Menu
  Chi siamo > La fiera

FIERA BOLZANO

PUNTO D'INCONTRO TRA NORD E SUD

Fiera Bolzano è collocata in posizione ideale al centro dell'Arco Alpino, in una regione bilingue e funge
da punto d'incontro tra le aziende provenienti dalle zone di lingua tedesca del Nord Europa e quelle
di lingua italiana.

 

Perché visitare

Le nostre manifestazioni si concentrano principalmente su tematiche in cui sono forti e riconosciute a livello nazionale e internazionale le competenze economiche di Alto Adige e Trentino. I settori sono il turismo e l'ospitalità, gli sport invernali e la tecnologia alpina, l'agricoltura, l'edilizia e la mobilitá sostenibile e le energie rinnovabili.

 

 

 

Read more

Perché esporre

Con le nostre fiere specializzate rappresentiamo un importante punto d'incontro tra le aziende italiane e quelle dell'area di lingua tedesca dei paesi vicini, garantendo ad entrambe un ingresso su un mercato importante e permettendo loro di raggiungere il giusto target.

 

 

Read more

News

Turismo e mobilità: un binomio inscindibile

HOTEL

„Possibilità per lo sviluppo turistico e la mobilità nella zona alpina” è il tema del primo Euregio Turism Summit che si svolge in occasione di Hotel, la fiera di riferimento per hotellerie e ristorazione nell’a ...

Read more

KlimahouseCamp: condivisione dei temi ambientali con l'innovazione al centro

KLIMAHOUSE

Si è svolta oggi a Milano la seconda edizione del KlimahouseCamp, la piattaforma dedicata ai temi dell’ambiente, dell’efficienza energetica, della riqualificazione e della green technology promossa da Fiera Bolzano. Un format infor ...

Read more

Edilizia responsabile tra high e low tech

KLIMAHOUSE

Tra le molte sfide che il settore dell’edilizia è chiamato ad affrontare, quella di definire le nuove strategie per il futuro rappresenta il punto nodale. Il declino del settore degli ultimi anni si è arrestato e questo permette d ...

Read more

Domus Academy, il Politecnico di Milano e tre grandi incubatori europei

KLIMAHOUSE

Ecco la giuria del Klimahouse Startup Award «Nature of building, nature of living»: call aperta fino al 20 novembre. La finale si svolgerà il 26 gennaio a Bolzano nella seconda edizione del Klimahouse Innovation Days. Un premio per ...

Read more

Trentino Alto Adige: il gusto per l’ospitalità

HOTEL

Hotel, la fiera specializzata per hotellerie e ristorazione si svolge presso i padiglioni della Fiera di Bolzano da lunedì 16 a giovedì 19 ottobre 2017. Partecipano 500 aziende suddivise in sei aree tematiche: cucina e tavola, interni e ...

Read more

Entusiasmare il settore alberghiero e gastronomico per i prodotti locali

HOTEL

Il settore alimentare – e per la prima volta la gastronomia – nell’Unione si presenta alla Fiera Hotel 2017: Pasticceri, gelatieri, panificatori, Macellerie del Gusto e il Bar del futuro al centro dell’attenzione Anche quest ...

Read more

Rimodelliamo l’industria della mela

INTERPOMA

Le startup innovative del settore agricolo e della coltivazione delle mele possono candidarsi per la partecipazione all’Interpoma Innovation Camp 2017. I partecipanti avranno la possibilità di raccogliere idee ed esperienze, di creare si ...

Read more

Veneto e Alto Adige: eccellenze a confronto

HOTEL

Hotel, la fiera specializzata per hotellerie e ristorazione si svolge dal 16 al 19 ottobre 2017 con 500 aziende suddivise in sei aree tematiche: cucina e tavola, interni e decorazioni, costruire e rinnovare, wellness, management e comunicazione, gast ...

Read more

Gli autoctoni reagiscono meglio ai cambiamenti climatici

AUTOCHTONA

Attilio Scienza e Donato Lanati, importanti ed affermati studiosi di viticoltura ed enologia, sono concordi nel sottolineare il ruolo sempre più centrale dei vitigni autoctoni e la loro capacità di sapersi adattare alle mutate condizion ...

Read more

Kreativ è il trend

KREATIV

Il “fai da te” è in e lo conferma la settima edizione del Salone della manualità creativa, della decorazione e del fai da te, che si è svolto lo scorso fine settimana a Fiera Bolzano. Oltre 15.000 visitatori hanno par ...

Read more

Edilizia di qualità in Lombardia: ComoCasaClima fa il punto

COMOCASACLIMA

L'edilizia di qualità sostenibile in Lombardia è al centro della seconda edizione di ComoCasaClima powered by Klimahouse, manifestazione fieristica dedicata al risanamento e all'efficienza energetica dal 10 al 12 novembre a Lario Fiere. ...

Read more

Highlights Kreativ(i) 2017

KREATIV

La gioia del fai da te animerà dal 15 al 17 settembre il padiglione di Fiera Bolzano con oltre 120 espositori. Il ricco programma della settima edizione della fiera della manualità creativa, della decorazione e del fai da te promette di ...

Read more

Turismo e mobilità: un binomio inscindibile

„Possibilità per lo sviluppo turistico e la mobilità nella zona alpina” è il tema del primo Euregio Turism Summit che si svolge in occasione di Hotel, la fiera di riferimento per hotellerie e ristorazione nell’arco alpino, lunedì 16 ottobre 2017, con la presenza di tre rappresentanti di alto rango dell’Euregio Tirolo-Alto Adige-Trentino: i due Presidenti Arno Kompatscher e Ugo Rossi e Mario Gerber della Camera di Commercio del Tirolo.

Non può esistere turismo se non c’è spostamento: un viaggiatore è, per definizione, una persona che si muove e si sposta e quindi la mobilità è una condizione imprescindibile affinché il turismo esista. La fiera Hotel ha intercettato questa tematica e la vuole mettere al centro dell'attenzione con il primo Euregio Turism Summit intitolato „Possibilità per lo sviluppo turistico e la mobilità nella zona alpina”. 

Nell’incontro si parlerà di che cosa dovrà essere fatto per rendere una destinazione turistica attraente anche in futuro. Quali sono i punti nei quali è necessario che ci sia una collaborazione tra partner e concorrenti, per rendere il soggiorno degli ospiti un esperienza unica? Quali sono i campi nei quali è possibile che le destinazioni turistiche collabirono con i diversi marchi e valori di un luogo? Queste e molte altre domande verranno discusse lunedì, 16 ottobre dalle ore 9.00 alle ore 11.15 presso il MEC - Meeting Event Center Südtirol Alto Adige dai tre presidenti: Arno Kompatscher, Presidente della Provincia Autonoma di Bolzano, Ugo Rossi, Presidente della Provincia Autonoma di Trento e Mario Gerber, Presidente della sezione albergatori della Camera di Commercio del Tirolo in Austria.

„Turismo e mobilità sono due settori molto importanti che dobbiamo cercare di connettere ed armonizzare sempre più all’interno dell’Euregio“, spiega il Presidente della Giunta Provinciale, Arno Kompatscher. „L‘Euregio Tourism Summit rappresenta una buona possibilità, per guardare più da vicino le sfide comuni. “

Gli interventi di punta saranno quello di Herrmann Pengg, Head of Audi AG’s Renewable Fuel Department AUDI, Germania, che ci parlerà di “Mobilità 2050” e quello di Sabine Wagner, Mobility Concepts and Infrastructure, Fraunhofer IAO, Germania, sulle perspettive per una mobilità sostenibile: Come possono avere successo i territori rurali puntando su concetti di mobilità elaborati. L’introduzione e la moderazione è a cura del Prof. Dr. Harald Pechlaner, direttore dell’istituto per lo sviluppo regionale EURAC di Bolzano, professore all’Università Cattolica di Eichstätt-Ingolstadt, Germania.

 

A chiusura dei lavori ha inizio l’inaugurazione ufficiale della fiera Hotel presso lo stand del HGV nel corridoio D23 del padiglione. 

Il convegno è gratuito e dotato di sistema di traduzione simultanea tedesco e italiano.

