Menu

Insieme a:

AUTOCHTONA 2019
  Press area > News

Press News

03/07/2019
Hotel 2019 all'insegna della sostenibilità
La manifestazione si terrà a Bolzano dal 14 al 17 ottobre prossimi. Forte degli oltre 22mila visitatori dello scorso anno e da sempre attenta ai trend che caratter [...]
03/07/2019
HOTEL 2019
Share |
Hotel 2019 all'insegna della sostenibilità

La manifestazione si terrà a Bolzano dal 14 al 17 ottobre prossimi. Forte degli oltre 22mila visitatori dello scorso anno e da sempre attenta ai trend che caratterizzano il settore – la vacanza sostenibile oggi è praticata dal 20% degli italiani, con previsioni di incremento dei flussi per i prossimi anni, fino al 63% - si rivolge a operatori del settore, con particolare attenzione ad albergatori e ristoratori di fascia alta  

Bolzano, 2 luglio 2019 - Esperienziale, customizzato e, soprattutto, sostenibile. Il turismo guarda al futuro e lo fa attraverso la sostenibilità, già oggi condizione importante per la scelta di una destinazione. I consumatori-viaggiatori vogliono efficienza, qualità e valore aggiunto. Ragioni che vedono le strutture e le organizzazioni ricettive muoversi in questa direzione, puntando sulla differenziazione dell’offerta ed elevandone la qualità. Trend cavalcato anche da Hotel, fiera specializzata per hotellerie e ristorazione che, giunta alla sua 43esima edizione, si svolgerà nei padiglioni di Fiera Bolzano dal 14 al 17 ottobre prossimi e avrà come filo conduttore il tema della sostenibilità applicato all’offerta turistica e all’ospitalità.  

Il turismo sostenibile rappresenta un modo di viaggiare nel rispetto dell'uomo e del pianeta, “…che preserva l’ambiente – come lo definisce International Ecotourism Society - e migliora il benessere delle popolazioni locali”. Si tratta di un settore sempre più conosciuto e percepito, il cui appeal risulta in crescita sia tra gli italiani che tra gli stranieri. Dal rapporto “Gli italiani il turismo sostenibile e l’ecoturismo”, presentato nell’ottobre 2018, è emerso che l’argomento è ormai noto per circa il 78% degli italiani. Ma cosa ben più rilevante è che se solo 7 anni fa era appena un 7% a orientarsi verso questo tipo di vacanza che per definizione “rispetta l’ambiente e cerca di ridurre il consumo energetico e di risorse del territorio”, nel 2018 a praticarlo è stato un turista su 5, pari al 20% del totale. Percentuale che aumenta di ulteriori dieci punti nei paesi di area tedesca (Germania ed Austria). 

Ad attrarre sono principalmente arte, storia, cultura, eventi (68%), bellezze naturali e paesaggi (61%), ossia quei fattori “forti” che hanno consolidato l’Italia turistica. Ma la domanda di vacanze a contatto con la natura, la richiesta e il consumo di cibo biologico, le escursioni in bicicletta e il trekking, è destinata, secondo i rilevamenti, a far crescere nei prossimi dieci anni la sensibilità per il turismo sostenibile e l’ecoturismo per il 63% degli italiani.

Tutte condizioni pronte a riflettersi anche nella scelta da parte dei turisti del proprio soggiorno, di alloggi “green” e attenzione alla sostenibilità degli stessi. Sempre più hotel e strutture turistiche in giro per il mondo hanno già optato per la riduzione del proprio impatto ambientale e per certificare il proprio impegno a riguardo. Lo stesso vale per l’Italia, e in particolare per il Trentino Alto Adige, dove questo percorso è stato già intrapreso puntando a una valorizzazione dell’ospitalità integrata con gli elementi della sostenibilità e finalizzata a esperienze turistiche che restano, indipendentemente dal periodo di permanenza.  

Per tutti questi motivi Hotel 2019 sarà una occasione unica di aggiornamento e una esperienza a 360° gradi sulla ospitalità sostenibile, a partire dal Sustainability Award, un contest riservato agli espositori che mira a innovazione e ricerca della qualità in questo ambito. Tra i riconoscimenti previsti, uno riguarderà anche l’espositore “più sostenibile” nell’allestimento dello stand.

 

19/06/2019
Startup Village Hotel 2019 - call aperta
Dieci startup selezionate da tutta Europa riunite nel cuore della fiera Hotel 2019. Giunto ormai alla sua quarta edizione, lo Startup Village dedicato alle realtà [...]
19/06/2019
HOTEL 2019
Share |
Startup Village Hotel 2019 - call aperta

Dieci startup selezionate da tutta Europa riunite nel cuore della fiera Hotel 2019. Giunto ormai alla sua quarta edizione, lo Startup Village dedicato alle realtà operanti nel settore turistico e alberghiero, rimane un punto di riferimento per tutti i visitatori e attori del panorama nazionale. Una vera e propria città dell’innovazione all’interno di Fiera Bolzano, in cui verranno esposte, dal 14 al 17 ottobre 2019, tecnologie e prodotti innovativi per il futuro dell’hotellerie. Quattro giorni in cui si alterneranno pitch di presentazione, incontri di matchmaking tra imprese, associazioni di categoria e operatori, workshop e convegni. «Vogliamo dare la possibilità ai nostri espositori e visitatori di entrare in contatto con quanto di più innovativo c’è in Europa sul tema dell’ospitalità - sottolinea Thomas Mur, direttore di Fiera Bolzano -. A Hotel 2019 prodotti e servizi innovativi saranno al centro del confronto tra domanda e offerta: in un ambiente dinamico come quello del turismo è sempre importante sapersi rinnovare sfruttando le nuove tecnologie».

L’Hotel “Startup Village”: c’è tempo fino all’11 agosto per candidarsi

Saranno 10 le startup che verranno selezionate da tutta Europa per prendere parte allo Startup Village e far conoscere i propri prodotti e proposte innovative per l’ospite di domani. È stata infatti aperta la call dedicata alle startup operanti nel settore turistico interessate a partecipare alla fiera: queste avranno tempo fino all’11 agosto per inviare la loro candidatura attraverso il sito dedicato www.whataventure.com/events/startupvillage/hotel/2019. Fiera Bolzano cerca e ospita i migliori progetti innovativi per il futuro della hotellerie e ristorazione, dalle soluzioni di mobilità sostenibile alle tendenze nell’universo food and beverage fino al design e arredamento dinamico. Il settore del turismo è costantemente impegnato a perfezionare le sue strutture e servizi per soddisfare le esigenze del turista moderno, offrendo esperienze autentiche e una maggiore personalizzazione del viaggio, motivo per cui risulta fondamentale appoggiarsi a nuove tecnologie. Le startup che verranno selezionate potranno esporre all’interno del Village a un prezzo agevolato, e saranno inserite all’interno di uno spazio in cui potranno far conoscere i loro prodotti attraverso pitch dedicati, ed entrare in contatto con attori operanti nell’ecosistema locale e nazionale. Verrà inoltre indetto uno speciale Audience Award, un premio per la startup che raccoglierà più preferenze da parte del pubblico durante l’intera durata della fiera.

