Menu
  Chi siamo > La fiera

Highlights delle fiere primaverili 2019

Perché visitare

Le nostre manifestazioni si concentrano principalmente su tematiche in cui sono forti e riconosciute a livello nazionale e internazionale le competenze economiche di Alto Adige e Trentino. I settori sono il turismo e l'ospitalità, gli sport invernali e la tecnologia alpina, l'agricoltura, l'edilizia e la mobilitá sostenibile e le energie rinnovabili.

 

 

 

Read more

Perché esporre

Con le nostre fiere specializzate rappresentiamo un importante punto d'incontro tra le aziende italiane e quelle dell'area di lingua tedesca dei paesi vicini, garantendo ad entrambe un ingresso su un mercato importante e permettendo loro di raggiungere il giusto target.

 

 

Read more

News

La creatività è contagiosa

KREATIV

Nonostante le condizioni climatiche quasi estive, 12.000 appassionati del fai da te hanno partecipato alla nona edizione del salone della manualità creativa, della decorazione e del fai da te di Bolzano. Dietro a questa importante cifra c&rsqu ...

Read more

Hotel 2019 premia l’ospitalità sostenibile

HOTEL

Importante novità quest’anno per gli espositori di Hotel, il salone di Fiera Bolzano dedicato a hotellerie e ristorazione di alta qualità in programma dal 14 al 17 ottobre. Con la collaborazione di Eurac Research, al via la prima ...

Read more

Qui batte il cuore creativo del Trentino-Alto Adige

KREATIV

Tra pochi giorni inizierà la nona edizione del Salone per la manualità creativa, la decorazione e il fai da te. Dal 13 al 15 settembre, i padiglioni del quartiere fieristico di Bolzano saranno ancora una volta pieni di idee, di nuove te ...

Read more

Eco sostenibilità nel turismo: Focus dell'Hotel 2019

HOTEL

Anno dopo anno, nel mese di ottobre, la fiera Hotel è il punto d'incontro per il settore Horeca e un punto di riferimento per il Trentino-Alto Adige e le altre regioni limitrofe. Tramite un programma d'informazione fatto su misura, la fiera e ...

Read more

NASCE BETHEGAP, IL FORUM DELL’INNOVAZIONE IN EDILIZIA

COMOCASACLIMA

DOPO LA POSITIVA ESPERIENZA DEL FORUM 2018, ORGANIZZATO DAL CASACLIMA NETWORK LOMBARDIA, L’EVENTO AFFRONTA LA SECONDA EDIZIONE CON UN FORMAT RINNOVATO. SI SVOLGERÀ QUEST’ANNO, DAL 4 AL 6 OTTOBRE, NELL’AMBITO DELLA FIERA KLI ...

Read more

Una panoramica dei vitigni autoctoni nelle ricerche in rete

AUTOCHTONA

Sempre più attenzione viene rivolta ai vitigni autoctoni, che sanno attrarre l’interesse di appassionati vicini alle terre di origine, ma anche molto lontani. La conferma viene anche dal monitoraggio delle ricerche su Google di alcuni vi ...

Read more

La sostenibilità come leva dell’innovazione tra edilizia pubblica e privata

COMOCASACLIMA

Dall’Alto Adige alla Sicilia, dalla Lombardia alla Puglia, la necessità di rinnovamento del patrimonio scolastico secondo criteri di sostenibilità e di risparmio energetico è una priorità condivisa. Il ruolo delle Am ...

Read more

Una pioggia di cuoricini: Sette Craftroom per 40 corsi a Kreativ 2019

KREATIV

In arrivo tanti cuoricini creativi! Tra due settimane apre le sue porte per la nona volta Kreativ, Salone per la manualità creativa, la decorazione e il fai da te. Kreativ avrà luogo dal 13 al 15 settembre 2019 a Fiera Bolzano, previsti ...

Read more

Il Communication Forum 2019

HOTEL

In occasione dell’evento principale della 43° edizione della fiera dedicata a hotellerie e ristorazione, in programma a Bolzano dal 14 al 17 ottobre, l’obiettivo sarà quello di presentare le principali e più importanti t ...

Read more

Kreativ 2019 per gli amanti del fai da te

KREATIV

Cucire, ricamare, intagliare o decorare torte: Kreativ è un appuntamento da non perdere per tutti quelli che amano fare le cose con le proprie mani. La manifestazione specializzata per realizzazioni e decorazioni creative di tutti i generi si ...

Read more

Hotel 2019 all'insegna della sostenibilità

HOTEL

La manifestazione si terrà a Bolzano dal 14 al 17 ottobre prossimi. Forte degli oltre 22mila visitatori dello scorso anno e da sempre attenta ai trend che caratterizzano il settore – la vacanza sostenibile oggi è praticata dal 20% ...

Read more

Autochtona 2019 in arrivo

AUTOCHTONA

Si avvicina la sedicesima edizione della manifestazione dedicata all’autoctono italiano. Riconfermati gli immancabili appuntamenti con “Autoctoni che passione!” e “Tasting Lagrein”. E, ad aspettare un pubblico che si dim ...

Read more

La creatività è contagiosa

Nonostante le condizioni climatiche quasi estive, 12.000 appassionati del fai da te hanno partecipato alla nona edizione del salone della manualità creativa, della decorazione e del fai da te di Bolzano. Dietro a questa importante cifra c’è senz’altro l’interesse per la più vasta gamma di materiali rintracciabile in Regione e l’ulteriore ampliamento dell’offerta dei corsi che ha raggiunto quest’anno un totale di 40 Workshop, distribuiti in 7 diversi Craft Room.

Da nove anni Kreativ è un must per gli appassionati della fantasia, del lavoro manuale e della decorazione. Pioniere di quella che un tempo era solo una moda, presa non troppo sul serio, oggi il salone ha molti imitatori sul mercato fieristico nazionale. Per una buona ragione: “fai da te” è solo una parola che, come spesso accade, racchiude molteplici sfumature. E dietro ad una definizione – quella di amanti del bricolage, a volte riduttiva – ci sono persone che hanno trasformato la loro passione in qualcosa di più di un semplice passatempo.

Non solo hobbistica quindi. Assieme alle appassionate, venute in fiera alla ricerca di nuovi spunti per progetti creativi da realizzare durante le lunghe giornate invernali in arrivo, c’è chi è venuto da tutto il Nord Italia per lavoro. Insegnanti desiderose di trovare idee stimolanti per i loro studenti e designer di gioielli che, proprio grazie ad una delle prime edizioni di Kreativ, hanno deciso di trasformare la loro abilità manuale in un business vero e proprio, solo per fare qualche esempio. 

