Menu
  Chi siamo > La fiera

FIERA BOLZANO

PUNTO D'INCONTRO TRA NORD E SUD

Fiera Bolzano è collocata in posizione ideale al centro dell'Arco Alpino, in una regione bilingue e funge
da punto d'incontro tra le aziende provenienti dalle zone di lingua tedesca del Nord Europa e quelle
di lingua italiana.

Le nostre fiere in 1 minuto:

Perché visitare

Le nostre manifestazioni si concentrano principalmente su tematiche in cui sono forti e riconosciute a livello nazionale e internazionale le competenze economiche di Alto Adige e Trentino. I settori sono il turismo e l'ospitalità, gli sport invernali e la tecnologia alpina, l'agricoltura, l'edilizia e la mobilitá sostenibile e le energie rinnovabili.

 

 

 

Read more

Perché esporre

Con le nostre fiere specializzate rappresentiamo un importante punto d'incontro tra le aziende italiane e quelle dell'area di lingua tedesca dei paesi vicini, garantendo ad entrambe un ingresso su un mercato importante e permettendo loro di raggiungere il giusto target.

 

 

Read more

News

A Klimahouse l’innovazione si tocca con mano!

KLIMAHOUSE

Alla scoperta dei più virtuosi edifici dell'Alto Adige Come si vive in una CasaClima? L’Alto Adige punta i riflettori sui recenti edifici virtuosi della regione in cui la natura si incontra con il design e con l’efficienza energet ...

Read more

Concorso di idee per scuole: La creatività come linguaggio universale

KREATIV

L’inclusione sociale è al centro di un concorso di idee per l’anno scolastico in corso. Classi delle scuole medie, superiori e professionali possono iscriversi fino al 2 febbraio. I progetti realizzati saranno presentati a Kreativ ...

Read more

“YES WE CAM”

KLIMAHOUSE

La sostenibilità del laterizio va di scena al KlimaHouse di Bolzano Allo stand C19/42 settore CD della fiera KlimaHouse, Bolzano 24-27 gennaio 2018, ANDIL lancerà “YES WE CAM”, la campagna di comunicazione a testimonianza d ...

Read more

Stanze a cielo aperto

KLIMAHOUSE

architettura, clima, paesaggi mediterranei e alpini Nell’ambito dei seminari di studio e ricerca che Klimahosue organizza ogni anno, sabato 27 gennaio 2018, dalle ore 10.00 alle ore 13.00, presso la sala Cevedale all’interno dei padiglio ...

Read more

Civil Protect 2018 presenta il primo Startup Award

CIVIL PROTECT

Le dieci migliori startup italiane si contendono il premio in occasione di Civil Protect, in programma dal 23 al 25 marzo 2018 a Fiera Bolzano. Tema della prima edizione: “La luce dell’innovazione”.Gli innovatori italiani nel settor ...

Read more

Prowinter Startup Village: l’apripista al futuro della montagna

PROWINTER

Lo Startup Village è l’occasione per dare voce all’innovazione e per agevolare i contatti e le relazioni di business. Un contest internazionale indetto da Prowinter, la manifestazione B2B dedicata al business degli sport di montagn ...

Read more

Chi costruisce la mobilità del futuro?

KLIMAMOBILITY

Klimamobility arrichisce Klimahouse: focus sulle città di domani Klimahouse, la fiera leader in Italia per l’efficienza energetica e il risanamento in edilizia, ospita Klimamobility, la principale conferenza in Alto Adige dedicata alla ...

Read more

Klimamobility arrichisce Klimahouse: focus sulle città di domani

KLIMAHOUSE

Klimahouse, la fiera leader in Italia per l’efficienza energetica e il risanamento in edilizia, ospita Klimamobility, la principale conferenza in Alto Adige dedicata alla mobilità sostenibile, proprio in occasione della sua giornata d&rs ...

Read more

Prowinter Lab: un osservatorio sul noleggio “sportivo” in montagna

PROWINTER

I numeri parlano di un trend in costante ascesa: il noleggio di sci ha radicalmente modificato il sistema-montagna e la pratica delle discipline invernali, e con il progetto di Prowinter Lab la fiera di Bolzano vuole confermare la propria vocazione c ...

Read more

Agrialp: un giubileo di successo

AGRIALP

Agrialp ha ospitato per quattro giorni il mondo dell’agricoltura sotto il tetto di Fiera Bolzano, per la prima volta da giovedì a domenica. 38.000 visitatori hanno avuto la possibilità di incontrare 456 espositori dall’Itali ...

Read more

Perfrutto vince l’Innovation Camp 2017

INTERPOMA

Il futuro della mela si chiama precisione. Perfrutto Horticultural Knowledge è stata la migliore delle sei startup che hanno partecipato alla seconda edizione dell’Interpoma Innovation Camp. HK Horticultural si occupa di sistemi innovati ...

Read more

Klimahouse Trend 2018: aperte le iscrizioni

KLIMAHOUSE

Fiera Bolzano e Politecnico di Milano premiano le aziende più innovative dell’edilizia efficiente         Call aperta fino al 20 dicembre per l'ottava edizione del Klimahouse Trend, il premio rivolto al ...

Read more

A Klimahouse l’innovazione si tocca con mano!

Alla scoperta dei più virtuosi edifici dell'Alto Adige

Come si vive in una CasaClima? L’Alto Adige punta i riflettori sui recenti edifici virtuosi della regione in cui la natura si incontra con il design e con l’efficienza energetica. Per scoprire il ‘dietro le quinte’ dei progetti altoatesini e delle più moderne alternative economiche e tecniche in edilizia, Klimahouse, fiera internazionale per l'efficienza energetica e il risanamento in edilizia, offre un ricco programma di visite guidate tra scuole, condomini in edilizia sociale, biblioteche e masi. Per progettisti, architetti, energy manager o privati, l'appuntamento con le ultime tendenze del settore è a Fiera Bolzano dal 24 al 27 gennaio 2018.  

Quali sono i benefici di una CasaClima? Quanto conviene in termini di efficienza energetica e di risparmio in bolletta? Energia e comfort vanno di pari passo? Qual è il valore di un edificio virtuoso per un minore impatto sul clima? L’Alto Adige, regione all’avanguardia nell’ambito della sostenibilità, offre un ampio ventaglio di esempi: dal settore pubblico a quello privato, dall'edilizia scolastica a quella storica e residenziale.

Per entrare nel vivo delle scelte costruttive e per ‘toccare con mano’ gli edifici progettati secondo i criteri CasaClima, Klimahouse, fiera di riferimento a livello internazionale per il settore, offre un articolato programma di Enertour, visite guidate per un viaggio alla scoperta dell'edilizia più sostenibile dell'Alto Adige in compagnia di proprietari e progettisti.

