Fiera Bolzano
Share |




Ultime news

A Prowinter 2015 le novità della montagna tra scialpinismo e freeride

PROWINTER
Dal 9 all'11 aprile 2015, le più importanti aziende produttrici di materiali e attrezzature per gli sport di montagna e i rappresentanti delle migliori stazioni sciistiche europee si danno appuntamento alla Fiera di Bolzano per una tre giorni di dialogo e confronto sulle nuove tendenze in arrivo. Focus sui segmenti più dinamici del comparto. Ritorna Prowinter a Bolzano, l'unica fiera b2b dedicata al noleggio e ai servizi per gli sport invernali che, anche quest'anno, dedica ampia attenzione allo scialpinismo, fenomeno che continua inarrestabile a conquistare nuovi seguaci: sono infatti oltre 50.000 i praticanti italiani nella stagione 2014/2015, come indicano i dati attualizzati dell'Osservatorio Italiano del Turismo Montano promosso da Skipass Panorama Turismo. Sarà la possibilità di godere di un rapporto privilegiato con la natura, fuori dai soliti percorsi di massa, sarà la soddisfazione di guadagnarsi una discesa dopo aver conquistato la vetta c ... Continua
A Prowinter 2015 le novità della montagna tra scialpinismo e freeride

Dal 9 all'11 aprile 2015, le più importanti aziende produttrici di materiali e attrezzature per gli sport di montagna e i rappresentanti delle migliori stazioni sciistiche europee si danno appuntamento alla Fiera di Bolzano per una tre giorni di dialogo e confronto sulle nuove tendenze in arrivo. Focus sui segmenti più dinamici del comparto.

Ritorna Prowinter a Bolzano, l'unica fiera b2b dedicata al noleggio e ai servizi per gli sport invernali che, anche quest'anno, dedica ampia attenzione allo scialpinismo, fenomeno che continua inarrestabile a conquistare nuovi seguaci: sono infatti oltre 50.000 i praticanti italiani nella stagione 2014/2015, come indicano i dati attualizzati dell'Osservatorio Italiano del Turismo Montano promosso da Skipass Panorama Turismo.

Sarà la possibilità di godere di un rapporto privilegiato con la natura, fuori dai soliti percorsi di massa, sarà la soddisfazione di guadagnarsi una discesa dopo aver conquistato la vetta con i propri sforzi, sarà la voglia di mettersi alla prova e scoprire i propri limiti, fatto sta che anche quest’anno questo segmento si conferma il più dinamico del comparto (+6,25% sulla stagione precedente a fronte, per esempio, di un +0,33% dello sci alpino, di un +3,06% dello sci da fondo e di un -1,42% dello snowboard*).

Numeri che non possono essere ignorati dalle grandi aziende che operano nel settore, sempre pronte ad intercettare le nuove richieste dei consumatori al fine di studiare i materiali e le attrezzature più idonee per vivere al meglio la montagna ed affrontare le discipline che si affacciano di anno in anno nel mercato della montagna bianca. 

Ed è proprio a Prowinter che negozianti e operatori del settore potranno scoprire tutte le novità degli oltre 300 espositori presenti per una tre giorni di dialogo e confronto tra professionisti. Tra i focus della manifestazione, accanto allo scialpinismo spicca quest’anno anche il Freeride, l'attività fuoripista su neve fresca che ha come scopo non tanto l'allenamento fisico quanto il divertimento e la ricerca di libertà, un trend che piace sempre di più.

Anche se è ancora marginale la quota di coloro che lo praticano in maniera "esclusiva" (15% del totale praticanti*), sta infatti guadagnano posizioni nelle classifiche di gradimento degli amanti della montagna, destando di conseguenza l'interesse sia delle aziende produttrici sia delle destinazioni turistiche, che puntano ad attrezzarsi di conseguenza per offrire nuovi servizi su misura.

Emerge dunque una sempre più frequente ricerca di discipline "free", attrattive non tanto per la loro economicità - al contrario dello scialpinista, il freeriders tende comunque ad utilizzare gli impianti di risalita per godersi al meglio la discesa - ma per il fatto che offrono un punto di vista inedito della montagna. Pratiche sportive in cui viene meno l'elemento competitivo a favore di quello emozionale, tanto da essere praticate prevalentemente in gruppo per favorire la condivisione dell'esperienza. 

