Fiera internazionale del noleggio e dei servizi per gli sport invernali

9 - 11 aprile 2014
09.00-18.00 / ven 09.00-17.00

Fiera internazionale del noleggio e dei servizi per gli sport invernali
  PROWINTER è ...
Share |
Dolomiti sotto le stelle






Calato il sipario sul duetto invernale Prowinter-Alpitec 2014

Dal 9 al 11 aprile 2014 hanno visitato le 330 aziende circa 9.100 visitatori per definire i primi accordi in vista della prossima stagione invernale, mentre sul palco del Prowinter Forum sono saliti i rappresentati delle migliori stazioni sciistiche europee, dalla Francia alla Slovenia, passando per Italia, Slovacchia, Austria e Germania, e i campioni d'oltralpe del Circo bianco, con la bellissima sciatrice slovena Tina Maze e i colleghi di Coppa del Mondo Alexis Pinturault e Jean-Baptiste Grange.

“Il Trentino Alto Adige è una regione conosciuta in tutto il mondo per i suoi comprensori sciistici e le attrezzature all’avanguardia nel mondo della neve. Proprio in questo territorio ricco di know-how si svolgono Alpitec e Prowinter. È una soddisfazione vedere che questo appuntamento sia diventato un punto d’incontro per atleti e personaggi di spicco degli sport e delle tecnologie invernali, in questo Prowinter emerge sicuramente come il punto di forza del duetto”, afferma Reinhold Marsoner.

Approfondisci



Clicca sull'immagine per scaricarla in alta risoluzione

L'utilizzo delle foto è liberamente consentito a patto di citare la fonte: Fiera Bolzano Spa, dove non diversamente specificato

Prowinter channel

Insieme a  

Avviso!  

Invitiamo i nostri espositori a fare ATTENZIONE a proposte inviate da FAIRGUIDE.COM, EXPO-GUIDE.COM, EVENT-FAIR e BUILDTEC MARKET.COM per l'inserimento nei relativi annuari: maggiori informazioni.

Find us on Facebook  

Photo Gallery

Press News

 
14/04/2014
2014

Share |
Calato il sipario sul duetto invernale Prowinter-Alpitec 2014

Prowinter, la fiera internazionale del noleggio e dei servizi per gli sport invernali a Bolzano, si è svolta come ogni due anni con Alpitec, la fiera internazionale specializzata per la tecnologia alpina ed invernale, confermandosi il punto d’incontro per tutto il settore della neve con numerosi atleti e personaggi di spicco del settore invernali presenti.

Dal 9 al 11 aprile 2014 hanno visitato le 330 aziende circa 9.100 visitatori per definire i primi accordi in vista della prossima stagione invernale. Un appuntamento che, a giudicare dalle presenze, riconferma il proprio appeal internazionale con ospiti provenienti da 14 Nazioni; oltre all’Italia, anche Austria, Svizzera, Polonia, Repubblica Ceca, Germania, Francia, Slovenia, Serbia, Andorra, Slovacchia, Spagna, Chile e Giappone. Mentre sul palco del Prowinter Forum sono saliti i rappresentati delle migliori stazioni sciistiche europee, dalla Francia alla Slovenia, passando per Italia, Slovacchia, Austria e Germania, e i campioni d'oltralpe del Circo bianco, con la bellissima sciatrice slovena Tina Maze e i colleghi di Coppa del Mondo Alexis Pinturault e Jean-Baptiste Grange. Presenti in fiera anche gli atleti di punta del Centro sportivo Carabinieri e della Guardia di Finanza: da Armin Zoeggeler a Peter Fill, da Gaia Vuerich a Corinna Boccacini e tutti gli atleti premiati dalla FISI e dalla Prowinter Cup per il circuito dello sci alpinismo. "Conoscevo Prowinter, ma è la prima volta che ho l'occasione di partecipare - ha commentato la campionessa slovena Tina Maze, in fiera con l'allenatore personale Andrea Massi - una bella fiera che, in questo momento della stagione, ci permette di dedicare del tempo anche ai nostri sponsor. E mi fa davvero piacere trascorrere questa giornata premiando le giovani promesse dello sci alpino". Un’edizione arricchita anche dalla presenza del plurimedagliato campione olimpico Armin Zoggeler, l’unico atleta al mondo ad essere riuscito a conquistare sei medaglie individuali in sei edizioni consecutive dei Giochi: “Prowinter è sempre una buona occasione per conoscere tutte le novità per il prossimo inverno e per incontrare tutti i migliori atleti che hanno ottenuto dei podi durante la stagione. Ogni anno si conferma sempre un appuntamento molto importante”.

Soddisfatto anche il direttore di Fiera Bolzano Reinhold Marsoner che ha sottolineato il ruolo di Bolzano quale capitale del settore neve: “Il Trentino Alto Adige è una regione conosciuta in tutto il mondo per i suoi comprensori sciistici e le attrezzature all’avanguardia nel mondo della neve. Proprio in questo territorio ricco di know-how si svolgono Alpitec e Prowinter. È una soddisfazione vedere che questo appuntamento sia diventato un punto d’incontro per atleti e personaggi di spicco degli sport e delle tecnologie invernali; in questo Prowinter emerge sicuramente come il punto di forza del duetto”.

Dall’indagine svolta da Fiera Bolzano su un campione di 794 visitatori, emerge che gli operatori provengono per la maggior parte dal settore dal noleggio e dagli impianti funiviari, seguiti dalle scuole di sci e snowboard e negozi di articoli sportivi. Ed è proprio nella specializzazione legata al comparto del noleggio che Prowinter trova il proprio punto di forza, come unica piattaforma b2b in Europa, con promettenti trend di crescita in controtendenza rispetto all’andamento generale del mercato. Un andamento positivo, come sottolineato dallo stesso Kurt Landstätter, direttore di Rent and Go: “La stagione è andata abbastanza bene; non tutti i noleggi hanno lavorato come lo scorso anno perché c’era troppa neve: parlo delle zone dolomitiche, Cortina d’Ampezzo soprattutto. Tutti gli altri sono soddisfatti e siamo molto fiduciosi per il prossimo inverno. La gente scia di meno, ma quando scia vuole il top di gamma, una qualità più elevata rispetto a qualche anno fa, quindi la tendenza è di uno sci polivalente, con il quale possano divertirsi e non stancarsi. Il fenomeno del rocker è stato percepito bene. Nel settore del noleggio c’è un segnale di stabilità, perché ci sono tanti nuovi noleggi: il settore di vendita sembra avere una flessione e tanti negozi sportivi si sono tramutati in noleggio. Quindi il business del noleggio è in aumento ma i noleggi stessi sono stazionari. Rent and Go nasce secondo la filosofia che un appassionato che scia una settimana all’anno non debba acquistare il materiale e portarlo con sé, quindi l’idea già di Erwin Stricker era di dare un servizio alto, talmente elevato in modo che sul posto si trovi tutto, non solo lo sci, ma anche la riparazione e il deposito”.

Proseguendo con le analisi dei dati raccolti, il 22% degli intervistati proviene dall’Alto Adige, il 28,2% dal Trentino e quasi il 50% da altre regioni d’Italia (45,1%) e dall’estero (5,5%). Prowinter ha riscosso successo e gli espositori sono soddisfatti, anche gli operatori intervistati hanno espresso quasi il 100% dei consensi positivi considerando la manifestazione “buona” 67%, “molto buona” 17,9%, “soddisfacente” 14,1% e solo l’1% non si è espresso in maniera positiva.

Un consenso generale evidenziato dagli stessi espositori che hanno così sottolineato la valenza dell’appuntamento bolzanino:
Paolo Rossi, Titolare di Extreme Winter Equipment Srl: “La fiera Prowinter rappresenta per noi un punto di ritrovo con le varie società sportive del Nord Italia e soprattutto dell’Alto Adige, ma è anche un’importante appuntamento per incontrare il mondo dei negozi sportivi e, in generale, tutti gli operatori del settore”.

Pietro Colturi, Managing Representative di Italy Burton: “Abbiamo creduto in Prowinter fin dalle prime edizioni e abbiamo sempre avuto ottimi riscontri. Il mercato del noleggio è importante, sano e sta crescendo in un certo modo. Ecco perché la nostra azienda ha sempre scelto di partecipare portando le proprie innovazioni e investendo sia nella presenza sia nei prodotti. Per noi è sempre stato un mercato interessante”.