Esempi concreti di applicazioni, in cui Architettura, Energia e Design si fondono con processi di digitalizzazione del cantiere, biblioteche, sopraelevazioni, masi ed edifici sotto tutela storica riqualificati con originalità nel segno della tutela del territorio, del design e della tradizione, e, ancora, esempi di edilizia scolastica, con uno School Building Tour dedicato. Per una panoramica completa sulle potenzialità del settore, gli Enertour di Klimahouse mostrano anche esempi di condomini IPES (Istituto per l'edilizia Sociale della Provincia Autonoma di Bolzano), come il Progetto Sinfonia, progetti ai piedi delle Dolomiti che mettono al centro il rapporto Architettura, Montagna e Design, strutture realizzate secondo il protocollo ClimaHotel e il nuovissimo Parco Tecnologico NOI come caso studio per l'applicazione di tecnologie digitali. Inoltre, per la prima volta, Klimahouse propone un enertour che si svolge in realtà aumentata grazie all’ausilio di strumenti sviluppati dal progetto FSER-GREENKIS. Si tratta dell’enertour 6, che verte sul tema del bilanciamento idraulico degli impianti che garantisce risparmi energetici e alta efficienza.

 

Per iscriversi ai tour e per maggiori informazioni: http://bit.ly/2A9kZu4 

 

Concorso di idee per scuole: La creatività come linguaggio universale

L’inclusione sociale è al centro di un concorso di idee per l’anno scolastico in corso. Classi delle scuole medie, superiori e professionali possono iscriversi fino al 2 febbraio. I progetti realizzati saranno presentati a Kreativ 2018, in programma dal 14 al 16 settembre a Fiera Bolzano.

“Se riusciamo a far crescere le potenzialità espressive e le capacità di osservazione e relazione delle persone in generale, con tutte le loro diverse abilità, si può riuscire a vivere un’esperienza cognitiva finalizzata all’integrazione, dove le contaminazioni culturali e sociali non possono che giovare a comunicare con un linguaggio universale, in cui le differenze diventano ricchezze”, così le artiste Elisabetta e Daniela hanno spiegato il tema dell’iniziativa alla scorsa edizione di Kreativ. Su suggerimento delle due creative di Vicenza è nato il concorso di idee per scuole, promosso da Fiera Bolzano in collaborazione con l’Area innovazione e consulenza del Dipartimento Istruzione e Formazione della Provincia Autonoma di Bolzano.

L’obiettivo è quello di sensibilizzare i ragazzi all’inclusione sociale, un tema di grande importanza ed attualità. Gli scolari saranno chiamati a confrontarsi intensamente sui temi della creazione e dello scambio comune con i loro compagni. La fantasia in fondo non conosce confini e la creatività è un linguaggio universale, con cui si possono esprimere sentimenti e pensieri superando barriere culturali e linguistiche. “Crediamo che da un mix di vari elementi nasca qualcosa di diverso e che ogni elemento sia necessario. Il contributo e la condivisione di tutti gli elementi di una classe porterà a qualcosa di nuovo ed innovativo. Abbiamo pensato alle scuole in modo che fin da piccoli i bambini vengano educati a condividere, a essere curiosi e a conoscere le differenze di ciascuno, non fermarsi all’aspetto fisico e quindi non avere paura di ciò che è diverso. Perché la diversità deve essere vista come una ricchezza e non come un limite”, sottolinea Daniela.

Il compito dà ampio spazio alla fantasia: si tratta di realizzare un’opera che dia una forma alla parola inclusione. Il progetto può essere presentato sotto forma di un oggetto di diversi materiali, oppure come performance, spot radiofonico o videoclip. La visita di una struttura sociale a loro scelta aiuterà gli alunni a raccogliere impressioni e informazioni. Fino al 6 giugno le classi delle scuole medie, superiori e professionali (escluse quelle dell’ultimo anno) potranno inviare ciascuna un progetto. La presentazione finale e la premiazione dei tre progetti selezionati si svolgerà il 14 settembre in occasione dell’ottava edizione del salone della manualità creativa, della decorazione e del fai da te a Fiera Bolzano.

Informazioni dettagliate e il modulo d’iscrizione sono disponibili online.

“YES WE CAM”

La sostenibilità del laterizio va di scena al KlimaHouse di Bolzano

Allo stand C19/42 settore CD della fiera KlimaHouse, Bolzano 24-27 gennaio 2018, ANDIL lancerà “YES WE CAM”, la campagna di comunicazione a testimonianza della piena conformità dei laterizi ai ‘Criteri Ambientali Minimi’, ovvero ai requisiti ambientali che il Ministero dell'Ambiente ha individuato per le costruzioni afferenti agli appalti pubblici cosiddetti 'verdi', nell'ambito del programma di Green Public Procurement.

ANDIL dedicherà, inoltre, uno specifico spazio alla digitalizzazione e al #BIM, presentando il contributo dell'industria dei laterizi al progetto INNOVance e, in particolare, alla "valutazione delle prestazioni termiche e di sostenibilità ambientale di componenti edilizi per il modello BIM: dal prodotto al sistema assemblato". 

Allo stand ANDIL sarà inoltre presentato il complesso pilota in muratura portante in laterizio ad elevato comfort invernale/estivo, realizzato a Spoleto grazie alla collaborazione tra ANDIL, ATER (Azienda Territoriale per l’Edilizia Residenziale), Regione Umbria e Agenzia CasaClima di Bolzano.

Infine, saranno illustrati i primi risultati del progetto Life HEROTile (www.lifeherotile.eu/it) relativi alle prestazioni termiche, in particolare quelle estive, della tegola innovativa superventilata.

Ai visitatori verrà distribuito gratuitamente il numero 172 della rivista CIL dedicato alle Opere per lo Sport, impreziosito da un focus tecnico proprio sui #CAM: sostenibilità, efficienza energetica, inerzia termica e riflettenza, in tema con il concept della fiera di Bolzano, specializzata in soluzioni e tecnologie volte al risparmio energetico ed economico in edilizia.