"Abbiamo deciso - ha dichiarato Reinhold Marsoner, direttore di Fiera Bolzano - di proseguire con la strada intrapresa tanti anni fa, quando fummo i primi ad intuire le grandi potenzialità di crescita dello scialpinismo, segmento per cui siamo ormai diventati un punto di riferimento. Per questa sedicesima edizione della manifestazione ci aspettiamo - ha proseguito – tra i 5.000 e i 6.000 visitatori, numero che corrisponde alle presenze medie degli anni passati quando Prowinter si svolge senza la sorella degli investimenti in infrastrutture per il turismo invernale, Alpitec. Questa manifestazione favorisce ancora una volta lo scambio di know how tra operatori del settore che scelgono di venirci a trovare per avere una visione globale dei trend attuali".

* dati dell'Osservatorio Italiano del Turismo Montano promosso da Skipass Panorama Turismo

Successo per Interpoma 2014

INTERPOMA
Il Trentino-Alto Adige, con il successo di Interpoma 2014 si conferma la culla della mela. Hanno visitato Interpoma 2014 quasi 18.000 operatori del settore, che hanno fatto registrare alla nona edizione di questa manifestazione legata alla mela un +12,5% di visitatori rispetto al 2012. 423 aziende espositrici provenienti da 20 nazioni e 17.974 visitatori provenienti da oltre 60 Paesi diversi, questi sono i numeri di questa nona edizione dedicata al mondo melicolo. “Tre quarti dei visitatori provien ... Continua

Successo per Interpoma 2014

Il Trentino-Alto Adige, con il successo di Interpoma 2014 si conferma la culla della mela. Hanno visitato Interpoma 2014 quasi 18.000 operatori del settore, che hanno fatto registrare alla nona edizione di questa manifestazione legata alla mela un +12,5% di visitatori rispetto al 2012.

423 aziende espositrici provenienti da 20 nazioni e 17.974 visitatori provenienti da oltre 60 Paesi diversi, questi sono i numeri di questa nona edizione dedicata al mondo melicolo. “Tre quarti dei visitatori proviene da fuori Alto Adige, con un alta percentuale da tutta Europa, in particolare un aumento dall’Europa dell’est Serbia, Moldavia e Polonia e dal resto del mondo, ovvero da oltre 70 Paesi diversi, tra questi: Afghanistan, Algeria, Argentina, Australia, Azerbaigian, Bangladesh, Bielorussia, Brasile, Canada, Cile, Cina, Corea del Sud, Egitto, Equador, Georgia, Giordania, Giappone, Haiti, India, Iran , Israele, Kazakhstan, Libano, Libia, Marrocco, Messico, Nuova Zelanda, Pakistan, Perù, Russia, Sud Afrika, Tunisia, Turchia Ucraina, Uruguay, Uzbekistan e USA”, afferma Reinhold Marsoner, Direttore di Fiera Bolzano.

100% di commenti positivi e complimenti da parte dei visitatori di Interpoma 2014
Dall’indagine condotta da Fiera Bolzano su un campione di 388 visitatori emerge che 100% degli intervistati valuta da “buona” (63%) a “molto buona” (34%), oppure “soddisfacente” (3%) la manifestazione e il 62% degli intervistati ha affermato di aver intenzione di concludere affari con gli espositori contattati.

Il pubblico di Interpoma è assolutamente specializzato, si tratta infatti di operatori del settore da tutto il mondo, per la maggior parte persone che si occupano di coltivazione di mele (55%), altre coltivazioni (17%), commercializzazione di frutta e verdura (11%) e commercio di macchinari agricoli (12%).

Soddisfazione degli espositori di Interpoma 2014
Tutti gli espositori intervistati hanno dimostrato un grande entusiasmo per l’esito positivo di questa nona edizione dell’unica fiera la mondo dedicata alla produzione, conservazione e commercializzazione della mela.

Il Dr. Riccardo Zanzi, responsabile commerciale Vivai F.lli Zanzi afferma: "Ormai partecipiamo da più di 10 anni, sia ad Agrialp sia ad Interpoma. La mia impressione è molto buona e siamo molto soddisfatti dei contatti acquisiti con operatori provenienti dai paesi dell'est. Interpoma è una fiera di massima importanza non solo per il mercato italiano, ma anche per quello estero. Torneremo sicuramente anche per la prossima edizione."