 

Tutte le informazioni sulla manifestazione alla pagina: www.hotel.fierabolzano.it 

 

KlimahouseCamp: condivisione dei temi ambientali con l'innovazione al centro

Si è svolta oggi a Milano la seconda edizione del KlimahouseCamp, la piattaforma dedicata ai temi dell’ambiente, dell’efficienza energetica, della riqualificazione e della green technology promossa da Fiera Bolzano. Un format informale e interattivo nel segno del networking, nato sulla scia del know-how intrinseco alla cultura altoatesina che vede Klimahouse - fiore all’occhiello delle manifestazioni di Fiera Bolzano - promotore e catalizzatore di esperienze e professionalità di calibro internazionale. 

"Un nuovo modo di comunicare e di fare rete per aprirsi a un confronto sempre più ampio, costruttivo e proiettato al futuro che mette al centro il ruolo dell'edilizia nel sistema economico-sociale ", ha affermato Thomas Mur, Direttore di Fiera Bolzano nei saluti di apertura. "Uno sviluppo del settore che non può prescindere dall'innovazione, per un'edilizia sempre più efficiente". 

Un ruolo che negli ultimi anni assume sempre maggiore importanza, soprattutto nell'ambito delle ristrutturazioni, come illustrato dal Professor Niccolò Aste, Dept. of Architecture, Built Environment and Construction Engineering del Politecnico di Milano, e da Ulrich Santa, Direttore Agenzia CasaClima. "Risanamento ed efficienza energetica in edilizia: scenario e nuovi trend" è stato il dibattito che ha messo a confronto il mondo accademico con il mondo della certificazione energetica. A moderare, Marco Gisotti, giornalista, divulgatore, esperto di sostenibilità. 

E i dati parlano chiaro: nel 2016, il 79% del valore della produzione edile (110 miliardi di euro sui 139 totali) consiste in ristrutturazioni: 36,2 miliardi per la manutenzione ordinaria e 74,3 miliardi per quella straordinaria. Uno stimolo fondamentale è arrivato dagli incentivi fiscali che hanno favorito un'impennata delle ristrutturazioni attivate negli ultimi 10 anni, passando da 9 miliardi di euro nel 2007 a 28 miliardi. Nell’edilizia residenziale, solo nel 2016, si è toccato addirittura il 56,9% (Dati Symbola-Cresme 2017).

I dati rivelano, inoltre, che le ristrutturazioni degli ultimi anni vanno di pari passo con scelte responsabili proiettate alla sostenibilità: secondo un’indagine Ipsos, infatti, l’84% degli italiani attribuisce un grande valore all’efficienza energetica degli edifici (per il 43% è “molto importante”, per il 41% “importante").

Una scelta responsabile che premia anche il portafogli: le abitazioni ristrutturate, infatti hanno un valore di vendita mediamente del 29% in più. Un esempio: se il valore medio delle abitazioni non ristrutturate è di 233.250 euro, le abitazioni ristrutturate salgono a 299.000 euro.

Rispetto ad un investimento medio in ristrutturazioni di 14.500 euro per abitazione, si genera un valore netto aggiunto di oltre 50 mila €. 

Per città davvero efficienti, anche la progettazione urbana deve fare un passo in avanti: dallo Smart Building alle Smart Cities arrivando alla Smart Mobility.

Proprio la mobilità sostenibile sarà uno dei temi caldi della prossima edizione di Klimahouse 2018 con un nuovo congresso dedicato alle visioni future. È già da alcuni anni, infatti, che la manifestazione fieristica ha iniziato ad allargare i propri orizzonti per una salvaguarda del territorio a 360° valorizzando innovazioni tecnologiche per la gestione urbana e offrendo una piattaforma di dialogo tra esperti di fama internazionale sui temi della rigenerazione ambientale, economica e sociale delle città. Per nuove modalità dell’abitare strettamente connesse a una nuova cultura della mobilità. 

"E' giunto il momento di sfruttare le sinergie tra questi due temi per parlare sempre più di città e di soluzioni ecosostenibili per l’urbanistica, in un’ottica di progettazione sempre più ampia e completa", ha commentato Mur, che ha aggiunto: "nell'ambito di Klimahouse abbiamo previsto Klimamobility, un congresso espressamente dedicato alla mobilità sostenibile che si svolgerà mercoledì 24 gennaio 2018 presso il nuovissimo parco tecnologico dell’Alto Adige NOI – Nature Of Innovation. Non mancherà l’esposizione di veicoli alternativi, tra ibridi, elettrici e ad idrogeno. Inoltre, grazie alla flotta di veicoli green del NOI, sarà facilissimo raggiungere il parco tecnologico, che dista solo qualche minuto a piedi dal centro fieristico di Fiera Bolzano". 

Innovazione come fil rouge di tutto l'evento, anche per il focus dal tema "Nature of living, nature of building: l’uomo al centro, tra tecnologia e design". Un dialogo tra Gianluigi Ricuperati, Direttore creativo di Domus Academy, Angela Tumino, Direttrice Osservatorio IoT Politecnico di Milano, e Luca Barbieri, giornalista ed esperto nel campo dell’innovazione. 

In questa occasione è stato confermato l'impegno di Klimahouse quale piattaforma per l'accelerazione del business per le startup e la seconda edizione del Klimahouse Innovation Day. 

“Il nostro sguardo è fortemente orientato al futuro", afferma Thomas Mur, Direttore di Fiera Bolzano. “Grazie a un confronto diretto con il mondo della ricerca vogliamo portare avanti il percorso già fortemente consolidato di Klimahouse: un'integrazione di competenze di alto profilo per promuovere modelli innovativi e visionari che offrano nuovi stimoli al mercato".






 

 

Edilizia responsabile tra high e low tech

Tra le molte sfide che il settore dell’edilizia è chiamato ad affrontare, quella di definire le nuove strategie per il futuro rappresenta il punto nodale. Il declino del settore degli ultimi anni si è arrestato e questo permette di guardare con maggiore ottimismo al superamento della crisi. Esperti internazionali e operatori di settore si incontrano al Congresso CasaClima in programma a Klimahouse, Fiera internazionale per l'efficienza energetica e il risanamento in edilizia, dal 24 al 27 gennaio 2018 a Fiera Bolzano, per nuovi impulsi al mercato. Snohetta tra i nomi di spicco.

Tutti i segnali indicano una crescita e i tecnici e gli analisti concordano nell’affermare che nei prossimi anni, per l’attività edilizia, il settore delle riqualificazioni coniugato ai criteri della sostenibilità sarà centrale.
Ma quali sono gli strumenti su cui può far leva un Paese che si propone, non solo di rispettare gli impegni presi con l’Europa sui temi dell’efficienza energetica, ma anche di fornire risposte concrete sulla messa in sicurezza della maggior parte del suo patrimonio edilizio?  E quanto è moderna la sostenibilità?
Questi gli interrogativi che alimenteranno il dialogo tra esperti e operatori del settore in occasione del Congresso organizzato dall'Agenzia CasaClima e Fiera Bolzano nell'ambito della tredicesima edizione di Klimahouse.

Il Congresso sarà suddiviso in due sessioni di mezza giornata, in calendario il 25 e 26 gennaio 2018, e vuole essere un contributo all’interno del più ampio dibattito per un riposizionamento di tutto il settore edilizio: partendo dallo sviluppo tecnologico per toccare i temi del benessere e della sicurezza di chi negli edifici vive e lavora.

La prima giornata, in calendario il 25 gennaio, sarà focalizzata sull'edilizia responsabile con l'introduzione di uno dei più stimati esperti italiani di aspetti strutturali in edilizia, Gian Michele Calvi, che ha svolto la sua attività professionale e di insegnamento in tutto il mondo riunendo nel suo lavoro le migliori esperienze internazionali.
A seguire, Konrad Bergmeister che affronterà il tema delle grandi infrastrutture. Con l’ausilio di esempi concreti illustrerà le sfide per una moderna progettazione e una sicura esecuzione anche di opere "estreme".
Polo Rocchi presenterà il progetto di risanamento strutturale del Palazzo delle Esposizioni a Roma, un lavoro di riqualificazione e messa in sicurezza sismica che ha suscitato enorme interesse anche a livello internazionale. A conclusione della giornata, prenderà la parola l’altoatesino Werner Tscholl, insignito dall’Ordine nazionale degli architetti del premio “Architetto Italiano 2016”.
Con lui il concetto di responsabilità sarà declinato anche nelle connotazioni dell’efficienza energetica e dell’estetica. Uno dei suoi progetti è stato premiato in occasione dell’ultima edizione di CasaClima Award.