Allegati:

Flyer ‘YES WE CAM’

Flyer ‘Life HEROTile’ (IT/EN)

 

Link di approfondimento:

(registrarsi gratuitamente a www.laterizio.it per leggere gli articoli integrali e scaricare CIL)

CIL 172: Opere per lo sport

Comportamento estivo degli involucri e risparmio energetico alla luce delle richieste dei criteri ambientali minimi (CAM)

Prestazioni termiche di componenti edilizi per il database INNOVance

A Spoleto, la qualità dal progetto al cantiere


Stanze a cielo aperto

architettura, clima, paesaggi mediterranei e alpini

Nell’ambito dei seminari di studio e ricerca che Klimahosue organizza ogni anno, sabato 27 gennaio 2018, dalle ore 10.00 alle ore 13.00, presso la sala Cevedale all’interno dei padiglioni di Klimahouse, è previsto un incontro specifico dedicato ad architetti, studenti, operatori, aziende, che si occupa ancora una volta del delicato, importante rapporto tra architettura, design, clima. Si tratta di un seminario di Architettura e Design dedicato al dialogo tra Design, Natura, Progetto, Contesto.

Il tema della casa bioclimatica non è un’invenzione di questi anni! 

Già dal 1920 in poi, del secolo scorso, è stato eroicamente affrontato da grandi architetti modernisti, che insieme a coraggiosi progettisti, hanno avviato ricerche interessanti su questo importante tema progettuale. Dalla Ville Savoye di Le Corbusier, nei pressi di Parigi, alla “Casa palafitta” di Figini e Pollini a Milano, alla Villa Malaparte a Capri, il tetto terrazzo ha rappresentato la conquista di un dialogo tra architettura clima, ambiente, illuminazione naturale e soleggiamento, e la sostituzione del tetto tradizionale con il moderno tetto giardino.

Un percorso, che è riuscito a fondere insieme sia architetture originali che invenzioni tecnologiche d’avanguardia. Ed è in ragione di queste importanti radici e patrimonio e la loro necessaria ripresa, che in occasione della nuova edizione di Klimahouse, a fine gennaio 2018, il DICAM –Dipartimento di Ingegneria Ambientale, Meccanica di Trento, con la cura scientifica del prof. Arch. G. Pino Scaglione, e la collaborazione di varie università italiane e straniere- organizza un seminario di studio dal titolo, suggestivo ed evocativo, “Stanze a cielo aperto”. Un titolo che nasce dalla volontà di recuperare il tema legato all’importante esperienza culturale che parte dagli anni del Razionalismo italiano e va avanti fino ai nostri giorni, con molte ricerche e sperimentazioni originali. 

E proprio a partire dagli anni Trenta del secolo scorso, anni in cui architetti, senza confini geografici, ma con una comune cultura sperimentale, che sono passati alla storia -a partire da Terragni, Figini e Pollini, Giò Ponti, Le Corbusier, André Lurçat- che si sviluppa una radicale trasformazione del tema dell’abitare, in cui le questioni ambientali, il clima e la luce, gli arredi, soprattutto diventano elementi determinanti nelle architetture e nello spazio di vita quotidiano.

Il seminario è destinato a rilanciare –verso progettisti, studiosi, aziende, soprattutto- uno sguardo ancora rinnovato, sul delicato rapporto tra il costruire, l’abitare e le condizioni della natura, in un momento di grande crisi ecologica planetaria. Ciò sia attraverso un recupero della cultura del Modernismo, che oggi ha ancora un grande successo nell’immaginario collettivo e nella riproduzione di modelli e arredi, sia nel dialogo diverso tra culture alpine e mediterranee, per nuovi equilibri culturali e geografie che travalicano luoghi comuni. Orientando i progetti dell’abitare e vivere nei prossimi anni, verso una cultura dell’abitare ecologico, che includa senza dubbio case intelligenti, capaci sempre più di scaldarci e raffrescarci con pochi consumi, e che passi attraverso una ripresa delle tradizioni architettoniche più importanti in cui non si perde il confine –ma avanza la contaminazione- tra le diverse sensibilità delle diverse nature di luoghi che hanno segnato la storia del vivere e costruire tra Alpi e Mediterraneo, occidente e oriente.

I relatori di “Stanze a cielo aperto”

Al seminario partecipano docenti e architetti, aziende, che porteranno all’attenzione del pubblico progetti e realizzazioni che vanno in direzione dell’attenzione alla intelligente fusione tra cultura e tecnologia dell’abitare futuro, in un confronto tra originali sperimentazioni che si muove in diverse latitudini, forme e spazi dell’abitare, tra il mare, le isole, le Dolomiti, i centri urbani. 

Sotto il titolo “Transizioni: architetture tra interno ed esterno” intervengono Vincenzo Corvino, architetto, studio Corvino+Multari, Napoli e BergmeisterWolf, architetti, studio BergmaisterWolf, Bressanone. Del tema “Spazi dell’abitare: poetiche tra Mediterraneo e Alpi” si occupano Jacopo Mascheroni, architetto, Milano e Alberto Winterle, architetto, direttore Turrisbabel, una rassegna dal numero 107 su ”Abitare oggi”. Tra queste presentazioni si aggiungono quelle degli ospiti speciali, lo studio madrileno ArroyoPemjean Arquitectos che nel loro lavoro hanno affrontato con originalità il tema della ripresa dei modelli moderni, da Le Corbusier in poi, realizzando originali architetture felicemente sospese tra attenzione ai principi ecologici, alla qualità spaziale e alla bellezza dell’edificio. Carmen Martinez Arroyo e Rodrigo Pemjean, parlano di “Geografie e le culture del progetto moderno/contemporaneo: abitare tra regola e poesia”.

 

 

 

 

 

 

KLIMAHOUSE LIVE on:

Web: http://www.fierabolzano.it/klimahouse/

Photo Gallery: http://www.fierabolzano.it/klimahouse/mediateca.htm

Twitter: #klimahouse @klimahouse

Facebook: #klimahouse @FieraBolzanoMesseBozen

Facebook Klimahouse Event: https://www.facebook.com/events/1507169045993940/

Instagram: https://www.instagram.com/fieramesse/

You Tube Canale: https://www.youtube.com/user/fierabolzano

You Tube Playlist Klimahouse: https://www.youtube.com/playlist?list=PL8ADD888681B930B0

Civil Protect 2018 presenta il primo Startup Award

Le dieci migliori startup italiane si contendono il premio in occasione di Civil Protect, in programma dal 23 al 25 marzo 2018 a Fiera Bolzano. Tema della prima edizione: “La luce dell’innovazione”.

Gli innovatori italiani nel settore della protezione civile hanno ora il loro premio: la prima edizione del Civil Protect Startup Award punta a selezionare le migliori dieci imprese innovative italiane che sviluppano prodotti e servizi dedicati al soccorso, all’antincendio e alla protezione civile. Il tema proposto per la prima edizione è: “La luce dell’innovazione”.