Stefano Silvestri, Wintersport Category Manager di Mares SpA - Head: “Head è un’azienda estremamente innovativa rispetto al lancio di nuove tecnologie sul mercato e per noi Prowinter è una vetrina estremamente importante, soprattutto per quanto riguarda il settore trade, quindi una piattaforma strategica per andare a concludere quelli che sono accordi e contratti che andiamo a definire durante l’anno”.

Michele Villotti, General manager di Silhouette Italia Srl - Adidas Eyewear Italia: “Da cinquant’anni abbiamo la licenza esclusiva per la produzione e la distribuzione mondiale del marchio Adidas Occhiali. Per noi è fondamentale che un prodotto altamente tecnico possa venire spiegato, e questo è certamente il palcoscenico migliore per noi”.

Ernesto Bassetti, Executive Vice Presidente di MND Group: “Il nostro è un gruppo internazionale, abbiamo 8 filiali nel mondo. Per la filiale italiana Alpitec è una fiera molto importante perché ci permette di avere un buon contatto con le persone. Qui riceviamo clientela prevalentemente italiana ma quest’anno abbiamo avuto incontri anche con visitatori stranieri, quindi l’appuntamento si fa interessante anche da questo punto di vista”.

 
11/04/2014
2014

Share |
I campioni olimpici della nazionale azzurra chiudono Prowinter 2014 in diretta su Raisport

Dalle giovani promesse degli sport invernali ai campioni olimpici di Sochi. La terza ed ultima giornata di Prowinter-Alpitec chiude l'edizione 2014 dell'appuntamento bolzanino ospitando in fiera i migliori atleti azzurri della stagione, premiati in diretta su Raisport per il "Challenge FISI Award", con il presidente Flavio Roda, i vincitori del "Gran Premio Pool 2014", assegnato dal Consorzio dei Fornitori delle Squadre Nazionali di Sci Alpino, e i campioni di scialpinismo che, per ciascuna categoria, si sono aggiudicati la 3° edizione della "Prowinter Cup".

Challenge FISI Award. L'Italia degli sport invernali chiude una stagione di grandi soddisfazioni che, oltre a 4 medaglie olimpiche e 3 Coppe del Mondo, conquista anche 15 preziose medaglie mondiali juniores. Con gli atleti della nazionale azzurra sul podio di Coppa del Mondo per ben 93 piazzamenti nelle diverse discipline. E come conclusione ideale per celebrare i meritati successi, la Federazione nazionale, alla presenza del presidente Flavio Roda, ha scelto l’appuntamento bolzanino anche per la seconda edizione del "Challenge FISI Award". Quest'anno in diretta nazionale su Raisport con la conduzione della giornalista Ivana Vaccari, accompagnata da Arianna Secondini. Alla vigilia dell’Assemblea federale elettiva in programma domani a Bologna, il presidente Roda ha dato il via alla cerimonia di premiazione: "Sono particolarmente felice di essere qui oggi - ha affermato -; dobbiamo essere orgogliosi dei risultati che abbiamo raccolto in questa stagione. Questa festa è dedicata ai nostri giovani, in platea abbiamo tutto il futuro azzurro degli sport invernali. Desidero ringraziare tutti gli atleti, gli sci club e i rappresentanti del mondo invernale presenti oggi qui a Prowinter". Durante la cerimonia, celebrata sul palco del Prowinter Forum, tutti gli atleti italiani che hanno riscosso importanti risultati durante la passata stagione, dal plurimedagliato olimpico Christof Innerhofer, argento in discesa e bronzo in supercombinata, al record assoluto di Armin Zoeggeler, l'unico atleta al mondo ad aver conquistato sei medaglie individuali in sei edizioni consecutive dei Giochi, sino al bronzo nella staffetta mista del biathlon di Dorothea Wierer, Karin Oberhofer, Dominik Windisch e Lukas Hofer. A seguire sono stati premiati anche i vincitori di Coppa del Mondo assoluta, Omar Visintini (snowboardcross), Patrick Pigneter (slittino naturale), Florian Clara (slittino naturale) e tutti i vincitori di medaglie ai mondiali junior e giovani. Tra gli sci club e le autorità del mondo invernale, presente in platea anche l'ex campionessa olimpica Manuela Di Centa, membro onorario del CIO.

Gran Premio Pool 2014. In mattinata protagonisti sul palco del Prowinter Forum sono stati due giovani emergenti vincitori ai Campionati mondiali juniores, Marta Bassino e Matteo De Vettori, premiati da Pool Sci Italia. Quest'anno, infatti, il Consorzio ha scelto di intitolare la sua 13° edizione ai giovani premiando due azzurri molto promettenti del team FuturFISI che hanno conquistato tre delle quattro medaglie tricolori ai Mondiali Juniores di Jasna. La Bassino ha vinto l'oro in gigante, De Vettori l'oro in supercombinata e il bronzo in superG. Marta Bassino, di Borgo San Dalmazzo (CN), ha vinto titoli in tutte le categorie; ha festeggiato i suoi 18 anni in Slovacchia, il 27 febbraio, conquistando il titolo mondiale junior. Marta ha interpretato una stagione ricca di successi: oltre alla vittoria di Jasna, ha conquistato il titolo assoluto nella stessa disciplina e una vittoria in Coppa Europa. Grazie all'oro juniores ha potuto partecipare alle finali di Coppa del Mondo di Lenzerheide dove ha chiuso il gigante al 19° posto. Matteo De Vettori, trentino di Rovereto, ha compiuto 21 anni lo scorso 16 febbraio, e fa parte del Gruppo Sportivo Fiamme Gialle. Lo scorso anno ha subito un infortunio al ginocchio che ha rallentato la sua crescita, ma a Jasna ha conquistato, nella stessa giornata, il titolo mondiale juniores in supercombinata e il bronzo in superG.

Prowinter Cup. A chiudere la giornata l'evento dedicato allo scialpinismo con l'oramai consueta "Prowinter Cup", il circuito inserito nel calendario delle gare di scialpinismo in notturna "Dolomitisottolestelle", che chiude l'edizione 2013-2014 con numeri decisamente importanti. Sette le prove valevoli per il trofeo: il Trofeo "Rodes Gherdeina", la "Tognola Ski Race", la "Lunagaro", il "Carezza Trophy", lo "Ski alp vigili del fuoco" di Ziano, il "Memorial Maurizio Zagonel" e il "Memorial Tita e Marco". Sul fronte della classifica, tra i senior la vittoria in campo maschile è andata a Thomas Trettel, dell’As Cauriol, dominatore di quasi tutte le notturne con frontalino e pelli di foca: il campione di Ziano di Fiemme ha chiuso con 488 punti (e quattro primi posti). Dietro di lui la punta di diamante dei Bogn da Nia Ivo Zulian, con 446 punti, e Thomas Martini del Brenta Team con 440 punti. In campo femminile successo di Carla Iellici (Bogn da Nia), anche lei "regina" delle notturne, con un punteggio finale di 488 punti (e quattro vittorie). Seconda piazza per la compagna di squadra Margherita Montevecchi (267 punti). Per quanto riguarda gli over, si sono guadagnati il gradino più alto del podio due scialpinisti di livello: Roberta Secco (Sc San Martino) con 476 punti, e Camillo Campestrini (Sc Cima Dodici) con 500 punti. Importante anche la partecipazione dei giovani. In questo caso, le vittorie sono andate a Nicola Boneccher (Super esordienti), Margherita Hofer e Nicola Tomelin (Esordienti), Giorgia Felicetti (Cadetti) e Giovanni Lastei (Junior). Infine, nella sfida tra società, la vittoria è andata ai Bogn da Nia, con 5.969 punti.

 
10/04/2014
2014

Share |
A Prowinter-Alpitec 2014 i campioni di Coppa del Mondo premiano le giovani promesse dello sci italia

Una giornata di fiera all'insegna dell'internazionalità. Mentre tra gli stand espositivi di Prowinter-Alpitec gli operatori del settore si aprono al mercato definendo i primi accordi in vista della prossima stagione invernale sul palco del Prowinter Forum salgono i rappresentati delle migliori stazioni sciistiche europee, dalla Francia alla Slovenia, passando per Italia, Slovacchia, Austria e Germania, e i campioni d'oltralpe del Circo bianco, con la bellissima sciatrice slovena Tina Maze e i colleghi di Coppa del Mondo Alexis Pinturault e Jean-Baptiste Grange, testimonial d'eccezione per l'8° edizione di "Energiapura Children Series".

