18 — 19.10.2021

Autochtona 2021

316Giorni 7Ore 48Minuti

Autochtona premia l'autenticità

Autochtona, il Forum nazionale dei vini autoctoni, è un premio per raccontare al meglio le storie e le identità delle piccole e medie aziende produttrici. I protagonisti di Autochtona sono da un lato i produttori che difendono e valorizzano il loro territorio di origine e dall'altro il patrimonio dei vitigni autoctoni italiani.

     

    Ti sei perso*a Autochtona 2020?

    La nostra galleria ne racconta la storia - dai uno sguardo!

    Alla galleria

    I Vincitori degli Autochtona Award 2020

    Vincitori e finalisti Autochtona Award 2020
    20.10.2020

    Vincitori e finalisti Autochtona Award 2020

    LA NOSTRA GIURIA

    Autochtona Wine Stars 2020

    Ad Autochtona 2020 abbiamo riunito il gotha delle guide vini per assaggiare e raccontare le etichette in concorso. Ecco le storie dei nostri giurati, accomunati dalla passione senza confini per i vini d'eccellenza!

    Alessandra Piubello

    La prima stella è la giornalista Alessandra Piubello, la prima ed unica donna in Italia ad aver mai ricoperto il ruolo di co-curatrice della Guida Oro I Vini di Veronelli.

    Un palato raffinato e un vulcano di parole: scrive per Spirito diVino, Cook_ink, Wine News, Pambianco Wine&Food, Bubble's, è direttore responsabile di Queen International e Prince e a livello internazionale collabora con Decanter, Vitisphere e Sommelier India, tra gli altri. Se non sta scrivendo, sicuramente sta degustando per la guida o per concorsi del calibro del Concours Mondial de Bruxelles o Decanter. Instancabile divulgatrice del bello, il vino è la sua guida, e la penna il suo mezzo.

    Fabio Giavedoni

    La seconda stella è Fabio Giavedoni curatore nazionale della guida Slow Wine dedicata a tutte le aziende produttrici di vini buoni, puliti e giusti.

    Fabio affina il suo palato in enoteche e ristoranti rinomati acquisendo una lunga esperienza in sala. Grazie a questo percorso, che gli consente di degustare un'ampia gamma di vini, di innamorarsi delle storie dei produttori e di imparare ad apprezzarne le tante sfaccettature, comincia la sua avventura professionale, più di 20 anni fa, come degustatore per importanti guide di settore, oltre che come giurato in concorsi internazionali come il DIWWA di Decanter. Lo contraddistingue la passione per il vino, certo, ma anche per la divulgazione culturale di questo mondo.

    Giuseppe Carrus

    La terza stella è Giuseppe Carrus il vice-curatore della storica e rinomata Guida Vini d’Italia Gambero Rosso.

    Una tesi sul linguaggio delle Guide gastronomiche e infiniti viaggi alla scoperta di vini, cantine e territori: è così che Giuseppe Carrus comincia il suo ricco percorso professionale. Dopo un’esperienza come maitre-sommelier alla Glass Hostaria di Cristina Bowerman, approda nel 2005 alla redazione del Gambero Rosso. 

    Firma prolifica ed acuta, non solo scrive, insegna. Intento a “trasmettere sensazioni più che nozioni”, divulga tecniche e metodi per l’assaggio di vini e cibi presso diverse scuole, conducendo seminari, laboratori e workshop, oltre a essere consulente per varie strutture. Professionalità nella degustazione, vivacità di penna e passione per l’insegnamento sono le caratteristiche che, insieme alla sua innata curiosità, fanno splendere la nostra terza stella.

    Christine Mayr

    La stella numero quattro è Christine Mayr degustatrice per Vitae, la Guida ufficiale dell'Associazione Italiana Sommelier e presidentessa di AIS Alto Adige.


    La passione di Christine per il vino inizia presto: ha studiato all’Accademia del Vino in Austria, ha frequentato con successo numerosi corsi e ricevuto premi. Diplomata AIS e WSET, Christine Mayr, oltre a essere relatrice ai corsi AIS in Alto Adige, è docente alla Weinakademie di Rust in Austria e insegnante alla scuola enologica della cittadina tedesca di Geisenheim. 


    La sua preparazione e un palato di talento le hanno fatto aggiudicare il Prix Spécial del concorso europeo Ambasciatore dello Champagne. Una vita dedita non solo al vino ma anche al buon cibo, in quanto ambasciatrice del gusto Alto Adige: “il gusto arricchisce la vita e consente di capire una terra nel suo complesso”.