“Incendi, valanghe, terremoti, frane e disastri naturali hanno una caratteristica comune: l’assenza di luce. Civil Protect seleziona e promuove innovazioni e tecnologie che aiutano a prevenire e risolvere queste situazioni critiche. Chiamiamo startup e i loro prodotti e servizi a Bolzano per farle incontrare con aziende affermate del settore per dare vita e generare nuovi impulsi”, spiega Katja Sanin, Exhibition Manager di Civil Protect.

Le startup finaliste sono selezionate da un comitato di specialisti che esamina le migliori soluzioni presenti sul mercato e quelle che si auto-candidano online.

La fase finale del premio verrà ospitata a Civil Protect, lo scenario più idoneo per presentare le migliori startup del settore e per raccontare i più interessanti percorsi di sviluppo di aziende, associazioni e pubbliche amministrazioni. Un’agorà di confronto tra professionisti e volontari alla scoperta dei più interessanti processi innovativi nell’ambito della protezione civile, del soccorso, dell’antincendio e della gestione delle emergenze.

Call aperta fino all'11 febbraio

La raccolta delle candidature attraverso la piattaforma web di Fiera Bolzano è aperta fino all’11 febbraio. Le 10 startup selezionate vinceranno la possibilità di esporre i propri prodotti durante Civil Protect 2018, all’interno di uno Startup Village che ospiterà ogni giorno un talk tra esperti del settore e pitch delle finaliste davanti alla giuria e al pubblico, per un valore complessivo dei premi pari a 8mila euro. La finale per decidere il vincitore si svolge sabato 24 marzo 2018.

Lo Startup Award, promosso da Fiera Bolzano in collaborazione con IDM Alto Adige, Brennercom e Plank, va a completare la vasta offerta di Civil Protect, confermando la fiera specializzata come innovativa piattaforma di informazione e presentazione per tutto il settore: operatori professionali, istituzioni ed associazioni a livello locale e nazionale e tutti i volontari che operano nei settori della prevenzione, del contrasto e della risoluzione di situazioni critiche si incontrano dal 23 al 25 marzo 2018 a Fiera Bolzano.

Prowinter Startup Village: l’apripista al futuro della montagna

Lo Startup Village è l’occasione per dare voce all’innovazione e per agevolare i contatti e le relazioni di business. Un contest internazionale indetto da Prowinter, la manifestazione B2B dedicata al business degli sport di montagna, selezionerà i migliori progetti che avranno la possibilità, durante la fiera, di esporre le proprie idee a una giuria specializzata aprendo così una finestra su nuove idee per il futuro.

Una realtà nata dall’esperienza di Prowinter e che, prima della terza edizione, rinnova il suo impegno e il desiderio di dare opportunità di mercato a nuove idee vincenti. Prowinter Startup Village 2018 è lo spazio dedicato ai giovani imprenditori e alle loro iniziative innovative: uno spazio che nasce dalla attenta operazione di ricerca su scala internazionale fatta da Prowinter, la fiera “trade” dedicata al business degli sport di montagna in programma a Bolzano dal 10 al 12 aprile 2018, e per la quale, l’iniziativa Startup Village, avrà un ruolo centrale.

Startup Village è stata ideata come piattaforma per l’accoglienza e, allo stesso tempo, come cassa di risonanza per le più innovative idee progettate per il mondo della montagna. Un luogo che è, soprattutto, un’occasione e un impegno: da una parte è una importante occasione d’incontro tra le startup selezionate, esperti ed aziende affermate nel settore per dare vita e generare nuovi impulsi; dall’altra, è un impegno di Fiera Bolzano ad aprire il proprio sguardo a un futuro non così lontano.

Le imprese che avranno la possibilità di presentare i propri progetti in occasione di Prowinter 2018 saranno selezionate attraverso quello che può essere definito come un vero e proprio concorso. Il contest per le giovani imprese è aperto a questo link e, come nelle prime due edizioni, assumerà una portata di respiro internazionale. Il mondo come unico confine.

Lo scouting sarà aperto fino al 21 gennaio 2018 seguendo tematiche precise: startup che offrono servizi/prodotti per il settore del noleggio, startup che offrono servizi/prodotti per lo sport di montagna, ovvero abbigliamento, attrezzature, tecnologia e startup che offrono soluzioni innovative per il Mountain tourism.

Dal bacino di imprese che aderiranno all’iniziativa verranno selezionate le dieci più interessanti e innovative: dieci progetti che avranno la possibilità di raggiungere Bolzano per presentare i propri prototipi a una giuria di esperti del settore e al pubblico specializzato della fiera. Le due vincitrici del concorso riceveranno in premio uno stand preallestito in occasione dell’edizione 2019 di Prowinter.
Nel pool dei partner di Prowinter Startup Village c’è IDM Alto Adige, Brennercom e Plank.

Le due startup premiate nel 2017, entrambe austriache, sono state: SK-X optical solutions che ha presentato la sua idea di visibilità in pista, integrando lenti ottiche tra le doppie lenti protettive della maschera, e Add-e, impresa che sviluppa il kit più piccolo e leggero add-on per le biciclette, tramite il quale è possibile convertire facilmente la propria biciletta in una e-bike.

La “caccia” è aperta. Con la montagna nel cuore e con la curiosità volta al futuro.

Chi costruisce la mobilità del futuro?

Klimamobility arrichisce Klimahouse: focus sulle città di domani

Klimahouse, la fiera leader in Italia per l’efficienza energetica e il risanamento in edilizia, ospita Klimamobility, la principale conferenza in Alto Adige dedicata alla mobilità sostenibile, proprio in occasione della sua giornata d’apertura, mercoledì 24 gennaio 2018. Un appuntamento dal titolo “Chi costruisce la mobilità del futuro?” in cui l’architetto e urban designer tedesco Stefan Schmitz presenta l’ambizioso progetto Maidar EcoCity+ in Mongolia: la ‘città a misura d’uomo’, esempio per lo sviluppo di altri modelli ecosostenibili in tutta l'Asia. 

Allargando la sua visione, dalla casa a una dimensione urbana per una progettazione delle città a tutto tondo, Klimahouse, fiera leader in Italia per l’efficienza energetica e il risanamento in edilizia, ospita Klimamobility. La principale conferenza in Alto Adige dedicata alla mobilità sostenibile si concentra durante la prima giornata di fiera, mercoledì 24 gennaio 2018: veicoli autonomi, auto connesse, internet delle cose e la speciale presentazione del progetto Maidar EcoCity+ a cura dell’architetto e urban designer tedesco, Stefan Schmitz. Un modello che non solo risponderà ai bisogni di oggi, ma si prenderà cura anche dell'ambiente e delle risorse naturali per soddisfare le necessità delle generazioni future, per questo sarà un esempio per costruire nuove città in Asia e nel resto del mondo.