Anche Moira Marcon del marketing di Longobardi è rimasta molto soddisfatta: "Interpoma si sviluppa sempre di più mantenendo un livello molto alto e clienti sempre più internazionali. Questa è la 9a volta che partecipiamo e possiamo dire che sta raggiungendo il livello di una Fruit Logistica. A noi piace molto l'aspetto internazionale, abbiamo notato un grandissimo afflusso di visitatori provenienti dal Canada, dall' America e dalla Grecia. Siamo molto contenti dell'andamento di questa manifestazione e sicuri di partecipare anche alla prossima."

Roberto Cimadon, Direttore amministrativo di Holder Italia ha confermato: "Siamo contenti dei contatti che abbiamo registrato: puntiamo più sul mercato italiano ma abbiamo notato ampio interesse dai clienti austriaci e polacchi verso i nostri macchinari. Partecipare ad Interpoma è il nostro punto di partenza e ci saremo anche la prossima volta."

Grande interesse anche per i tour guidati e il congresso internazionale, 240 persone hanno accolto con entusiasmo l’offerta di Interpoma, delle visite guidate a impianti melicoli sul territorio e 1040 sono i congressisti che hanno partecipato alle tre giornate del convegno internazionale “La Mela nel Mondo” con particolare interesse per i nuovi flussi di mercato e l’organizzazione dell’offerta nel commercio mondiale della mela, la frutticoltura sostenibile e le future evoluzioni innovative, le novità della scienza e della ricerca e per come la frutticoltura deve adeguarsi al cambiamento climatico.

Tutte le informazioni: www.interpoma.it
Facebook: www.facebook.com/Interpoma
LinkedIn: www.linkedin.com/company/interpoma-cultvation-storage-&-marketing-of-the-apple
Live-Channel Youtube “Interpoma”: https://www.youtube.com/interpoma

Nuovo record di visitatori per la Fiera d‘Autunno, Biolife e Nutrisan

FIERA D`AUTUNNO
Il trio di fiere autunnali ha registrato un afflusso di quasi 50.000 visitatori, il nuovo record ass ... Continua

Nuovo record di visitatori per la Fiera d‘Autunno, Biolife e Nutrisan

Il trio di fiere autunnali ha registrato un afflusso di quasi 50.000 visitatori, il nuovo record assoluto per la manifestazione da quando si svolge con la formula delle cinque giornate. Fino all’ultima ora di apertura i padiglioni di Fiera Bolzano erano popolati di visitatori alla ricerca di novità e prodotti tradizionali, delizie biologiche e consigli per le intolleranze alimentari. Soddisfazione piena anche tra gli oltre 500 espositori e partner istituzionali.
 
Anche se per molti anni è stata criticata come modello di manifestazione ormai superato, la Fiera d’Autunno ha invece saputo adattarsi alle mutate esigenze del pubblico e la nuova formula - un buon mix di mostra, mercato e intrattenimento – risulta essere molto efficace, come dimostrato ancora una volta dal successo dei numeri.

Naturalmente la Fiera d'Autunno di oggi non ha quasi più nulla in comune con la leggendaria “Campionaria”, una volta unico evento fieristico nell’arco dell’intero anno che riuniva per due weekend tutti i settori della Provincia sotto un unico tetto per presentare le principali novità. Dai numerosi settori espositivi indipendenti di allora hanno avuto origine negli anni fiere specializzate indipendenti e di successo.

Abbinata a Biolife e Nutrisan, due eventi dedicati ad uno stile di vita sano, la Fiera d'Autunno è oggi un prodotto di successo che piace al pubblico, premiato con un 94% di visitatori soddisfatti (risultati di un’indagine condotta da Fiera Bolzano). E anche molti espositori sono presenti da anni a questo appuntamento, come ad esempio Rittner Leuchten, che produce e vende lampade, ed il cui titolare Andreas Spögler ne spiega i motivi: “Non facciamo vendita diretta in fiera ma partecipiamo comunque da oltre 20 anni perché ci permette di far conoscere la nostra azienda ai clienti, cui vogliamo fornire poi in negozio la giusta consulenza.”
Una calamita di pubblico così forte finisce anche per convincere ogni anno nuove aziende a partecipare, come testimonia Giuseppe D'Auria dell’azienda Olio Lallo: “Facciamo olio d’oliva da 80 anni, veniamo dalla Campania e partecipiamo per la prima volta alla Fiera d’Autunno. La fiera è stata perfettamente organizzata e siamo rimasti molto contenti, superando le nostre aspettative.”

