Fiera Bolzano
Share |

Energia per la vita

Ultime news

Agridirect: La nuova rassegna sulla vendita diretta di prodotti agricoli e artigianali

AGRIDIRECT
Gli agricoltori e le piccole aziende artigianali che vendono direttamente i propri prodotti - genuini e di qualità indiscussa – riscuotono sempre più favori e interesse fra i consumatori, e sono un fenomeno di mercato in continua crescita. Ora avranno finalmente anche una loro fiera specializzata. Con la rassegna Agridirect, Fiera Bolzano lancia un altro dei suoi progetti all’avanguardia, con una formula unica pensata appositamente per tutto l’arco alpino e i territori limitrofi.La Fiera specializzata Agridirect è l’unica in Italia pensata e realizzata per chi opera nella vendita diretta di prodotti agricoli e artigianato tradizionale. Partendo da analisi di mercato approfondite, e coinvolgendo attivamente le organizzazioni di categoria locali e nazionali, gli organizzatori hanno creato a una formula fieristica innovativa, integrandola fin dall’inizio con un programma molto fitto di manifestazioni di contorno ed eventi formativi.Stando ... Continua
Agridirect: La nuova rassegna sulla vendita diretta di prodotti agricoli e artigianali

Gli agricoltori e le piccole aziende artigianali che vendono direttamente i propri prodotti - genuini e di qualità indiscussa – riscuotono sempre più favori e interesse fra i consumatori, e sono un fenomeno di mercato in continua crescita. Ora avranno finalmente anche una loro fiera specializzata. Con la rassegna Agridirect, Fiera Bolzano lancia un altro dei suoi progetti all’avanguardia, con una formula unica pensata appositamente per tutto l’arco alpino e i territori limitrofi.

La Fiera specializzata Agridirect è l’unica in Italia pensata e realizzata per chi opera nella vendita diretta di prodotti agricoli e artigianato tradizionale. Partendo da analisi di mercato approfondite, e coinvolgendo attivamente le organizzazioni di categoria locali e nazionali, gli organizzatori hanno creato a una formula fieristica innovativa, integrandola fin dall’inizio con un programma molto fitto di manifestazioni di contorno ed eventi formativi.

Stando ai dati ufficiali, in Italia figurano più di 1.620.000 aziende agricole, di cui più di 63.000 vendono direttamente ai consumatori e 21.000 operano nell’agriturismo. Nella sola regione Trentino-Alto Adige le aziende agricole sono più di 36.000, e circa i due terzi dei loro titolari devono svolgere attività accessorie per integrare il proprio reddito. Agridirect si rivolge proprio a questa categoria, oltre ai gestori di locande e mescite rurali, e ai piccoli produttori artigianali.

Il fatto che il gradimento e la domanda di prodotti agricoli acquistati direttamente in fattoria stia aumentando costantemente, dimostra che i consumatori apprezzano sempre di più ciò che è prodotto nel proprio territorio e da aziende conosciute, e che per avere queste garanzie sono anche disposti a pagare un prezzo più alto. Questo dato che emerge sempre più chiaramente dalle statistiche, è la prova inconfutabile che si tratta di un mercato con grandi potenziali di crescita. La rassegna specializzata Agridirect vuole quindi cogliere le opportunità di questo settore economico in forte espansione, mettendo a disposizione dei suoi protagonisti una piattaforma ritagliata su misura sulle loro esigenze, che agevoli lo scambio d’idee, l’innovazione e l’avvio di nuovi contatti commerciali.

„Le grandi tendenze che stiamo osservando – afferma Hans J. Kienzl, addetto al marketing del „Gallo Rosso“ in seno all’Unione coltivatori diretti dell’Alto Adige – hanno sostanzialmente due nomi: territorialità e sostenibilità. La nuova fiera specializzata Agridirect è una proposta concreta che aiuta gli agricoltori a produrre e vendere bene prodotti di alta qualità“.
Inoltre, la sede di Bolzano per lo svolgimento di questa rassegna non potrebbe essere più azzeccata: l’Alto Adige, infatti, è noto da anni a livello internazionale per i suoi prodotti d’eccellenza e per la capacità di promuoverli e consolidarli sul mercato. Inoltre, grazie alla conoscenza diretta e vissuta di due lingue e due culture, questa terra a Sud del Brennero svolge da sempre un ruolo essenziale di collegamento fra l’Italia e i paesi che s’affacciano da Nord sull’arco alpino, ed è dunque il punto ideale da cui spiccare il balzo verso mercati nuovi.