“Maidar EcoCity è la nuova capitale della Mongolia - spiega Stefan Schmitz - la pianificazione di Maidar EcoCity segue i principi di una ‘città a misura d’uomo’. Questo significa una città con uno schema policentrico delle varie unità: edificio, quartiere e distretto. Ogni quartiere risponde alle necessità quotidiane dei suoi abitanti. Ogni distretto funziona come una piccola città con un'unica identità attorno alla quale ruotano tutti gli aspetti della vita umana: vita, lavoro, tempo libero, shopping, istruzione e assistenza sanitaria. Solo questa strutturazione della città può permettere una riduzione drastica del traffico automobilistico”.

L’urban designer illustra il concetto di mobilità di Maidar, che supporta la struttura policentrica e dà priorità ad una rete per i pedoni, ciclisti e trasporti pubblici in relazione al trasporto privato motorizzato. Ci mostra la "Green Street", ovvero il punto cardine di questo sistema nella zona centrale della città sulla quale si trova un sistema di "Personal Rapid Transport" (PRT). Si tratta di auto elettriche autonome, che permettono un uso sia individuale, sia pubblico. Questo sistema di trasporto si colloca allo stesso livello di quello pedonale ed è un'evoluzione del sistema PRT, già in uso in Masdar (VEA).

Klimamobility vuole riunire aziende leader, ingegneri, sviluppatori, esperti e appassionati che sono interessati a conoscere come ci muoveremo nel prossimo futuro. Moderata dal direttore scientifico di Green factor, Marco Gisotti, la conferenza, inoltre, affronterà il tema della mobilità sostenibile a 360° insieme a Pietro Menga, Presidente CIVES (Commissione italiana veicoli elettrici a batteria, ibridi e a celle combustibile) e Anton Seeber, CEO Leitner Spa, che offrirà una panoramica sui mezzi di trasporto sospesi e sul ruolo delle energie rinnovabili. E ancora: Klaus Mutschlechner, Presidente Automotive Excellence Alto Adige, che si concentrerà sul ruolo dell’Alto Adige in campo di mobilità nel mondo globale e Sergio Marchiori, CEO della Business Unit Alperia Smart Region (provider energetico altoatesino), che concluderà con uno spaccato sull’innovazione nella rete per la distribuzione energetica.

 

Il convegno Klimamobility “Chi costruisce la mobilità del futuro?” è in programma mercoledì 24 gennaio 2018, dalle ore 15.00 alle ore 17.00, presso il NOI Techpark di Bolzano, parco tecnologico dell’Alto Adige nato per connettere imprese, ricercatori e studenti, e per generare innovazione. La partecipazione al convegno è gratuita con registrazione sul sito www.klimamobility.it. Sono previsti servizi di traduzione simultanea italiano/tedesco e di navetta, da Klimahouse in Piazza Fiera 1 al NOI Techpark e ritorno, tra le ore 14.00 e le ore 18.00.

 

KLIMAHOUSE LIVE on:

Web: http://www.fierabolzano.it/klimahouse/

Photo Gallery: http://www.fierabolzano.it/klimahouse/mediateca.htm

Twitter: #klimahouse @klimahouse

Facebook: #klimahouse @FieraBolzanoMesseBozen

Facebook Klimahouse Event: https://www.facebook.com/events/1507169045993940/

Instagram: https://www.instagram.com/fieramesse/

You Tube Canale: https://www.youtube.com/user/fierabolzano

You Tube Playlist Klimahouse: https://www.youtube.com/playlist?list=PL8ADD888681B930B0


Klimamobility arrichisce Klimahouse: focus sulle città di domani

Klimahouse, la fiera leader in Italia per l’efficienza energetica e il risanamento in edilizia, ospita Klimamobility, la principale conferenza in Alto Adige dedicata alla mobilità sostenibile, proprio in occasione della sua giornata d’apertura, mercoledì 24 gennaio 2018. Un appuntamento dal titolo “Chi costruisce la mobilità del futuro?” in cui l’architetto e urban designer tedesco Stefan Schmitz presenta l’ambizioso progetto Maidar EcoCity+ in Mongolia: la ‘città a misura d’uomo’, esempio per lo sviluppo di altri modelli ecosostenibili in tutta l'Asia. 

Allargando la sua visione, dalla casa a una dimensione urbana per una progettazione delle città a tutto tondo, Klimahouse, fiera leader in Italia per l’efficienza energetica e il risanamento in edilizia, ospita Klimamobility. La principale conferenza in Alto Adige dedicata alla mobilità sostenibile si concentra durante la prima giornata di fiera, mercoledì 24 gennaio 2018: veicoli autonomi, auto connesse, internet delle cose e la speciale presentazione del progetto Maidar EcoCity+ a cura dell’architetto e urban designer tedesco, Stefan Schmitz. Un modello che non solo risponderà ai bisogni di oggi, ma si prenderà cura anche dell'ambiente e delle risorse naturali per soddisfare le necessità delle generazioni future, per questo sarà un esempio per costruire nuove città in Asia e nel resto del mondo.

“Maidar EcoCity è la nuova capitale della Mongolia - spiega Stefan Schmitz - la pianificazione di Maidar EcoCity segue i principi di una ‘città a misura d’uomo’. Questo significa una città con uno schema policentrico delle varie unità: edificio, quartiere e distretto. Ogni quartiere risponde alle necessità quotidiane dei suoi abitanti. Ogni distretto funziona come una piccola città con un'unica identità attorno alla quale ruotano tutti gli aspetti della vita umana: vita, lavoro, tempo libero, shopping, istruzione e assistenza sanitaria. Solo questa strutturazione della città può permettere una riduzione drastica del traffico automobilistico”.

L’urban designer illustra il concetto di mobilità di Maidar, che supporta la struttura policentrica e dà priorità ad una rete per i pedoni, ciclisti e trasporti pubblici in relazione al trasporto privato motorizzato. Ci mostra la "Green Street", ovvero il punto cardine di questo sistema nella zona centrale della città sulla quale si trova un sistema di "Personal Rapid Transport" (PRT). Si tratta di auto elettriche autonome, che permettono un uso sia individuale, sia pubblico. Questo sistema di trasporto si colloca allo stesso livello di quello pedonale ed è un'evoluzione del sistema PRT, già in uso in Masdar (VEA).