A sipario chiuso, il Direttore di Fiera Bolzano, Thomas Mur, commenta: "Kreativ è fondamentalmente una tre giorni di festa per e della creatività che fa incontrare migliaia di persone piene di idee e passioni. Ad essere particolarmente apprezzati dal pubblico sono stati i 40 corsi, che sono effettivamente un fiore all’occhiello del salone. Imparare nuove tecniche e conoscere nuovi materiali con professionisti del settore, pronti a ispirarti e guidarti, è un’esperienza profondamente diversa da quella di un tutorial su Youtube”.  

E ora la parola agli espositori. Umberto Bernasconi di Impronte d’autore, azienda milanese, spiega: "Ho scelto di venire a Kreativ perché la location è molto bella, l’organizzazione perfetta e il pubblico del Trentino Alto Adige particolarmente attento culturalmente alle questioni legate alla creatività e al fare le cose da sé”.

Luisella Pagani, friulana, entusiasta della sua prima esperienza a Kreativ, commenta: “Non è una mostra sterile e ci sono tanti spazi dove poter creare con le mani. E questo è “Kreativ”, lo dice la parola stessa, per cui lo scopo secondo me è stato raggiunto”.

La prossima edizione di Kreativ si svolgerà dall'11 al 13 settembre 2020. Fino ad allora, a tutti i creativi non resterà che avere pazienza e approfittare dell’attesa per mettere in pratica i trucchi del mestiere imparati quest’anno!

Hotel 2019 premia l’ospitalità sostenibile

Importante novità quest’anno per gli espositori di Hotel, il salone di Fiera Bolzano dedicato a hotellerie e ristorazione di alta qualità in programma dal 14 al 17 ottobre. Con la collaborazione di Eurac Research, al via la prima edizione del Sustainability Award, premio riservato ai progetti e prodotti sostenibili in mostra in fiera 


Nel 2018 è stata inserita nel network internazionale INSTO – International Network of Sustainable Tourism Observatory, e sempre nello stesso anno è stata eletta la regione italiana con più strutture ricettive con licenza Ecolabel, il marchio europeo che certifica la qualità ambientale di hotel, campeggi, rifugi, agriturismi, residence, appartamenti, secondo criteri di efficienza energetica, ottimizzazione delle risorse idriche, monitoraggio dei consumi, utilizzo di prodotti locali e biologici, criteri gestionali: è l’Alto Adige, che sta facendo del turismo e dell’ospitalità sostenibili uno dei propri capisaldi di sviluppo. 

 

È per questo motivo che Fiera Bolzano, in occasione della 43° edizione di Hotel - fiera specializzata per hotellerie e ristorazione in programma a Bolzano dal 14 al 17 ottobre – lancia il Sustainability Award, la prima edizione del premio riservato a prodotti e progetti esposti in fiera che spiccano per la propria vocazione sostenibile. L’Award è organizzato in collaborazione con Eurac Research, una associazione internazionale di ricerca con sede a Bolzano, e ha lo scopo sia di dimostrare che il settore della ospitalità è all’avanguardia in questo ambito, sia di incentivare a investire sempre di più in questa direzione. È anche una occasione importante di visibilità per le aziende espositrici, che potranno iscrivere i propri prodotti e progetti in cinque categorie distinte, a ognuna delle quali verrà riservato un riconoscimento: food, beverage, wellness, decorazioni, arredamento. Un ulteriore premio sarà riservato alla azienda “più sostenibile”, categoria a cui potranno partecipare gli espositori che non rientrano in nessuna delle cinque precedenti. Le aziende che candideranno i propri prodotti all’Award verranno segnalate all’interno della planimetria dei padiglioni di Hotel, potendo così ricevere maggiore attenzione sia dai media che dai visitatori presenti in fiera.

 

“Il Sustainability Award – spiega Thomas Mur, direttore di Fiera Bolzano – nasce dalla consapevolezza che il settore turistico in Alto Adige è pioniere nell’ambito della sostenibilità e vanta esperienze di successo replicabili anche in altre aree geografiche. È per questo che riteniamo doveroso dare visibilità e premiare gli esempi virtuosi che saranno presenti alla fiera Hotel, il punto di riferimento professionale per l’ospitalità e la ristorazione di qualità”.

 

A ciascun vincitore sarà consegnata una targa di riconoscimento in occasione della cerimonia di premiazione, in programma lunedì mattina 14 ottobre durante l’inaugurazione di Hotel presso lo stand di HGV. Inoltre, sarà protagonista di un video e di un photo shooting personalizzati che verranno diramati sui canali social di Hotel e che l’azienda potrà utilizzare per le proprie attività di comunicazione.

Qui batte il cuore creativo del Trentino-Alto Adige

Tra pochi giorni inizierà la nona edizione del Salone per la manualità creativa, la decorazione e il fai da te. Dal 13 al 15 settembre, i padiglioni del quartiere fieristico di Bolzano saranno ancora una volta pieni di idee, di nuove tecniche e di una vasta gamma di materiali. Come ogni anno, Kreativ invita tutti gli appassionati del fai da te e tutti coloro che cercano un’ispirazione.

Essere creativi significa essere fantasiosi, essere attivi, avere idee e realizzarle. E' proprio questa l'idea che sta alla base del Salone per la manualità creativa, la decorazione e il fai da te. Perciò, i tanti appassionati del DIY della regione non potranno non essere entusiasti della nona edizione di Kreativ. Nei tre giorni di fiera, dal 13 al 15 settembre, saranno concentrati su una superficie di quasi 7.500 metri quadrati, circa 120 espositori, formando la più diversificata selezione di materiali della regione.

Molti "recidivi" si stanno già preparando con settimane di anticipo per questo evento; questi sanno esattamente dove cercare quantità e qualità per realizzare ciò che gli serve. Altri, invece, sono ancora all'inizio della loro carriera creativa e hanno il bisogno e il desiderano di avere una mano per i loro progetti. Per usare al meglio le proprie attrezzature e i propri materiali, i molti espositori presenti saranno ben lieti di offrire, presso i loro stand, delle dimostrazioni e dei corsi volti a presentare le ultime tendenze e le ultime tecniche. Per la prima volta ci saranno anche sette craft room, ovvero fattorie artigianali, per un totale di 40 diversi laboratori creativi, tenuti da veri maestri nel loro mestiere.