    Elio Ghisalberti

    La quinta stella è Elio Ghisalberti esperto degustatore per la guida I Vini dell’Espresso, ma anche parte del comitato di direzione della Guida ai Ristoranti d’Italia de l’Espresso dal 1998.


    Studia giornalismo enogastronomico alla scuola di Luigi Veronelli e da sempre si diletta nell’andare alla scoperta di produttori locali e chef emergenti. Fonda il mensile De Gustibus, rivista di critica gastronomica distribuita nelle province di Bergamo e Brescia. Curioso, intraprendente e attratto dalle brillanti personalità che dominano il mondo food & wine, crea Pianeta GourmArte: la kermesse enogastronomica che riunisce i più rinomati cuochi italiani e i migliori prodotti della tradizione italiana. 


    Se non sta recensendo qualche fantasioso piatto o degustando vino, sta sicuramente scrivendo per la rubrica Gusto a Mille del Corriere della Sera - Bergamo o per riviste specializzate del settore quali Spirito di Vino e Artù.

    Leila Salimbeni

    La nuova stella è Leila Salimbeni.

    Di formazione accademica umanistica, una laurea triennale in Linguistica e Glottologia e una, specialistica, in Semiotica, l'hanno condotta a maturare un interesse particolare per quanto concerne la dicibilità delle esperienze sensibili: sapori e odori, in particolare. 

    L'amore per la conoscenza, unito alla lunga e appassionata frequentazione del mondo del vino e degli spiriti - tra le altre cose, è giudice della Spirits Selection by Concours Mondial de Bruxelles - l'hanno condotta al coordinamento di Spirito diVino quale coronamento di due lustri di prolifiche collaborazioni con le più importanti testate del settore.

    Riccardo Viscardi

    La nuova stella è Riccardo Viscardi, vice-curatore della Guida Essenziale ai Vini d'Italia di DoctorWine.

    Già docente di Chimica, ma ancor più appassionato conoscitore del vino e delle sue evoluzioni. Articolista fondamentale di Doctor Wine, rivista on line di settore, ideata e diretta da Daniele Cernilli. Riccardo è un degustatore esperto: è conosciuto anche come Mr. Brunello per la sua significativa esperienza sul Sangiovese. I rossi sono il suo cavallo di battaglia, ma la sua conoscenza e professionalità copre tutte le categorie dei vini italiani.

    Mario Busso

    La prossima stella è Mario Busso, da 16 anni il curatore nazionale della guida Vinibuoni d’Italia edita da Touring Club Italiano.

    La sua dedizione per il patrimonio ampelografico rappresentato dai vitigni autoctoni definisce e alimenta la sua carriera lavorativa: ha partecipato alla realizzazione di progetti per lo sviluppo di vitigni locali con E.R.S.A. (Ente Regionale di Sviluppo Agricolo del Friuli Venezia Giulia), si dedica ai vini dell’Istria Croata, promuovendoli con l’Ente Turismo della Regione, ha realizzato per conto della Comunità Economica Europea “Vigneto Italia –Il gusto italiano del vino” e “Vitigni autoctoni d’Europa Vol.1° e volume 2°”. 

    Una novantina di titoli, la proficua attività nel giornalismo enogastronomico dal 1982, numerose collaborazioni per la realizzazione di libri e guide specializzate nel settore enologico sono le punte di questa brillante stella

    Alessandro Franceschini

    La prossima stella è Alessandro Franceschini, giornalista ormai di casa a Bolzano, che ricoprerà il ruolo di segretario degli Autochtona Award.

    Giornalista free lance, scrive di vino, ortofrutta e grande distribuzione. Dirige il sito e la rivista dell'Associazione Italiana Sommelier della Lombardia ed è collaboratore di testate come l'Informatore Agrario, Lavinium e per le pagine della GazzaGolosa della Gazzetta dello Sport. 


    Inoltre è docente in vari Master della Scuola di Comunicazione dell'Università IULM di Milano e in passato ha collaborato con la guida ai ristoranti del Touring Club e con la guida vini de L'Espresso. Autore insieme ad altri del libro "Il vino naturale. I numeri, gli intenti e altri racconti", dell'Enciclopedia del Vino e del volume "Vini e Vignaioli d'Italia" del Corriere della Sera.

    Pierluigi Gorgoni

    La nuova stella è Pierluigi Gorgoni, docente di Degustazione Critica ed Enografia nazionale e Internazionale per ALMA – La Scuola Internazionale di Cucina Italiana.