Gli organizzatori stanno mettendo a punto un programma ambizioso di manifestazioni di contorno, con seminari e presentazioni su prodotti, conferenze, convegni, degustazioni, incontri interattivi, premiazioni e concorsi, ma anche escursioni e visite ad aziende modello e destinazioni turistiche. Del resto, il fatto che ogni rassegna fieristica sia calata in un programma specifico di formazione e informazione è da molti anni un pregio assai apprezzato tanto dagli espositori quanto dai visitatori delle manifestazioni di Fiera Bolzano, che ne fa un proprio punto di forza e al tempo stesso un fiore all’occhiello da mostrare con orgoglio.

I settori espositivi sono assai articolati e abbracciano tutti i prodotti e i servizi che interessano i visitatori: attrezzature per l’azienda agricola e il punto vendita, produzione e trasformazione dei prodotti, sicurezza e abbigliamento da lavoro, igiene e confezionamento, stoccaggio e vendita in fattoria. Ovviamente non mancheranno gli stand delle associazioni di categoria e delle istituzioni competenti. Per tutti, l’appuntamento è dal 27 al 29 febbraio 2016 alla prima edizione di Agridirect, nei padiglioni di Fiera Bolzano.

Per saperne di più, consultare il sito www.agridirect.it

Illustre Membro del Consiglio di Amministrazione

NEWS ISTITUZIONALI
Reinhard Schäfers, Ambasciatore della Repubblica Federale Tedesca in Italia, è stato eletto il 28 aprile Membro del Consiglio di Amministrazione della Fiera Bolzano. Questo fatto non ha precedenti nella storia della Fiera Bolzano e potrebbe infatti rappresentare un caso unico al mondo. Schäfers, che ha di recente partecipato al primo incontro del Consiglio di Amministrazione, si è reso disponibile per rispondere ad alcune domande. Fiera Bolzano: Qual è stato il motivo decisi ... Continua

Illustre Membro del Consiglio di Amministrazione

Reinhard Schäfers, Ambasciatore della Repubblica Federale Tedesca in Italia, è stato eletto il 28 aprile Membro del Consiglio di Amministrazione della Fiera Bolzano. Questo fatto non ha precedenti nella storia della Fiera Bolzano e potrebbe infatti rappresentare un caso unico al mondo. Schäfers, che ha di recente partecipato al primo incontro del Consiglio di Amministrazione, si è reso disponibile per rispondere ad alcune domande.

Fiera Bolzano: Qual è stato il motivo decisivo che l’ha spinto ad accettare la nomina al Consiglio di Amministrazione della Fiera Bolzano?
Reinhard Schäfers: Fra due mesi compirò sessantacinque anni e mi ritirerò dalla carica di Ambasciatore. Da qualche tempo stavo quindi cercando un’occupazione che potesse essere stimolante per questa nuova fase della mia vita. Nel corso dei miei incarichi a Kiev, Parigi e Roma nelle vesti di ambasciatore bilaterale ho avuto molto a che fare anche con il business, un settore che mi sta molto a cuore. Per questo, un’occupazione in tale area di attività mi è parsa particolarmente interessante. Mentre mi trovavo a Roma, alcuni politici dell’Alto Adige mi hanno avvicinato e proposto di entrare nel Consiglio di Amministrazione della Fiera Bolzano, con la finalità di rafforzare la sua dimensione internazionale. Negli ultimi quindici anni ho trascorso qui tutte le mie vacanze estive e grazie ai contatti con tante persone locali, ho imparato a conoscere e apprezzare l’Alto Adige. 