Due gruppi target sono particolarmente importanti per gli organizzatori: le famiglie e i docenti di scuole elementari e asili. Probabilmente non c'è modo migliore per trascorrere un po’ di tempo insieme che realizzare un progetto comune con i propri cari, ognuno a seconda delle proprie possibilità. Attraverso l'artigianato, inoltre, i bambini imparano a sviluppare e mettere in pratica le proprie idee, ad allenare la propria immaginazione ed affinare le loro capacità motorie. Infatti, i genitori sono contenti dell’impegno profuso dei propri piccoli e dei risultati da loro ottenuti. Lo stesso vale per le attività creative a scuola e all'asilo, durante le lezioni d'arte; è compito dello staff pedagogico ispirare i bambini per i diversi tipi di lavoro manuale. Questo richiede sempre nuove idee e tecniche, materiali diversi e molta ispirazione. Troveranno tutto questo a Kreativ con un proprio programma fatto su misura per sodisfare le esigenze speciali degli insegnanti.

Anche le aziende partecipanti sono entusiaste del format e del concetto su cui si basa la fiera, come confermano i numerosi riscontri positivi avuti. Inoltre, per la prima volta durante i giorni della fiera, è previsto un concorso per gli espositori. I visitatori potranno votare per i cuori fatti a mano dagli espositori. Il vincitore di questo concorso riceverà, infine, un piccolo premio per la sua opera d’arte.

Eco sostenibilità nel turismo: Focus dell'Hotel 2019

Anno dopo anno, nel mese di ottobre, la fiera Hotel è il punto d'incontro per il settore Horeca e un punto di riferimento per il Trentino-Alto Adige e le altre regioni limitrofe. Tramite un programma d'informazione fatto su misura, la fiera e lo Startup Village offrono una panoramica delle tendenze attuali, oltre che nuovi impulsi e stimoli per il settore alberghiero. La 43° edizione prevede circa 600 espositori e si svolgerà dal lunedì 14 al giovedì 17 ottobre presso il quartiere fieristico di Bolzano.

L'incremento attuale delle richieste di nuove zone turistiche in tutto l'Alto Adige, rende di grande attualità una nuova discussione sul futuro del turismo. La sostenibilità è diventata una nuova sfida per tutti i settori della vita e dell'economia, richiedendo nuovi modi di pensare, pianificare e agire. Mentre l'importanza dell'argomento è stata per troppo tempo sottovalutata, nessuno oggi nega che il turismo debba diventare più sostenibile, al solo fine di una propria autoconservazione. Infatti, nessun ospite verrà più in albergo una volta danneggiata l’area ricreativa naturale, indipendentemente dalla sua bellezza. Inoltre, ci sono sempre più ospiti per i quali la sostenibilità è un criterio di scelta della propria meta vacanziera e dell'hotel. 

In linea con ciò, la sostenibilità sarà un tema centrale in tutta la fiera alberghiera. Ma cosa significa sostenibilità in termini concreti per l'attività quotidiana di alberghi e ristoranti? Thomas Mur, direttore di Fiera Bolzano, sottolinea: "Non è sempre facile diventare più sostenibili nella propria azienda. Come Fiera Bolzano lo sappiamo per esperienza: oltre alle decisioni importanti già prese, come l'impianto fotovoltaico sui nostri tetti di parcheggio o l'auto aziendale a comando elettrico, ci sono tanti altri piccoli passi da compiere. La nostra conclusione è, quindi, che la sostenibilità non è un ostacolo, ma anzi il motore dell'innovazione, quando si è convinti della sua necessità. Per questo motivo, abbiamo scelto questo argomento come punto focale per la fiera Hotel 2019".

In collaborazione con Eurac Research, Fiera Bolzano ha creato uno speciale "Sustainability Award" per gli espositori degli hotel. Insieme ai suoi partner di provata efficacia HGV, HGJ e IDM, Messe Bozen porterà a Bolzano anche relatori di alto livello, come il Prof. Michael Braungart. Questi, come keynote speaker al Communication Forum, presenterà il suo concetto "Cradle to Cradle", come chiave il futuro successo del turismo. In collaborazione con l’Unione Albergatori e Pubblici Esercenti, l'Investment Day presenterà esempi di investimenti ecologicamente ed economicamente sostenibili in edifici alberghieri altoatesini, mentre il quarto Startup Village presenterà le idee, i prodotti e i servizi più innovativi per il settore alberghiero. Il Forum sui vini, insieme alla tradizionale degustazione di vini prodotti da viticoltori indipendenti, si svolgerà durante i primi tre giorni di Fiera Hotel. Nei primi due giorni di Fiera, il forum e la degustazione saranno curati da Autochtona, mentre Vinea Tirolensis se ne occuperà il terzo giorno di Fiera. Tutto ciò sarà sostenibile, poiché si prefigge lo scopo di rafforzare i cicli regionali e naturali.

NASCE BETHEGAP, IL FORUM DELL’INNOVAZIONE IN EDILIZIA

DOPO LA POSITIVA ESPERIENZA DEL FORUM 2018, ORGANIZZATO DAL CASACLIMA NETWORK LOMBARDIA,

L’EVENTO AFFRONTA LA SECONDA EDIZIONE CON UN FORMAT RINNOVATO.

SI SVOLGERÀ QUEST’ANNO, DAL 4 AL 6 OTTOBRE, NELL’AMBITO DELLA FIERA KLIMAHOUSE LOMBARDIA

Innovare, per emergere. Creare discontinuità nel mercato, per “fare la differenza”. Per i tecnici e i professionisti, così come per le aziende e gli investitori privati. Il Forum dell’Innovazione in Edilizia, promosso nel 2018 dal CasaClima Network Lombardia, diventa da quest’anno un format indipendente e prende il nome di BeTheGap, come invito, appunto, a fare la differenza. 

Il conto alla rovescia verso l’edizione 2019 è partito, con la pubblicazione online del sito www.bethegap.it. L’evento è in programma da venerdì 4 a domenica 6 ottobre a Lario Fiere (Erba, provincia di Como) e sarà ospitato nell’ambito della più ampia cornice della fiera di Klimahouse Lombardia, organizzata da Fiera Bolzano.