Testimonial di Energiapura e madrina della consueta premiazione dedicata alle giovani promesse dello sci alpino, tra un’intervista e l'altra Tina Maze ha concesso "selfie" e autografi ai numerosi fan presenti in fiera. "Conoscevo questo evento ma è la prima volta che ho l'occasione di partecipare - ha commentato la campionessa slovena - una bella fiera che, in questo momento della stagione, ci permette di dedicare del tempo anche ai nostri sponsor. E mi fa davvero piacere trascorrere questa giornata premiando le giovani promesse dello sci alpino". La Maze, in fiera con l'allenatore personale Andrea Massi, ha quindi fatto il punto sugli obiettivi della prossima stagione: "Ora dobbiamo pensare al nuovo team, quindi ripartire con l'allenamento e il lavoro fisico. Questa stagione non è andata come desideravo per le troppe pressioni legate ai risultati ottenuti lo scorso anno. Il desiderio per il prossimo inverno è quello di mantenermi in forma, tornando agli stessi livelli agonistici". Parlando di forma fisica la Maze non ha nascosto la sua passione per la montagna e gli sport in generale, dall'arrampicata alla mountain bike, sino allo scialpinismo, "uno sport che mi piace molto perché consente un modo diverso di vivere la montagna e, a differenza dei tracciati tradizionali, offre sempre qualcosa di nuovo con l'adrenalina dell'imprevisto".

Dopo aver visitato i padiglioni la Maze è quindi salita sul palco del Prowinter Forum per le premiazioni di Energiapura Children Series, tra le più attese dai giovani campioni delle categorie allievi e ragazzi. I giovani sciatori in erba, 40 in totale, sono stati selezionati calcolando i punteggi ottenuti nelle più importanti competizioni nazionali di categoria, dai Campionati assoluti nazionali ai classici trofei Topolino e Pinocchio. In lizza anche gli sci club, con i 15 migliori selezionati a livello nazionale, sommando i punteggi ottenuti dai singoli atleti in gara. Per i vincitori una tuta da gara, realizzata in esclusiva da Energiapura, oramai ambito riconoscimento sulle piste da sci tra i più giovani.

Torna a distanza di due anni l'atteso International Skiareatest. L'oramai tradizionale cerimonia di premiazione conclude una stagione di indagini tra le località invernali dell'arco alpino che hanno presentato la propria candidatura nelle categorie impianti di risalita, stazioni per famiglie, offerte per bambini, ristoranti, locali aprés-ski, scuole di sci, sport shop, marketing, eventi, piste di Coppa del Mondo, snowboard e personale. La metodologia di valutazione prevede l'impiego di un team di ben 220 membri che visitano anonimamente le stazioni sciistiche prendendo in esame la qualità degli impianti di risalita, il livello di manutenzione, la preparazione delle piste, l'efficienza dei sistemi di innevamento programmato, la presenza di snowpark, la cortesia del personale funiviario e ogni altro aspetto rilevante per la qualità complessiva dell'offerta turistica. Vincitrice assoluta tra i test effettuati è l'area sciistica di Flachau, in Austria. Tra le località italiane più meritevoli l'area sciistica Racines-Giovo, in Alto Adige. Fra le più amate dalle famiglie il comprensorio di Schwemmalm, in Val Ultimo. Con il sigillo internazionale di qualità sono stati premiati, fra gli altri, Watles in Val Venosta, e Schwemmalm in Val Ultimo. Per la categoria sigillo internazionale di qualità riservato alle piste di Coppa del Mondo, premiato per la terza volta consecutiva lo Skiworldcup Alta Badia.

 
09/04/2014
2014

Share |
L'edizione 2014 di Prowinter-Alpitec alza ufficialmente il sipario

Per tre giorni a Bolzano si incontrano gli operatori della montagna invernale, in attesa dei campionissimi che sfileranno tra i padiglioni espositivi, dai migliori atleti della Nazionale azzurra alla fascinosa sciatrice slovena Tina Maze.

Venerdì Prowinter-Alpitec in diretta Rai per il ‘Challenge FISI Award’

Al via l’edizione 2014 dell’abbinata Prowinter-Alpitec. La manifestazione, che da oggi fino a venerdì riunirà a Bolzano tutti gli operatori della montagna invernale, è stata inaugurata in mattinata alla presenza del Sindaco di Bolzano Luigi Spagnolli e di Arrigo Simoni, Vicepresidente di Fiera Bolzano, che ha fatto gli onori di casa accogliendo, oltre alle autorità istituzionali, anche gli atleti di punta del Centro sportivo Carabinieri e della Guardia di Finanza: da Armin Zoeggeler a Gaia Vuerich, da Michela Ponza a Roland Clara. Un parterre d’eccezione che consolida il significato strategico dell’appuntamento bolzanino, unica piattaforma professionale di incontro-scambio-confronto tra “addetti ai lavori” per i settori del noleggio, i servizi per gli sport invernali e la tecnologia alpina.

Un ringraziamento sincero a tutti gli atleti e alle autorità che hanno scelto di presenziare all’inaugurazione di questa nuova edizione di Prowinter-Alpitec – ha esordito Simoni -. Un appuntamento clou del settore invernale con una collaudata formula espositiva testimoniata dalla presenza di numerosi produttori e aziende leader del settore, con un’indiscutibile valenza informativa. Quest’anno sono 330 le aziende espositrici distribuite su 21.000 metri quadrati di superficie, sperando di riconfermare il successo dell’ultima edizione in abbinata, con 9.300 visitatori provenienti da 24 Nazioni”.

È poi intervenuto il sindaco di Bolzano Spagnolli che, dopo aver salutato gli atleti dei Gruppi sportivi presenti in platea, ha sottolineato l’importanza della fiera dal punto di vista economico per la creazione di nuove opportunità di business turistico-sportivo: “Oggi qui a Bolzano abbiamo una rappresentanza straordinaria di coloro che praticano gli sport invernali nella nostra terra e nel nostro Paese. Questa manifestazione è un’importante occasione per riflettere sulle possibilità di valorizzazione della montagna, un territorio che deve essere vissuto e deve creare nuove prospettive per evitarne l’abbandono e favorire opportunità di lavoro, attraendo flussi turistici e nuova ricchezza”.

Oltre alle più importanti aziende del settore in fiera anche i campionissimi nazionali, e non solo, delle diverse discipline degli sport invernali. Tra i nomi più attesi di quest’anno la campionessa slovena Tina Maze, oro olimpico in discesa e gigante alle recenti olimpiadi di Sochi, vincitrice della Coppa del Mondo di sci nel 2013, i francesi Jean-Baptiste Grange, medaglia d’oro nello slalom ai mondiali 2011 di Garmisch-Partenkirchen, e Alexis Pinturault, medaglia di bronzo nello slalom ai Giochi invernali di Sochi. La Maze, campionessa assoluta durante la passata stagione, assieme ai colleghi d’oltralpe sarà infatti la madrina d’eccezione della premiazione “Energiapura Children Series”. Sul palco del Prowinter forum le 40 giovani promesse dello sci alpino, categorie Allevi e Ragazzi, che durante la stagione si sono distinti partecipando alle gare più conosciute, trofeo Topolino, Pinocchio e Campionati Italiani. L’evento, organizzato in collaborazione tra Energiapura e Race ski magazine, premierà i giovani con un’esclusiva tuta prodotta in serie limitata. Per conoscere i nomi dei campioni del futuro e vedere da vicino la fascinosa sciatrice slovena appuntamento al Prowinter forum domani, giovedì 10 aprile, alle ore 15.00

Premiati i campioni saranno protagoniste anche le destinazioni sciistiche dell’arco alpino, selezionate per lo Skiareatest Internazionale. I vincitori, valutati nel corso della stagione tramite indagini condotte in forma esclusivamente anonima, riconosceranno le migliori località invernali nelle categorie impianti di risalita, stazioni per famiglie, offerte per bambini, ristoranti, locali aprés-ski, scuole di sci, sport shop, marketing, eventi, piste di Coppa del Mondo, snowboard e personale. E per concludere in bellezza un momento fashion per celebrare la moda invernale con Toferer Textil che, con un’esclusiva sfilata a tema, presenterà la collezione d’abbigliamento 2013-2014.  L’evento si svolgerà giovedì, in mattinata, a partire dalle ore 11.00.  