Quale contributo sarà in grado di dare nell'ambito del Consiglio di Amministrazione, in virtù dei Suoi tanti anni di esperienza all’estero e nel servizio diplomatico?
Questo resta ancora da vedersi in dettaglio. Ma con trentotto anni di esperienza professionale in tutta Europa, posso offrire una certa conoscenza delle questioni internazionali, ed essere quindi in grado di semplificare e sostenere la cooperazione e i contatti internazionali. Inoltre, conosco personalmente figure politiche, del mondo del business e di rilevanza sociale.

Nelle Sue vesti di Ambasciatore della Repubblica Federale Tedesca in Italia (e precedentemente in altri Paesi), si è sempre fatto carico di un ruolo di intermediario fra culture differenti. Anche la Fiera Bolzano richiederà nel modo più tradizionale un ruolo di questo genere. Che cosa trova di speciale in questo incarico? Che cosa spera di realizzare in questo ruolo?
In verità, una regione isolata, e per di più montagnosa, come quella di Bolzano si è sempre contraddistinta come una regione svantaggiata. Non è così invece nel caso dell’Alto Adige, grazie alla connessione Nord-Sud che da tempo immemorabile attraversa questa provincia. Questo fatto geografico e geopolitico non è più di rilevanza periferica in un’Europa che sta diventando sempre più unita. Al contrario: oggi, la posizione al confine fra culture ed economie diverse gode di una qualità unificante. Di conseguenza, tutto ciò che ha luogo e viene messo in moto qui può verificarsi solo nel contesto dell’Europa. L’Alto Adige è noto per la sua capacità di fare uso di questa speciale posizione, e può essere considerato, nel complesso, un grande successo.

Secondo Lei, qual è la particolarità della Fiera Bolzano?
La Fiera Bolzano è una struttura relativamente piccola rispetto ad altri centri espositivi, ma poiché si trova su un’antica rotta commerciale può attingere a un grande passato. Grazie alla sua posizione, la città di Bolzano ha sempre rivestito uno speciale ruolo di intermediaria fra culture e mentalità. Questo ruolo importantissimo rivestito dalla città viene riflesso anche nell’istituzione della fiera che, da parte sua, facilita concretamente la comunicazione fra diversi importanti protagonisti.

Secondo Lei, quali settori commerciali hanno il potenziale di diventare soggetti espositivi nelle fiere commerciali?
Credo che i concetti che sono stati sviluppati in fiera negli ultimi decenni, che corrispondono poi alle competenze centrali dell’Alto Adige, siano ormai molto consolidati. Ciò che occorre fare adesso è svilupparli ulteriormente e ampliarli, e poi, come è già in parte successo, aprire nuovi mercati.


Reinhard Schäfers (nato il 27 maggio del 1950) è un diplomatico tedesco. Dal 2012 è Ambasciatore in Italia. Sposato, con due figli, oltre al tedesco ha una buona padronanza di inglese, francese, italiano e russo. Laureato in legge, ha superato nel 1972 il suo primo esame statale per l’iscrizione all'albo degli avvocati e nel 1975 il secondo. Dopo un internato dal 1975 al 1976 presso l’École nationale d’administration (ENA) di Parigi, nel 1977 è entrato nel programma di formazione professionale per il servizio diplomatico di grado superiore.
La sua carriera professionale ha avuto inizio nel 1979 nel ruolo di secondo segretario nell’Ufficio degli affari economici del Ministero degli Affari Esteri tedesco. Dal 1979 al 1982 è stato Console presso l’Ambasciata tedesca a Praga, nell’era della Repubblica Socialista Cecoslovacca. Dal 1982 al 1985 è stato Rappresentante Permanente presso l’Ambasciata tedesca a Mogadiscio, in Somalia. Dal 1985 al 1988 ha rivestito nella Cancelleria federale tedesca il ruolo di consulente nell’ambito delle questioni relative ai rapporti fra Oriente e Occidente, del disarmo e della politica di sicurezza. Dal 1988 al 1991, è stato consulente d’ambasciata presso l'Ambasciata tedesca a Mosca nonché responsabile delle relazioni fra Germania e Unione Sovietica, e della politica estera e di sicurezza. Nel 1991 e nel 1992 ha lavorato nell’ufficio per l’Unione Sovietica presso il Ministero degli Affari Esteri tedesco, e dal 1992 al 1998 ha diretto l’ufficio per l’Europa Centrale, Orientale e Sud-orientale presso la Cancelleria federale tedesca sotto Helmut Kohl. A partire dal 1998 è stato inviato dell’Ambasciata tedesca a Parigi, e nel 2000 è stato nominato Ambasciatore e Rappresentante Permanente della Repubblica Federale Tedesca per l’Unione europea occidentale. Dal 2001, è stato Ambasciatore e Rappresentante della Repubblica Federale Tedesca nel comitato per la politica e la politica di sicurezza dell’Unione Europea, e dal 2006 è stato Ambasciatore della Repubblica Federale Tedesca a Kiev. Dall’agosto del 2008 fino al 2012 è stato Ambasciatore della Repubblica Federale Tedesca a Parigi.