Negli ultimi anni Biolife è diventata una delle più importanti vetrine in Italia per prodotti biologici regionali di qualità, come viene sottolineato dal numero di visitatori in costante crescita e da un numero sempre maggiore di espositori provenienti dall’estero, che la scelgono quale trampolino per il mercato italiano.
Lo conferma anche Michael Kormesser, direttore delle vendite della ditta Sonnentor: „Biolife è una splendida fiera: organizzata perfettamente con un ottimo afflusso di visitatori e un buon mix fra consumatori, rivenditori e grossisti. Non siamo ancora molto presenti sul territorio e proprio con l’obbiettivo di farci conoscere abbiamo partecipato.“

Nutrisan ha dimostrato di essere il complemento perfetto per la Fiera d'Autunno e Biolife, e alla sua terza edizione può ormai contare su una solida base di espositori e su un pubblico interessato. Questa è l’impressione anche di Carlo Alberto Alinovi, responsabile vendite di Radeberger Italia, che ha presentato a Nutrisan, in esclusiva per l'Italia, la bevanda cult Bionade che in Germania ha già venduto milioni di bottiglie: “Ho un’impressione molto positiva. Questa è una fiera di alta qualità e interessante per acquisire una nuova clientela. C’è stato un ampio interesse per il prodotto: unico sul mercato e molto conosciuto in Germania.

La prossima edizione del trio di fiere autunnali avrà luogo dal 18 al 22 novembre 2015.

Trovate tutte le informazioni sulle manifestazioni, servizi video e foto sui rispettivi siti web:
www.autunno.fierabolzano.it
www.biolife.it
www.nutrisan.it

HOTEL 2014: hotellerie e ristorazione incontrano il business

HOTEL
•    38 edizioni con ottimi risultati e una continua crescita •   ... Continua

HOTEL 2014: hotellerie e ristorazione incontrano il business

•    38 edizioni con ottimi risultati e una continua crescita
•    20.400 presenze in quattro giorni di manifestazione
•    Oltre 600 espositori
•    3 appuntamenti di rilievo dedicati al vino: Autochtona – Vinea Tirolensis e Tasting Lagrein
•    Convegni e seminari di alto livello formativo ed informativo


Il business della ristorazione e dell’ospitalità professionale non conosce crisi. I risultati di Hotel 2014 confermano la leadership italiana del settore, con 20.400 visitatori professionali durante le quattro giornate della manifestazione, che si è svolta presso i padiglioni di Fiera Bolzano dal 20 al 23 ottobre 2014 e confermando anche i dati record della scorsa edizione.
 
Vincente l’idea di Fiera Bolzano di corredare la manifestazione con tre appuntamenti dedicati al vino. Autochtona, forum dei vini autoctoni si è svolta  dal 20 al 21 ottobre e con il premio “Autoctoni che passione!”, mentre Vinea Tirolensis si è svolta il mercoledì con la degustazione dei migliori vini prodotti in Alto Adige organizzata dall’Associazione vignaioli altoatesini (FWS) e il Tasting Lagrein il giovedì, con una degustazione comparativa di Lagrein. Il vino ha portato in fiera giornalisti internazionali che hanno fatto parte della giuria e valutato i vini presenti.
“È stato un evento molto stimolante dove abbiamo avuto la possibilità di assaggiare prodotti interessanti e anche difficili da trovare con un’ottima qualità media dei prodotti e anche l’accoglienza trovata in Alto Adige da parte dell’organizzazione è stata ottima”, afferma Christy Canterbury, Master of Wine USA  e Presidente della giuria Autochtoni che Passione!
 
Oltre venti gli eventi organizzati nel corso della manifestazione tra workshop, seminari e presentazioni. Infine un ampio spazio è stato riservato alla formazione, nella convinzione che puntare sullo sviluppo del know-how sia la carta vincente per mantenere e rafforzare la leadership italiana nel settore. I convegni di punta sono stati il Social Media Forum 20134, un’occasione per approfondire l’importanza dei canali social per aiutare le strutture alberghiere ad incrementare il proprio business rendendole sempre più “digital friendly” e il congresso “Ricostruire?! – Albergatori e architetti alla ricerca di nuove strade” che ha puntato su come dare slancio a strutture antiche e nuovi edifici rispettando l’ambiente e le tradizioni del territorio altoatesino.
Molto apprezzati anche gli eventi live, come la cucina in diretta di cuochi regionali, gli eventi legati al mondo della pizza e dei cocktail e le dimostrazioni dei panificatori, pasticcieri e gelatai presso lo stand dell’Unione Commercio Turismo e Servizi Alto Adige.