Klimamobility vuole riunire aziende leader, ingegneri, sviluppatori, esperti e appassionati che sono interessati a conoscere come ci muoveremo nel prossimo futuro. Moderata dal direttore scientifico di Green factor, Marco Gisotti, la conferenza, inoltre, affronterà il tema della mobilità sostenibile a 360° insieme a Pietro Menga, Presidente CIVES (Commissione italiana veicoli elettrici a batteria, ibridi e a celle combustibile) e Anton Seeber, CEO Leitner Spa, che offrirà una panoramica sui mezzi di trasporto sospesi e sul ruolo delle energie rinnovabili. E ancora: Klaus Mutschlechner, Presidente Automotive Excellence Alto Adige, che si concentrerà sul ruolo dell’Alto Adige in campo di mobilità nel mondo globale e Sergio Marchiori, CEO della Business Unit Alperia Smart Region (provider energetico altoatesino), che concluderà con uno spaccato sull’innovazione nella rete per la distribuzione energetica.

Il convegno Klimamobility “Chi costruisce la mobilità del futuro?” è in programma mercoledì 24 gennaio 2018, dalle ore 15.00 alle ore 17.00, presso il NOI Techpark di Bolzano, parco tecnologico dell’Alto Adige nato per connettere imprese, ricercatori e studenti, e per generare innovazione. La partecipazione al convegno è gratuita con registrazione sul sito www.klimamobility.it. Sono previsti servizi di traduzione simultanea italiano/tedesco e di navetta, da Klimahouse in Piazza Fiera 1 al NOI Techpark e ritorno, tra le ore 14.00 e le ore 18.00.

 

KLIMAHOUSE LIVE on:

Web: http://www.fierabolzano.it/klimahouse/

Photo Gallery: http://www.fierabolzano.it/klimahouse/mediateca.htm

Twitter: #klimahouse @klimahouse

Facebook: #klimahouse @FieraBolzanoMesseBozen

Facebook Klimahouse Event: https://www.facebook.com/events/1507169045993940/

Instagram: https://www.instagram.com/fieramesse/

You Tube Canale: https://www.youtube.com/user/fierabolzano

You Tube Playlist Klimahouse: https://www.youtube.com/playlist?list=PL8ADD888681B930B0


Prowinter Lab: un osservatorio sul noleggio “sportivo” in montagna

I numeri parlano di un trend in costante ascesa: il noleggio di sci ha radicalmente modificato il sistema-montagna e la pratica delle discipline invernali, e con il progetto di Prowinter Lab la fiera di Bolzano vuole confermare la propria vocazione come piattaforma e punto di incontro tra la domanda di una montagna “moderna” e l’offerta di player nuovi e tradizionali che operano sul territorio.

La realtà del noleggio, dopo un silenzioso, e lungo, periodo di gestazione, è esplosa ridisegnando l’organizzazione e gli equilibri del mondo della montagna invernale. Un cambiamento epocale, una crescita inesorabile per un trend che ha dimensioni globali e i dati parlano chiaro: fino a cinque anni fa il mondo del noleggio si attestava sul 25% del totale degli sciatori, oggi questa realtà sfiora il 60% degli appassionati di sci in Italia, addirittura l’80% in Francia e nei paesi di lingua tedesca.

«La realtà territoriale italiana presenta 863 strutture adibite al noleggio, di cui una metà basa la propria attività esclusivamente sull’affitto delle attrezzature mentre l’altra metà, oltre al noleggio, opera anche nella vendita diretta. Il numero però è in netta crescita e non si torna indietro». È Alfredo Tradati, giornalista e coordinatore di Prowinter Lab, a fornire questa panoramica nazionale sul movimento del noleggio.
«Questo prospetto – continua Alfredo –  è stato possibile grazie al lavoro operato da Prowinter Lab, l’osservatorio per il noleggio inaugurato lo scorso anno in occasione della storica fiera di Bolzano».

Prowinter, la manifestazione B2B dedicata al business degli sport di montagna in programma a Fiera Bolzano dal 10 al 12 aprile 2018, è da sempre molto sensibile all’evoluzione del noleggio, trasformazione che ha portato a uno stato attuale che è necessario monitorare.
«Oggi chiunque può fare il noleggiatore e non esiste nessuna norma che regoli questa attività o che differenzi la proposta agli occhi dell’utente – sottolinea Geraldine Coccagna, Exhibition Manager di Prowinter - il momento per affrontare il tema è giusto e Prowinter Lab vuole sanare questo vuoto proponendo una tavola rotonda che metta di fronte tutti i protagonisti coinvolti nella situazione, produttori, grandi catene di noleggio, singoli noleggiatori, stazioni sciistiche e negozianti, per giungere insieme a soluzioni pratiche in un’ottica di sviluppo futuro».
Il dibattito che vuole impostare Prowinter Lab si baserà su tre macro-argomenti che si legano gli uni agli altri: Sicurezza, Professionalità/Formazione e Qualità.

La Sicurezza e Professionalità

Il percorso impostato da Prowinter Lab sarà lungo, ma il seme è stato gettato: «specialmente per quel che riguarda l’aspetto della Sicurezza il lavoro sarà un’azione di insieme. – continua Alfredo Tradati -  Il tema è di assoluta delicatezza e non può prescindere da una collaborazione che coinvolga anche le istituzioni regionali».
Di diversa natura invece è l’aspetto della Professionalità e della Formazione, questione per la quale Prowinter Lab vuole muoversi con immediatezza. È ancora Geraldine Coccagna a spiegarne la centralità: «A Prowinter stiamo lavorando per organizzare dei mini-corsi base per i dipendenti noleggiatori. Regolare un attacco, curare le lamine, conoscere le caratteristiche di uno scarpone… sono conoscenze minime che ogni noleggiatore dovrebbe possedere».  

Qualità e turnazione dell’attrezzatura

Il noleggio è comodità e razionalità: giungere alla propria località sciistica e trovare lo sci giusto, alle giuste condizioni e che permetta di divertirsi in sicurezza sono solo alcuni dei motivi per cui il settore è in pieno sviluppo. In quest’ottica grande rilevanza assume il ricambio costante dell’equipaggiamento offerto dai noleggiatori per avere sempre prodotti di alta qualità e Prowinter Lab si pone come interlocutore privilegiato fra gli interessi delle case produttrici e le necessità di chi affitta. Alta qualità è sinonimo di sicurezza e professionalità.
In un momento di grande cambiamento per il mondo della montagna come quello attuale, Geraldine Coccagna evidenzia ancora una volta il ruolo di Prowinter, piattaforma di studio, analisi e, soprattutto, incontro per condividere un nuovo futuro: «In Austria, Germania e Svizzera il tema è già stato affrontato e sono stati imposti degli standard minimi da rispettare».