La seconda parte del congresso, focalizzata sulla tensione tra “high e low tech”, si svolgerà durante la mattinata del 26 gennaio e sarà aperta da un esperto di smart materials, Eric Höweler, che porterà il pubblico a volgere lo sguardo al futuro, guidandolo all’interno di progetti altamente tecnologici.

Sarà presente inoltre uno degli studi d’architettura più affermati al mondo, Snohetta, vincitore, tra l’altro, del concorso internazionale per la riqualificazione della collina del Virgolo sopra Bolzano. Patrick Lüth, Direttore dell’ufficio di Innsbruck, presenterà, invece, alcune tra le realizzazioni più straordinarie di riqualificazione urbana in grado di coniugare l’etica del costruire con i problemi di deterioramento delle strutture e dello sviluppo sostenibile.
Un'analisi dei possibili limiti all’utilizzo eccessivo di nuove tecnologie costruttive sarà offerta da Dominique Gauzin Müller, profonda conoscitrice delle esperienze di una vasta rete internazionale di progettisti, scienziati e tecnici dell’architettura. Nella sua relazione rimarcherà quelli che sono i caratteri distintivi di una progettazione che cerca di coniugare nuove tecnologie costruttive con un contestuale uso compatibile all’ambiente.
A chiudere il convegno, Dietmar Eberle, professore all’ETH di Zurigo e guida dal 1985 dello studio Baumschlager Eberle, all’avanguardia a livello internazionale nel campo dell’ottimizzazione energetica. Nei numerosi progetti realizzati dallo studio in tutto il mondo si legge con chiarezza il modo di vedere l’architettura: un'interazione consapevole e sapiente tra materiali e tecnologia con una profonda attenzione anche ai conseguenti effetti economico-sociali.

Domus Academy, il Politecnico di Milano e tre grandi incubatori europei

Ecco la giuria del Klimahouse Startup Award

«Nature of building, nature of living»: call aperta fino al 20 novembre. La finale si svolgerà il 26 gennaio a Bolzano nella seconda edizione del Klimahouse Innovation Days. Un premio per le migliori tecnologie che coniugano edilizia, uomo e natura con un montepremi di 20.000 euro. Il Direttore di Fiera Bolzano Thomas Mur: «Dall’Alto Adige verso tutta Europa, promuoviamo innovazioni che rispettino l’ambiente».

Una giuria di livello europeo che riunisce specialisti dell’innovazione, del design e dell’efficientamento energetico. Includerà rappresentanti del business accelerator tedesco SpinLab, del centro tecnologico di Monaco di Baviera (MTZ), Startup Europe Partnership, dell’incubatore sloveno ABC, del Politecnico di Milano e il direttore creativo di Domus Academy, lo scrittore Gianluigi Ricuperati la giuria del concorso «Nature of building, nature of living, seconda edizione del Klimahouse Startup Award, competition lanciata da Klimahouse – fiera internazionale di riferimento per l’efficienza energetica in edilizia ¬¬– per la quale è aperto fino al 20 novembre il bando di partecipazione. A loro si aggiungeranno gli esperti dell’Agenzia CasaClima, di Eurac Research, della Fiera di Bolzano, di IDM Alto Adige-Südtirol, ovvero dell’ecosistema innovativo altoatesino che si candida ora più che mai, grazie all’apertura di NOI Techpark, il primo parco tecnologico europeo ispirato alla natura, ad ospitare startup green provenienti da tutto il mondo.

Il premio, per il quale stanno giungendo candidature da tutta Europa, è stato presentato oggi a Milano durante la seconda edizione del Klimahouse Camp. Gianluigi Ricuperati e Angela Tumino, direttrice dell’Osservatorio Internet of Things del Politecnico di Milano hanno discusso il futuro del building e del living e del suo rapporto con la natura e con l’uomo. Un dialogo, moderato da Luca Barbieri, direttore scientifico dei Klimahouse Innovation Days, a cavallo tra gli scenari tecnologici e le prospettive umanistiche dell’evoluzione sociale. Nel corso dell’incontro Thomas Mur, direttore di Fiera Bolzano, ha lanciato l’edizione 2018 del Klimahouse Startup Award che sarà dedicata alle migliori startup europee operanti nell’ambito delle tecnologie legate allo smart building, allo smart living e alla smart city che mettano al centro del proprio operato la sintonia tra uomo e natura. «La presenza nella giuria di realtà di eccellenza come SpinLab, business accelerator associato alla rinomata Leipzig Graduate School of Management, di Startup Europe Partnership e del Politecnico di Milano, sugellano il salto a livello europeo del Klimahouse Startup Award».

Con lo scopo di dare un impulso all’ecosistema delle innovazioni green e di offrire ai giovani imprenditori del settore un’opportunità concreta di business, il premio sarà ospitato all’interno dei Klimahouse Innovation Days, ¬programma di quattro giornate dedicato al matchmaking tra startup, imprese e partner strategici. Un’altra novità di questa edizione dell’evento sarà l’assegnazione di un premio speciale messo in palio dall’Agenzia CasaClima.

La manifestazione avrà luogo in contemporanea con lo svolgimento di Klimahouse 2018, dal 24 al 27 gennaio a Fiera Bolzano. «Costruire secondo natura, vuol dire vivere secondo natura – continua Thomas Mur –. In Alto Adige questo concetto è patrimonio comune tanto che anche il nuovo Parco Scientifico e Tecnologico che aprirà in autunno, il NOI (Nature of Innovation) Techpark, si ispira ad esso. Combinando ecologia e tecnologia possiamo costruire un nuovo ecosistema che metta uomo e natura al centro. Con questa edizione dei Klimahouse Startup Award vogliamo promuovere questo messaggio anche a livello internazionale, legandolo non solo ai protocolli CasaClima ma più in generale alle nuove tecniche di costruzione come anche alle tecnologie che rendono gli edifici più smart dal punto di vista energetico e del comfort». «I Klimahouse Innovation Days 2018 – spiega il direttore scientifico della manifestazione, Luca Barbieri¬ – mirano a promuovere e incentivare le innovazioni che facciano sentire l’uomo parte di un tutto al quale appartiene: dentro le mura di una casa intelligente e connessa, come al suo esterno nelle smart city di domani. Grazie a una giuria di alto livello premieremo le tecnologie incentrate su una nuova forma di Urban living che tiene insieme uomo e natura».