Assemblea Soci con nuove elezioni e numeri record per Fiera Bolzano

NEWS ISTITUZIONALI
Questa mattina si è riunito il Consiglio di Amministrazione di Fiera Bolzano Spa che ha appro ... Continua

Assemblea Soci con nuove elezioni e numeri record per Fiera Bolzano

Questa mattina si è riunito il Consiglio di Amministrazione di Fiera Bolzano Spa che ha approvato un bilancio 2014 da record con un volume di affari di oltre 10 milioni ed un utile lordo di quasi 1 milione di euro. Il Cda è stato seguito dall’Assemblea dei Soci che ha eletto il nuovo Presidente di Fiera Bolzano Spa: Armin Hilpold è il successore di Gernot Rössler, affiancato da Arrigo Simoni riconfermato in veste di Vicepresidente.

Nonostante la situazione economica non del tutto favorevole e in particolare rispetto ad le altre situazioni fieristiche italiane, l’esercizio 2014 di Fiera Bolzano chiude con numeri record, con un volume di affari di oltre 10 milioni ed un utile lordo di quasi 1 milione di Euro. Sono da record infatti sia il fatturato che il risultato, al lordo imposte e ammortamenti, di circa 2,4 milioni di Euro. Fiera Bolzano ha organizzato nel 2014 diciotto fiere, di cui quattro realizzate fuori sede. A queste si aggiungono dodici manifestazioni di terzi che si sono svolte nel quartiere fieristico bolzanino. Sono stati 3.200 gli espositori presenti alle diverse manifestazioni in calendario e circa 230.000 i visitatori da tutta Italia solo per le manifestazioni organizzate direttamente. Il Presidente Rössler si è complimentato  con il Cda e ha ringraziato, inoltre, per il lavoro svolto anche il Presidente del Collegio dei Revisori. “In questi anni la Fiera mi è stata sempre molto a cuore”, commenta Gernot Rössler: “sono contento e mi ritengo fortunato di aver potuto partecipare alla crescita e allo sviluppo di questa importante società altoatesina”.

Subito dopo il Consiglio di Amministrazione si è svolta l’Assemblea dei Soci di Fiera Bolzano con l’elezione del nuovo Cda. A succedere a Gernot Rössler, dopo oltre 24 anni di presidenza, è Armin Hilpold, dottore commercialista e revisore contabile specializzato nel campo del diritto societario, diritto tributario, in materia di bilancio, finanziamenti ed investimenti e della consulenza nell’ambito di costituzioni di società, fusioni e acquisizioni ed operazioni di private equity. Armin Hilpold ha studiato economia aziendale all’Università di Innsbruck (Austria) e alla University of Notre-Dame (Indiana/USA). È iscritto all'Albo dei Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili della Provincia di Bolzano/Alto Adige (Italia) dall'anno 2007. Dall’anno 2009 Armin Hilpold è partner dello studio BUREAU PLATTNER e prima del suo ingresso ha lavorato, per diversi anni, nel reparto M&A della banca d’affari Lehman Brothers a Londra.