Il titolo, che raggruppa in un grande cappello di eventi diversi fra convegni, tavoli tecnici, racconto di casi studio e seminari informativi per i committenti, è “Innovare con il comfort, un viaggio tra architettura, antropologia e tecnologia”. Il programma, spalmato sui tre giorni della fiera, si articolerà in 6 eventi, cui parteciperanno oltre 50 relatori (più di 40 gli interventi). A moderare i lavori sarà la giornalista di settore Maria Chiara Voci. 

Sostenibilità ambientale, vivere sano ed efficienza energetica saranno i temi al centro del dibattito: l’obiettivo del Forum è dimostrare nel concreto come esistano oggi tutte le possibilità progettuali, esecutive e tecnologiche per realizzare case non solo efficienti sotto l’aspetto del risparmio energetico, ma anche di qualità rispetto alle condizioni di comfort termo-igrometrico, acustico, luminoso e di salubrità degli ambienti. 

Una particolare attenzione sarà dedicata al tema della progettazione delle scuole. L’argomento sarà approfondito con un approccio multidisciplinare nel convegno della mattina di sabato 5 ottobre presso lo Spazio FORUM, con interventi di pedagogisti, architetti e ricercatori tra cui Giuseppe Barbiero, esperto di biofilia. Nel pomeriggio di sabato, un Workshop esperienziale destinato a un pubblico più vasto, guidato dalla professoressa e pedagogista Beate Weyland, sarà invece l’occasione per un brainstorming su come migliorare la fruibilità degli spazi didattici. 

Un importante momento per il territorio e per il mondo CasaClima sarà la consegna degli attestati di Costruttore CasaClima a imprese di ANCE Como che hanno completato nel corso dell’anno un percorso di evoluzione professionale con il Network Lombardo e l’Agenzia CasaClima.

«Il successo dell’edizione 2018 del Forum ci ha convinto ad investire su questa esperienza, potenziando gli aspetti di comunicazione e informazione – spiega Alessandro Giuliani, Presidente del CasaClima Network Lombardia -. Il Forum BetheGap ambisce a diventare un riferimento per l’innovazione in edilizia, poiché crediamo che il futuro del settore delle costruzioni passi necessariamente attraverso una corretta informazione e lo sviluppo di eventi che scommettono sui contenuti e consentono a tutti gli attori della filiera di condividere esperienze e innovazioni, tecniche e tecnologie, nonché percorsi di sperimentazione sociale. Questi temi sono da sempre cari al mondo CasaClima». Gli eventi saranno aperti a tutti, previa iscrizione online e daranno accesso ai crediti formativi professionali. Ulteriori informazioni così come il programma preliminare del Forum e l’elenco dei relatori sono già disponibili sul sito www.bethegap.it. 

Una panoramica dei vitigni autoctoni nelle ricerche in rete

Sempre più attenzione viene rivolta ai vitigni autoctoni, che sanno attrarre l’interesse di appassionati vicini alle terre di origine, ma anche molto lontani. La conferma viene anche dal monitoraggio delle ricerche su Google di alcuni vitigni autoctoni effettuate in Italia negli ultimi 12 mesi. A Fiera Bolzano, il 14 e 15 ottobre, da Nord a Sud, si incontra in un calice di vino l’Italia dei territori e della biodiversità.

Autochtona, il forum dell’autoctono italiano per eccellenza, si avvicina. Le porte di Fiera Bolzano si apriranno a operatori del settore vitivinicolo e appassionati il 14 e 15 ottobre. Un palcoscenico che anche quest’anno svelerà i tanti volti dei vitigni autoctoni dello Stivale, diventando una sorta di viaggio tra regioni e territori, alcuni dei quali circoscritti e intimamente legati a varietà che hanno rischiato l’estinzione. Un’opportunità per entrare in contatto con i volti e le storie di tanti produttori, piccoli e grandi, che durante i due giorni della manifestazione racconteranno con passione e serenità il lavoro e la dedizione che si nasconde dietro i calici dei loro vini.

Ma quali sono i vitigni autoctoni più ricercati in rete – in Italia – da appassionati, addetti ai lavori e semplici wine lover e da quali regioni provengono le loro ricerche? Difficile da stabilire, considerando che il nostro Paese è patria di una quantità davvero vasta di varietà, spesso sconosciute, che a volte faticano a varcare i confini territoriali nelle quali vengono allevate. Spesso coincidono con il nome del vino, altre volte vanno a far parte, in modo determinante, di blend noti, ma trovano poco spazio e visibilità in etichetta. È un dato di fatto, però, come l’interesse e la curiosità per le varietà autoctone cresca di anno in anno senza battute di arresto certificato anche dalla sempre maggior frequenza di ricerche in rete da parte degli internauti italiani.

Tralasciando nomi di vitigni autoctoni e di vini che da essi nascono, molto noti e che si identificano con tipologie famose ovunque – ad esempio Nebbiolo (Barolo e Barbaresco), Sangiovese (Chianti, Brunello etc.), Glera (Prosecco) e via discorrendo – è interessante notare come altre varietà maggiormente legate a confini strettamente regionali suscitino comunque un ottimo interesse anche in regioni differenti da quelle di nascita. Con una ricerca effettuata utilizzando strumenti gratuiti come Google Trends® e Ubersuggest®, infatti, emergono dati e indicazioni che possono fornire spunti interessanti a produttori e operatori del settore. La Ribolla Gialla, ad esempio, storico vitigno autoctono che ha trovato in Friuli-Venezia Giulia la sua terra di elezione, in particolare nelle province di Gorizia e Udine, negli ultimi 12 mesi ha registrato quasi 10.000 ricerche in media al mese su Google, provenienti prima di tutto dalla sua regione di origine e dal vicino Veneto, ma anche da Lazio, Liguria ed Emilia-Romagna. L’Aglianico, nobile varietà del Sud Italia, che dà origine a vini da lungo affinamento come il Taurasi in Campania o l’Aglianico del Vulture in Basilicata, giusto per citare i due esempi più paradigmatici, registra, sempre nell’ultimo anno, 5.400 ricerche medie mensili che spaziano un po’ ovunque, con ottime performance anche nel Lazio e nelle Marche. Il Lagrein, vitigno autoctono dell’Alto-Adige che anche quest’anno sarà protagonista dell’ormai nota rassegna ‘Tasting Lagrein’, evento collaterale di Autochtona, vanta 4.500 ricerche medie al mese che arrivano con sempre più frequenza non solo dalle provincie di Bolzano e Trento, ma anche da Lombardia e Liguria. E ancora: il Verdicchio, alfiere della produzione a bacca bianca delle Marche, riscuote ottimo interesse in termini di ricerca anche in Sardegna, il laziale Cesanese in Lombardia, il Primitivo, soprattutto se associato alla sua origine più nota, vale a dire Manduria in Puglia, in Trentino-Alto Adige, mentre il sardo Cannonau è particolarmente amato in Friuli-Venezia Giulia.