 

Hotel 2019: appuntamento al centro di una regione dedicata al turismo

In che modo possiamo migliorare l’esperienza degli ospiti del futuro? Quali tecnologie ci vengono incontro? Come si sta evolvendo il settore turistico in Alto Adige e fuori dai confini? Tante domande a cui solo la 43ma edizione della fiera specializzata Hotel può rispondere, e che avrà luogo dal 14 al 17 ottobre 2019 in Fiera a Bolzano. Hotel è da oltre 40 anni un punto d’incontro professionale atteso da parte di albergatori, ristoratori, imprenditori, associazioni e startup per potersi confrontare sulla direzione in cui si svilupperà (e si sta già sviluppando) il futuro del settore. E i numeri che vanta l’Alto Adige sono importanti: ben 10.000 le strutture ricettive, con oltre 33 milioni di pernottamenti all’anno e 27 stelle Michelin assegnate a 20 chef. L’edizione passata della fiera Hotel ha visto la presenza di 22.000 visitatori e ben 600 espositori, numeri in costante aumento. Il tutto a dimostrazione dell’importanza che il comparto alberghiero ha all’interno dell’economia sia altoatesina che nazionale. «Hotel è da sempre un punto d’incontro interregionale per l’innovazione e l’ispirazione nel settore turistico, alberghiero e food, e anche quest’anno l’Alto Adige vuole riconfermarsi leader nell'ambito turistico. L’anno scorso abbiamo ottenuto numeri importanti, con stand di alta qualità che ci hanno fatto capire la direzione verso cui il settore si sta muovendo» conclude il direttore Mur.

 


Press News

19/10/2018
Hotel 2018: il turismo mette le ali all‘economia
22.000 visitatori specializzati e oltre 600 espositori fanno di Hotel un punto d’incontro oltre i confini regionali. Un programma molto vario di convegni, workshop [...]
19/10/2018
HOTEL 2018
Share |
Hotel 2018: il turismo mette le ali all‘economia

22.000 visitatori specializzati e oltre 600 espositori fanno di Hotel un punto d’incontro oltre i confini regionali. Un programma molto vario di convegni, workshop e premiazioni ha promosso lo scambio e il contatto tra diversi attori di un settore dinamico.

Hotel, la fiera specializzata per hotellerie e ristorazione, è da oltre 40 anni un appuntamento da non perdere: con 22.000 presenze il numero dei visitatori anche quest’anno è leggermente aumentato. Hotel attira ogni anno sempre più visitatori da tutte le regioni italiane e dall’intero arco alpino, un segno questo che la fiera ha un’importanza sempre crescente sia nel contesto nazionale che in quello internazionale. A sottolineare questo la visita del ministro degli interni Matteo Salvini l’ultimo giorno di fiera.

Il turismo mette le ali all’economia, Hotel ne è la dimostrazione pratica

“Già solo la qualità degli stand – per la quale vogliamo ringraziare i nostri espositori – rivela come il turismo in Alto Adige si stia muovendo soprattutto in direzione della qualità e dell’orientamento al futuro” afferma Thomas Mur, Direttore di Fiera Bolzano: “I convegni e i dibattiti nell’ambito di Hotel hanno dimostrato che mai come oggi è necessario costruire un turismo sostenibile, che si confronta con i cambiamenti sociali e che coinvolge sempre di più la popolazione locale.

Anche per quanto riguarda l’innovazione c’erano molte cose da vedere e sperimentare: dalla stampante 3D per gli alimenti fino al viaggio virtuale in cabinovia, i giovani imprenditori della terza edizione dello Startup Village nell’ambito di Hotel hanno mostrato in quale direzione si andrà in futuro nel settore dell’accoglienza.

Eventi e manifestazioni per fare rete e dialogare

Un alto numero di visitatori specializzati hanno partecipato al Communication Forum dal titolo „Una nuova compagna di viaggio: cerca, prenota e panifica con l’assistente vocale“ e al Congresso „Turismo e Architettura“ sul tema „Un valore aggiunto per il territorio“. Mentre l’esperto digitale Stefan Niemeyer ha proposto scenari futuri in cui si viaggia grazie ad un assistente digitale, gli esperti di architettura e turismo hanno messo al centro delle loro riflessioni il paesaggio, sia in rapporto agli ospiti che agli abitanti. Un ottimo successo hanno riscontrato anche la Gastro Conference di hgv, la Opening Night „dorata“ nel ristorante Forst Season oppure l’iniziativa dell’ultimo giorno di fiera „Più prodotti locali negli alberghi grazie ai prodotti contadini“, durante la quale i visitatori hanno potuto conoscere prodotti locali di alta qualità, proposti da 24 aziende del marchio “Gallo Rosso”.

Espositori entusiasti

Sascha Giacomuzzi della ditta Enrico Giacomuzzi: “Facciamo parte degli espositori di Hotel da tantissimi anni, e ogni anno siamo più soddisfatti, ma quest’ anno in particolare grazie alle novità fiscali e alla fattura elettronica. Si vede che c’è sempre più interesse da parte degli albergatori e dei ristoratori che hanno una buona predisposizione per investire. Partecipare ad Hotel è sempre un piacere, grazie alla possibilità di entrare in contatto con i clienti, speriamo di rivederci l’anno prossimo!”

Sergio Ferrarini di Marr: “Esponiamo ad Hotel da 4-5 anni e siamo soddisfatti ogni anno grazie alla continua affluenza di “vecchi” e nuovi clienti. Siamo sempre presenti a questa fiera poiché i ristoratori e gli albergatori di questa zona non sono inclini a frequentare altre fiere a causa del loro attaccamento particolare al loro territorio e per questo siamo contenti di essere noi a farci conoscere da loro. Partecipiamo ad Hotel sempre molto volentieri, speriamo di rivederci con il prossimo anno!”

Federico Fiorini, amministratore delegato di Imes: “Esponiamo ad Hotel da 3-4 anni ormai e ogni anno la clientela è migliore, è un’occasione per conoscere meglio i nostri clienti e gli altri espositori. E’ sempre un esperienza positiva, speriamo di tornare ad Hotel 2019.”

 Le nuove date per il prossimo appuntamento sono già state fissate: Hotel 2019 si svolgerà dal 14 al 17 ottobre presso Fiera Bolzano.