Ad affiancarlo in veste si Vicepresidente è Arrigo Simoni, riconfermato in questa funzione che ricopre dal 2009. Riconfermata anche Heidi Röhler. La Camera di Commercio ha designato Sandro Pellegrini, rappresentante dell’industria. Il Comune di Bolzano designerà il Sindaco, mentre come rappresentante della Regione è stato designato l’ambasciatore Reinhard Schäfers, che con la sua pluriennale esperienza in affari esteri potrà supportare l’internazionalizzazione di Fiera Bolzano Spa. Confermato il Presidente del Collegio dei Revisori nella persona di Ivano Morandini e come componente del Collegio dei Revisori Manfred Mayr, al posto di Anita Thöni è stata nominata Barbara Wielander.

Il Presidente Hilpold si è dichiarato soddisfatto dell’approvazione del Cda e della possibilità di poter iniziare l’attività in fiera dalla quale si aspetta grandi soddisfazioni: „Assumo questo incarico con grande onore ed entusiasmo. Fiera Bolzano deve continuare ad essere anche in futuro una importante piattaforma strategica per l’economia altoatesina a livello locale, nazionale ed internazionale”, ha dichiarato il nuovo Presidente Hilpold.

Il Presidente uscente è stato ringraziato dall’Assemblea con un lungo applauso.

Ottimo risultato anche per l’edizione 2015 di Tempo Libero

TEMPO LIBERO
Oltre 45.000 visitatori, hanno deciso di trascorrere il weekend del Primo Maggio ritagliandosi  ... Continua

Ottimo risultato anche per l’edizione 2015 di Tempo Libero

Oltre 45.000 visitatori, hanno deciso di trascorrere il weekend del Primo Maggio ritagliandosi  una visita in fiera per approfittare dell’offerta espositiva rappresentata dalle 383 aziende presenti, a conferma che il tempo libero è un bene sempre prezioso, da coltivare con cura.
 
La formula vincente della Tempo Libero, mix d’informazione, intrattenimento e possibilità d’acquisto, ha dato i suoi frutti anche in quest’edizione. Oltre 45.000 visitatori hanno apprezzato la vasta offerta di prodotti e novità presentati dai 383 espositori presenti in fiera, arricchita da Fiera Bolzano con un programma di eventi per tutta la famiglia e quest’anno in particolare per gli amati dello sport, wellness e fitness.

“Possiamo nuovamente essere soddisfatti del nostro risultato, sono venuti tanti visitatori come registravamo cinque anni fa”, afferma Reinhold Marsoner, Direttore di Fiera Bolzano, che vede in questa 39esima edizione di Tempo Libero, la chiusura dell’ultima fiera sotto la sua direzione: “questo ci conferma che il pubblico apprezza il fatto che manteniamo la tradizionale struttura di questa manifestazione con i settori vacanza, camping, giardino, sport e outdoor e la arricchiamo ogni anno con nuovi highlight, come quest’anno il primo wellness and fitness festival”, riassume Marsoner. 

Anche dall’indagine condotta su un campione di 1049 visitatori emerge che il nuovo settore “Alpine Fitness Festival” è davvero piaciuto con il 27% degli intervistati che l’hanno valutata l’attività più interessante di questa edizione, seguita dal salone delle auto “Cars and more” (24%), il percorso “riscopri la natura” ideato da AVS (21,5%) e il Freestyleshow con 18%.

Anche Run for a Smile by Juvenes, la mini corsa di 2 km per bambini e ragazzi sotto i 14 anni per sostenere il progetto  „Una speranza per tutti” a favore dei ragazzi dell’Etiopia, e quella per adulti di 10 km hanno avuto un buon successo con 120 partecipanti e 90 volontari che l’hanno organizzata. Il percorso tra il quartiere fieristico e il centro storico di Bolzano è piaciuto molto e in molti concorrenti hanno espresso il desiderio di partecipare nuovamente nel 2016.

Anche gli espositori sono rimasti particolarmente soddisfatti per il grande afflusso di pubblico.
Johann Troger di Looptown/Looptec afferma: “Abbiamo ricevuto tanti complimenti per lo stand e la nostra idea di un online shop a carattere regionale è stata accolta molto bene dai consumatori finali. In Alto Adige ci sono circa 120.000 online shopper ed in fiera abbiamo cercato di sensibilizzarli ad acquistare anche online prodotti locali, distribuendo loro buoni per l'acquisto online sulla nostra piattaforma. Vediamo poi che tasso di conversione avremo”.