Insomma, non conosce confini l’interesse e il desiderio di conoscenza dei nostri vitigni autoctoni, che rappresentano anche uno strumento culturale per addentrarsi nella storia e nelle tradizioni regionali. Autochtona chiamerà a raccolta molti portabandiera di questo universo, sempre più ricercato ed attraente. 

La sostenibilità come leva dell’innovazione tra edilizia pubblica e privata

Dall’Alto Adige alla Sicilia, dalla Lombardia alla Puglia, la necessità di rinnovamento del patrimonio scolastico secondo criteri di sostenibilità e di risparmio energetico è una priorità condivisa. Il ruolo delle Amministrazioni Pubbliche locali nell’estensione di una progettazione eco-compatibile agli spazi collettivi è uno dei temi di Klimahouse Lombardia, fiera specializzata nel risanamento e nell’efficienza energetica in edilizia. L’appuntamento con la manifestazione promossa da Fiera Bolzano è dal 4 al 6 ottobre presso Lario Fiere ad Erba in provincia di Como.

L’educazione allo sviluppo sostenibile parte da azioni concrete volte a migliorare la qualità dell’ambiente e il benessere dell’uomo. È da questi presupposti che Klimahouse Lombardia, edizione locale di Klimahouse a Bolzano, a fianco dello spazio espositivo presidiato da oltre 70 aziende di settore, presenta un variegato programma formativo: oltre 40 eventi di contorno tra cui convegni, workshop e visite guidate sul campo agli edifici più virtuosi certificati in Lombardia che ‘fanno scuola’.

Come la nuova palestra della Scuola Primaria Umberto Tagliabue a Desio, una struttura in cantiere in grado di trasmettere un forte messaggio sul piano didattico e di integrare elevate performance impiantistiche ai più alti criteri di sostenibilità ambientale.

L’edificio si configura come edificio nZEB ed è progettato secondo gli standard della certificazione di qualità “CasaClima Nature” che, oltre a garantire prestazioni energetiche di eccellenza superando i minimi nazionali e regionali, consente di raggiungere i più elevati livelli di benessere per chi usufruisce dello spazio.

Il committente, il Comune di Desio, ha infatti voluto che la nuova palestra della scuola fosse all’avanguardia non solo in termini di fabbisogno energetico e di impronta ambientale - dalle emissioni di CO2 all’impatto idrico fino alla scelta dei materiali - ma anche dal punto di vista della qualità indoor.

 Progettato dall’Architetto Laura Rocca dello Studio Roccatelier di Monza con il supporto dell’Architetto Giuseppe Cabini, consulente CasaClima del CasaClima Network Lombardia e dell’Ingegnere Paolo Marazzi per gli impianti meccanico, idrico-sanitario e di riscaldamento e il Perito Industriale Umberto De Pace per gli impianti elettrici, l’edificio soddisfa tutti i parametri della certificazione “CasaClima Nature” anche sul fronte della qualità dell’aria interna, dell’illuminazione naturale - con oltre il 70% delle superfici verticali esterne costituite da vetrate - e del comfort acustico, grazie alle elevate prestazioni di fonoisolamento.

“Da anni Klimahouse è fortemente impegnata a promuovere una cultura della progettazione sostenibile anche tra gli enti pubblici che hanno la responsabilità di scelte etiche e dalla forte valenza educativa”, commenta Thomas Mur, Direttore di Fiera Bolzano. “Non solo in considerazione dell’impatto che hanno sull’ambiente e sul benessere dei suoi fruitori ma che insegnino anche a vivere la comunità come crescita e condivisione sociale”, conclude Mur.

La destinazione d’uso aggiunge un ulteriore elemento virtuoso all’edificio: non solo palestra scolastica ma un vero e proprio spazio d’incontro aperto a cittadini, con un campo da pallavolo e da basket e aree a disposizione della collettività per i momenti di socialità e di aggregazione per feste, assemblee ed eventi culturali. Un ambiente polivalente, dunque, con una fruibilità non limitata alle sole ore scolastiche ma estesa a tutti i momenti di socialità, a testimonianza del fatto che un edificio sostenibile non debba essere concepito come un sistema chiuso in se stesso ma come uno spazio permeabile in continuo dialogo con ciò che lo circonda, da vivere e da condividere.

La visita alla nuova palestra della Scuola Primaria Umberto Tagliabue di Desio è prevista per Sabato 5 ottobre 2019 con partenza da Lario Fiere alle 10 e rientro alle 13.30.

Una pioggia di cuoricini: Sette Craftroom per 40 corsi a Kreativ 2019

In arrivo tanti cuoricini creativi! Tra due settimane apre le sue porte per la nona volta Kreativ, Salone per la manualità creativa, la decorazione e il fai da te. Kreativ avrà luogo dal 13 al 15 settembre 2019 a Fiera Bolzano, previsti 12.000 visitatori. 

L’autunno sta per arrivare, fra poco si ritorna a scuole – il che significa che è di nuovo tempo di Kreativ! Per la prima volta, oltre un’ampia scelta di materiali, i visitatori troveranno sette laboratori tematici con oltre 40 corsi. Inoltre gli insegnanti e le maestre della scuola dell’infanzia possono trovare idee, spunti e corsi per l'anno scolastico 2019/2020. 

Kreativ è anche il luogo ideale per famiglie - corsi su misura per i bambini permettono a grandi e piccini di trascorrere un weekend creativo e rilassato in fiera. Thomas Mur, direttore di Fiera Bolzano, rivela con un sorriso: "La mia famiglia sta aspettando Kreativ da tanto, hanno elaborato già una lista di quanto gli serve per i loro lavoretti autunnali e natalizi – ma poi alla fine sono io a non resistere a tutte le ispirazioni che offre Kreativ”.                    