Il Klimahouse Startup Award: gli estremi del bando

Possono concorrere al Klimahouse Startup Award 2018 tutte le startup operanti nel settore delle costruzioni, dell’energia, di servizi, di It (Information Technology) e IoT (Internet of Things), purché applicabili al campo del risanamento e dell’efficienza energetica nell’edilizia. Per startup si intendono tutte le società con sede nell’Unione Europea nate non antecedentemente all’anno 2014 la cui attività prevalente sia fortemente caratterizzata da elementi innovativi. Le candidature devono pervenire entro le ore 18 del 20 novembre 2017 attraverso il form pubblicato all’indirizzo http://www.fierabolzano.it/klimahouse/iscrizione.htm. Le startup che intendono concorrere al premio devono, inoltre, inviare il proprio progetto imprenditoriale. Info: Klimahousestartupaward@klimahouse.it.
Entro l’11 dicembre 2017 una giuria tecnica, di cui farà parte anche SEP -  Startup Europe Partnership programma Europeo creato per sostenere la crescita delle startup europee rendendole in grado di competere e di raccogliere fondi a livello internazionale e globale, e per favorire l’incontro tra aziende e startup innovative - selezionerà le dieci startup finaliste del premio chiamate ad esporre i propri servizi e prodotti dal 24 al 27 gennaio 2018 a Fiera Bolzano, nell’expo area dei Klimahouse Innovation Days. Sono previste due sessioni di pitch al giorno per consentire alle startup finaliste di presentarsi al pubblico di Klimahouse.
Le tre migliori startup, selezionate nel corso delle prime due giornate di manifestazione, si sfideranno nella finalissima che si svolgerà nel pomeriggio del 26 gennaio 2018. Il primo premio consiste nell’inserimento della startup vincitrice nel network di Klimahouse attraverso la partecipazione come espositore e relatore a Klimahouse 2019 (con tutte le spese di ospitalità incluse), nella partecipazione espositiva alla tappa Klimahouse Toscana (Firenze, 13 – 15 aprile 2018), in un pacchetto di visibilità (comunicato stampa, video intervista, speech in main conference) e di servizi pubblicitari (su catalogo e sito web ufficiale) legato alla partecipazione a Klimahouse 2019, nonché in un Competency Mapping light a cura di IDM Alto Adige-Südtirol, agenzia della Provincia Autonoma di Bolzano e della Camera di Commercio che promuove lo sviluppo economico e l’innovazione.. Il montepremi complessivo, compresa la partecipazione delle 10 finaliste ai Klimahouse Innovation Days, è di 20.000 euro. Il Klimahouse Startup Award è organizzato da Fiera di Bolzano, IDM Alto Adige-Südtirol e Blum Comunicazione.

Trentino Alto Adige: il gusto per l’ospitalità

Hotel, la fiera specializzata per hotellerie e ristorazione si svolge presso i padiglioni della Fiera di Bolzano da lunedì 16 a giovedì 19 ottobre 2017. Partecipano 500 aziende suddivise in sei aree tematiche: cucina e tavola, interni e decorazioni, costruire e rinnovare, wellness, management e comunicazione, gastronomia e con un interessante programma di convegni ed incontri. 

Il Trentino Alto Adige è la meta sciistica preferita dagli italiani grazie all’elevato numero di consensi ottenuti dalle strutture di Trento e Bolzano. Pinzolo, Moena, Andalo, Ortisei, Selva di Val Gardena e Badia sono le località che presentano il maggior numero di strutture ricettive premiate dal metamotore di ricerca HotelsCombined. 

Il Trentino si conferma come meta molto ambita dai turisti, italiani e stranieri. I dati più recenti indicano che l’estate turistica si è chiusa con un segno più. Gli arrivi da aprile ad agosto, infatti, sono aumentati del 12% rispetto allo scorso anno (da 1.970.498 arrivi nel 2016 a 2.206.823 arrivi nel 2017). Mentre le presenze sono salite dell’8,9% rispetto all’anno passato (da 8.684.295 di presenze nel 2016 a 9.455.074 di presenze nel 2017). Per quanto riguarda la gastronomia, il Trentino ha conquistato per la prima volta la doppia stella della Guida Michelin 2017. La provincia di Trento può vantare quindi un ristorante con due stelle e cinque ristoranti con una stella. 

Le fiere sono lo specchio dell’economia e questa eccellenza è palpabile anche ad Hotel. Infatti, il 7,1% delle 500 aziende che espongono ad Hotel sono trentine e ogni anno la manifestazione può contare una percentuale variabile tra il 18% ed il 20% di operatori provenienti dal Trentino. A questa edizione di Hotel sono ben 18 le aziende con sede in provincia di Trento che hanno dato conferma di partecipazione.

Hotel, la fiera specializzata per hotellerie e ristorazione cresce e si sviluppa in un territorio altrettanto eccellente nel campo dell’ospitalità, che le ha permesso di diventare una piazza di scambio di idee e una fucina di nuovi input per migliorare sempre più le strutture dedicate alla ristorazione del territorio altoatesino, ma anche di quelli limitrofi. 

Anche l’Alto Adige è una meta molto apprezzata per i soggiorni estivi ed invernali. Nel 2016 ha registrato 7.002.049 di arrivi e 31.352.490 di pernottamenti. I turisti scelgono questa destinazione per la gastronomia, l’ospitalità, il relax, lo sport, lo shopping, la cultura e per immergersi nella natura o per un breve stacco dalla “quotidianità”. Anche la gastronomia è un’eccellenza in Alto Adige: il territorio vanta 23 stelle Michelin attribuite a 18 chef con cinque ristoranti a “due stelle”. In questo contesto si inserisce da oltre quarant’anni Hotel, la fiera specializzata per hotellerie e ristorazione, come punto di incontro e di informazione per oltre 20.000 visitatori tra aziende, albergatori e ristoratori, startup innovative e associazioni di categoria.

Le aziende

Ad Hotel 2017 sono presenti oltre 500 aziende suddivise in sei aree tematiche: cucina e tavola, interni e decorazioni, costruire e rinnovare, wellness, management e comunicazione, gastronomia. Tra i nuovi espositori hanno confermato nomi di grande rilievo come Melitta, Joko, Star Pool, Marketing Factory, Sanikal, Weissenhof, Fioravanti, Aviko, New Global Vending, Serenissima Informatica, Vitralux, Randstad, Luis Trenker, Greci, Metro, Viropa, Finstral e Technoalpin con la divisione Area Sana. 

I wine events 

Alle 500 aziende presenti ad Hotel si aggiungono le aziende vitivinicole nel settore di Autochtona, il forum dei vini autoctoni che va in scena a Bolzano lunedì 16 e martedì 17 ottobre. L’appuntamento con i “custodi degli autoctoni” permette, quindi, di scoprire i vitigni italiani più rari. Sono attesi oltre 100 produttori che presenteranno più di 300 etichette esclusivamente da vitigni autoctoni. Da Nord a Sud, saranno tante le varietà meno conosciute che il pubblico potrà degustare come ad esempio Pallagrello, Freisa d’Asti, Rossese, Malvasia Puntinata, Uve del Tundè, Ucelùt, Famoso, Panzale, Marzemino e tanti altri. Non manca Vinea Tirolensis, la manifestazione di degustazione più importante nel calendario eventi dell’associazione Vignaioli Alto Adige con una grande attenzione riservata alle singole individualità ed alla grande varietà dei vini di alto valore con oltre 75 produttori dell’Alto Adige. Quest’ultimo evento è previsto per mercoledì 18 ottobre e il Tasting Lagrein, la degustazione comparativa di oltre 70 etichette di Lagrein, vitigno autoctono dell’Alto Adige sempre più apprezzato ed importante a livello internazionale, che si svolge giovedì 19 ottobre. 

Il programma eventi

Insieme al programma degli eventi legati al mondo del vino, Hotel presenta un ricco calendario di appuntamenti, workshop, eventi informativi e formativi con relatori di alto profilo internazionale affianca l’esposizione. In particolare è in programma una nuova edizione del Communication Forum dal titolo “Uomo verso macchina – scontro o simbiosi?” e lo startup village con le 10 startup selezionate che presentano le idee che cambieranno l’esperienza degli ospiti. Inoltre, come di consueto si svolgeranno le giornate dei pasticceri, con il concorso “Giovane Pasticcere dell'anno”, la giornata dei gelatieri con il concorso “Spatola d'oro 2017” e la giornata dei panificatori con il concorso “Sculture di pane”. Inoltre, lunedì 16 ottobre è in programma il primo Euregio Turism Summit sul tema “Possibilità per lo sviluppo turistico e la mobilità nella zona alpina”, con la partecipazione di Hermann Pengg, Head of Audi AG’s Renewable Fuel Department AUDI Germania, che ci parlerà di “Mobilità 2050”.

 

Entusiasmare il settore alberghiero e gastronomico per i prodotti locali

Il settore alimentare – e per la prima volta la gastronomia – nell’Unione si presenta alla Fiera Hotel 2017:

Pasticceri, gelatieri, panificatori, Macellerie del Gusto e il Bar del futuro al centro dell’attenzione

Anche quest’anno i pasticceri, i gelatieri e i panificatori nell’Unione, come da buona tradizione, si presentano alla fiera Hotel, la rassegna specializzata per il settore alberghiero e della ristorazione a Bolzano. A sostenerli, per la prima volta, ci saranno anche le Macellerie del Gusto Alto Adige e la gastronomia nell’Unione.