Werner Schmid di Arge Oberbayerisches Alpenvorland ha sottolineato: „Molto contenti dell'afflusso e dell'interesse nei primi due giorni, sabato meno pubblico ma interesse comunque alto. E' la settima volta che partecipiamo a questa fiera, la quarta con una stand collettivo come questo. Per la nostra regione il mercato dell'Alto dige e del Nord Italia è il quarto mercato a livello mondiale e per questo non manchiamo di essere presenti a questo appuntamento”. 

Anche Laura Marchesi di Nuova Maril ha affermato: “Per noi Bolzano è sempre una bella piazza, abbiamo sempre un buon riscontro ed è per questo che siamo qui anche quest'anno. Grande afflusso di pubblico, per il riscontro sulla vendite si vedrà nelle prossime settimane ma i presupposti ci sono tutti”.

Di rilievo anche la positiva impressione complessiva della fiera da parte dei visitatori, che per quasi la metà (48,5%) afferma di essere un habitué e quindi di partecipare ogni anno: 98,0% ha dato una valutazione positiva della manifestazione dichiarandola “buona” (54,3%) o “molto buona” (33,7%), per il 10,2% l’impressione è stata soddisfacente.

Il 37,1% dei visitatori interpellati risiede nella città capoluogo, l’38,4% è giunto in Fiera dal resto del territorio provinciale, il 19,2% dalla Provincia di Trento, il 4% da altre regioni italiane e il resto dall’estero.

La data per la prossima Tempo Libero è già fissata, si svolge dal 22 al 25 aprile 2016.


Informazioni su: www.fierabolzano.it/tempolibero
Video: http://www.youtube.com/fierabolzano
Fiera Bolzano su facebook: http://www.facebook.com/FieraBolzanoMesseBozen
Fiera Bolzano su twitter: http://twitter.com/fieramesse

Prowinter si conferma un imperdibile appuntamento per professionisti del settore ‘sport invernali'

PROWINTER
Si è conclusa la quindicesima edizione della fiera b2b dedicata al noleggio e ai servizi per ... Continua

Prowinter si conferma un imperdibile appuntamento per professionisti del settore ‘sport invernali'

Si è conclusa la quindicesima edizione della fiera b2b dedicata al noleggio e ai servizi per gli sport invernali, organizzata a Bolzano dal 9 all’11 aprile. Grande apprezzamento e soddisfazione da parte di pubblico ed espositori. Prossima edizione in programma dal 6 al 8 aprile 2016.

La quindicesima edizione di Prowinter si è conclusa sabato a Bolzano, al termine di una tre giorni completamente dedicata alla presentazione delle ultime novità riferite al settore del noleggio e dei servizi per gli sport invernali, forum, dibattiti e premiazioni. 

“Prowinter ha registrato 5.400 visitatori, in linea con i risultati delle scorse edizioni, anche se quest’anno per motivazioni logistiche la fiera si è svolta di sabato, giornata un po anomala per Prowinter, dal prossimo anni la fiera ritornerà come sempre da mercoledì a venerdì,  – commenta Reinhold Marsoner, Direttore di Fiera Bolzano SpA – La nostra è una fiera ad alto profilo tecnico, per addetti del settore, con un’offerta espositiva unica nel suo genere in Europa. Riteniamo che il nostro prodotto sia stato definito in maniera molto precisa, e i nostri sforzi sono premiati dal fatto che gli espositori ci scelgono ogni anno; nonostante la crisi che investe oggi l’economia nazionale, questa fiera rimane un imperdibile appuntamento a fine stagione”.

Dall’indagine condotta da Fiera Bolzano su un campione di 277 visitatori di Prowinter, il 62,2% reputa  la fiera “buona” nel complesso, mentre il 20,7% la considera “molto buona” e il 95% afferma di voler ritornare alla prossima edizione. Il 60% degli intervistati dichiarano di essere assidui frequentatori della fiera nel corso delle sue edizioni e il 92,5% del campione ritiene ideale il periodo viene organizzata Prowinter; il 74% visita Prowinter per raccogliere informazioni su materiali, prodotti e novità del settore. Il 26% dei visitatori opera nel settore del noleggio e della manutenzione di attrezzatura sportiva, il 28% gestisce scuole di sci e snowboard, il 19% rappresenta sci/snowboard club, il 14% il settore del commercio di articoli sportivi. 