Ago & Filo 

Chiunque in Alto Adige abbia a che fare con ago e filo, conosce „Alpinschnuller“, „Das himmelblaue Gartenhaus“, „Tanzer“ o „Mohr“. Tutti e quattro sono presenti a Kreativ 2019 nel craftroom Ago & Filo e offrono, insieme ai loro prodotti, anche corsi per principianti ed esperti. Un’imperdibile occasione per lanciare uno sguardo sui nuovi tessuti autunnali, senza doversi recare nei singoli negozi!

Cake Design 

Nel craftroom Cake Design regnano artisti come „Le torte di Patty“ di Bolzano, che in collaborazione con Cerart offre corsi per principianti ed esperti. Con un po’ di tempo e dedizione si impara a creare delle vere e proprie piccole opera d’arte. Ce n’è per tutti i gusti da „Aladino e la lampada magica“ al tema marino – estivo.

Maglia & Uncinetto

Il lavoro a maglia è tornato di moda soprattutto tra i giovani, ed è per questo che Kreativ 2019 dedica un laboratorio separato all'uncinetto e al lavoro a maglia: Le signore del "Il Caffè del filò" offrono una colorata selezione di corsi per principianti e avanzati.

Carta & Scrapbooking 

Nel craftroom Carta & Scrapbooking sono presenti tre attività: Quilling, Scrapbooking e Calligrafia.  Con la tecnica del quilling si realizzeranno orecchini di carta, mentre nel corso “di chi è questo regalo”, Lisa Plattner mostrerà come le etichette con il nome per i regali possono essere trasformate in piccole opere d'arte.

Legno & Materiali Naturali

Il craftroom Legno & Materiali Naturali attirerà in particolar modo gli insegnanti.

Nei corsi si impara a realizzare oggetti belli e originali con materiali facilmente reperibili, a basso costo ed adatti alle manine dei bambini. L’Associazione delle donne coltivatrici sudtirolesi mostra come realizzare bambole con foglie di mais e fiori di feltro. Holzbild invece offre laboratori con materiali semplici quali legno e pigne.

Creta e Ceramica

In questo craftroom, Claudia Chini mostra agli insegnanti come realizzare con successo oggetti in ceramica con piccoli artisti. Inoltre è presente all’interno di questo craftroom, un’esposizione dell’associazione „more clay less plastic“, nata da un gruppo facebook, che richiama l’attenzione all’uso esagerato di plastica nella vita quotidiana e le alternative intelligenti che ci sono.

Colore & Pennello 

Nel craftroom „Colore &Pennello”, gli Amici dell’Arte hanno deciso di coinvolgere il pubblico dei visitatori nella realizzazione di un’opera d’arte, in cui ciascuno ne dipinge un pezzo collegandolo al precedente. Presso lo stand della “Fondazione Lene Thun” i bambini possono divertirsi a colorare gli oggetti in ceramica Thun e portarseli a casa. Gli introiti saranno utilizzati dalla fondazione per progetti nei reparti oncologici pediatrici degli ospedali italiani.

Kreativ 2019:

13-15 settembre 2019, orario di apertura 09.30 – 18.30 Uhr

Biglietto 8 Euro, riduzione 6 Euro (solo online)

7 craftroom, 40 Workshops


Il Communication Forum 2019

In occasione dell’evento principale della 43° edizione della fiera dedicata a hotellerie e ristorazione, in programma a Bolzano dal 14 al 17 ottobre, l’obiettivo sarà quello di presentare le principali e più importanti tendenze del settore in tema di ricettività sostenibile, partendo dall’esperienza pionieristica in quest’ambito degli albergatori altoatesini. 

 “Tradizionalmente, le persone pensano di proteggere l'ambiente utilizzando meno energia, riducendo gli sprechi o riducendo il consumo di acqua. Soprattutto nelle strutture ricettive, tali esigenze si possono trovare quasi ovunque, ma questo non significa proteggere l'ambiente, ma solo distruggerlo un po' meno”. Con questa affermazione, il Prof. Michael Braungart, docente all’Università Leuphana di Lüneburg, Braungart EPEA - Ricerca ambientale internazionale, inaugurerà l’edizione 2019 del Communication Forum, evento organizzato da Fiera Bolzano in collaborazione con l’Unione Albergatori e Pubblici Esercenti dell'Alto Adige e con IDM Alto Adige che si svolgerà in occasione di Hotel, lunedì 14 ottobre presso il Meeting & Event Center di Fiera Bolzano.

Il Forum rappresenta la punta di diamante del programma convegnistico della manifestazione altoatesina dedicata alla ospitalità e alla ristorazione di alto profilo e quest’anno sarà dedicato alla comunicazione nell’ambito del turismo e della ricettività sostenibili. Il turismo responsabile presenta trend in ascesa, con ampi margini di crescita, e non è una tendenza che riguarda solamente i viaggi, ma si sta rapidamente affermando anche come priorità nel mondo dell’ospitalità. Il 79% dei viaggiatori, stima di Legambiente, considera importante nella scelta della struttura ricettiva il fatto che sia eco-friendly. 

Hotel, giunta quest’anno alla 43° edizione, è il palcoscenico ideale per la discussione e l’aggiornamento su questi temi. Più di 600 espositori, oltre 22.00 visitatori professionali, 3.500 partecipanti al programma convegnistico, oltre al ruolo pionieristico che gli albergatori altoatesini ricoprono dal punto di vista dei tre principi fondanti della sostenibilità in ambito turistico: economia, ecologia, sociale. Obiettivo del Forum sarà quello di fornire agli operatori strumenti e indicazioni per comunicare e promuovere al meglio questo loro ruolo di pionieri, attraverso gli interventi di alcuni tra i maggiori esperti di sostenibilità e comunicazione. Tra loro spicca il key note speaker tedesco Michael Braungart, docente universitario di eco-design, che proporrà un intervento sul concetto innovativo di “Cradle to Cradle - la chiave per un futuro di successo nel settore turistico, alberghiero e della ristorazione”. Un focus incentrato sul cambiamento nella filosofia di gestione delle strutture, implementando scelte green a favore del miglioramento dell’ambiente, ma in una ottica diversa da quella che normalmente viene seguita. Egli sostiene che l'uomo possa e debba dare un risultato positivo nei confronti dell’ambiente, che non significa ridurre l’impatto ambientale negativo, ritiene che si debba andare oltre. “Un edificio alberghiero può essere progettato come un albero. L'aria e l'acqua puliscono l'hotel, e quindi potrebbe allo stesso tempo fornire uno spazio vitale a centinaia di altre creature come creare suolo, produrre alghe, … in altre parole: non bisogna essere neutrali verso il clima, ma positivi!”