Ma il programma di Prowinter-Alpitec non finisce certo qui. Venerdì 11 aprile, infatti, è in calendario il gran finale con le premiazioni di tutti gli atleti top della stagione, in un susseguirsi di appuntamenti con Pool Sci Italia, FISI e Dolomitisottolestelle. E grazie al “Challenge FISI Award” promosso dalla Federazione nazionale Fiera Bolzano avrà l’onore di ospitare tra i padiglioni espositivi tutte le medaglie italiane di Sochi 2014, i trionfatori di Coppa del Mondo, oltre a tutti i vincitori di medaglie ai Mondiali Junior e Giovani. Tra i premiati le stelle azzurre dei Giochi 2014, atleti del calibro di Christof Innerhofer, argento in discesa e bronzo in supercombinata, Armin Zoeggeler, terzo nello slittino singolo, e i bronzi del biathlon di Dominik Windish, Dorothea Wierer, Karin Oberhofer, Lukas Hofer. Un evento che Rai Sport trasmetterà in diretta, a partire dalle ore 13.00, con conduzione in studio della giornalista Ivana Vaccari, grazie alla produzione in collaborazione tra FISI, i propri partner e l’ente fieristico.  

 
09/04/2014
2014

Share |
Lo sci e il cognome Marzola sono un tutt’uno

La famiglia di imprenditori gardenesi dei Marzola ha ricevuto il Geierschnabel Award nell’ambito della Fabbrica del Futuro di Erwin Stricker alla fiera “Prowinter”. Lo sci in Alto Adige e la famiglia Marzola sono legati a doppio filo, si è affermato nella laudatio.

Con il Geierschnabel Award vengono premiati imprenditori che – nell’ottica della leggenda dello sci Erwin Stricker, venuto a mancare troppo presto – hanno creato delle innovazioni a partire da delle apparenti pazzie. L’edizione di quest’anno di “Stricker Visions”, la Fabbrica del Futuro di Erwin Stricker, si è svolta all’insegna del “Family Power”. Stricker Visions viene organizzata da Fiera Bolzano in collaborazione con il Cluster sports & winterTECH del TIS innovation park.

Gianni Marzola, il defunto capostipite della famiglia, era un avvocato milanese, che si fece attirare sulle Dolomiti dalla sua passione per le montagne. Qui ha acquistato il rifugio Comici sotto il Sasso Lungo facendone un ristorante. Si deve alla sua generosità, ha affermato Erick Demetz nella sua laudatio, se le guide alpine e i maestri di sci al rifugio Comici non dovettero mai sborsare un centesimo per mangiare e bere.

Marzola è diventato famoso come primo presidente del Dolomiti Superski, impegno che ha preso in carica a 25 anni. Inoltre il salvataggio finanziario dell’area sciistica Plose negli anni ’90 del secolo scorso, in larga parte è stato merito di Marzola.

Ma, visto che si tratta di “Family Power”, bisogna sottolineare che la famiglia Marzola non ha vinto il Geierschnabel-Award solo grazie alle prestazioni di Gianni Marzola. Anche sua moglie e i suoi cinque figli hanno contribuito notevolmente a fare dei Marzola una delle famiglie di maggiore successo tra quelle degli imprenditori gardenesi.

La figlia Michaela e il figlio Ivan negli anni ‘80 sono stati maestri di sci di successo, mentre la moglie Karen oggi lavora ancora al ristorante di montagna Comici. Il figlio Alessandro è invece amministratore delegato della Plose spa.

«Siamo convinti che Erwin Stricker sarebbe felice (o lo è davvero nell’Aldilà dove si trova adesso) che il trofeo 2014 vada alla famiglia Marzola» così ha concluso la sua laudatio Erick Demetz.

La giuria del “Geierschnabel-award” era composta da rappresentanti del TIS, della Fiera Bolzano, della piattaforma di esperti ProNeve, del Südtiroler Seilbahnverband (Associazione esercenti funiviari dell'Alto Adige) e da appartenenti alla famiglia Stricker.

 
01/04/2014
2014

Share |
Prowinter-Alpitec: dal 9 all’11 aprile 2014 Bolzano è la capitale del settore neve

Bolzano capitale degli sport invernali e della tecnologia alpina. Anche quest’anno il capoluogo altoatesino ospita l’accoppiata Prowinter-Alpitec, la piattaforma per professionisti della montagna, punto di riferimento per tutto il mondo agonistico, dallo sci allo snowboard, dallo scialpinismo alle nuove discipline “free” emergenti. Una tre giorni di full immersion con 322 aziende espositrici del settore neve su una superficie di 21.400mq e un programma eventi dedicato a operatori ed esperti del settore dal 9 all’11 aprile a Fiera Bolzano.

Due fiere di successo che, edizione dopo edizione, hanno completato la propria offerta espositiva ed informativa coinvolgendo nuovi comparti produttivi, stringendo partnership strategiche con associazioni ed enti internazionali, introducendo momenti di scambio e confronto dedicati alle novità emergenti. In uno strategico crocevia internazionale: non a caso Bolzano si colloca in una delle regioni europee tra le più note al turismo invernale, luogo d’incontro ideale per ospitare due appuntamenti di respiro internazionale che nei padiglioni attigui offriranno ai visitatori una panoramica completa su tutti i comparti produttivi e distributivi del settore neve.

Una combinazione che Fiera Bolzano ripropone a cadenza biennale, nel 2012 piattaforma di riferimento per oltre 9.300 visitatori da 24 nazioni, provenienti da tutta Europa ma anche da Russia, Stati Uniti, Canada, Cina e Giappone. Anche il numero degli espositori dimostra infatti come la fiera sia oramai diventata un immancabile appuntamento per tutti gli addetti del settore: a Prowinter espongono 224 aziende provenienti da 12 nazioni diverse, mentre ad Alpitec sono presenti 98 espositori da 10 nazioni diverse.  Tra le categorie espositive rappresentate, oltre ad abbigliamento, attrezzature e accessori per gli sport della neve, macchinari, servizi per rental e negozi, attrezzature e servizi per le stazioni sciistiche, libri, guide, associazioni di categoria, equipaggiamenti per il pronto soccorso e la sicurezza. Il doppio appuntamento sarà quindi l’occasione per trovare spazio all’interno di una vetrina professionale che mette in contatto clienti e partner del settore, con la possibilità di stabilire proficue relazioni di business.

Tra gli eventi già confermati l’immancabile International Skiareatest, la cerimonia di assegnazione degli award invernali che, al termine di un processo di selezione con verifiche condotte in forma assolutamente anonima nel corso della stagione, celebrerà le migliori stazioni sciistiche dell’arco alpino. Inoltre, nell’ambito del focus dedicato allo scialpinismo, unica piattaforma in Europa dedicata alla disciplina, Fiera Bolzano riconferma la partnership strategica con la federazione internazionale Ismf che, in occasione di Prowinter, tornerà a premiare i migliori atleti della stagione invernale 2013-2014. E ancora, le premiazioni promosse dalla Federazione Italiana degli Sport Invernali, Pool Sci Italia, Energiapura Children Series e la consegna ufficiale dei diplomi ai nuovi maestri di sci, snowboard e fondo riconosciuti dal Collegio professionale maestri di sci Alto Adige e dall’Assessorato al Turismo della Provincia di Bolzano. 

Appuntamento quindi a Bolzano, con Prowinter-Alpitec 2014, per conoscere in anteprima materiali, tecnologie e strategie per il futuro degli sport invernali.

 
27/03/2014
2014

Share |
A.M.S.I. A PROWINTER E ALPITEC 2014

A.M.S.I. – Associazione Maestri Sci Italiani – sarà presente alla 12a edizione di Prowinter, unica
fiera europea b2b dedicata al noleggio e ai servizi dedicati agli sport invernali, quest’anno
abbinata con Alpitec, Fiera internazionale della tecnologia alpina ed invernale
La fiera avrà luogo a Bolzano dal 9 all’11 aprile 2014, momento nel quale l’Associazione
Maestri sarà presente con un proprio ampio stand (nr.C20/10) collocato nel settore CD. Quella
2014 è un’edizione sentita da parte della Presidenza e del Consiglio Direttivo dell'Associazione,
infatti, da poco l’Associazione ha compiuto il suo 50esimo compleanno (Atto Costitutivo il 18
novembre 1963). Lo Stand A.M.S.I. durante la tre giorni fungerà dunque da vero e proprio
punto informativo per i professionisti della neve, e non. Tutti insomma potranno raccogliere
informazioni sulle attività e sui servizi che la Scuola Italiana Sci offrirà in vista della stagione
invernale 2014.15, grazie all'opera dei suoi 12.800 professionisti della neve che esercitano
nelle 380 Scuole Sci e Snowboard distribuite da nord a sud della penisola. Grazie ai referenti
A.M.S.I. poi sarà possibile avere notizie sulla pubblicazione “Ferri del Mestiere” collegata al
Pool Fornitori A.M.S.I., con riportati gli esclusivi prodotti forniti da aziende leader del settore e
dedicati espressamente ai professionisti della neve. Non solo. Sarà allestita anche una mostra
fotografica digitale, con immagini storiche dell'insegnamento su neve. Vi aspettiamo!