Presso lo stand dell’Unione saranno presentate specialità selezionate e prodotti di alta qualità tradizionali, ma anche innovativi, e le più recenti tendenze dietro il bancone del bar. Gli apprendisti della scuola professionale provinciale Emma Hellensteiner di Bressanone prepareranno piccoli piatti direttamente sul posto e li offriranno al pubblico per la degustazione.

Alcune macellerie nell’Unione si sono riunite sotto il marchio Macellerie del Gusto Alto Adige e si presentano per la prima volta insieme. La gastronomia nell’Unione, al contrario, si occuperà del Caffè e del Bar del futuro. Presso lo stand è in programma una relazione sulle nuove tendenze e sui media digitali nei pubblici esercizi.

Allo stand, inoltre, durante tutta la durata della fiera, nella piacevole atmosfera tipica di un Biergarten, saranno servizi Weißwurst e Brezen appena sfornati. I grossisti di bevande nell’Unione offriranno ai visitatori birra locale e altre bevande. In collaborazione con Alto Adige aiuta saranno infine raccolte donazioni da destinare a persone in difficoltà.

Gli eventi presso lo stand dell’Unione:

Lunedì, 16 ottobre – Giornata dei pasticceri e Concorso “Prodotto dell’anno” (dalle ore 10 alle 14, premiazione alle 15.30)

In occasione della Giornata dei pasticceri è in programma un concorso che metterà alla prova le capacità dei partecipanti, in particolare dal punto di vista dell’inventiva. L’arte più dolce premierà il “Prodotto dell’anno”. Bisognerà preparare nuovi prodotti di qualità sotto forma di tre snack di tendenza che rispettino tre nuovi trend nel settore degli alimentari: functional food, regionalità e salute. I prodotti saranno degustati e votati dal pubblico e da una giuria specializzata.

“Caffè e Bar del futuro“ (dalle ore 15 alle 16.30)

Luciano Sbraga, direttore del Centro studi di Fipe-Confcommercio, presenterà nuove tendenze e l’impiego dei media digitali nei pubblici esercizi.

Martedì, 17 ottobre - Giornata dei gelatieri

I gelatieri guardano alla loro storia e tradizione e mostreranno al pubblico come si realizzava un tempo il gelato.

Mercoledì, 18 ottobre – Giornata dei panificatori e consegna dei diplomi ai giovani panificatori (ore 10)

Come da tradizione, al centro della Giornata dei panificatori ci sarà la cerimonia di diploma quest’anno di 18 giovani panificatori.

Giovedì, 19 ottobre – Giornata dei macellai con “Macellerie del Gusto Alto Adige” e show cooking (ore 10.30)

Alcune macellerie nell’Unione si sono riunite sotto il marchio Macellerie del Gusto Alto Adige e si presenteranno per la prima volta insieme. Gli studenti della scuola professionale, inoltre, prepareranno, griglieranno e offriranno per la degustazione diverse specialità di carne.

Rimodelliamo l’industria della mela

Le startup innovative del settore agricolo e della coltivazione delle mele possono candidarsi per la partecipazione all’Interpoma Innovation Camp 2017. I partecipanti avranno la possibilità di raccogliere idee ed esperienze, di creare sinergie, scambiare contatti e offrire il proprio contributo per il miglioramento e il sostegno al settore melicolo in Alto Adige. Il termine per la consegna delle candidature è venerdì 13 ottobre. Il vincitore si aggiudicherà un pacchetto unico per farsi conoscere.

La venticinquesima edizione della Fiera Agricola dell’Arco Alpino ha in serbo fin dal primo giorno un vero e proprio evento clou. Fiera Bolzano in collaborazione con IDM Südtirol-Alto Adige organizza il 23 novembre 2017 il secondo Interpoma Innovation Camp in anticipazione della fiera di riferimento dell’economia melicola, Interpoma, che si terrà nuovamente l’anno prossimo dal 15 al 17 novembre 2018.

L’iniziativa si svolgerà in modo completamente inedito rispetto all’anno scorso: saranno concentrate in una sola giornata le presentazioni dei giovani imprenditori già presenti sul mercato con i propri prodotti o servizi. L’obiettivo dell’Innovation Camp è di adattare le idee e i progetti delle startup alle peculiarità del territorio nel modo migliore possibile, di integrarli ed eventualmente svilupparli ulteriormente.

Gli otto partecipanti si troveranno di fronte ad una giornata intensa: dopo essersi conosciuti e aver assistito ad una introduzione generale, si presenteranno per la prima volta a tutti gli altri soggetti del settore presenti. A seguire avranno luogo due workshop, intervallati da un pranzo conviviale, che saranno volti all’ampliamento e allo sviluppo del proprio progetto sotto la guida degli esperti e dei tutor presenti. Nel tardo pomeriggio seguirà la presentazione dei progetti sviluppati, alla quale sono invitati anche tutti i rappresentanti dei settori melicolo e agricolo. Subito dopo sarà annunciato il vincitore a seguito del giudizio della giuria e la giornata si concluderà con un piacevole momento di incontro informale.

Il premio principale per il vincitore consiste nell’assegnazione di uno stand in occasione della prossima edizione di Interpoma a novembre 2018 del valore di circa 2.500 euro. Si tratta della possibilità eccezionale di farsi conoscere a circa 450 espositori e a 20.000 visitatori del settore provenienti da più di 70 nazioni, dando così un impulso decisivo alla propria nuova idea commerciale. Inoltre, il 7 febbraio 2018 i vincitori potranno presentarsi alla stampa di settore internazionale riunita in occasione della presentazione della prossima edizione della fiera di riferimento del settore melicolo, nell’ambito della fiera Fruit Logistica a Berlino.

Le candidature all’Interpoma Innovation Camp potranno essere presentate fino a venerdì 13 ottobre, accedendo direttamente alla pagina web della manifestazione. Possono partecipare anche tutti i giovani imprenditori che hanno sviluppato tecnologie innovative, prodotti o servizi inerenti la coltivazione, la commercializzazione, la logistica e la lavorazione delle mele.

L’Interpoma Innovation Camp rappresenta un’opportunità unica per tutti coloro che desiderano cogliere la sfida del settore melicolo.

Per tutte le informazioni e per iscriversi all’Interpoma Innovation Camp visitare www.startup-village.org/interpoma/2017


Per ulteriori informazioni: www.interpoma.it

Facebook: www.facebook.com/Interpoma
LinkedIn: https://www.linkedin.com/company/fiera-bolzano-spa
Youtube “Interpoma”: https://www.youtube.com/playlist?list=PL8A5D2726BE4D0D61

 

Veneto e Alto Adige: eccellenze a confronto

Hotel, la fiera specializzata per hotellerie e ristorazione si svolge dal 16 al 19 ottobre 2017 con 500 aziende suddivise in sei aree tematiche: cucina e tavola, interni e decorazioni, costruire e rinnovare, wellness, management e comunicazione, gastronomia e con un interessante programma di convegni ed incontri. 

La Regione Veneto gode del sesto posto in Europa per importanza turistica, prima in Italia, secondo gli ultimi dati resi noti dall’Eurostat, riferiti al 2015. L’offerta del territorio Veneto è di fatto vasta e molteplice e gli imprenditori veneti che operano nel settore dell’ospitalità dimostrano grande passione e straordinarie capacità nell’abbinare l’esperienza e la tradizione nel turismo del Veneto all’innovazione e alla modernizzazione dell’offerta, investendo in termini di miglioramento delle strutture e dei servizi. Per quanto riguarda la gastronomia, il Veneto conferma la sua posizione in “alta classifica” fra le regioni: la Guida Michelin 2017 ha premiato 35 ristoranti con le sue stelle. La regione può vantare un 3 stelle, tre ristoranti con 2 stelle e 31 ristoranti a 1 stella, di cui 25 Bib Gourmand. 