Più incentrata sulla comunicazione sarà invece la presentazione di Joachim Schöpfer, che vanta una lunga carriera nel mondo della creatività e in particolare nell’ambito della comunicazione CSR. Fondatore dell’agenzia Serviceplan Reputation, che ha sviluppato nuovi strumenti di ricerca di mercato come il Corporate Reputation Score (CRS) e il Sustainability Image Score (SIS), è anche co-fondatore della piattaforma online Green Window e collaboratore al primo Green Tech Festival di Berlino. Partendo dalla convinzione che “Un turismo povero distrugge ciò che originariamente rende attraente una regione. Un buon turismo contribuisce a preservare il paesaggio e la cultura e a creare una prosperità duratura. Questo è l'essenza stessa del turismo sostenibile”, il suo intervento avrà lo scopo di mostrare il perché il futuro appartiene alla crescita qualitativa e quali sono le offerte e le strategie comunicative vincenti per conquistare gli ospiti in futuro.

L’edizione 2019 del Communication Forum fornirà quindi agli addetti al settore gli strumenti per promuovere e spiegare al meglio tutti gli sforzi che una struttura ricettiva fa nella direzione della sostenibilità e gli effetti positivi che queste azioni comportano nei servizi offerti agli ospiti. E proprio per l’importanza che riveste l’ospitalità responsabile per il futuro del settore, Hotel 2019 sarà un’occasione unica di aggiornamento: dallo Startup Village – un’area espositiva dedicata alle aziende innovative nell’ambito della mobilità sostenibile, delle tendenze nell’universo food and beverage fino al design e arredamento dinamico, al Sustainability Award - un contest per gli espositori “più sostenibili”, passando per le giornate a tema dedicate agli artigiani e ai cooking show.

Kreativ 2019 per gli amanti del fai da te

Cucire, ricamare, intagliare o decorare torte: Kreativ è un appuntamento da non perdere per tutti quelli che amano fare le cose con le proprie mani. La manifestazione specializzata per realizzazioni e decorazioni creative di tutti i generi si svolge dal 13 al 15 settembre 2019 per la nona edizione presso Fiera Bolzano: sono attesi 12.000 visitatori.

 „Do it yourself“, un neologismo abbreviato con la sigla DIY è una tendenza che non conosce fasi di rallentamento. Da un punto di vista sociologico, il DIY appartiene al megatrend della “nuova ecologia”: fare da sé è sostenibile, individuale, punta alla qualità invece che alla quantità e dà vista a piccoli circuiti di economia circolare. Per i prossimi anni gli studiosi di fenomeni culturali pronosticano per il megatrend della “nuova ecologia” – e di conseguenza per il DIY – una diffusione a tutto campo!

Kreativ: tre piccioni con una fava

Ogni anno a settembre si radunano a Kreativ tutti gli hobbisti dalla provincia e dai territori vicini, come sottolinea Thomas Mur, Direttore di Fiera Bolzano: “Kreativ offre in un'unica location e in pochi giorni una grande varietà di materiali, tanti ispirazioni DIY e l’incontro con molti appassionati creativi: tre piccioni con una fava, il tutto senza passare ore in rete nelle communities virtuali, senza frequentare corsi costosi o visitare un negozio specializzato dopo l’altro”.

Ispirazioni utili, tanto per uomo quanto per donna

Il cuore pulsante dell’edizione di quest’anno sono sette craftroom, nelle quali appassionati più o meno esperti possono esercitarsi nelle loro discipline preferite. Cucire, ricamare o lavorare all’uncinetto, dedicarsi al cake design, dipingere, lavorare con la carta, il legno, l’argilla o la ceramica – a Kreativ 2019 tutte/i possono trovare l’ispirazione giusta. A chi non piacciono né il cucito, né le torte, a chi odia l’uncinetto e davanti alle decorazioni natalizie scappa ai Caraibi, potrebbe gradire invece una custodia per smartphone in legno – fatta con le proprie mani alla Kreativ di Fiera Bolzano.

Workshop per insegnanti 

Le attività creative non vengono esercitate solamente nel tempo libero: insegnanti e maestri/e d’asilo investono da settembre a giugno molto impegno nella decorazione creativa delle scuole e degli asili. A Kreativ anche quest’anno verranno offerti dei corsi dedicati agli insegnanti: il laboratorio per l’argilla e la ceramica proporrà quindi la sperimentazione con la terracotta, mentre il laboratorio per il legno e i materiali naturali mostrerà degli esempi di fai da te per bambini con semplici materiali naturali.

Cake designer cercasi

Il fatto che anche nella cucina sia richiesta molta creatività, è dimostrato soprattutto nella preparazione di torte di compleanno. Per i più talentuosi anche quest’anno ci sarà il concorso Kreativ Cake Design in collaborazione con CERART: fino a fine agosto sono aperte le iscrizioni on-line per tutti gli amanti di questa dolce passione che abbiano già compiuto i 18 anni. Il tema del concorso di quest’anno è “Il mio cuore batte per…”, i materiali ammessi sono pasta di zucchero, cioccolato fondente, marzapane e tutto ciò che è commestibile. Tutte le creazioni proposte verranno esposte durante i tre giorni di fiera e verranno giudicate da una giuria. Per il vincitore ci saranno interessanti premi, da una pasta di zucchero di alta qualità fino ad attrezzature da professionista.

Hotel 2019 all'insegna della sostenibilità

La manifestazione si terrà a Bolzano dal 14 al 17 ottobre prossimi. Forte degli oltre 22mila visitatori dello scorso anno e da sempre attenta ai trend che caratterizzano il settore – la vacanza sostenibile oggi è praticata dal 20% degli italiani, con previsioni di incremento dei flussi per i prossimi anni, fino al 63% - si rivolge a operatori del settore, con particolare attenzione ad albergatori e ristoratori di fascia alta  

Bolzano, 2 luglio 2019 - Esperienziale, customizzato e, soprattutto, sostenibile. Il turismo guarda al futuro e lo fa attraverso la sostenibilità, già oggi condizione importante per la scelta di una destinazione. I consumatori-viaggiatori vogliono efficienza, qualità e valore aggiunto. Ragioni che vedono le strutture e le organizzazioni ricettive muoversi in questa direzione, puntando sulla differenziazione dell’offerta ed elevandone la qualità. Trend cavalcato anche da Hotel, fiera specializzata per hotellerie e ristorazione che, giunta alla sua 43esima edizione, si svolgerà nei padiglioni di Fiera Bolzano dal 14 al 17 ottobre prossimi e avrà come filo conduttore il tema della sostenibilità applicato all’offerta turistica e all’ospitalità.  