ABOUT AMSI
A.M.S.I., con il marchio "Scuola Italiana Sci", è il punto di riferimento per il pubblico della neve oltre
che per tutti i maestri italiani nelle discipline dello sci alpino e dello sci nordico, e dagli anni '90
anche per quanto concerne i maestri di snowboard. Snocciolando un po' di numeri si stima in
1.700.000 gli allievi durante la stagione 2012.13, e oggi A.M.S.I. rappresenta e tutela 12.800
professionisti della neve che operano sia come liberi professionisti sia nelle 380 Scuole Sci e
Snowboard distribuite da nord a sud della penisola. L'attività associativa si sviluppa all'interno di
una propria organizzazione costituita da tredici Sedi Regionali, due Sedi Provinciali e una Sede
Nazionale. Si ricorda che il maestro di sci (alpino e nordico) e il maestro di snowboard dal 1991
sono riconosciuti dallo Stato come figure professionali attraverso un'apposita Legge quadro. Si
tratta dunque di un esperto della montagna cui tutti, a cominciare dai più piccoli, possono contare
per passare nel migliore dei modi e soprattutto in sicurezza il proprio tempo sulla neve. A.M.S.I.
dunque, anche attraverso il marchio registrato "Scuola Italiana Sci", promuove l'insegnamento delle
discipline di scivolamento in Italia ma anche nel resto del mondo, con l'obiettivo di trasmettere
qualità e professionalità attraverso molteplici forme promozionali. La serietà che da 50anni è
riconosciuta all'Associazione Maestri Sci Italiani si abbina felicemente a grande umanità e cordialità.

 
25/03/2014
2014

Share |
Il Geierschnabel premia il “Family Power”

Happacher, Marzola e Oberrauch nominati per il Geierschnabel-Award

Quale rinomata famiglia di imprenditori altoatesina è in corsa per vincere il Geierschnabel Award? Happacher Aichner, Marzola od Oberrauch? Risposta a queste domande verrà data il 9 aprile alla fiera Prowinter, quando nell’ambito della “Fabbrica del futuro - Erwin Stricker” verrà consegnato per la terza volta il Geierschnabel Award

“Family Power” è il tema della Fabbrica del futuro, evento nell’ambito del quale verrà messa in mostra la forza creativa ed imprenditoriale propria delle famiglie di imprenditori. Sul tema parlerà nientepopodimeno che l’assistente spirituale per le famiglie Toni Fiung.

Per il Geierschnabel Award, che verrà assegnato nell’ambito di Stricker Visions, in linea con il tema della Fabbrica del futuro sono in lizza le tre famiglie imprenditoriali Happacher Aichner, Marzola e Oberrauch.

Nominata: Famiglia Happacher Aichner
La famiglia Happacher Aichner dirige dagli anni ’50 l’hotel Kreuzbergpass a Sesto Pusteria. Partendo da un Gasthof (locanda) la famiglia ha lavorato con impegno e spirito pionieristico per trasformarlo non solo in un hotel a quattro stelle, ma occupandosi anche della costruzione del primo skilift nell’Alta Val Pusteria.

Nominata: Famiglia Marzola
Il nome Gianni Marzola, invece, da metà degli anni ’70 è collegato a doppio filo con il concetto di “Dolomiti Superski”. Marzola è stato il primo presidente del consorzio di comprensori sciistici; nel 2002 Gianni Marzola è deceduto, ma la sua eredità viene amministrata dalla moglie e dai suoi cinque figli. All’impero Marzola appartengono, tra le altre cose, anche il comprensorio sciistico gardenese Piz Sella, la Plose Ski spa con tutti gli impianti di risalita, diverse attività di gastronomia e un campo da golf a 18 buche. Nei ricordi Gianni Marzola non resta solo uno straordinario uomo d’affari, ma anche un mecenate generoso verso la sua patria d’origine.

Nominata: Famiglia Oberrauch
Cinque generazioni di tradizione imprenditoriale: la famiglia Oberrauch in Alto Adige è un peso massimo dell’imprenditoria, che riunisce sotto di sé i marchi Sportler, Oberalp spa, Oberrauch Zitt, Lodenweld, Porticus P8 e Sportler Tours. Sportler è una delle cinque catene leader nel settore dello sport in Europa con 20 filiali in Italia settentrionale e Austria. Con Salewa negli anni ’80 gli Oberrauch sono riusciti ad ampliare la gamma di prodotti e attrezzatura da montagna già esistenti allargandola all’abbigliamento tecnico alpino nel giro di pochi anni.

Il 9 aprile nell’ambito dell’evento “Stricker Visions” intorno alle ore 20:15 verrà annunciato quale, tra le tre famiglie di imprenditori, potrà portarsi a casa il Geierschnabel Award.

La giuria del Geierschnabel Award è composta da rappresentanti del TIS, di Fiera Bolzano, della piattaforma di esperti ProNeve, dell’Associazione esercenti funiviari dell'Alto Adige e da membri della famiglia Stricker.

Con la Fabbrica del futuro e il Geierschnabel-Award si mantiene vivo lo spirito di Erwin Stricker – trasformare intuizioni apparentemente folli in innovazione. Erwin Stricker era uno sciatore, un imprenditore di successo e il co-fondatore del Cluster sport & winterTECH del TIS innovation park e della fiera specializzata Prowinter. A settembre 2010 Stricker è morto prematuramente all’età di 60 anni in seguito a una breve ma grave malattia.

 
21/03/2014
2014

Share |
Matrimonio svizzero: il Gruppo BMF rileva Gangloff Cabins

Il Gruppo Bartholet amplia la sua offerta di prodotti integrando la società produttrice di cabine Gangloff e divenendo così fornitore completo nei settori della realizzazione di funicolari, parchi di divertimento, cabine, trenini turistici e costruzioni speciali. Questa ulteriore fase di sviluppo del gruppo imprenditoriale con sede a Flums avviene all’insegna del motto «Soluzioni complete di qualità svizzera  per clienti in tutto il mondo». 

La Gangloff Cabins AG è un’azienda a conduzione famigliare fondata a Berna nel 1928 che costruisce e produce macchine e cabine per funicolari terrestri e sospese, gondole per funivie a gondola e impianti speciali. Proprio come il BMF Group AG, che opera nei settori delle funicolari, dei parchi di divertimento e delle costruzioni meccaniche, anche la Gangloff Cabins AG è un’azienda fortemente radicata in Svizzera sempre più attiva a livello internazionale. L’ampio know-how di queste due imprese svizzere e la competenza dei loro collaboratori permetterà ora ad un unico fornitore di fabbricare e montare tutti i prodotti, partendo dalla fase di sviluppo, engineering e costruzione passando per la produzione fino al prodotto finale. La Gangloff Cabins continuerà ad esistere come azienda indipendente sul mercato a beneficio di tutti i suoi clienti. Accanto alle nuove produzioni, saranno anche ulteriormente potenziati il servizio clienti e la fornitura di pezzi di ricambio per tutti i prodotti Gangloff. A medio termine è prevista la realizzazione di un nuovo stabilimento produttivo per Gangloff Cabins allo scopo di ottenere un ulteriore potenziamento e di snellire la produzione. 

Thomas Spiegelberg assumerà la direzione di Gangloff Cabins. Gli attuali amministratori di Gangloff Cabins, guidati da Marc e Regula Pfister, continueranno ad operare per Gangloff Cabins e a sviluppare l’azienda all’interno del Gruppo BMF. Ai collaboratori verrà offerta un’ulteriore prospettiva tesa all’ampliamento del mercato e della gamma di prodotti. Da ora la Gangloff Cabins potrà realizzare i suoi prodotti di elevata qualità come azienda appartenente al Gruppo BMF. Con questo nuovo assetto guardiamo fiduciosi verso un futuro fatto di successi e ringraziamo anticipatamente i nostri clienti per la fiducia che vorranno continuare ad accordarci. 