Agrialp: un giubileo di successo

Agrialp ha ospitato per quattro giorni il mondo dell’agricoltura sotto il tetto di Fiera Bolzano, per la prima volta da giovedì a domenica. 38.000 visitatori hanno avuto la possibilità di incontrare 456 espositori dall’Italia e dall’estero, di conoscere le novità del mercato e di partecipare ai numerosi eventi che si sono susseguiti sul palco eventi dell’SBB Unione Agricoltori e Coltivatori Diretti Sudtirolesi. 

„Tra espositori e visitatori il clima è positivo anche se l’annata non è stata facile nel campo vinicolo e dell’ortofrutta. Anche la decisione della fiera di posizionare Agrialp da giovedì a domenica, invece che da venerdì a lunedì come era una volta, è stata molto apprezzata. Possiamo quindi parlare di un giubileo di successo per Agrialp, che ancora una volta si conferma la fiera agricola alpina più importante della regione“, afferma Thomas Mur, Direttore di Fiera Bolzano.

Questo è stato confermato anche dai 1.236 visitatori intervistati, dei quali 3 su 5 hanno dichiarato di non perdere mai un’edizione di questa manifestazione. Inoltre, questo evento è stato valutato dal 95% degli intervistati da “buono” a “molto buono”.

Grande entusiasmo anche tra le aziende espositrici, che hanno utilizzato questi quattro giorni per fare affari e per incontrare i propri clienti nel momento ideale della stagione per chi lavora in agricoltura. Tra questi, Sonia Miori della Trentino Rope afferma: “Il mercato è cambiato molto rispetto agli anni scorsi. Noi lavoriamo soprattutto nel settore forestale dove il cliente finale ha molte possibilità di acquistare tramite internet. Il contatto diretto con il cliente è però sempre importante e fiere come questa lo dimostrano. Per noi, Agrialp è importantissima, l’affluenza è stata buona e siamo molto soddisfatti”.

Fulcro della manifestazione è stato, come ogni anno, il programma dell'Unione Agricoltori e Coltivatori Diretti Sudtirolesi (Südtiroler Bauernbund), molto ricco e stimolante. Durante i quattro giorni di fiera c’è stata la possibilità di discutere, presentare e conoscere le novità, ma anche partecipare a veri e propri spettacoli e premiazioni, tra queste l’Unione Giovani Agricoltori Sudtirolesi ha colto l’occasione per assegnare il premio per l’innovazione IM.PULS.

La novità del 2017 è stata la seconda edizione dell’Interpoma Innovation Camp, organizzata in collaborazione con IDM Südtirol Alto Adige, che ha premiato Perfrutto Horticultural Knowledge come la migliore delle sei startup che hanno partecipato. Perfrutto ha presentato una soluzione che porta effettivamente un valore aggiunto all’industria melicola in Alto Adige, con la possibilità di essere implementata già nel 2018. Si tratta di un calibro digitale dotato di un datalogger, un servizio ad alta tecnologia che permette di stabilire con molto anticipo che dimensione avranno le mele al momento della raccolta.  

Come da tradizione Agrialp è stata accompagnata nel fine settimana dalla mostra zootecnica all'interno delle stalle del vicino Centro Commercializzazione Bestiame, dove sono stati presenti circa 200 animali appartenenti alle diverse specie e razze che abitano il territorio sudtirolese. Sabato si è svolta anche l’Asta d’Elite dei prestigiosi bovini da allevamento di Razza Bruna.

Agrialp si svolgerà nuovamente nell’autunno del 2019, mentre l’anno prossimo, dal 15 al 17 novembre si svolgerà la fiera internazionale per la coltivazione, conservazione e commercializzazione della mela, Interpoma, che richiamerà in Alto Adige l’intero mondo della mela.

Perfrutto vince l’Innovation Camp 2017

Il futuro della mela si chiama precisione. Perfrutto Horticultural Knowledge è stata la migliore delle sei startup che hanno partecipato alla seconda edizione dell’Interpoma Innovation Camp.

HK Horticultural si occupa di sistemi innovativi per la frutticultura di precisione e Perfrutto è il più evoluto sistema di previsione per l’ottimizzazione del raccolto in grado di fornire dati di previsione che aiutano gli agricoltori a ottimizzare l'irrigazione, il diradamento e la fecondazione. Perfrutto elabora i dati raccolti nel campo, in particolare la dimensione del frutto stesso attraverso Calibit, un calibro digitale dotato di un datalogger, un servizio ad alta tecnologia utilizzato nei frutteti di mele, pere e kiwi. Nasce da un algoritmo di previsione studiato e sviluppato appositamente in 30 anni di ricerca accademica universitaria.

La giuria, composta dai giornalisti Cristiano Spadoni di Image Line, Kaasten Reh di Fruchthandel e Rafal Szelezniak di PlantaPress, nonché dal Head of Commercial Division Brennercom, Christian Weithaler, Georg Kössler, presidente del Consorzio delle Cooperative Ortofrutticole dell’Alto Adige (VOG), Massimo Tagliavini, professore della Facoltà di Tecnologia e Scienze Naturali presso la Libera Università di Bolzano, e Hubert Hofer, direttore del reparto Development di IDM Alto Adige si è espressa a favore di Perfrutto con le seguenti motivazioni: questa soluzione porta effettivamente un valore aggiunto all’industria melicola, anche in Alto Adige, con la possibilità di essere implementato già nel 2018. Questo servizio offre buone condizioni di rapporto tra servizio offerto e prezzo e vanta una base scientifica di studio che ne garantisce la qualità.

Il mondo della mela potrà conoscere Perfrutto durante Interpoma, in programma dal 15 al 17 novembre 2018 oppure alla conferenza stampa di presentazione di Interpoma 2018 a Berlino in occasione di FruitLogistica, mercoledì 7 febbraio 2018 alle ore 10.00 presso lo allo stand del Consorzio Mele Alto Adige, alla quale sarà ospite. Questo il premio offerto da Interpoma al vincitore di questa edizione dell’Innovation Camp, che è stato un ottimo campo per adattare le idee e i progetti delle startup partecipanti alle peculiarità del territorio nel modo migliore possibile e di integrarli o eventualmente svilupparli ulteriormente, attraverso la presenza di mentor selezionati con grande competenza in materia.

Per questo appuntamento è stato creato un collegamento via skype con una startup israeliana che ha offerto una stimolante input session per tutti i presenti in sala. FFRobitics ha presentato Robotic Fruit Harvester, un sistema unico ed innovativo già brevettato, una piattaforma che emula il lavoro della mano nel processo di raccolta del frutto. Questo robort offre ai contadini la possibilità di ridurre costi e di aumentare l’efficienza. 