Come ogni anno Prowinter si conferma un imperdibile appuntamento per tutti gli operatori del settore invernale e questo è stato confermato dai numerosi atleti internazionali presenti come Tina Maze e Peter Fill, ma anche Federica Sosio ed Henri Battilani, dopo aver conquistato la medaglia d’oro – rispettivamente in superG ed in discesa - ai Campionati del Mondo Juniores. Significativa anche la visita del presidente della FISI, Flavio Roda e dal Presidente del CONI, Giovanni Malagò e interessante la presenza di Valerio Staffelli, inviato di punta di Striscia la Notizia, storico collaboratore della rivista Sciare Magazine e grande appassionato degli sport invernali dai più tradizionali al nuovo trend dello scialpinismo.

Ma la soddisfazione più grande la hanno avuta le 220 aziende espositrici, che durante i tre giorni di fiera hanno presentato ai visitatori i propri prodotti e le ultime novità del proprio settore di attività.

Alessio Meda, direttore generale Rossignol afferma: "Quest´anno abbiamo scelto di ampliare lo stand, quindi valorizzare ulteriormente la nostra presenza in fiera, per garantire una maggiore visibilità ai nostri marchi. Questo appuntamento ha una valenza strategica per il nostro business, specialmente in riferimento al mercato italiano perché è la fiera per eccellenza dedicata al b2b. In questi giorni abbiamo riscontrato un'affluenza significativa, rappresentata in particolare da operatori del settore e negozianti, provenienti da tutte le regioni d'Italia".

Francesco Raffaelli, responsabile commerciale Adidas Eyewear ha detto: "Prowinter è un appuntamento immancabile per il settore business della montagna, l'unico di riferimento a livello b2b. Certamente il valore aggiunto di questa fiera è la possibilità di raggiungere il nostro target di riferimento, il pubblico degli operatori finali".

Marco Ricchini, responsabile commerciale VIST è rimasto molto soddisfatto: "Un'occasione unica per incontrare le categorie degli sci club e dei maestri di sci che garantisce sempre interessanti contatti commerciali in vista della prossima stagione. È proprio durante Prowinter, infatti, che chiudiamo gli ultimi ordini d'acquisto. La novità che abbiamo voluto proporre per quest'anno è stata la sfilata di apertura sul palco del Prowinter Forum, un'iniziativa che è piaciuta molto alla nostra clientela e che ci ha permesso di valorizzare ulteriormente i capi di abbigliamento il esposizione presso il nostro stand. Benvenga, quindi la possibilità di promuovere ulteriormente la nostra collezione tramite l'organizzazione di iniziative collaterali". 

Christian Thaler, General Manager di Wintersteiger per il noleggio ha affermato: "Prowinter è una fiera strategica per il nostro business perché ci permette di incontrare direttamente la nostra clientela offrendo loro la possibilità di testare dal vivo la qualità dei nostri servizi. Se da un lato, infatti, negli ultimi anni il mercato del noleggio si è stabilizzato è altrettanto vero che ora il settore impone la capacità di customizzare il servizio. Queste piattaforme rappresentano quindi un momento fondamentale per incontrare il clienti ma soprattutto presentare le ultime novità in produzione. Tra i contatti raccolti in fiera numerosi riscontri da tutto l'arco alpino, molti provenienti dall'Italia, ma anche da Austria e Germania".    

Stefano Bovolon, Business Unit Manager Active Sport di Oberalp SpA/AG dichiara: "Prowinter si colloca in momento strategico perché mantiene un'importante legame con la stagione invernale appena conclusa, oltre ad essere un riferimento assoluto per il mercato nazionale. Il pubblico di riferimento è molto specializzato, numerosi i contatti nel settore retail, tra gli sci club, gli allenatori e i maestri delle discipline invernali".  