Le fiere sono lo specchio dell’economia e questa eccellenza è palpabile anche ad Hotel, infatti, l’8,5% delle 500 aziende che espongono ad Hotel sono venete e ogni anno la manifestazione conta con un 6,5% di operatori dal Vento. A questa edizione di Hotel sono 21 le aziende dal Veneto che hanno dato conferma di partecipazione e 14 le cantine che partecipano ad Autochtona, il Forum dei vini autoctoni che si svolge lunedì 16 e martedì 17 ottobre.

Hotel, la fiera specializzata per hotellerie e ristorazione cresce e si sviluppa a sua volta in un territorio altrettanto eccellente nel campo dell’ospitalità e che le ha permesso di diventare una piazza di scambio di idee e una fucina di nuovi input per migliorare sempre più le strutture dedicate alla ristorazione del territorio, ma anche di quelli limitrofi. 

L’Alto Adige è una meta molto apprezzata per i soggiorni estivi ed invernali, nel 2016 ha registrato 7.002.049 di arrivi e 31.352.490 di pernottamenti. I turisti scelgono questa destinazione per la gastronomia, l’ospitalità, il relax, lo sport, lo shopping, la cultura e per immergersi nella natura o per un breve stacco dalla “quotidianità”. Anche la gastronomia è un’eccellenza in Alto Adige che vanta 23 stelle Michelin a 18 chef con cinque ristoranti a "2 stelle". In questo contesto si inserisce da oltre quarant’anni Hotel, la fiera specializzata per hotellerie e ristorazione, come punto di incontro e di informazione per oltre 20.000 visitatori tra aziende, albergatori e ristoratori, startup innovative e associazioni di categoria.

Le aziende

Ad Hotel sono presenti oltre 500 aziende suddivise in sei aree tematiche: cucina e tavola, interni e decorazioni, costruire e rinnovare, wellness, management e comunicazione, gastronomia, tra i nuovi espositori hanno confermato nomi di grande rilievo come Melitta, Joko, Star Pool, Marketing Factory, Sanikal, Weissenhof, Fioravanti, Aviko, New Global Vending, Serenissima Informatica, Vitralux, Randstad, Luis Trenker, Greci, Metro, Viropa, Finstral e Technoalpin con la divisione Area Sana. 

I wine events 

Alle 500 aziende presenti ad Hotel si aggiungono le aziende vitivinicole nel settore di Autochtona, Forum dei vini autoctoni, in scena a Bolzano lunedì 16 e martedì 17 ottobre, l’appuntamento con i “custodi degli autoctoni”, che permette di scoprire i vitigni italiani più rari. Sono attesi oltre 100 produttori che presenteranno più di 300 etichette esclusivamente da vitigni autoctoni. Da Nord a Sud, saranno tante le varietà meno conosciute che il pubblico potrà degustare come ad esempio Pallagrello, Freisa d’Asti, Rossese, Malvasia Puntinata, Uve del Tundè, Ucelùt, Famoso, Panzale, Marzemino e tanti altri. Non manca Vinea Tirolensis, la manifestazione di degustazione più importante nel calendario eventi dell’associazione Vignaioli Alto Adige con una grande attenzione per le singole individualità e la grande varietà dei vini di alto valore con oltre 75 produttori dell’Alto Adige, prevista per mercoledì 18 ottobre e il Tasting Lagrein, la degustazione comparativa di oltre 70 etichette di Lagrein, vitigno autoctono dell’Alto Adige sempre più apprezzato ed importante a livello internazionale, che si svolge giovedì 19 ottobre. 

Il programma eventi

Insieme al programma degli eventi legati al mondo del vino, Hotel presenta un ricco calendario di appuntamenti, workshop, eventi informativi e formativi con relatori di alto profilo internazionale affianca l’esposizione. In particolare è in programma una nuova edizione del Communication Forum dal titolo “Uomo verso macchina – scontro o simbiosi?” e lo startup village con le 10 startup selezionate che presentano le idee che cambieranno l’esperienza degli ospiti. Inoltre, come di consueto si svolgeranno le giornate dei pasticceri, con il concorso “Giovane Pasticcere dell'anno”, la giornata dei gelatieri con il concorso “Spatola d'oro 2017” e la giornata dei panificatori con il concorso “Sculture di pane”. Inoltre, lunedì 16 ottobre è in programma il primo Euregio Turism Summit sul tema “Possibilità per lo sviluppo turistico e la mobilità nella zona alpina”, con la partecipazione di Hermann Pengg, Head of Audi AG’s Renewable Fuel Department AUDI Germania, che ci parlerà di “Mobilità 2050”.


Gli autoctoni reagiscono meglio ai cambiamenti climatici

Attilio Scienza e Donato Lanati, importanti ed affermati studiosi di viticoltura ed enologia, sono concordi nel sottolineare il ruolo sempre più centrale dei vitigni autoctoni e la loro capacità di sapersi adattare alle mutate condizioni climatiche in atto.

Prima le gelate primaverili, poi il gran caldo e la siccità, intervallata in alcune zone da violente grandinate. Quella che sta per chiudersi è stata un’annata sicuramente molto complicata e difficile in tutta Italia. Una situazione che quest’anno più che mai ha riportato al centro dell’attenzione il tema legato ai cambiamenti climatici, in particolare l’ormai costante innalzamento delle temperature medie e dei picchi.

All’interno di un quadro complessivo deficitario in termini quantitativi, c’è però una costante che questa annata più di altre sta facendo emergere con forza: i vitigni autoctoni sanno adattarsi meglio ai cambiamenti climatici. Ed è anche il fil rouge che lega le testimonianze di importanti studiosi del panorama vitivinicolo italiano, come Attilio Scienza e Donato Lanati.

“I vitigni autoctoni stanno reagendo sicuramente meglio rispetto al resto delle varietà presenti nel nostro Paese” afferma Attilio Scienza, uno dei più importanti studiosi di viticoltura a livello internazionale. Secondo il professore dell’Università Statale di Milano “i vitigni autoctoni sono frutto di un ciclo di selezione di alcune migliaia di anni, attraversano fasi climatiche estreme e per questo hanno accumulato nel loro DNA, per effetto di incroci spontanei e mutazioni, dei tratti genetici che consentono loro di superare condizioni climatiche davvero difficili. Questi geni sono però conservati al loro interno senza aver mai avuto la possibilità di esprimersi, possibilità che è resa fattibile solo dall’incrocio con i processi di ricombinazione e con la successiva selezione. Rappresentano solo una punta dell’iceberg, sotto nascondono un Dna molto più complesso che si adatta ai cambiamenti climatici. Hanno, quindi, ancora molto da dare e da dirci”. Secondo Scienza anche osservando le prime stime produttive che Assoenolgi ha pubblicato qualche tempo fa, è possibile scorgere sagnali chiari di come i vitigni autoctoni siano riusciti a sopportare meglio le condizioni estreme che si sono verificate quest’anno. “Penso alla Campania, alla Puglia o alla Sardegna, dove la percentuale di vitigni autoctoni è molto importante, se non proprio predominante: qui la situazione è sicuramente meno severa rispetto ad altri areali”.

 

Sulla stessa linea anche il pensiero di un’altra grande personalità dell’enologia italiana e internazionale: Donato Lanati. “Gli autoctoni selezionati, cresciuti in zone vocate, sono quelli che reagiscono meglio alle mutate condizioni climatiche” conferma lo studioso che si è conquistato negli anni la fama di “enologo scienziato” grazie al suo centro di ricerca Enosis Meraviglia in Piemonte. Secondo Lanati, basta osservare anche il comportamento di alcuni vitigni autoctoni proprio quest’anno: “Nel nord-ovest il vitigno che ha sofferto di meno è il Nebbiolo, sia nelle Langhe che nell’Alto Piemonte. Spostandoci in Toscana stessa situazione con il Sangiovese che si sta comportando bene, ancor meglio nelle sue zone di maggiore vocazione come a Montalcino o in Val d’Orcia”. E il ricercatore piemontese si aspetta molto anche da una regione del Sud Italia che ama particolarmente e conosce molto bene come la Calabria: “Mi attendo molto quest’anno, chiaramente non in termini quantitativi, ma di qualità: in questa regione, grazie al grande lavoro di recupero dei vitigni più storici, è stata ritrovata un’attenzione e una cura agronomica che li ha restituiti alle loro zone più tradizionali e a più grande vocazione vitivinicola”.