“C’è stata molta affluenza a tutti gli eventi del programma formativo di Hotel, questo dimostra che le persone sono pronte a informarsi e questo è un bene, soprattutto in periodi difficili”,  afferma Thomas Gruber, Direttore dell’Unione Albergatori e Pubblici Esercenti (HGV). “La fiera si presenta bene, si nota come le aziende stanno investendo in innovazione e qualità e anche l’afflusso di visitatori è in continua crescita”, conclude Gruber. 
Dall’indagine svolta da Fiera Bolzano su un campione di 962 visitatori, di cui un 48,03% afferma di essere imprenditore e un 7,24% direttore, emerge che gli operatori provengono per la maggior parte dal settore alberghiero e hotel seguito da ristoranti e bar. Il 63,78% degli intervistati proviene dall’Alto Adige, il 16,61% dal Trentino e quasi il 20% da altre regioni d’Italia e dall’estero (1,39%). Gli operatori intervistati hanno espresso quasi il 100% dei consensi positivi considerando la manifestazione “buona” 58,39%, “molto buona” 37,53%, “soddisfacente” 3,66% e solo lo 0,43% non si è espresso in maniera positiva.

Grande soddisfazione da parte degli espositori presenti per il grande afflusso e la qualità dei visitatori che hanno visitato i loro stand durante questa quattro giorni.
Marcello Arnoldi, responsabile vendite Italia di Hendi Food Service Equipment afferma: “Hotel è stata una bomba, ci aspettavamo che andasse bene, ma non mi aspettavo davvero un feedback così positivo. Ci hanno visitato clienti da varie parti d’Italia e abbiamo concluso diversi contratti in fiera sia con clienti italiani che esteri”.
“A livello di contatti siamo molto soddisfatti, abbiamo avuto 20-25 contatti degni di nota al girono e per noi Hotel è stata una buona piattaforma di lancio. Impeccabile anche dal punto di vista dell’organizzazione”, afferma soddisfatto Marco Capostagno Solution Specialist di Meiko Italia “Noi facciamo fiere tutti i mesi e questa segue il passo dei grandi player”, ha concluso Capostagno.
Anche Carlo Gava, Direttore commerciale Italia di Piroche Cosmetiques è soddisfatto di quest’edizione: “Hotel è una rassegna molto valida e importante in regione e la frequenza in questi giorni è stata molto alta. Anche l’organizzazione dei convegni ben frequentati è un’offerta molto importante e noi ci riteniamo soddisfatti”.
“Siamo presenti già da otto anni a questa fiera, quest’anno avevamo un prodotto che deve essere visto e spiegato personalmente, non sarebbe possibile mostrarlo solo in tv o in internet. Siamo molto contenti di questa edizione, abbiamo avuto molti buoni contatti e abbiamo già chiuso alcuni contratti direttamente in fiera”, conferma Christian Peer, CEO di Peer Srl.

La prossima edizione di Hotel e Autochtona si svolgerà dal 19 al 22 ottobre 2015.

I mestieri di ieri: creatività per il futuro

KREATIV
Risultati molto positivi anche per la quarta edizione di Kreativ che si è svolta lo scorso fi ... Continua

I mestieri di ieri: creatività per il futuro

Risultati molto positivi anche per la quarta edizione di Kreativ che si è svolta lo scorso fine settimana a Fiera Bolzano con la presenza di oltre 15.000. Un evento che ha messo in luce tutta la tradizione, i lavori e i mestieri di un tempo, che sono stati per lungo tempo hobby e che oggi offrono una nuova possibilità di reinventarsi con nuovi lavori creativi.

Kreativ, il salone della manualità creativa e della decorazione, per la prima volta organizzato in collaborazione con Fiera Bolzano Spa, si è confermato secondo le aspettative un progetto di alta qualità, unico ed originale. "La quarta edizione di questa fiera, che è stata seguita ed organizzata per la prima volta sotto la regia di Fiera Bolzano, ha sicuramente soddisfatto positivamente le nostre aspettative nell’investimento fatto per l’acquisto di questa manifestazione”, afferma Reinhold Marsoner, Direttore di Fiera Bolzano.
 