 
20/03/2014
2014

Share |
Il “Memorial Tita e Marco” fa scintille. Tempi record in campo maschile e femminile

Ieri sera la sfida a coppie a Vigo di Fassa: Trettel-Varesco e Iellici-Deflorian “stellari”. Circa 240 atleti alla partenza: in gara anche i ciaspolatori

  

Il “Memorial Tita e Marco” festeggia un’edizione 2014 da record. Ieri sera, sulle nevi di Vigo di Fassa, la gara a coppie organizzata dal team Bela Ladinia e dal Socors Zenter Fassa e valida come settima e ultima prova della “Prowinter Cup” ha fatto registrare tempi “stellari” sia in campo maschile che in quello femminile, con ottime prestazioni anche tra i ciaspolatori che si sono cimentati nella salita al chiar di luna.

Sei, come di consueto, i chilometri da percorrere, con 600 metri di dislivello: partenza a piedi a Vigo di Fassa, di corsa fino alla stazione della funivia e poi, sci ai piedi, salita fino al Ciampedie.

Una competizione velocissima, quella di ieri, con i big delle scialpinistiche in notturna a darsi battaglia per salire sul gradino più alto del podio. A vincere la diciannovesima edizione della sfida a coppie sono stati alla fine Thomas Trettel (As Cauriol) e Christian Varesco (Us Cornacci): i due forti scialpinisti sono arrivati al Ciampedie in 28.28, facendo segnare il record della manifestazione.  Dietro di loro, in 29.02, i due portacolori del Brenta team Thomas Martini e Nicola Pedergnana, che sono riusciti a lasciarsi alle spalle le punte di diamante dei Bogn da nia Ivo Zulian e Guido Pinamonti (29.39).

Prestazioni record anche in campo femminile, dove Carla Iellici (Bogn da nia) e Beatrice Deflorian (Us Cornacci) si sono imposte con un tempo di 35.59. Le due atlete hanno fatto letteralmente il vuoto: la seconda coppia femminile arrivata al Ciampedie, composta da Barbara Chiocchetti e Arianna Dezulian (Us Dolomitica), ha tagliato il traguardo infatti in 45.45. Terza piazza per Giorgia Felicetti (Bogn da nia) e Angelica Felicetti (Us Dolomitica), con un tempo di 51.14.

Per quanto riguarda la classifica delle coppie miste, successo per Elisabeth Benedetti e Willi Deflorian (As Cauriol), che hanno chiuso in 36.17. Dietro di loro la coppia dello Sci Club Panarotta composta da Margherita e Franco Hofer (42.47) e il team Silvana Iori-Carlo Sottsass (44.52).

Nella classifica per ciaspolatori, vittorie del prete volante don Franco Torresani (29.45) e di Raffaella Cian (45.28).

E la sfida di ieri ha chiuso anche la “Prowinter Cup”, definendo classifiche e vincitori. In questo caso, ad aggiudicarsi l’edizione 2014 del trofeo sono stati Nicola Boneccher, classe 2002 (super-esordienti), Margherita Hofer e Nicola Tomelin, classe 2001 (esordienti), Giorgia Felicetti (cadetti), Giovanni Lastei (junior), Roberta Secco e Camillo Campestrini (Over 50), Carla Iellici e Thomas Trettel (senior). La premiazione si terrà il 10 aprile a Bolzano, in occasione della “giornata skialper” inserita nella Fiera Prowinter-Alpitec.

 

 

Informazioni sulle iscrizioni, sulla gara e sul calendario di “Dolomitisottolestelle” al sito www.dolomitisottolestelle.it.

 
19/03/2014
2014

Share |
Prowinter-Alpitec, tra i padiglioni espositivi una tre giorni di incontri, assemblee e premiazioni

Un ricco programma di eventi esclusivi che vedrà protagonisti i professionisti del settore, le associazioni di categoria e i migliori atleti dell’anno


Anche l’edizione 2014 dell’abbinata Prowinter-Alpitec, in programma a Bolzano dal 9 all’11 aprile, sarà l’occasione per partecipare ed assistere ai numerosi eventi collaterali che il team di Fiera Bolzano ha accostato alla proposta espositiva in fiera. Doppio appeal per il doppio appuntamento dove tutto il comparto della montagna, dagli esercenti funiviari ai rental, dagli sci club ai negozi di articoli sportivi, dai distributori intermediari agli addetti di soccorso e sicurezza,  avrà la possibilità di conoscere in anteprima le novità del settore, approfondire e confrontarsi sui temi principali del momento, incontrare i campioni della stagione, dai più piccoli ai protagonisti di Coppa del Mondo.

Mercoledì #9aprile2014
Ad aprire idealmente la tre giorni sarà l’Assemblea dei funiviari del Tirolo e dell’Alto Adige, guidati, questi ultimi, dalla sezione provinciale ANEF che già include oltre 470 impianti. Un’occasione di incontro per condividere con i colleghi d’oltralpe i temi prioritari del settore: promuovere lo sci tra le nuove generazioni, favorire la collaborazione tra settore pubblico e privato, approfondire i problemi ambientali e urbanistici, condividere apposite iniziative legislative. L’incontro, accessibile solo su invito, si terrà presso il centro congressi di Fiera Bolzano/Hotel Sheraton, a partire dalle 8.30. Si entrerà poi nel vivo della manifestazione con l’inaugurazione ufficiale della fiera, in programma alle 11.00, quando direttamente dal palco del Prowinter-Alpitec forum i vertici di Fiera Bolzano e le autorità provinciali daranno il loro benvenuto a pubblico ed espositori. A seguire, dalle 12.00, il Collegio professionale maestri di sci Alto Adige e l’Assessorato al Turismo della Provincia di Bolzano consegneranno i diplomi ai nuovi maestri di sci, snowboard e fondo che, a partire dalla prossima stagione invernale, presteranno servizio sulle piste altoatesine per trasmettere agli appassionati sportivi i fondamenti e i segreti delle varie discipline dello sci.

In serata, a partire dalle ore 19.00, prenderà il via la terza edizione di Stricker Visions,  quest’anno all’insegna del “family power”. L’evento, organizzato dalla famiglia Stricker in collaborazione con Fiera Bolzano e TIS Alto Adige e dedicato alle famiglie che hanno fatto dell’Alto Adige una destinazione invernale d’eccellenza, per la prima volta verrà intitolato ad una “cordata parentale”. Tre le coppie che si alterneranno sul palco per raccontare come hanno saputo farsi ispirare e guidare dalla propria famiglia, liberando, come dice il motto, una formidabile “forza familiare”.

Giovedì #10aprile2014
La mattinata si aprirà alle ore 11.00 con l’attesa premiazione di International SkiAreaTest, la cerimonia di assegnazione degli award invernali 2013/2014 che vedrà riconosciute le migliori stazioni sciistiche dell’arco alpino, al termine di un processo di selezione con verifiche condotte in forma anonima nel corso della stagione invernale. Oltre ai vincitori delle categorie impianti a fune, stazioni sciistiche, ristoranti, locali aprés-ski, scuole di sci, sportshop e servizi per i bambini, verranno premiate con il sigillo internazionale di qualità anche le migliori piste da sci. Seguirà poi l’immancabile Energiapura Children Series, alle 15.00, quest’anno alla sua 8° edizione.  Grazie alla collaborazione tra la rivista Race Ski Magazine ed Energiapura sul palco si alterneranno i 40 migliori giovani atleti italiani delle categorie Allievi e Ragazzi, selezionati nelle gare Topolino, Pinocchio e Campionati Italiani, che riceveranno l’esclusiva tuta di Energiapura prodotta in serie limitata.


Venerdì #11aprile2014
L’ultimo giorno si aprirà con l'assemblea Anef, l’Associazione nazionale esercenti funiviari, che a partire dalle 9.00 riunirà in Sala Elena Walche imprenditori e gestori italiani degli oltre 2.600 impianti a fune distribuiti nelle circa 400 stazioni montane italiane. All’ordine del giorno, oltre alle tematiche sensibili per gli addetti del settore, anche la nomina del nuovo presidente di categoria dopo il mandato pluriventennale di Sandro Lazzari. Anche in questo caso la partecipazione è solo su invito. Alle ore 10.00 al via l’evento intitolato “Design delle slitte: qual è la slitta del futuro?” organizzato dal cluster sports&winterTECH del TIS innovatio park di Bolzano, che offre informazioni e know-how relativo alle slitte e alla loro costruzione.  Mentre tra gli stand espositivi sarà possibile incontrare i campioni degli sport invernali, in fiera per le premiazioni della Guardia di Finanza (ore 9.30), del Gran Premio Pool Sci Italia (ore 11.00) e per il “Challenge FISI Award 2014” (ore 13.00) promosso dalla FISI nazionale.  A partire dalla mattinata, infatti, sul palco del Prowinter Forum si alterneranno tutti i migliori atleti italiani della stagione 2013-2014, le medaglie olimpiche e le medaglie mondiali junior. Alle ore 14.30 andrà in scena l’atto finale della terza Prowinter Cup, il circuito di gare di scialpinismo nato dalla collaborazione tra FieraBolzano e Dolomitisottolestelle. Un’iniziativa di assoluto successo che ha visto moltissimi atleti al via durante i sette appuntamenti selezionati tra le nevi dell’Alto Adige e del Trentino. In gara le categorie super esordienti, esordienti, cadetti, juniores, senior e over 50.