Eddy Guitto, Tecnico e commerciale di Montana Italia ha detto: “Quest’anno abbiamo assistito ad un incremento dei clienti provenienti da Centro e Sud Italia: è una tendenza che dipende probabilmente dall’aumento di precipitazioni nevose anche in queste zone del Paese. Prowinter per noi continua ad essere  un appuntamento di riferimento  poiché  ci consente di incontrare un pubblico professionale altamente interessato".

Fabrizio Zotta, Sales Manager CMP, brand di F.lli Campagnolo Spa, per la prima volta a questa fiera: "Per noi è stata la prima volta a Prowinter ma torneremo sicuramente perché si tratta di un appuntamento unico nel suo genere dove abbiamo potuto incontrare esattamente il nostro target di riferimento, ovvero  scuole di sci, sci club e, in generale, utilizzatori professionali provenienti da tutta Italia – compresi Centro e Sud - a cui abbiamo presentato in anteprima la linea CMP Team Wear che ha raccolto un grande apprezzamento".

Werner Geier, titolare di Geier Diffusion afferma: “Sono molto soddisfatto della tre giorni di fiera, a cui partecipo sin dalla prima edizione. Si tratta di un contenitore dove concludiamo sempre ottimi affari. Abbiamo ricevuto clienti da diverse zone del Paese: la maggior parte dal Trentino Alto Adige ma non sono mancati operatori dall’Emilia Romagna, dalla Liguria, dal Piemonte. Tutti si sono dimostrati molto interessati alle nostre novità, realizzate nell'ottica di massima personalizzazione del prodotto, come il casco Jakk con sistema Octoplus e la maschera Kakk con sistema “Take off”".

Kurt Ladstätter, amministratore delegato di Rent and Go è entusiasta: “Prowinter è l'appuntamento in assoluto più importante del settore. Il noleggio in Italia ha ormai raggiunto quota 40%, con punte del 70% nelle località per famiglie, dove ci sono molti bambini. In questi tre giorni, come ogni anno, abbiamo raccolto buonissimi contatti. Tutti quelli che hanno visitato il nostro spazio espositivo erano altamente interessati ai nostri prodotti, anche perché rappresentano il top di gamma di tutti i brand. Abbiamo ricevuto visitatori da tutta Italia anche se auspichiamo, per i prossimi anni, più operatori da Austria e Svizzera". 

Alessandro Manfrin di KTM Bikes (fornitore di Rent and Go) ha evidenziato anche le criticità per il suo settore: “La Fat Bike, concepita per andare sulla neve o su altri terreni difficili come fango o sabbia, si sta diffondendo anche in Italia. Il noleggio delle bici per cicloturismo è attualmente meno sviluppato rispetto ad altri Paesi come l'Austria. Il problema è legato molto alla carenza di infrastrutture adeguate nel nostro Paese; per stimolare il mercato ci vorrebbe sicuramente una maggiore capillarità di piste ciclabili, che ad oggi non c'è. In tema di racing, invece, registriamo segnali positivi in quelle località che si sono attrezzate con piste da downhill, come Andalo o San Martino di Castrozza".

Avvisi

Invitiamo i nostri espositori a fare attenzione a proposte inviate da Fairguide.com e Expo-guide.com per l'inserimento nei relativi annuari: maggiori informazioni.

La nostra energia pulita  

Potenza nominale in uscita
- 945.76 kWp
Energia generata
- 1468527.89 kWh
CO2 risparmiata
- 875242.62 kg

Eventi a Bolzano  

Meteo  

Follow us on  

Fiera Bolzano Messe Bozen on Facebook Fiera Bolzano Messe Bozen on LinkedIn Fiera Bolzano Messe Bozen on Twitter Fiera Bolzano Messe Bozen on Youtube Our NEWSLETTER

Fiera Bolzano Spa Piazza Fiera 1, I - 39100 Bolzano • tel: +39 0471 516000 • fax: +39 0471 516111 • info@fierabolzano.itfieramesse.bz@pec.it • P.IVA 00098110216 • copyright
Registro Imprese Bolzano nr. 00098110216 • Capitale Sociale interamente versato 23.000.000 • Informativa privacyPrivacy policyWeb Partner