    Giornalista, autore per quasi 10 anni della guida I Vini d'Italia de L'Espresso, oltre a essere docente per ALMA, l’autorevole centro italiano di formazione professionale per cuochi, sommelier, maestri di sala e manager della ristorazione, insegna anche Comunicazione del vino presso Università IULM di Milano ed è stato anche brand ambassador per i vini dell’Alto Adige. Ad un’intensa attività di insegnante affianca anche quella di scrittore. 


    Infatti fin dal primo numero di SpiritoDiVino, Pierluigi è parte del comitato editoriale e responsabile delle degustazioni di SpiritodiVino; collabora inoltre con le riviste Kairos e Arbiter. Ha scritto per Dalai editore l'Enciclopedia del Vino insieme a Luca Gardini, Marco Pozzali e Andrea Grignaffini. Sempre insieme e a quest’ultimo ha scritto Il Vignaiolo Universale - La cultura nel bicchiere. Il cielo di Bolzano è affezionato a questa brillante stella, coordinatore degli Autochtona Award e del Tasting Lagrein dal 2010.

    Thomas Rydberg

    Thomas Rydberg, critico danese, è caporedattore di DinVinGuide, una delle più note riviste di vino in Danimarca e autore della guida vini VinGuiden. 


    Una cultura poliedrica, che non si ferma al vino e approda negli spirits: è proprietario e editor di Whisky & Rum Magazine, oltre ad essere il responsabile di tutti gli editoriali di Ekstra Bladet, il portale dedicato al vino più visitato in Danimarca. Aspirante Master of Wine, quando non apprende, divulga: è infatti docente WSET livello 3. Thomas è un critico affermato e riconosciuto a livello mondiale, è stato giudice per concorsi di spicco come "Concours Mondial de Bruxelles", "International Wine Challenge" e “Mondus Vino”.

    Thomas Vaterlaus

    La nostra prossima stella interazionale è Thomas Vaterlaus, caporedattore di Vinum, una delle riviste più importanti al mondo riguardante il vino europeo e marchio internazionale per gli award del vino in Germania e in Svizzera.


    Dopo un percorso di formazione nel giornalismo e dopo aver scritto per grandi quotidiani, Thomas Vaterlaus ha lavorato come freelance specializzato in lifestyle, cultura e comunicazione per testate come Weltwoche, Annabelle, SonntagsZeitung e altre. Dal 1995 fa parte del team di Vinum, dove dal 2012 riveste il ruolo di caporedattore. Un talento innato per la degustazione, calibrato su vini di tutta Europa, che non vediamo l'ora di vedere all’opera sui nostri autoctoni italiani.

    Peer F.Holm

    La prossima stella interazionale è Peer F Holm, presidente della Sommelier-Union Deutschland e.V., la più nota associazione di sommelier in Germania, che unisce tutti i professionisti del settore ristorazione, alberghiero e vino.


    Conseguiti gli studi presso la scuola di hotellerie di Heidelberg e ottenuto il diploma da sommelier, Peer inizia subito a lavorare come distributore ed importatore di vini pregio. Nel frattempo insegna anche alla Deutsche Wein und Sommelierschule. Dopo 12 anni di carriera nell’import-export, Peer decide di dedicarsi totalmente alla strada dell’insegnamento e oggi lavora come consulente freelance – Wein und Wissen – organizzando seminari sul vino, eventi per sommelier e facendo consulenza alle aziende vinicole che vogliono esportare in Germani. Peer ha partecipato anche come giudice in concorsi nazionali e internazionali. Un vero esperto di vino, comunicazione e strategia di vendita, pronto a donare ancora più luce al cielo stellato di Autochtona.

    Andres Levander

    Nel firmamento di Autochtona non poteva mancare Andres Levander, caporedattore presso Wine Publishing AB, il più importante gruppo editoriale svedese nel settore food&wine, editore delle testate online dinvinguide.se, dryckeslistan.se, e bestchampagne.se, e di numerosi altri inserti di quotidiani e riviste nazionali.


    Dopo una carriera nel mondo della finanza, Andres decide di perseguire il suo sogno di scrivere di vino a tempo pieno. Ad oggi, può contare oltre 35 anni di esperienza, due libri sullo Chablis e la Languedoc e un numero infinito di articoli per svariate riviste. I paesi che gli stanno più a cuore sono Italia, Francia e Germania. In Italia infatti trascorre qualche mese nelle Marche ogni anno da ormai 10 anni.

    Scopri i vini di Autochtona 2020!

    Dai uno sguardo al nuovo catalogo dei vini di Autochtona 2020 e scopri tanti vini eccellenti!

    Scopri di più

    Siamo a tua disposizione

    Ilenia Prestia

    Ilenia Prestia

    Referente Commerciale Autochtona