16/10/2018
Orderlion vince lo Startup Village Award
Come possiamo entusiasmare gli ospiti del futuro? L’intelligenza artificiale può contribuire al senso di ospitalità? La fiera specializzata Hotel offr [...]
16/10/2018
HOTEL 2018
Share |
Orderlion vince lo Startup Village Award

Come possiamo entusiasmare gli ospiti del futuro? L’intelligenza artificiale può contribuire al senso di ospitalità? La fiera specializzata Hotel offre non solo una panoramica a 360° sulla hotellerie e ristorazione al giorno d’oggi, ma indica anche la direzione in cui si svilupperà il futuro del settore Horeca, grazie a contenuti avvincenti e allo Startup Village. Una giuria internazionale ha scelto ieri il vincitore. Alta la qualità dei dieci finalisti che si sono confrontati durante la giornata di martedì 16 ottobre.

Da oltre 40 anni, Hotel è il punto d’incontro professionale per hotellerie e ristorazione a Fiera Bolzano, situata in una regione che celebra l’ospitalità e il gusto. L’Alto Adige conta infatti 10.000 strutture ricettive, oltre 32 milioni di pernottamenti all’anno e 26 stelle Michelin assegnate a 19 chef. In questo contesto, la fiera specializzata Hotel offre occasioni di scambio e momenti di informazione ed ispirazione per albergatori, ristoratori, aziende e operatori del settore. 

Dal 2016, lo Startup Village di Hotel accende i riflettori su nuove idee e tecnologie all’avanguardia. Insieme all’Ecosystem ICT & Automation di IDM Alto Adige, Brennercom e Plank, Fiera Bolzano ha cercato ed ospitato anche quest’anno i migliori progetti innovativi per il futuro della hotellerie e ristorazione, dalle soluzioni di mobilità sostenibile alle tendenze nell’universo food and beverage fino al design e arredamento dinamico.

Dieci startup selezionate hanno avuto la possibilità di far parte all’incontro più importante per l’industria alberghiera nell’arco alpino. Nella giornata di martedì 16 ottobre infatti, le startup finaliste hanno presentato i propri prodotti o servizi ad aziende consolidate, operatori del settore e una giuria di esperti. Il vincitore di quest’ anno è Orderlion di Vienna che riceverà in premio uno stand all’edizione 2019 di Hotel. 

“Catene di alberghi grandi e piccoli sono entusiasti dalla semplicità del sistema e dal frazionamento efficiente del processo d‘acquisto”, queste le parole di Stefan Strohmer, creatore di Orderlion, la startup austriaca che offre una piattaforma d‘acquisto centralizzata che connette la filiera alberghiera e quella della gastronomia con tutti i suoi fornitori.

Le startup finaliste

La giuria

A decidere il vincitore è stata ovviamente una giuria di esperti con Luca Barbieri, Blum Comunicazione; Florian Obkircher, president HGJ Merano/Val Venosta; Patrick Ohnewein, IDM – Ecosystem ICT & Automation Development; Thomas Mur, direttore Fiera Bolzano; Francesco Lato, Talent Investor; Beat Blaser, Falkensteiner Michaeler Tourism Group; Michael Zimmerhofer, Hotel Schwarzenstein; Josef Morandell, CEO Brennercom; Elmar Premstaller, HGV, e Barbara Spitaler - ASA Hotelsoftware.

 

 

16/10/2018
Da Castel Fragsburg al St. Hubertus - Ecco i Best Restaurant on Digital dell’Alto Adige
«The Italian Data Flavour», prima ricerca data driven sul livello di digitalizzazione della ristorazione di qualità e dei consorzi di tutela, ha indivi [...]
16/10/2018
HOTEL 2018
Share |
Da Castel Fragsburg al St. Hubertus - Ecco i Best Restaurant on Digital dell’Alto Adige

«The Italian Data Flavour», prima ricerca data driven sul livello di digitalizzazione della ristorazione di qualità e dei consorzi di tutela, ha individuato i migliori per l’utilizzo di web e social. 

Best Typical Product on Digital Alto Adige è il Consorzio volontario di tutela Vini Alto Adige

Ci sono i pilastri della ristorazione internazionale come il St. Hubertus di San Cassiano e autentiche gemme del gusto come lo Stelvio Dop. Ci sono prodotti di grande qualità come lo Speck Alto Adige e luoghi magici rappresentati da Castel Fragsburg di Merano. Da «The Italian Data Flavour», la prima ricerca che attraverso un puntuale studio dei dati, ha analizzato il grado di digitalizzazione della ristorazione stellata italiana e dei consorzi di tutela, esce un quadro molto significativo per quanto riguarda il territorio altoatesino. Una terra che ha saputo valorizzare al meglio le proprie eccellenze enogastronomiche anche da un punto di vista digitale. L’indagine, la cui premiazione si è svolta ieri, 15 ottobre, nell’ambito di Hotel, l’evento dedicato all’hotellerie e alla ristorazione, è stata ideata e realizzata da Fiera Bolzano in collaborazione con Noonic, agenzia di consulenza strategica specializzata in ambito digital. A livello altoatesino «Best Restaurant on Digital 2018» Castel Fragsburg di Merano, seguito dal St. Hubertus di San Cassiano in Badia e dal Tilia di Dobbiaco. Il «Best Typical Product on Digital 2018» è invece il Consorzio volontario di tutela Vini Alto Adige, seguito dallo Speck Alto Adige e dallo Stelvio Dop. A livello nazionale a vincere il titolo di «Best Restaurant on Digital 2018» è stato Palazzo Petrucci (Napoli) con lo chef Lino Scarallo, seguito da Aroma (Roma) con Giuseppe Di Iorio e dal Ristorante Del Cambio (Torino) con Matteo Baronetto. Il «Best Typical Product on Digital 2018» è invece il Gorgonzola Dop che ha primeggiato su Prosciutto di San Daniele e Patata di Bologna. 

La forza del digitale

«Quando parliamo di cibo e di turismo in Alto-Adige, vista la celebrità e l’elevata qualità dei nostri prodotti, l’interlocutore deve essere per forza di cose il mercato mondiale – analizza il direttore di Fiera Bolzano Thomas Mur – e in questo contesto è fondamentale avere un ottimo grado di digitalizzazione. Da anni Hotel ospita le migliori startup che in tutta Europa lavorano sul tema dell’ospitalità, startup che ora inevitabilmente sono interessate anche alla ristorazione e al food di alta qualità. Trovare numerosi ristoranti e consorzi del nostro territorio ai vertici del panorama nazionale rappresenta l’ennesima conferma della vocazione dell’Alto-Adige a coniugare assieme qualità, tradizione e innovazione. Anche se molta strada, in questo senso, deve essere ancora percorsa». 