Ma per il mondo funiviario non finisce qui. Questa edizione farà infatti da cornice ad un altro appuntamento strategico del settore, il comitato di studi Oitaf, l’organizzazione internazionale dei trasporti a fune, che sfrutterà l’interesse dell’evento bolzanino per incontrare, su invito, gli addetti del settore in una due giorni di studio, analisi e approfondimenti.

 
07/03/2014
2014

Share |
Dalla fiera e dal mercato: tutte le novità in mostra a Prowinter-Alpitec 2014

A poche settimane dall’apertura del doppio appuntamento con Prowinter-Alpitec tante le novità in campo e le nuove tendenze che, in una stagione caratterizzata da nevi abbondanti ma risorse contenute, svelano il mercato della montagna invernale. Ecco i must che non passeranno inosservati a Bolzano, da 9 all’11 aprile. 

DALLA FIERA:

#ChildrenFriendly

Prowinter incontra i piccoli campioni dello sci. Sono due gli appuntamenti selezionati da Fiera Bolzano per raccontare il mondo dello sport giovanile: prima in pista e poi direttamente in fiera. La fiera bolzanina sarà infatti tra i partner promotori di Stricker Sprint Plose, in calendario dal 20 al 23 marzo prossimi tra la centralissima piazza Duomo a Bressanone e le nevi della Plose. La gara, che prevede uno slalom gigante e un parallelo a squadre con partecipazione internazionale, è riservata a bambini e ragazzi di età compresa tra i 6 e i 14 anni, dalla categoria “superbaby” sino agli “allievi”.

Protagonisti in fiera saranno invece i migliori atleti italiani delle categorie “allievi” e “ragazzi” che durante la stagione si sono contesi il titolo nelle gare Topolino, Pinocchio e in occasione dei Campionati Italiani. Le giovani promesse dello sci verranno premiate durante l’8°edizone di Energia Pura Children Series, organizzata in collaborazione tra la rivista Race Ski Magazine ed Energiapura, direttamente sul palco del Prowinter Forum. Ad allietare l’evento sarà presente anche una madrina d’eccezione, la campionessa slovena Tina Maze. Ma l’attenzione per i più piccoli è anche prerogativa del comparto aziendale. I nuovi trend per la prossima stagione dimostrano infatti un’attenzione sempre maggiore all’innovazione dei materiali, realizzati con tecnologia rocker e studiati per favorire una maggiore flessibilità, fino al 25% in più.   

#AlpitecInternational

Al rientro dalla sesta edizione di Alpitec China il know how di Fiera Bolzano trasferito nel continente asiatico si riconferma un successo. Con oltre 50 aziende specializzate nel settore della tecnologia alpina ed invernale ad affiancare ISPO Bejing di Fiera Monaco,  la fiera internazionale dedicata ai settori sport, moda e marchi lifestyle in Asia, le due manifestazioni registrano oltre 30 mila visitatori, l’8% in più rispetto all’anno precedente. Un risultato che conferma la continua crescita del mercato della montagna in Asia. Ma anche l’edizione europea di Alpitec supera i propri confini ospitando, per la prima volta in assoluto, uno stand di espositori provenienti direttamente dall’India.

#LiftWorld

Una tre giorni cui prenderanno parte tutti i rappresentanti del mondo funiviario, in fiera per conoscere le novità del settore in esposizione nel padiglione fieristico di Alpitec, ma anche come ospiti invitati alle assemblee di categoria appositamente convocate durante l’appuntamento bolzanino. Gli esercenti funiviari tirolesi e sudtirolesi si incontreranno nella mattinata di mercoledì 9 aprile, giovedì 10 e venerdì 11 sarà la volta del comitato di studi OITAF, l’organizzazione internazionale dei trasporti a fune, mentre venerdì si replica con la consueta assemblea ANEF, l’associazione nazionale degli esercenti funiviari. Un programma selezionato dal team di Fiera Bolzano che assicura la presenza in fiera di un pubblico di visitatori altamente specializzato.

 

DAL MERCATO:

#WinterTrends

La stagione si apre con i dati più che positivi offerti da Skipass Panorama Turismo sui trend turistici che, almeno per la prima parte dell’inverno, registrano un aumento sia in termini di presenze, +3,7%, che di fatturato, +1,6%. In significativa crescita rispetto allo scorso anno sono principalmente gli stranieri, sino a un +10,2% complessivo, in arrivo, per presenze, da Gran Bretagna (20,9%), Russia (19,8%), Germania (10%), Repubblica Ceca (8,8%), Belgio (6,6%). Scoppia la passione per le discipline che offrono emozioni “forti”, come lo scialpinismo e il freeride, e all’opposto gli entusiasti della montagna “soft”, tra ciaspole, nordic walking e sci di fondo. Il tutto a scapito di un’attrezzatura troppo impegnativa, ma in favore di un abbigliamento super tecnico e sempre più ricercato. In calo il mercato delle attrezzature (sci, attacchi, scarponi), secondo i dati forniti da Pool Sci Italia, a causa delle giacenze di magazzino che hanno limitato il riassortimento dei punti vendita e la continua espansione del settore del noleggio, un servizio che oggi viene offerto addirittura da 1 scuola sci su 3.    

#SkiFashion

L’abbigliamento della prossima stagione, pur dedicando grande attenzione ai colori, darà spazio a tonalità meno appariscenti rispetto ai fluo di questi anni. Il giallo, in particolare, dominerà sulle piste, ma risalteranno anche viola, blu e varie sfumature di rosso più o meno carico. E per chi, nonostante tutto, intende distinguersi per eleganza a disposizione le varianti più tradizionali degli intramontabili bianco e nero, grigio e marrone. Numerose le collezioni ispirate allo stile glamour-grunge con tessuti opachi o scintillanti decorati da borchie e lustrini. Modelli di taglio semplice e lineare, con preziosi, ma impercettibili, dettagli tecnici di grande qualità. Grazie alle nuove tecniche di isolamento, inoltre, l’abbigliamento tecnico si fa sempre più leggero, mantenendo, allo stesso tempo, calore, flessibilità e impermeabilità.

#SkiHardware

Cresce l’attenzione per garantire una sciata in tutto comfort, anche in favore degli appassionati meno esperti. I praticanti di slalom e gigante godranno, infatti, delle stesse innovazioni tecniche applicate all’attrezzatura freeeride e all-mountain. Gli sci da slalom e i race carvers della prossima stagione saranno strumenti altamente avanzati, adatti a diversi livelli di abilità. Si tratta di modelli che assicurano il massimo del divertimento limitando al contempo la velocità e senza esercitare troppa pressione sugli spigoli. I nuovi modelli da gigante invece, anche se leggermente più lunghi, si mantengono semplici alla manovra, anche per affrontare le curve più strette. Infine i nuovi all-mountain che, in linea con il concetto “il comfort prima di tutto”, si presentano con un innovativo design dinamico, alleggeriti nella struttura e negli attacchi. La leggerezza, infatti, è un must che riguarda in maniera trasversale tutte le collezioni, specialmente quelle femminili, dove domina l’impiego del grafene. Una tendenza che riguarda anche gli appassionati di freeride, fuoripista e scialpinismo che, oltre alla riduzione del carico, garantiscono un’alta manovrabilità e adattabilità alle piste. In continua espansione, infine, il settore dello skitouring, grazie al costante incremento delle aziende produttrici. 

 
20/02/2014
2014

Share |
A San Martino di Castrozza Zulian vince la sfida con Trettel

Ieri la diciassettesima edizione del ‘Memorial Zagonel’

Tra le donne ennesimo successo di Iellici

 

Ivo Zulian si aggiudica la sfida sulle nevi di San Martino di Castrozza. Ieri sera, nella diciassettesima edizione del “Memorial Maurizio Zagonel”, l’asso dei Bogn da nia è riuscito a tenere a bada sia il dominatore delle notturne con le pelli di foca Thomas Trettel sia la punta di diamante del Brenta Team Thomas Martini.