Le oltre 130 aziende espositrici, già dal primo giorno erano davvero soddisfatte per l’andamento delle vendite e dell’interesse in fiera.

Molto soddisfatte Jana Jandejsková & Lada Novotná, rispettivamente titolare e referente Italia di Bellus: “La fiera è ancora migliorata e sicuramente verremo anche nel 2015. L’ambiente è bello, i visitatori interessati e l’organizzazione della fiera ottima – cosa si vuole di più!”

Appagata anche Iris Blatter, figlia del Christiana Patchwork Srl: “Siamo contente, abbiamo notato molto interesse da parte dei visitatori”.

Molto contento anche Rocco Musio, responsabile commerciale Tessitura Giaquinto, che afferma: “Per noi è importante che questa fiera continui a crescere. Ora è sicuramente ad un buon livello ed è importante che la scelta degli espositori rimanga selettiva per offrire prodotti di qualità. Per noi è importante farci conoscere in questa zona, che è forte dal punto di vista economico”.
Marco Daví, responsabile negozio Bolzano di Ciesse Scampoli ha sponsorizzato il reality show in fiera: “Il reality show è stata un’esperienza fantastica e da rifare assolutamente. Le sarte sono venute dalla fiera al nostro negozio per prendere le stoffe che servivano per realizzare il loro cartamodello direttamente in fiera. Un’ottima iniziativa e una novità per accompagnare l’evento. La crisi economica aiuta questo settore, perché la gente prova a reinventarsi, attraverso la creatività si ottiene soddisfazione e si risparmia con il fai da te”.

In effetti, Kreativ 2014, come ha sottolineato il Sindaco della Città di Bolzano durante l’inaugurazione, è una risposta anche ai nuovi bisogni dettati dalla crisi e dall’assenza di lavoro, un modo per recuperare le conoscenze e portarle ad un’utilità per la comunità e per se stessi: “Con maggior tempo libero e necessità di procurarsi da mangiare si recuperano attività che erano state dimenticate e recuperare il buono del passato ci aiuterà a evitare anche gli errori del passato”, ha affermato Spagnolli positivamente.

A tal proposito è stato organizzato, tra altri eventi che hanno accompagnato la manifestazione, il convegno e che sono stati molto apprezzati, in particolare quello di sabato 20, “Fisco amico, come trasformare il tuo hobby in business", che ha visto il tutto esaurito nella sala e diverse persone hanno richiesto consulenze private.

Da un’indagine condotta da Fiera Bolzano su un campione di 150 visitatori è emerso che i settori di maggiore interesse sono il cucito creativo e tessuti, seguito dal ricamo e dall’artigianato altoatesino e lana e filati, mentre le attività più apprezzate sono state la craftroom seguita dall’artigianato altoatesino e dai corsi e dimostrazioni degli espositori presso i loro stand. Oltre il 75% degli intervistati ha inoltre affermati aver acquistato prodotti in fiera. Cento per cento di commenti positivi anche tra i visitatori: il 67,15% ha valutato “buona” questa manifestazione e il 25,55% “molto buona”. Il 6,57% la ha valutata “soddisfacente”.
La maggior parte dei visitatori proviene dal Trentino (25,55%) e dalla città di Bolzano (24,9%), il restante proviene da altre parti dell’Alto Adige e dal Triveneto.

Avvisi

Invitiamo i nostri espositori a fare attenzione a proposte inviate da Fairguide.com e Expo-guide.com per l'inserimento nei relativi annuari: maggiori informazioni.

La nostra energia pulita  

Potenza nominale in uscita
- 945.76 kWp
Energia generata
- 1003946.53 kWh
CO2 risparmiata
- 598352.13 kg

Eventi a Bolzano  

Meteo  

Follow us on  

Fiera Bolzano Messe Bozen on Facebook Fiera Bolzano Messe Bozen on LinkedIn Fiera Bolzano Messe Bozen on Twitter Fiera Bolzano Messe Bozen on Youtube Our NEWSLETTER

Fiera Bolzano Spa Piazza Fiera 1, I - 39100 Bolzano • tel: +39 0471 516000 • fax: +39 0471 516111 • info@fierabolzano.itfieramesse.bz@pec.it • P.IVA 00098110216 • copyright
Registro Imprese Bolzano nr. 00098110216 • Capitale Sociale interamente versato 23.000.000 • Informativa privacyPrivacy policyWeb Partner