«Effettuando la ricerca “The Italian Data Flavour” ci siamo subito resi conto di quanto, a livello nazionale, il rapporto tra ristorazione di qualità e digitalizzazione sia ancora tutto da costruire – conferma Nicola Possagnolo, food advisor e digital strategist di Noonic che assieme a Fiera Bolzano ha condotto il report -, ma al tempo stesso abbiamo individuato, altrettanto velocemente, che l’Italia a tavola ha degli autentici ambassador del digitale. Chef, marketing manager e social media manager in grado cioè di posizionare il food made in Italy, sia a tavola che in dispensa, con grande efficacia sul web».

I criteri di analisi e i migliori cinque

Dalla prima ricerca data driven sul grado di digitalizzazione di ristoranti di qualità e sui consorzi di tutela del made in Italy più celebri al mondo esce una fotografia che rispecchia solo in parte le certificazioni qualitative assegnate ai locali dalle guide gastronomiche e il livello di notorietà dei singoli prodotti. Sempre in un quadro di assoluta eccellenza, la declinazione digitale del food assegna infatti altri valori, e nel report capita di trovare cucine tristellate a metà classifica e storiche Dop relegate in fondo alla lista. Uno schema, questo, che ritroviamo sia a livello italiano che a quello altoatesino. Lo studio dei dati è stato minuzioso e sono stati numerosi i parametri analizzati. Per individuare la scala valoriale finale sono state incrociate e sommate le cifre dei profili sui principali social network (Facebook, Instagram e Twitter) - dal numero di like (70mila quelli su Facebook dei ristoranti altoatesini) e di follower, alle performance di engagement, di crescita e di interazione -, e sono stati analizzati i siti internet attraverso la Seo, la Mobile Optimisation, le versioni linguistiche presenti e per i ristoranti la possibilità o meno di effettuare (e in che modo) la prenotazione di un tavolo online. Per quanto riguarda il territorio del Trentino Alto-Adige, l’analisi ha prodotto le seguenti classifiche: 

Ristoranti:

1) Castel Fragsburg, Merano

2) St. Hubertus, San Cassiano in Badia

3) Tilia, Dobbiaco

4) Terra, Sarentino

5) Kuppelrain, Castelbello-Ciardes

 

 

Consorzi:

1) Consorzio volontario di tutela Vini Alto Adige

2) Speck Alto Adige

3) Stelvio Dop 

4) Mela Alto Adige

5) Distillatori Artigianali dell’Alto Adige

Hotel e l’innovazione 

Quest’anno Hotel si svolge 15 al 18 ottobre. Da oltre 40 anni è il punto d’incontro professionale per hotellerie e ristorazione a Fiera Bolzano, situata in una regione che celebra l’ospitalità e il gusto. L’Alto Adige conta infatti 10mila strutture ricettive, oltre 32 milioni di pernottamenti all’anno e 26 stelle Michelin assegnate a 19 chef. In questo contesto, la fiera specializzata Hotel offre occasioni di scambio e momenti di informazione ed ispirazione per albergatori, ristoratori, aziende e operatori del settore. Dal 2016, lo Startup Village di Hotel accende i riflettori su nuove idee e tecnologie all’avanguardia ospitando i migliori progetti innovativi per il futuro della hotellerie e ristorazione, dalle soluzioni di mobilità sostenibile alle tendenze nell’universo food and beverage fino al design e arredamento dinamico. Dieci startup selezionate avranno la possibilità di far parte all’incontro più importanti per l’industria alberghiera nell’arco alpino. Durante i quattro giorni di fiera, le startup finaliste presenteranno i propri prodotti o servizi ad aziende consolidate, operatori del settore e una giuria di esperti. In una sessioni di pitch saranno individuati i vincitori che riceveranno in premio uno stand all’edizione 2019 di Hotel. 


15/10/2018
La fiera Hotel serve idee per il futuro - Communication Forum 2018
A Hotel 2018, la fiera specializzata per hotellerie e ristorazione, che quest'anno si svolge per la 42a volta, dal 15 al 18 ottobre a Fiera Bolzano, partecipano oltre 600 [...]
15/10/2018
HOTEL 2018
Share |
La fiera Hotel serve idee per il futuro - Communication Forum 2018

A Hotel 2018, la fiera specializzata per hotellerie e ristorazione, che quest'anno si svolge per la 42a volta, dal 15 al 18 ottobre a Fiera Bolzano, partecipano oltre 600 espositori per presentare le proprie novità a oltre 20. 000 visitatori. Hotel 2018 offre una panoramica a 360° su un albergo e una gastronomia moderni e orientati al cliente e, con il Communication Forum e l'Hotel Startup Village, propone tecnologie e idee innovative per il futuro: Come ispirate gli ospiti di domani? Anche l'intelligenza artificiale può essere ospitale?

Rispondono al nome di Alexa, Siri o Cortana. Ci aspettano, o meglio ci ascoltano, in cucina, in macchina e ora anche negli alberghi: sono gli assistenti vocali che, dall’America, si stanno guadagnando un posto fisso nella nostra vita quotidiana. Queste nuove tecnologie ed i risvolti che hanno sul settore turistico sono il grande tema del Communication Forum 2018, in programma nel pomeriggio di lunedì 15 ottobre a Fiera Bolzano.

Nel settore alberghiero, gli assistenti vocali facilitano il soggiorno di molti ospiti, soprattutto in città: se lo si desidera, i dispositivi intelligenti contattano il servizio in camera, riproducono musica o spengono le luci e si occupano dell'accoglienza e dell'arrivederci.

Il Commmunication Forum 2018 si concentra sull'intelligenza artificiale e sull'esperienza degli ospiti. Sotto il titolo "Una nuova compagna di viaggio: cercare, prenotare e pianificare con gli assistenti vocali", i relatori guardano al futuro dell'ospitalità e parlano degli assistenti vocali e di come si svolge la ricerca nella propria lingua. Cosa dobbiamo dire ad Alexa, Google Assistant o Siri per trovare quello che cerchiamo? Che cosa deve avere una presenza su Internet, per essere trovata in maniera efficace?

Il Communication Forum, organizzato da Fiera di Bolzano in collaborazione con l’associazione Albergatori e Pubblici Esercenti (HGV), con l’Associazione dei giovani Albergatori (HGJ) e con IDM Alto Adige, offre risposte con relatori di alto livello.

Il relatore principale è Stefan Niemeyer, esperto nel campo del marketing del turismo digitale. Il suo intervento `emirato ad offrire una panoramica sulla ricerca vocale e sul suo impatto nell'industria del turismo.
Come si evolverà il settore alberghiero nel futuro, ce lo dirà Erich Hinterndorfer di steer42.io, agenzia di consulenza specializzata in soluzioni di digitalizzazione, sulla base di esperienze vissute. Hinterndorfer ha già curato l’introduzione dello smart speaker Alexa nelle stanze di un hotel.

Oltre al Communication Forum, la fiera specializzata Hotel 2018, in programma dal 15 al 18 ottobre a Fiera Bolzano, offre un fitto programma di eventi e tanti momenti di ispirazione. Tra questi lo Startup Village che dà spazio a dieci progetti internazionali per il futuro della hotellerie e ristorazione.