Le altre startup partecipanti per Interpoma Innovation Camp 2017 sono state:

FruitsApp
Il primo mercato bi-direzionale per i produttori di frutta e verdura, dove i venditori possono vedere in tempo reale e in tutto il mondo dove le aziende stanno cercando i loro prodotti. Una volta che le aziende target si trovano, i venditori possono inviare offerte a tutti con un solo clic, aumentando le loro probabilità di successo.

Agribot
Agribot è un robot rivoluzionario ovvero un trattore semovente, che può svolgere autonomamente compiti agronomici anche più complicati. Agribot non richiede una supervisione costante e può lavorare 24/7 mantenendo un elevato livello di precisione.

agra2b
Agra2b offre un sistema di negoziazione digitale per gli agricoltori come servizio. Il sistema commerciale aiuta gli agricoltori a comprare risorse e vendere prodotti agricoli come i grani, le verdure e le frutta ogni volta che ne hanno bisogno. Inoltre, tutte le informazioni pertinenti sono centralizzate per un business di successo in un unico luogo.

Agroloop
Il produttore di larve produce risorse preziose come le farine ricche di proteine, l'olio da tavola e fertilizzanti organici per un nuovo e sostenibile industria dei mangimi. La struttura semi-automatica richiede solo alcune forze di lavoro, con conseguente efficienza economica e produzione stabile.

eLEAF
eLEAF è specializzata nell'uso delle immagini satellitari per monitorare la produzione vegetale, il consumo di acqua e altri parametri. eLEAF ha sviluppato la piattaforma web FruitLook per l'industria della mela in Sudafrica per ottimizzare la produzione e ridurre il consumo di acqua. Questa soluzione sarà ora estesa ad altre regioni fruttuose a livello mondiale.

Klimahouse Trend 2018: aperte le iscrizioni

Fiera Bolzano e Politecnico di Milano premiano le aziende più innovative dell’edilizia efficiente
       
Call aperta fino al 20 dicembre per l'ottava edizione del Klimahouse Trend, il premio rivolto alle aziende più innovative nel settore del risanamento e dell’efficienza energetica in edilizia in Italia promosso da Fiera Bolzano insieme al Politecnico di Milano. Il verdetto della giuria sarà annunciato Mercoledì 24 gennaio in occasione della giornata inaugurale di Klimahouse 2018.

Promuovere e valorizzare l'innovazione per migliorare il settore della sostenibilità nell’ambiente costruito: questo l'obiettivo del Klimahouse Trend, iniziativa promossa da Fiera Bolzano nell'ambito di Klimahouse 2018, fiera internazionale per l'efficienza energetica e il risanamento in edilizia che si svolgerà a Bolzano dal 24 al 27 gennaio.

Giunto alla sua ottava edizione, Klimahouse Trend si conferma come un riconoscimento di grande successo, da sempre organizzato con partner di primo piano. Novità di questa edizione, la prestigiosa collaborazione tra Fiera Bolzano e il Politecnico di Milano, tra i più importanti poli universitari al mondo, a conferma della crescente autorevolezza a livello internazionale del premio.

Sono tre le categorie del Klimahouse Trend, per ciascuna delle quali verrà decretato un vincitore tematico e, tra queste tre, un vincitore assoluto (Premio Absolute):
- la categoria Innovation, dedicata alle aziende caratterizzate da eccellenti capacità nella ricerca industriale e/o tecnologica, nonché nello sviluppo e nella commercializzazione di prodotti innovativi nel campo dell'edilizia sostenibile ed energeticamente efficiente
- la categoria Timely, rivolta alle aziende che dimostrano una spiccata attitudine a sviluppare prodotti e sistemi in grado di rispondere tempestivamente e concretamente ad esigenze estremamente attuali ed emergenti
- la categoria Widespread, dedicata alle aziende che hanno sviluppato e commercializzato prodotti e sistemi altamente competitivi, dimostrando la capacità di incontrare e soddisfare le necessitù di ampie fasce di utenti, ottenendo una larga diffusione sul mercato.

In linea con la filosofia del Klimahouse Trend, Fiera Bolzano ha selezionato una giuria d'eccezione composta da autorevoli esperti del settore energia-edificio-ambiente, impegnati in progetti di ricerca e sviluppo e realizzazioni di portata internazionale: Ulrich Santa, Direttore Agenzia CasaClima, Andrea Gasparella, Professore della Libera Università di Bolzano, Claudio Lucchin, di Claudio Lucchin & Architetti Associati, e Wolfram Sparber dell'Institute of Renewable Energy - EURAC Research.
Presidente della Giuria, Federico Butera, Professore Emerito del Politecnico di Milano, affiancato dal coordinatore dell'iniziativa, il Professore Niccolò Aste  del  Dipartimento di Architettura, Ingegneria delle Costruzioni e Ambiente Costruito.

I primi classificati nelle tre categorie del Klimahouse Trend 2018 riceveranno un diploma di merito e un 'Pacchetto premio' del valore di 5.000,00 euro in visibilità e partecipazione ad iniziative messe a punto per l'occasione con il Politecnico.

La partecipazione al Klimahouse Trend è aperta a tutti gli espositori di Klimahouse 2018 che potranno iscriversi inviando la propria candidatura entro il 20 dicembre 2017 a klimahouse@admirabilia.it.

KLIMAHOUSE LIVE on:
Web: http://www.fierabolzano.it/klimahouse/
Photo Gallery: http://www.fierabolzano.it/klimahouse/mediateca.htm
Twitter: #klimahouse @klimahouse
Facebook: #klimahouse @FieraBolzanoMesseBozen
Facebook Klimahouse Event: https://www.facebook.com/events/1507169045993940/
Instagram: https://www.instagram.com/fieramesse/
You Tube Canale: https://www.youtube.com/user/fierabolzano
You Tube Playlist Klimahouse: https://www.youtube.com/playlist?list=PL8ADD888681B930B0

Meteo

 
Read more

Avviso

FAIRGUIDE.COM , EXPO-GUIDE.COM, EVENT-FAIR, BUILDTEC MARKET.COM e INTERNATIONAL FAIRS DIRECTORY

Attenzione

Invitiamo i nostri espositori a fare ATTENZIONE a proposte inviate da FAIRGUIDE.COM, EXPO-GUIDE.COM, EVENT-FAIR e BUILDTEC MARKET.COM per l'inserimento nei relativi annuari