Autochtona, il Forum nazionale dei vini autoctoni che si svolgerà, come ogni anno, all’interno di Fiera 

Bolzano il 16 e 17 ottobre in concomitanza con Hotel, la fiera dedicata al settore dell’hotellerie e della ristorazione, sarà un’occasione ideale per riparlare di questi temi e degustare un ventaglio molto rappresentativo di vini prodotti da vitigni autoctoni, varietà spesso uniche, legate a singoli e piccoli areali, custodite dal lavoro quotidiano di vignaioli che hanno deciso di essere testimoni in prima persona di questo grande patrimonio. 

Una manifestazione di qualità, giunta alla sua quattordicesima edizione, frequentata da qualificati operatori del settore italiani ed esteri, con un pizzico di eterogeneità, portato dalla significativa presenza di wine lovers: il contesto ideale per degustare, scambiarsi opinioni e riflettere sulla grande biodiversità che i vitigni autoctoni sono in grado di donare.

 

Tutte le informazioni:

www.autochtona.it

www.facebook.com/Autochtona

www.twitter.com/Autochtona 

 

 

Kreativ è il trend

Il “fai da te” è in e lo conferma la settima edizione del Salone della manualità creativa, della decorazione e del fai da te, che si è svolto lo scorso fine settimana a Fiera Bolzano. Oltre 15.000 visitatori hanno partecipato a Kreativ per scoprire nuove idee e conoscere nuovi materiali, ma anche per confrontarsi con altri creativi e con 130 espositori.

Kreativ 2017 ha registrato una maggiore affluenza rispetto alla scorsa edizione, ma quello che è emerso di più è stata l’elevata partecipazione ai workshop proposti e l’interesse per le dimostrazioni. In particolare ha riscosso un grande successo il programma di corsi dedicato al Cake Design, la novità dell’edizione 2017. In tre giorni hanno partecipato oltre 100 persone ai corsi per modellare pasta di zucchero, attività che ha riscosso l’interesse anche dei visitatori più piccoli, che hanno potuto modellare con le loro manine aiutati da Anna Rosa Maggio e Patrizia Gamberoni. Anche la seconda edizione del “Festival del Cucito” è stato molto apprezzato dai 120 partecipanti.

“L’obiettivo per l’edizione di quest’anno di Kreativ era di alzare il numero di visitatori e in particolare la loro soddisfazione. Dalle prime indagini si capisce che ce l’abbiamo fatta e questo ci conferma di essere sulla giusta strada “, riassume Thomas Mur, Direttore di Fiera Bolzano.

La parola agli espositori

Kreativ è sinonimo di creare insieme e di rendere particolare il quotidiano. Gli interessati e i curiosi si incontrano con altri appassionati ed esperti: “Non solo la quantità ma anche la qualità dei visitatori ha dimostrato di essere assolutamente in crescita. È un mercato che si sta formando e questi segnali sono molto positivi. Le persone sono più attente, ritornano e portano anche clienti nuovi”, afferma Umberto Bernasconi di Impronte d’Autore.
Della stessa opinione anche Massimo Redaelli di Merceriamia: “Siamo molto soddisfatti della nostra prima presenza a Kreativ, perché la gente è molto competente. Capisce i tessuti e la qualità. L’affluenza è stata buona e l’organizzazione ottima”.

Kreativ è particolare, colata e sfaccettata. È la cura dei dettagli che fa la grande differenza: una spruzzata di colore sulla mano, un biscotto che non sa solo di Natale, ma che ha anche l’aspetto del Natale, una maglietta che non è solo bella, ma che à anche un modello unico. Il cucito è ritornato in voga negli ultimi anni, questo lo conferma anche Sepp Tanzer di un conosciuto negozio di macchine da cucire e tecniche dello stiraggio: “Il cucito creativo è sempre più importante. Questa nuova forma di cucire necessita di macchine di alto livello ed è proprio per questo che gli appassionati vengono ad informarsi in fiera. Noi siamo presenti a Kreativ dalla prima edizione e non vogliamo mancare all’appuntamento annuale più importante per noi”.
Anche il tema Upcycling occupa una posizione centrale a Kreativ e come conferma Doris Raffeiner, presidente della cooperativa sociale onlus WiaNui dare nuova vita a materiali usati stimola la creatività e fare un prodotto a mano ha più valore.

Un concorso di idee per le scuole

Sempre in ambito sociale, è partito un concorso di idee per la sensibilizzazione sul tema inclusione sociale per l’anno scolastico 2017/18, ideato da Elisabetta e Daniela di Gioielli in pietra di Vicenza. Daniela spiega: “Il progetto si chiama Frullatorio delle Idee, si tratta di realizzare in piccoli gruppi un’opera che dia una forma alla parola inclusione. Crediamo che da un mix di vari elementi nasca qualcosa di diverso e che ogni elemento sia necessario. Il contributo e la condivisione di tutti gli elementi di una classe porterà a qualcosa di nuovo ed innovativo. Ma il messaggio fondamentale che vogliamo portare è quello di un linguaggio che diventi universale attraverso la creatività e che poi si trasformi in qualcosa di artistico, che valorizzi il talento delle persone. Per questo abbiamo pensato alle scuole in modo che fin da piccoli i bambini vengano educati a condividere, a essere curiosi e a conoscere le differenze di ciascuno, non fermarsi all’aspetto fisico e quindi non avere paura di ciò che è diverso. Perché la diversità deve essere vista come una ricchezza e non come un limite”.

Il risultato del concorso sarà presentato a Kreativ 2018, in programma dal 14 al 16 settembre.

Edilizia di qualità in Lombardia: ComoCasaClima fa il punto

L'edilizia di qualità sostenibile in Lombardia è al centro della seconda edizione di ComoCasaClima powered by Klimahouse, manifestazione fieristica dedicata al risanamento e all'efficienza energetica dal 10 al 12 novembre a Lario Fiere. 

Nuove costruzioni, riqualificazioni e ristrutturazioni al tempo di NZEB: il mercato registra segnali di ripresa e il settore dell'edilizia è pronto a compiere il salto di qualità. 

Gli edifici certificati CENED LOMBARDIA sono circa 170.000, 22.508 in Classe A e A (database CENED, 6 settembre 2017) e proprio in questi ultimi mesi, in Lombardia sono stati approvati provvedimenti che vanno in questa direzione per dare attuazione alla legge regionale sul consumo di suolo e, più in generale, favorire processi di rigenerazione urbana e valorizzazione del costruito.

Il ruolo dell'efficienza energetica nei programmi di Infrastrutture Lombarde sarà al centro del convegno CasaClima 'Qualità sostenibile sulla carta e nella realtà' che si svolgerà sabato 11 novembre nell'ambito della seconda edizione di ComoCasaClima powered by Klimahouse, a Lario Fiere dal 10 al 12 novembre.

Il convegno, organizzato da Fiera Bolzano, dall’Agenzia CasaClima e dal CasaClima Network Lombardia, vedrà il coinvolgimento di ANIT e di SUPSI di Lugano. 

Tra i relatori, Ulrich Santa, Direttore dell'Agenzia CasaClima, e Alessandro Giuliani, Presidente CasaClima Network Lombardia che offriranno una panoramica del settore in Italia con un focus sulla Lombardia: sono 8.000 i nuovi edifici certificati (A, B e GOLD) sul territorio italiano e 2.000 soggetti a ristrutturazioni. In Lombardia, invece, se ne contano 262 con un aumento delle competenze professionali che vedono 151 consulenti attivi sul territorio. (Database Agenzia CasaClima marzo 2017).

Delle sfide dell'isolamento termico e acustico ai tempi di NZEB, parlerà invece Giorgio Galbusera di ANIT.

Dalla teoria alla pratica: in occasione del convegno verrà presentato, inoltre, il caso studio "Il Sereno", un hotel di ultra-lusso sulle rive del lago di Como, frutto di una collaborazione con la designer Patricia Urquiola e con il suo studio di Milano.  

