 

 

KLIMAHOUSE LIVE on:

Web: http://www.fierabolzano.it/klimahouse/ 

Photo Gallery: http://www.fierabolzano.it/klimahouse/mediateca.htm

Twitter: #klimahouse @klimahouse

Facebook: #klimahouse @FieraBolzanoMesseBozen

Facebook Klimahouse Event: https://www.facebook.com/klimahouse/ 

Instagram: https://www.instagram.com/fieramesse/

You Tube Canale: https://www.youtube.com/user/fierabolzano

You Tube Playlist Klimahouse: https://www.youtube.com/playlist?list=PL8ADD888681B930B0


A Klimahouse l’innovazione si tocca con mano!

Alla scoperta dei più virtuosi edifici dell'Alto Adige

Come si vive in una CasaClima? L’Alto Adige punta i riflettori sui recenti edifici virtuosi della regione in cui la natura si incontra con il design e con l’efficienza energetica. Per scoprire il ‘dietro le quinte’ dei progetti altoatesini e delle più moderne alternative economiche e tecniche in edilizia, Klimahouse, fiera internazionale per l'efficienza energetica e il risanamento in edilizia, offre un ricco programma di visite guidate tra scuole, condomini in edilizia sociale, biblioteche e masi. Per progettisti, architetti, energy manager o privati, l'appuntamento con le ultime tendenze del settore è a Fiera Bolzano dal 24 al 27 gennaio 2018.  

Quali sono i benefici di una CasaClima? Quanto conviene in termini di efficienza energetica e di risparmio in bolletta? Energia e comfort vanno di pari passo? Qual è il valore di un edificio virtuoso per un minore impatto sul clima? L’Alto Adige, regione all’avanguardia nell’ambito della sostenibilità, offre un ampio ventaglio di esempi: dal settore pubblico a quello privato, dall'edilizia scolastica a quella storica e residenziale.

Per entrare nel vivo delle scelte costruttive e per ‘toccare con mano’ gli edifici progettati secondo i criteri CasaClima, Klimahouse, fiera di riferimento a livello internazionale per il settore, offre un articolato programma di Enertour, visite guidate per un viaggio alla scoperta dell'edilizia più sostenibile dell'Alto Adige in compagnia di proprietari e progettisti.

Esempi concreti di applicazioni, in cui Architettura, Energia e Design si fondono con processi di digitalizzazione del cantiere, biblioteche, sopraelevazioni, masi ed edifici sotto tutela storica riqualificati con originalità nel segno della tutela del territorio, del design e della tradizione, e, ancora, esempi di edilizia scolastica, con uno School Building Tour dedicato. Per una panoramica completa sulle potenzialità del settore, gli Enertour di Klimahouse mostrano anche esempi di condomini IPES (Istituto per l'edilizia Sociale della Provincia Autonoma di Bolzano), come il Progetto Sinfonia, progetti ai piedi delle Dolomiti che mettono al centro il rapporto Architettura, Montagna e Design, strutture realizzate secondo il protocollo ClimaHotel e il nuovissimo Parco Tecnologico NOI come caso studio per l'applicazione di tecnologie digitali. Inoltre, per la prima volta, Klimahouse propone un enertour che si svolge in realtà aumentata grazie all’ausilio di strumenti sviluppati dal progetto FSER-GREENKIS. Si tratta dell’enertour 6, che verte sul tema del bilanciamento idraulico degli impianti che garantisce risparmi energetici e alta efficienza.

 

Per iscriversi ai tour e per maggiori informazioni: http://bit.ly/2A9kZu4 

 

Concorso di idee per scuole: La creatività come linguaggio universale

L’inclusione sociale è al centro di un concorso di idee per l’anno scolastico in corso. Classi delle scuole medie, superiori e professionali possono iscriversi fino al 2 febbraio. I progetti realizzati saranno presentati a Kreativ 2018, in programma dal 14 al 16 settembre a Fiera Bolzano.

“Se riusciamo a far crescere le potenzialità espressive e le capacità di osservazione e relazione delle persone in generale, con tutte le loro diverse abilità, si può riuscire a vivere un’esperienza cognitiva finalizzata all’integrazione, dove le contaminazioni culturali e sociali non possono che giovare a comunicare con un linguaggio universale, in cui le differenze diventano ricchezze”, così le artiste Elisabetta e Daniela hanno spiegato il tema dell’iniziativa alla scorsa edizione di Kreativ. Su suggerimento delle due creative di Vicenza è nato il concorso di idee per scuole, promosso da Fiera Bolzano in collaborazione con l’Area innovazione e consulenza del Dipartimento Istruzione e Formazione della Provincia Autonoma di Bolzano.

L’obiettivo è quello di sensibilizzare i ragazzi all’inclusione sociale, un tema di grande importanza ed attualità. Gli scolari saranno chiamati a confrontarsi intensamente sui temi della creazione e dello scambio comune con i loro compagni. La fantasia in fondo non conosce confini e la creatività è un linguaggio universale, con cui si possono esprimere sentimenti e pensieri superando barriere culturali e linguistiche. “Crediamo che da un mix di vari elementi nasca qualcosa di diverso e che ogni elemento sia necessario. Il contributo e la condivisione di tutti gli elementi di una classe porterà a qualcosa di nuovo ed innovativo. Abbiamo pensato alle scuole in modo che fin da piccoli i bambini vengano educati a condividere, a essere curiosi e a conoscere le differenze di ciascuno, non fermarsi all’aspetto fisico e quindi non avere paura di ciò che è diverso. Perché la diversità deve essere vista come una ricchezza e non come un limite”, sottolinea Daniela.

Il compito dà ampio spazio alla fantasia: si tratta di realizzare un’opera che dia una forma alla parola inclusione. Il progetto può essere presentato sotto forma di un oggetto di diversi materiali, oppure come performance, spot radiofonico o videoclip. La visita di una struttura sociale a loro scelta aiuterà gli alunni a raccogliere impressioni e informazioni. Fino al 6 giugno le classi delle scuole medie, superiori e professionali (escluse quelle dell’ultimo anno) potranno inviare ciascuna un progetto. La presentazione finale e la premiazione dei tre progetti selezionati si svolgerà il 14 settembre in occasione dell’ottava edizione del salone della manualità creativa, della decorazione e del fai da te a Fiera Bolzano.

Informazioni dettagliate e il modulo d’iscrizione sono disponibili online.

Meteo

 
Read more

Avviso

FAIRGUIDE.COM , EXPO-GUIDE.COM, EVENT-FAIR, BUILDTEC MARKET.COM e INTERNATIONAL FAIRS DIRECTORY

Attenzione

Invitiamo i nostri espositori a fare ATTENZIONE a proposte inviate da FAIRGUIDE.COM, EXPO-GUIDE.COM, EVENT-FAIR e BUILDTEC MARKET.COM per l'inserimento nei relativi annuari