Per maggiori informazioni sulla fiera specializzata: www.hotel.fierabolzano.it

15/10/2018
Hotel Startup Village: le 10 startup selezionate
Print2Taste è una startup che è stata fondata nel 2014 da un gruppo di produttori di tecnologie alimentari, nutrizionisti, esperti IT e ingegneri per svilup [...]
15/10/2018
HOTEL 2018
Share |
Hotel Startup Village: le 10 startup selezionate

Print2Taste è una startup che è stata fondata nel 2014 da un gruppo di produttori di tecnologie alimentari, nutrizionisti, esperti IT e ingegneri per sviluppare soluzioni innovative per la stampa 3D di alimentari. Appena un anno dopo è stato introdotto il primo Procusini® Plug & Play 3D-Food-Printing-System per la produzione di generi alimentari creativi e personalizzati per il settore alberghiero, la gastronomia di spettacolo nonché per l’industria dolciaria e della panificazione.

Kapamo srl si occupa di interfacce dialoganti (CUI - Conversational User Interface): Chatbot e "Voice First". Il team ha progettato e sviluppato chatbot commerciali per diverse aziende, tra cui Telecom Italia, EXPO2015 e bTicino-Legrand. Le CUI di Kapamo sono accessibili agli utenti in tempo reale e dovunque essi siano, usando canali di messaggistica istantanea, Internet, applicazioni mobili e altoparlanti intelligenti. Kapamo ha anche sviluppato una sua piattaforma di proprietà. Il team sta attualmente sviluppando un'interfaccia vocale per non vedenti in collaborazione con l'Università di Trieste e un narratore di Google Home.

Orderlion offre una piattaforma d‘acquisto centralizzata che connette la filiera alberghiera e quella della gastronomia con tutti i suoi fornitori. Catene di alberghi grandi e piccoli sono entusiasti dalla semplicità del sistema e dal frazionamento efficiente del processo d‘acquisto.

RoomRaccoon offre una soluzione all-in-one per il Hotelmanagement (PMS, Channel Manager e Booking Engine). L‘idea nasce da albergatori per albergatori e si concentra su strutture ricettive e indipendenti che non superano le 50 camere. Lo spirito innovativo di questa giovane squadra punta a conquistare il mercato europeo.

Tooly.tip è un marketplace interamente dedicato all'Hospitality Technology: un progetto originale realizzato da gente comune. Tooly.tips aiuta gli acquirenti a trovare il software per l’ospitalità più adatto alle loro esigenze ed i fornitori a trovare il cliente giusto. Il tutto in un mercato digitale unico nel suo genere.
 
Besafe Rate Group è la società che ha sviluppato la tariffa Besafe Rate. La tariffa con copertura assicurativa può essere direttamente scelta tra quelle presenti sul sito ufficiale dell'albergo. La BSR tutela sia gli albergatori dalle problematiche causate dalla tariffa «non rimborsabile», sia i turisti. 

Facile e semplice, il tutto in un’unica tariffa, senza dover reindirizzare ad un altro sito web e senza dover inserire ulteriori dettagli per stipulare un'assicurazione viaggio. L'assicurazione BSR comprende la copertura, il rimborso e la consulenza legale completa.
BSR: un modo rivoluzionario di viaggiare.

Payuca Gmbh offre la possibilità di utilizzare in modo flessibile i posti auto messi a disposizione dai gestori di edifici terziari o residenziali. In questo modo si riesce ad aumentare significantemente la superficie destinata ai parcheggi pubblici. Gli automobilisti possono decidere quanto tempo vorrebbero sostare in un garage specifico, da poche ore fino a diverse settimane. Payuca ha sviluppato un innovativo Gateway-System il quale permette agli utenti di aprire il portone del garage di qualsiasi Payuca-Garage con la funzione Bluetooth dello smartphone. Tanti alberghi non dispongono di parcheggi propri, con Payuca invece possono offrire ai loro clienti un‘alternativa flessibile e economica.

Sleep Tidy SPVs igienizza materassi fuori delle stanze, ma comunque in loco – è un modo unico per soddisfare le esigenze degli alberghi e delle strutture ricettive (30 pezzi all’ora, senza l‘uso di sostanze chimiche, brevettato).

Full Balance Spa ha sviluppato un concetto unico di riflessologia plantare per stimolare in modo efficiente e specifico il piede sfruttando il proprio peso. Il sentiero Tile & Stone è destinato all‘uso professionale e può essere utilizzato sia all‘interno sia all‘esterno, fissato o mobile. Gli esercizi consigliati sono ottimi per trattamenti in gruppo, in privato o per dei massaggi.  Il concetto Full Balance vuole incrementare la consapevolezza del proprio corpo. In questo modo gli ospiti possono comprendere meglio il funzionamento fisico, identificare disturbi e imparare come migliorare la propria salute in modo semplice e passo per passo. Questi sentieri particolari offrono un‘ottima occasione per dimostrare l‘importanza di un piede sano e gli effetti positivi della riflessologia plantare sul corpo, la mente e l‘anima.

Kesselwerk e.U. produce oli essenziali & Hydrosole di alta qualità tramite un impianto mobile di distillazione. Inoltre, organizza dei workshop che illustrano l‘intero processo di trasformazione del materiale vegetale per ottenere il prodotto finale. 

Per maggiori informazioni sulla fiera specializzata: www.hotel.fierabolzano.it

15/10/2018
Turismo e architettura
Il turismo e l’architettura sono un valore aggiunto per l’Alto Adige. Per questo motivo gli architetti e gli esperti di turismo, in occasione della 42a edizio [...]
15/10/2018
HOTEL 2018
Share |
Turismo e architettura

Il turismo e l’architettura sono un valore aggiunto per l’Alto Adige. Per questo motivo gli architetti e gli esperti di turismo, in occasione della 42a edizione di Hotel, si scambieranno opinioni su questi temi, discuteranno sulla base di esempi in e fuori dall’Alto Adige sul valore della buona architettura e di un paesaggio tutelato, sulla sfida per il turismo e le tendenze nell’architettura.

Gli edifici si intrecciano sempre di più con il paesaggio, che in Alto Adige è oggetto di un’attenzione e di una sensibilità particolari. L’integrazione del costruito nell’immagine di una località oppure nel paesaggio complessivo è uno dei compiti principali della pianificazione alberghiera. Un inserimento ben riuscito, armonioso di una struttura nel suo contesto, verrà apprezzato sia dagli ospiti che dagli abitanti del luogo.

Due relatori conosciuti portano a Bolzano l’attuale discussione a livello internazionale sul rapporto fra turismo e architettura, prendendo in considerazione le particolarità nazionali e guardando con spirito critico allo status quo in Alto Adige.