La perfetta armonia con il paesaggio circostante, il pieno rispetto del contesto naturale in cui è collocato e i più alti criteri di sostenibilità alla base della sua progettazione e realizzazione - grazie ai materiali, al sistema di risparmio energetico e di illuminazione utilizzati - hanno valso all'hotel la certificazione ClimaHotel dell'Agenzia Casa Clima. 

Per uno sguardo oltre confine, Massimo Mobiglia di SUPSI, Scuola universitaria professionale con sede a Lugano, metterà in relazione gli sviluppi dell'edilizia in Svizzera con quella italiana. 

 

Il convegno prevede crediti formativi.

 

Il programma formativo offerto da ComoCasaClima ai professionisti del settore include anche un Convegno (con crediti) promosso dal CasaClima Network Lombardia sul tema del rapporto tra Consulenti CasaClima e Enti Pubblici, dal titolo ‘ Promuovere, fare e comunicare la sostenibilità’, verranno illustrate opportunità e Best Practice per una sinergia possibile e proficua. Tra i vari argomenti verrà presentato il Regolamento Energetico Ambientale del Comune di Pavia e un’interessante prospettiva sui CAM, Criteri Ambientali Minimi, compresi nelle gare di appalto.

Il Network promuoverà anche due interessanti workshop con crediti formativi dedicati all’innovazione nell’edilizia residenziale e una serie di eventi quotidiani nel Foyer che riguarderanno l’esecuzione reale di parti di edificio e impianti secondo i criteri del Costruire secondola filosofia CasaClima.

Il Convegno di Mirtec Team Solutions, realtà nata dall'unione di un gruppo di aziende leader nel settore. In calendario venerdì 10 novembre, il convegno è focalizzato sulle strategie integrate per la riqualificazione energetica e impiantistica, sul comfort abbinato al consumo energetico e sulla sicurezza antisismica, aspetti fondamentali per edifici di qualità.  Verranno anche presentate le peculiarità di due sistemi di certificazione, CasaClima e GBC Italia, le strategie e i criteri progettuali per Case Passive e i recenti sviluppi normativi in campo elettrotecnico da parte di CEI - Comitato Elettrotecnico Italiano.

 

 

KLIMAHOUSE LIVE on:

 

Web: http://www.fierabolzano.it/comocasaclima/

Photo Gallery: http://www.fierabolzano.it/klimahouse/mediateca.htm

 

Twitter: #klimahouse @klimahouse

 

Facebook: #klimahouse @FieraBolzanoMesseBozen

Facebook ComoCasaClima Event: https://www.facebook.com/events/1507169045993940/

 

 

 

Highlights Kreativ(i) 2017

La gioia del fai da te animerà dal 15 al 17 settembre il padiglione di Fiera Bolzano con oltre 120 espositori. Il ricco programma della settima edizione della fiera della manualità creativa, della decorazione e del fai da te promette divertimento e ispirazione, con l’obiettivo di spingere i visitatori a trasformare in realtà le proprie idee. Gli esperti illustrano i loro trucchi del mestiere senza porre limiti alla fantasia.

Kreativ 2017 ha in serbo una novità: per la prima volta fa il proprio ingresso nel programma il “Cake Design”. Patrizia Gamberoni di “Le Torte di Patty” e Anna Rosa Maggio, due vere e proprie artiste di torte, forniscono consigli utili e invitano i visitatori a partecipare: per tutti gli interessati che desiderano accostarsi all’arte della pasta di zucchero si tengono corsi di modelling, durante i quali mani esperte insegnano a realizzare semplici decorazioni, ma al tempo stesso raffinate, per cupcakes o biscottini. I pasticceri amatoriali più esperti possono invece trovare, fra i corsi in programma, proposte più impegnative. Nuovo anche il concorso di Cake Design che ha come tema le favole per bambini.

Una festa per tutti gli amanti del cucito

Kreativ offre ogni sorta di rotoli di tessuti, bottoni colorati e molti consigli preziosi di professionisti del settore. Dopo il successo riscosso dalla prima edizione dell’anno scorso, fa il suo ritorno il Festival del cucito. Il negozio di tessuti “Alpinschnuller” organizza con il sostegno di Fiera Bolzano, nel complesso, oltre 30 corsi e dimostrazioni per principianti desiderosi di imparare e per esperti amanti del cucito: dalla scienza della stoffa fino all’utilizzo della macchina taglia e cuci, passando per la stampa tessile e la realizzazione di tuniche, durante i tre giorni di fiera ognuno può trovare il workshop che fa al caso suo.
Ai sarti amatoriali appassionati il Kreativ Reality Show offre l’opportunità di mettere alla prova le proprie abilità all’insegna del motto “taglia, cuci e indossa!”. Sulla base di un cartamodello assegnato e di un kit per il cucito, prendono vita capi di abbigliamento in diretta a Kreativ che vengono poi presentati ai visitatori e valutati da una giuria. Sono in palio fantastici premi per i vincitori. Il reality show è come sempre organizzato e seguito dalle responsabili del "Caffè del Filò" di Bolzano.
Allo stand di Tanzer i visitatori trovano Anna Borrelli, nota per la trasmissione Rai “Detto fatto”. Porta in fiera alcuni dei suoi progetti “Do it yourself” e mostra dal vivo come realizzarli alla macchina da cucire.

Una Kreativ magica

Il Giardino Incantato presenta quest’anno un “Petit Atelier”. In questo delizioso piccolo atelier i visitatori trovano, tra l’altro, bigiotteria, abiti, accessori, profumi e cappelli. Inoltre ogni giorno si tengono workshop e speciali dimostrazioni di lavorazioni artigianali.
Come per incanto oggetti e materiali usati si trasformano grazie all’upcycling in qualcosa di totalmente nuovo. A questa tendenza dedica la casa editrice Maryline un concorso dal tema “l’Arte del Riciclo”. Le opere in gara sono esposte in fiera.
L’artista Miled Ben Dhiaf ha inventato un nuovo tipo di calcestruzzo: l’innovativo materiale si chiama calcestruzzo creativo modellabile e lo si può provare sotto la supervisione dell’inventore presso lo stand di Rapunzel. Diversamente dal calcestruzzo colato, questo nuovo materiale si può modellare e plasmare a mano senza ricorrere a stampi. Mantiene tuttavia comunque le proprie caratteristiche tipiche come la resistenza agli agenti atmosferici e la stabilità ed è proprio per questo l’ultimo grido tra creativi e patiti del fai da te.

Imparare dai professionisti


Ago e filo, pinze, carta, i più svariati utensili per il bricolage e tante altre creative e fai da te attendono presso Fiera Bolzano visitatori animati dalla loro curiosità. Il programma vario di workshop, corsi e dimostrazioni rappresenta una soddisfacente fonte di ispirazione. Sotto la guida degli esperti, i visitatori apprendono le tecniche più disparate, trovano materiali versatili e raccolgono nuove idee. Un intero settore è dedicato all’artigianato altoatesino, il cui programma propone, tra l’altro, attività di feltratura, intaglio e intrecciatura. Per la prima volta sono presenti a Kreativ gli Amici del Presepe Alto Adige. Espongono alcune scene di natività e passione e forniscono preziosi consigli per realizzare i propri presepi.
Nella giornata di sabato 16 settembre, si svolgerà nuovamente “Kreativ per insegnanti” con numerosi corsi per maestri. Inoltre, i visitatori potranno cimentarsi nella pittura: i Südtiroler Freizeitmaler e il Club Rodigino “Amici dell’Arte” portano una nota di colore al Kreativ e l’artista Sylvia Neulichedl introduce a principianti e interessati la varietà della pittura acrilica astratta.

Meteo

 
Read more

Avviso

FAIRGUIDE.COM , EXPO-GUIDE.COM, EVENT-FAIR, BUILDTEC MARKET.COM e INTERNATIONAL FAIRS DIRECTORY

Attenzione

Invitiamo i nostri espositori a fare ATTENZIONE a proposte inviate da FAIRGUIDE.COM, EXPO-GUIDE.COM, EVENT-FAIR e BUILDTEC MARKET.COM per l'inserimento nei relativi annuari