Il turismo sostenibile rappresenta un modo di viaggiare nel rispetto dell'uomo e del pianeta, “…che preserva l’ambiente – come lo definisce International Ecotourism Society - e migliora il benessere delle popolazioni locali”. Si tratta di un settore sempre più conosciuto e percepito, il cui appeal risulta in crescita sia tra gli italiani che tra gli stranieri. Dal rapporto “Gli italiani il turismo sostenibile e l’ecoturismo”, presentato nell’ottobre 2018, è emerso che l’argomento è ormai noto per circa il 78% degli italiani. Ma cosa ben più rilevante è che se solo 7 anni fa era appena un 7% a orientarsi verso questo tipo di vacanza che per definizione “rispetta l’ambiente e cerca di ridurre il consumo energetico e di risorse del territorio”, nel 2018 a praticarlo è stato un turista su 5, pari al 20% del totale. Percentuale che aumenta di ulteriori dieci punti nei paesi di area tedesca (Germania ed Austria). 

Ad attrarre sono principalmente arte, storia, cultura, eventi (68%), bellezze naturali e paesaggi (61%), ossia quei fattori “forti” che hanno consolidato l’Italia turistica. Ma la domanda di vacanze a contatto con la natura, la richiesta e il consumo di cibo biologico, le escursioni in bicicletta e il trekking, è destinata, secondo i rilevamenti, a far crescere nei prossimi dieci anni la sensibilità per il turismo sostenibile e l’ecoturismo per il 63% degli italiani.

Tutte condizioni pronte a riflettersi anche nella scelta da parte dei turisti del proprio soggiorno, di alloggi “green” e attenzione alla sostenibilità degli stessi. Sempre più hotel e strutture turistiche in giro per il mondo hanno già optato per la riduzione del proprio impatto ambientale e per certificare il proprio impegno a riguardo. Lo stesso vale per l’Italia, e in particolare per il Trentino Alto Adige, dove questo percorso è stato già intrapreso puntando a una valorizzazione dell’ospitalità integrata con gli elementi della sostenibilità e finalizzata a esperienze turistiche che restano, indipendentemente dal periodo di permanenza.  

Per tutti questi motivi Hotel 2019 sarà una occasione unica di aggiornamento e una esperienza a 360° gradi sulla ospitalità sostenibile, a partire dal Sustainability Award, un contest riservato agli espositori che mira a innovazione e ricerca della qualità in questo ambito. Tra i riconoscimenti previsti, uno riguarderà anche l’espositore “più sostenibile” nell’allestimento dello stand.

 

Autochtona 2019 in arrivo

Si avvicina la sedicesima edizione della manifestazione dedicata all’autoctono italiano. Riconfermati gli immancabili appuntamenti con “Autoctoni che passione!” e “Tasting Lagrein”. E, ad aspettare un pubblico che si dimostra ogni anno sempre più numeroso, tante chicche vitivinicole che andranno ad ampliare il meraviglioso pantone dei nostri vitigni autoctoni, affiancando i già affermati best seller ben noti agli appassionati di ogni dove.

Ritorna, come annuale ricorrenza tanto attesa dagli operatori di settore italiani e non, la manifestazione bolzanina dedicata ad alcune specifiche eccellenze vitivinicole italiane. Il Bel Paese si racconterà, infatti, attraverso l’incontro con quei vitigni definiti “autoctoni”, nati e cresciuti in una determinata zona con la quale si identificano in un legame culturale, ancora più che geografico.

La manifestazione si svolgerà nei giorni 14 e 15 ottobre presso la Fiera di Bolzano, in concomitanza con “Hotel”, evento fieristico dedicato alla ristorazione e all’hotellerie che avrà inizio il 14 e terminerà il 17 ottobre. Autochtona vedrà l’immancabile partecipazione di numerosi espositori – più di 80 aziende, provenienti da 17 regioni italiane – desiderosi di far conoscere le proprie uve e il proprio vino ad un pubblico che conta prevalentemente operatori del settore ma anche wine lovers. 

Come ogni anno, molti saranno i vitigni autoctoni che, intramontabili, si sono fatti conoscere in tutto il mondo per le loro peculiarità, ma altrettanti saranno quelli meno noti, meno diffusi o, semplicemente, più rari. Ce ne sarà per tutti i gusti, insomma: i grandi classici e le novità, le conferme e le scoperte, i vini che sono diventati ormai un simbolo della manifestazione e quelli che, invece, ne rappresentano l’originalità. 

L’evento italiano che, per eccellenza, celebra la poliedrica vitivinicoltura italiana attraverso l’espressione territoriale dei vitigni autoctoni, non mancherà di proporre quelle iniziative che, da anni, la rendono riconoscibile. Anche in questa sedicesima edizione, infatti, si terrà la rassegna ‘Autoctoni che passione!”, dove una giuria di esperti assegnerà uno speciale riconoscimento – gli “Autochtona Awards” - alle migliori etichette presenti alla manifestazione, suddivise in base alle rispettive categorie e valutate rigorosamente alla cieca. E sempre per non venir meno alle tradizioni consolidate negli anni di Autochtona, anche per questa edizione sono previsti una serie di eventi collaterali alla manifestazione, fra i quali non mancherà certamente il noto ‘Tasting Lagrein’, che premierà il miglior Lagrein degustato limitatamente alle ultime annate presenti attualmente sul mercato.


Meteo

 
Read more

Avviso

FAIRGUIDE.COM , EXPO-GUIDE.COM, EVENT-FAIR, BUILDTEC MARKET.COM e INTERNATIONAL FAIRS DIRECTORY

Attenzione

Invitiamo i nostri espositori a fare ATTENZIONE a proposte inviate da FAIRGUIDE.COM, EXPO-GUIDE.COM, EVENT-FAIR e BUILDTEC MARKET.COM per l'inserimento nei relativi annuari