Carmen Mundorff è architetto e guida dal 2000 il settore “Architettura e Media“ della Camera degli Architetti del Baden-Württemberg. Per lei ogni edificio è sempre più di una casa, che deve offrire riparo dalla pioggia, dal vento e dal sole, ma è la precondizione per il senso della patria, del benessere e dà un’impronta indelebile tanto alla vita dei residenti quanto a quella dei turisti.

Francesco Palumbo guida il settore Turismo all’interno del Ministero per i Beni Culturali del Governo Italiano (MiBACT) e conosce bene, grazie alla sua una lunga esperienza nella consulenza, la sfida rappresentata dal turismo così come la necessaria sensibilità nell’approccio ai beni storico artistici e al paesaggio.

Diversi esempi, alcuni più riusciti e altri più controversi, di architettura turistica a Maranza, Castelrotto, San Martino e Senale San Felice promettono una certa suspense: i committenti e i loro architetti mostrano i loro progetti e rispondono alle domande del pubblico.

Parte della discussione è dedicata al nuovo Regolamento edilizio per l’Alto Adige. Albergatori, architetti e amministratori pubblici si confrontano con una materia impegnativa, che detterà tempi e modi della pianificazione paesaggistica in Alto Adige.

Tourismo e architettura | Hotel 2018 
16. ottobre dalle 14:30 alle 17.00
Moderazione: Gabriele Crepaz
Piazza Fiera 1 | Bolzano
hotel.fierabolzano.it

12/10/2018
Più Alto Adige per Fiera Bolzano
Lounge Alto Adige: un’invitante luogo d'incontro nei padiglioni di Fiera Bolzano Circa 230.000 visitatori all’anno raccolgono informazioni sui prodotti, colg [...]
12/10/2018
HOTEL 2018
Share |
Più Alto Adige per Fiera Bolzano

Lounge Alto Adige: un’invitante luogo d'incontro nei padiglioni di Fiera Bolzano

Circa 230.000 visitatori all’anno raccolgono informazioni sui prodotti, colgono opportunità di business e sviluppano progetti per il futuro in fiera con i circa 2.300 espositori che partecipano ogni anno alle manifestazioni. 

Un evento fieristico può diventare un'esperienza unica, se anche il contesto paesaggistico dove si svolge è attraente e sa tramutare un viaggio d'affari in quello che si sogna come ideale di vacanza. 

Bolzano, 12 ottobre 2018: "Il marchio Südtirol è diventato un marchio di riferimento per l'alta qualità delle vacanze, l'Alto Adige è ricercato e famoso come meta turistica e come un luogo dove si vive bene", afferma Thomas Mur, direttore di Fiera Bolzano, "questo ci ha spinto a costruire un ponte interessante tra il nostro mercato e l'ambiente geografico dell'Alto Adige. In questo modo permettiamo ai partner e ai partecipanti alle fiere di prendersi una breve pausa dalla frenesia durante le manifestazioni. La Südtirol Lounge Alto Adige è uno spazio unico nel suo genere in cui si può vivere il marchio Südtirol Alto Adige". 

“Durante la pianificazione abbiamo voluto raggiungere due obiettivi principali, ovvero realizzare un ambiente confortevole e allo stesso tempo funzionale.

L’utilizzo di materiali legati al territorio ha permesso di realizzare nella Lounge un’integrazione naturale con il marchio ombrello Südtirol: questa integrazione rappresenta chiaramente un valore aggiunto per Fiera Bolzano, i suoi partner e gli espositori delle fiere” ha spiegato l’Architetto Manuel Benedikter.

Südtirol Lounge Alto Adige è concepita come uno spazio esclusivo di 200 m² con vista sull’intero padiglione B. Non si tratta solo di una VIP-Lounge, in quanto lo spettro di utilizzo spazia da eventi di presentazione esclusivi, lanci di prodotti e riunioni a corsi di formazione ed eventi di networking. Un servizio di ristorazione adattabile alle varie esigenze in collaborazione con il ristorante Forst Season garantisce un'alta qualità con prodotti altoatesini e un servizio eccellente. La sala è flessibile e si trova nelle immediate vicinanze del MEC Meeting and Event Center Südtirol Alto Adige, il più grande centro congressi dell'Alto Adige. 

Südtirol Lounge Alto Adige offre una cornice di alta qualità per gli attori dell'economia altoatesina nell'ambito di eventi fieristici e non solo. Consente incontri proficui con ospiti importanti, giornalisti, rappresentanti istituzionali e clienti e fa vivere l'Alto Adige anche attraverso un’esperienza sensoriale.

Martin Bertagnolli, Market & Brand Manager IDM Alto Adige, è entusiasta della realizzazione: "La Südtirol Lounge Alto Adige è perfetta per Fiera Bolzano, in quanto qui si adattano molti temi diversi, tra cui anche il marchio ombrello. La Südtirol Lounge Alto Adige rappresenta e interpreta pienamente tutti i caposaldi del nostro marchio”.

Con la recente apertura del Coworking-Space Startbase FieraMesse, della Brasserie 1857 e del ristorante Forst Season, la Südtirol Lounge Alto Adige si aggiunge come un altro tassello che rende possibile vivere il quartiere di Fiera Bolzano come spazio di esperienza di alta qualità a Bolzano Sud.

Durante l’edizione di quest’anno di Hotel ormai alle porte (dal 15 al 18 ottobre) la Südtirol Lounge Alto Adige sarà già pienamente in funzione.

 

 

04/10/2018
Vini con carattere
La fiera specializzata Hotel offre da lunedì 15 a giovedì 18 ottobre, accanto alle migliori soluzioni per l’hotellerie e la gastronomia, offre come ne [...]
04/10/2018
HOTEL 2018
Share |
Vini con carattere

La fiera specializzata Hotel offre da lunedì 15 a giovedì 18 ottobre, accanto alle migliori soluzioni per l’hotellerie e la gastronomia, offre come negli anni precedenti una selezione unica di grandi vini dall’Alto Adige e da tutta Italia, nel corso di tre diversi eventi.

Agli espositori di Hotel si aggregano nei primi due giorni di manifestazione gli 85 produttori di vino di Autochtona, il forum dei vini autoctoni, che provengono da 16 regioni italiane e presentano oltre 358 vini. Già da 15 anni questi “paladini dei vini autoctoni” si presentano a Bolzano per degustare le varietà italiane più particolari. Una giuria internazionale premierà la sera di martedì 16 ottobre i vincitori degli Autochtona Awards 2018.

Vinea Tirolensis: il vino come fattore di successo per l’Alto Adige
Mercoledì i 73 membri dell’Associazione Vignaioli dell’Alto Adige presenteranno i loro 350 vini su una superficie complessiva di 500 metri quadri. „Vinea Tirolensis“ è la tradizionale degustazione annuale dell’Associazione, che si svolge per la quarta volta nell’ambito di Hotel. Il carattere unico e la grande varietà caratterizzano i vini di eccellenza dei vari associati, che creano personalmente i loro prodotti, seguendo in modo creativo ogni fase della lavorazione, dal grappolo d’uva al calice.

Più Alto Adige nell‘hotel: dialogo fra turismo e agricoltura
Durante l’ultimo giorno di fiera, in occasione di Tasting Lagrein, si potranno degustare i 13 vini finalisti del concorso nelle tre categorie di varietà di Lagrein. Questo vitigno altoatesino sta acquistando sempre maggiore considerazione e apprezzamento a livello internazionale.
Le degustazioni comparative di questo classico della produzione altoatesina verrà accompagnato quest’anno per la prima volta da un evento culinario: in occasione di „Lagrein Experience“ si potrà assistere a discussioni fra i massimi esperti del settore, si potranno degustare prelibatezze preparate da grandi chef e degustare i 13 vini finalisti del Tasting Lagrein Award.
Infine 26 agricoltori che praticano la vendita diretta dei loro prodotti, presenteranno le loro eccellenze all’insegna del motto “Più prodotti locali dell’Alto Adige”. Certificate con il marchio Gallo Rosso, queste eccellenze del territorio vogliono rafforzare il dialogo fra turismo e agricoltura. Dai succhi di frutta alla frutta secca, dal miele alle uova da allevamento a terra fino ai distillati, si potranno degustare prodotti autentici davvero capaci di “scaldare il cuore”.

Gli eventi sul vino a HOTEL 2018
Autochtona  lunedì 15 e martedì 16 ottobre
Vinea Tirolensis  mercoledì 17 ottobre
Tasting Lagrein Experience giovedì 18 ottobre
Ogni giorno dalle ore 11:00 alle 18:00
Prezzo d‘ingresso: 30€ o 25€ con la prevendita on-line.

04/10/2018
Hotel 2018: tutte le Highlights di questa edizione
Hotel 2018, la fiera specializzata per hotellerie e ristorazione alla quale parteciperanno più di 600 espositori, che quest'anno si svolge per la 42a volta, dal 15 [...]
04/10/2018
HOTEL 2018
Share |
Hotel 2018: tutte le Highlights di questa edizione

Hotel 2018, la fiera specializzata per hotellerie e ristorazione alla quale parteciperanno più di 600 espositori, che quest'anno si svolge per la 42a volta, dal 15 al 18 ottobre a Fiera Bolzano propone tecnologie e idee innovative per il futuro grazie al Communication Forum e all´Hotel Startup Village.

Da oltre 40 anni Hotel è il punto d’incontro professionale per hotellerie e ristorazione a Fiera Bolzano, situata in una regione che celebra l’ospitalità e il gusto. L’Alto Adige conta infatti 10mila strutture ricettive, oltre 32 milioni di pernottamenti all’anno e 26 stelle Michelin assegnate a 19 chef. In questo contesto, la fiera specializzata Hotel offre occasioni di scambio e momenti di informazione ed ispirazione per albergatori, ristoratori, aziende e operatori del settore.

Communication Forum 2018: la fine della ricerca
In camera da letto, in macchina e adesso anche in Hotel: Alexa, Cortana e Siri sono famose in tutto il mondo e facilitano il soggiorno di molti ospiti guadagnandosi cosi un posto fisso nella nostra vita quotidiana. Il grande tema del Communication Forum 2018 saranno proprio le nuove tecnologie ed i risvolti che hanno sul settore turistico e, sotto il titolo “Una nuova compagna di viaggio: cercare, prenotare e pianificare con gli assistenti vocali” i relatori guarderanno al futuro della comunicazione offrendo risposte alle domande del pubblico. Il relatore principale è Stefan Niemeyer, esperto nel campo del marketing del turismo digitale. Il suo intervento `emirato ad offrire una panoramica sulla ricerca vocale e sul suo impatto nell'industria del turismo.

Turismo e architettura: un valore aggiunto per il Sudtirolo
L’integrazione del costruito nell’immagine di una località oppure nel paesaggio complessivo è uno dei compiti principali della pianificazione alberghiera. Un inserimento ben riuscito, armonioso di una struttura nel suo contesto, verrà apprezzato sia dagli ospiti che dagli abitanti del luogo. Per Carmen Mundorff della Camera degli Architetti del Baden-Württemberg ogni edificio è sempre più di una casa, ma è la precondizione per il senso del benessere. Francesco Palumbo guida il settore Turismo all’interno del Ministero per i Beni Culturali del Governo Italiano (MiBACT) e conosce bene, grazie alla sua una lunga esperienza nella consulenza, la sfida rappresentata dal turismo così come la necessaria sensibilità nell’approccio ai beni storico artistici e al paesaggio.

Hotel Startup Village: idee innovative per i futuri ospiti
Dal 2016, lo Startup Village di Hotel accende i riflettori su nuove idee e tecnologie all’avanguardia. Insieme all’Ecosystem ICT & Automation di IDM Alto Adige, Brennercom e Plank, Fiera Bolzano cerca ed ospita i migliori progetti innovativi per il futuro della hotellerie e ristorazione.
Dieci startup selezionate avranno la possibilità di far parte all’incontro più importanti per l’industria alberghiera nell’arco alpino. Durante i quattro giorni di fiera, le startup finaliste presenteranno i propri prodotti o servizi ad aziende consolidate, operatori del settore e una giuria di esperti.

Autochtona e Vinea Tirolensis: il vino come fattore di successo per l’Alto Adige
Agli espositori di Hotel si aggregano nei primi due giorni di manifestazione gli 85 produttori di vino di Autochtona, il forum dei vini autoctoni, che provengono da 16 regioni italiane e presentano oltre 358 vini. Già da 15 anni questi “paladini dei vini autoctoni” si presentano a Bolzano per degustare le varietà italiane più particolari. Una giuria internazionale premierà la sera di martedì 16 ottobre i vincitori degli Autochtona Awards 2018.
Mercoledì i 73 membri dell’Associazione Vignaioli dell’Alto Adige presenteranno i loro 350 vini su una superficie complessiva di 500 metri quadri. „Vinea Tirolensis“ è la tradizionale degustazione annuale dell’Associazione, che si svolge per la quarta volta nell’ambito di Hotel.

Più prodotti locali dell’Alto Adige: dialogo fra turismo e agricoltura
Durante l’ultimo giorno di fiera, in occasione di Tasting Lagrein, si potranno degustare i 13 vini finalisti del concorso nelle tre categorie di varietà di Lagrein. Questo vitigno altoatesino sta acquistando sempre maggiore considerazione e apprezzamento a livello internazionale. Le degustazioni comparative di questo classico della produzione altoatesina verrà accompagnato quest’anno per la prima volta da un evento culinario: in occasione di „Lagrein Experience“ si potrà assistere a discussioni fra i massimi esperti del settore, si potranno degustare prelibatezze preparate da grandi chef e degustare i 13 vini finalisti del Tasting Lagrein Award.
Infine 26 agricoltori che praticano la vendita diretta dei loro prodotti, presenteranno le loro eccellenze all’insegna del motto “Più prodotti locali dell’Alto Adige”. Certificate con il marchio Gallo Rosso, queste eccellenze del territorio vogliono rafforzare il dialogo fra turismo e agricoltura. Dai succhi di frutta alla frutta secca, dal miele alle uova da allevamento a terra fino ai distillati, si potranno degustare prodotti autentici davvero capaci di “scaldare il cuore”.

L’Unione commercio turismo servizi Alto Adige organizza il lunedì la giornata dei pasticceri con preparazione in diretta e premiazione del miglior giovane pasticcere, seguita dalla giornata dei gelatieri con l’assegnazione della “Spatola d’oro” e la giornata dei panificatori con consegna dei diplomi ai giovani panificatori, per finire il giovedì con la giornata delle Macellerie del Gusto Alto Adige.

HOTEL 2018
Lunedì                              Autochtona
                                14:30 Communication Forum
Martedì                             Autochtona
                                 14:30 convegno Turismo e Architettura
                                 17:00 Autochtona Awards
                                 19:00 Hotel Night
Mercoledì                       Vinea Tirolensis
Giovedì                   Tasting Lagrein Experience

Per ulteriori informazioni: www.hotel.fierabolzano.it

18/09/2018
Palazzo Petrucci Best Restaurant on Digital 2018
Hanno siti web ricchi di contenuti e ben indicizzati, pagine Facebook aggiornate con grande frequenza e profili Instagram e Twitter attraverso cui dialogano tutti i giorn [...]
18/09/2018
HOTEL 2018
Share |
Palazzo Petrucci Best Restaurant on Digital 2018

Hanno siti web ricchi di contenuti e ben indicizzati, pagine Facebook aggiornate con grande frequenza e profili Instagram e Twitter attraverso cui dialogano tutti i giorni con migliaia di follower. Sono i «Best Restaurant on Digital 2018» e i «Best Typical Product on Digital 2018», i migliori locali italiani stellati e i migliori consorzi selezionati da «The Italian Data Flavour», la prima ricerca che, attraverso un puntuale studio dei dati, ha analizzato il grado di digitalizzazione della ristorazione stellata italiana e dei consorzi di tutela. L'indagine è stata ideata e realizzata da Fiera Bolzano, che da oltre 40 anni organizza Hotel, evento dedicato all’hotellerie e alla ristorazione (quest'anno si svolgerà dal 15 al 18 ottobre) in collaborazione con Noonic, agenzia padovana di consulenza strategica specializzata in ambito digital. Le classifiche sono ricche di curiosità e di sorprese. Per quanto riguarda i ristoranti, ai primi tre posti nessun tristellato e nessuna star. A vincere infatti il titolo di «Best Restaurant on Digital» è Palazzo Petrucci (Napoli) con lo chef Lino Scarallo, seguito da Aroma (Roma) con Giuseppe Di Iorio e dal Ristorante Del Cambio (Torino) con Matteo Baronetto. Il «Best Typical Product on Digital» è invece il Gorgonzola Dop che ha primeggiato su Prosciutto di San Daniele e Patata di Bologna. Le premiazioni dei vincitori avverranno il 15 ottobre a Bolzano all'interno di un evento ospitato da «Hotel». 

Il digitale al centro 

«Quando in Italia parliamo di cibo e di turismo, vista la celebrità e l'elevata qualità dei nostri prodotti, l'interlocutore deve essere per forza di cose il mercato mondiale – analizza il direttore di Fiera Bolzano Thomas Mur – e in questo contesto è fondamentale avere un ottimo grado di digitalizzazione. Da anni Hotel ospita le migliori startup che in tutta Europa lavorano sul tema dell’ospitalità e organizza un Communication Forum che sta accompagnando l’hotellerie verso il digitale, un trend che ora inevitabilmente interessa anche ristorazione e produzione alimentare di alta qualità: per questo la premiazione dei ristoranti stellati e dei consorzi di tutela che hanno meglio interpretato il rapporto con il mondo digitale non poteva che avvenire a Bolzano nel corso di una manifestazione diventata punto di riferimento per chi vuole aggiornarsi su questo tema». «Effettuando la ricerca “The Italian Data Flavour” ci siamo subito resi conto di quanto nel nostro Paese il rapporto tra ristorazione di qualità e digitalizzazione sia ancora tutto da costruire – spiega Nicola Possagnolo, food advisor e digital strategist di Noonic che assieme a Fiera Bolzano ha condotto il report -, ma al tempo stesso abbiamo individuato, altrettanto velocemente, che l’Italia a tavola ha degli autentici ambassador del digitale. Chef, marketing manager e social media manager in grado cioè di posizionare il food made in Italy, sia a tavola che in dispensa, con grande efficacia sul web». 

 

I criteri di analisi e le top ten 

Dalla prima ricerca data driven sul grado di digitalizzazione di ristoranti di qualità e sui consorzi di tutela del made in Italy più celebri al mondo esce una fotografia che rispecchia solo in parte le certificazioni qualitative assegnate ai locali dalle guide gastronomiche e il livello di notorietà dei singoli prodotti. Sempre in un quadro di assoluta eccellenza, la declinazione digitale del food assegna infatti altri valori, e nel report capita di trovare cucine tristellate a metà classifica e storiche Dop relegate in fondo alla lista. Lo studio dei dati è stato minuzioso e sono stati numerosi i parametri analizzati. Per individuare la scala valoriale finale sono state incrociate e sommate le cifre dei profili sui principali social network (Facebook, Instagram e Twitter) - dal numero di like e di follower, alle performance di engagement, di crescita e di interazione -, e sono stati analizzati i siti internet attraverso la Seo, la Mobile Optimisation, le versioni linguistiche presenti e per i ristoranti la possibilità o meno di effettuare (e in che modo) la prenotazione di un tavolo online. L’analisi ha prodotto le seguenti classifiche: 

 

Ristoranti:

1) Palazzo Petrucci

2) Aroma

3) Del Cambio

4) Ilario Vinciguerra

5) Alice-Eataly Smeraldo 

6) Osteria Francescana 

7) Lume

8) Venissa

9) Da Vittorio

10) Villa Crespi 

 

Consorzi di tutela:

1) Gorgonzola

2) Prosciutto di San Daniele

3) Patata di Bologna

4) Salame Brianza

5) Parmigiano Reggiano

6) Grana Padano

7) Asiago

8) Franciacorta

9) Asti Dog

10) Riso di Baraggia Biellese e Vercellese 

 

AL LINK SEGUENTE PER SCARICARE L'INTERO REPORT