Una gara attesa, quella organizzata dalla famiglia Zagonel e dall’Azienda di promozione turistica San Martino di Castrozza, Primiero e Vanoi: valida come terza prova del “Circuito 4 Valli” e come quinta prova della “Prowinter Cup”, la manifestazione è stata recuperata ieri dopo il rinvio (causa maltempo) deciso a inizio febbraio. Anche ieri, in realtà, il tempo non è stato clemente, ma la pioggia non ha impedito a 170 scialpinisti di affrontare il percorso fino al rifugio “Colverde” (circa 400 metri di dislivello).

Il cronometro, alla fine, ha premiato Zulian, che ha tagliato il traguardo in 19.36. Poco distante il campione di Ziano di Fiemme, che è arrivato al rifugio in 19.42, mentre Martini ha concluso in 20.16. Ai piedi del podio Christian Varesco (20.33) e Alessandro Taufer (20.44).

In campo femminile, dopo la vittoria di Beatrice Deflorian sul Bondone, Carla Iellici si è ripresa lo scettro, con un tempo di 24.43. Dietro la portacolori dell’Us Cornacci in 25.11 ed Elisabeth Benedetti (As Cauriol) in 26.10.

Per quanto riguarda la classifica per categorie, in campo femminile successo di Marta Scalet tra le junior, Giorgia Felicetti tra le cadette, Margherita Hofer tra le esordienti e Roberta Secco tra le over 50. In campo maschile premiato Giovanni Lastei (junior), Enrico Loss (cadetti), Nicola Tomelin (esordienti), Nicola Boneccher (super-esordienti) e Angelo Da Campo (Over 50).

E dopo tre prove, a guidare il “Circuito 4 Valli” è ancora Trettel, seguito da Zulian e Martini. Tra le donne podio provvisorio composto da Iellici, Benedetti e Deflorian.

 

Informazioni sulla gara e sul calendario di “Dolomitisottolestelle” al sito www.dolomitisottolestelle.it e al sito www.cauriol.it

 
03/02/2014
2014

Share |
Reichegger domina il “Carezza Trophy”, la regina è Lavezzari

L’atleta dell’Esercito si impone su Zulian e Martini

Un centinaio gli scialpinisti in gara

 

Manfred Reichegger mette il suo sigillo sulla seconda edizione del “Carezza Trophy”. Sabato sera, nella gara organizzata dall’associazione turistica di Carezza e valida come quarta prova della “Prowinter Cup”, l’atleta della nazionale non ha avuto rivali. Tra le donne, il successo è andato invece a Francesca Lavezzari.

Un centinaio gli scialpinisti che, sfidando il maltempo, sono arrivati a Malga Frommer per cimentarsi sui due percorsi proposti. Il primo solo in salita, da malga Frommer al rifugio Coronelle (600 metri di dislivello). Il secondo, più impegnativo, con due cambi d’assetto e 1.200 metri di dislivello: da malga Frommer  fino alla stazione a monte della seggiovia “Laurin 3”, da qui giù fino all’hotel Moseralm, di nuovi in salita fino alla stagione a monte Tschein, discesa fino a malga Frommer e di nuovo in salita fino al Coronelle. Proprio su quest’ultimo tracciato, valido per la “Prowinter Cup”, si sono sfidati i “big” di specialità.

La vittoria, dunque, è andata al portacolori dell’Esercito, che ha tagliato il traguardo in 52.26. Dietro di lui il vincitore dell’edizione dello scorso anno, Ivo Zulian (Bogn da nia), che con un tempo di 55.31 si è imposto su Thomas Martini del Brenta team (55.49) e su Michael Zemmer dei Bogn da nia (56.04).

Tra le donne la punta di diamante del Dolomiti ski alp ha chiuso in 1.22.31, lasciando a debita distanza Manuela Perathoner del Sc Gardena Saslong (1.29.54) e Anna Scarian dell’Us Cornacci (1.35.41).

Sempre sul percorso 2, tra gli Junior vittoria di Giovanni Lastei (Bogn da nia), tra gli over successo di Camillo Campestrini (I Favolenze).

Per quanto riguarda il percorso 1 (sola salita), successo di Alex Oberbacher tra gli uomini (26.47) e Ilse Plank tra le donne (41.40), con Giorgia Felicetti prima tra le cadette e Margherita Hofer vittoriosa tra le esordienti.

 

Maggiori informazioni su www.dolomitisottolestelle.it.

 
28/01/2014
2014

Share |
Prowinter-Alpitec 2014 presentate a ISPO Monaco

Tra collaborazioni promozionali e partnership strategiche con associazioni ed enti istituzionali la fiera bolzanina punta sulla specializzazione dei visitatori

Il comparto della montagna invernale al completo torna protagonista in occasione della prossima edizione di Prowinter, la fiera internazionale del noleggio e dei servizi per gli sport invernali in calendario dal 9 all’11 aprile 2014, presentata ad ISPO Monaco. Ad accogliere i giornalisti della stampa internazionale intervenuti alla conferenza stampa sono stati il presidente di Fiera Bolzano Gernot Rössler, la project manager Evi Götsch, il presidente del Comitato di Coppa del Mondo FIS Erich Demetz, il segretario generale della ISMF Roberto Cavallo e Linda Esser Stricker, moglie dell’indimenticabile Erwin, il “cavallo pazzo” dello sci alpino. 

Non solo abbigliamento, accessori e attrezzature tecniche per i praticanti della montagna ma anche sofisticati macchinari e perle tecnologiche a disposizione dei fornitori di servizi e degli organizzatori dell’offerta invernale. Come avviene ogni due anni, infatti, l’edizione 2014 della fiera sarà organizzata in contemporanea con Alpitec, la piattaforma dedicata alla tecnologia alpina ed invernale. Con l’obiettivo di riconfermare i dati di successo che hanno contrassegnato l’ultima edizione in accoppiata: 9.300 visitatori provenienti da 24 Paesi, rispettivamente 253 e 112 espositori per Prowinter e Alpitec, distribuiti su oltre 25.000 metri quadrati di superficie espositiva.   

Un’abbinata che ne fa un immancabile appuntamento per tutti gli operatori specializzati, attratti dalla ricca offerta espositiva che abbraccia ogni settore, ma anche dagli innumerevoli eventi collaterali, tra meeting, approfondimenti, workshop e premiazioni, organizzati durante le tre giornate. “Oltre alla possibilità di conoscere i nuovi prodotti sul mercato, offerti dai produttori di soluzioni hardware per le aree sciistiche come impianti di risalita, battipista, produzione neve, controllo accessi, e le proposte per il settore del rental, con attrezzistica, abbigliamento per sci club, maestri di sci e per i negozianti del dettaglio - ha introdotto Gernot Rössler – Prowinter ed Alpitec si arricchiscono di preziosi contenuti grazie alla collaborazione strategica con numerosi partner del settore”.

Edizione dopo edizione, infatti, il team di Fiera Bolzano ha lavorato per garantire il continuo potenziamento del proprio valore aggiunto stabilendo, parallelamente con la componente organizzativa, un ventaglio di partnership con le principali realtà istituzionali e associative, al fine di rendere la piattaforma ancora più professionalizzante e di interesse per tutte le categorie coinvolte. Anche per favorire alcuni momenti di riflessione dedicati all’evoluzione degli sport invernali, come sottolineato da Erich Demetz: “In questi anni nello sci alpino emergono due approcci completamente differenti: da un lato il mondo strettamente agonistico dove fino ad oggi è stato fatto di tutto per mantenere lo sci legato alle proprie origini, trasformandolo in una disciplina altamente tecnica, dall’altro il mondo dello sci turistico con un approccio esattamente contrario, tra piste perfette e materiali di ultimissimo grido che, specie per i meno esperti, comportano enormi rischi a livello di sicurezza. Bisognerebbe cercare di puntare sul contenimento dello sci turistico a favore di un approccio più tecnico e consapevole alla disciplina”. 

“Anche quest’anno durante le tre giornate di fiera garantiremo un ricco programma di eventi che farà da corollario all’offerta espositiva e ci consentirà di assicurare ai nostri espositori la presenza di un pubblico altamente specializzato - ha proseguito Evi Götsch -. Prowinter-Alpitec, infatti, si distinguono dalle altre fiere proprio perché permettono di concentrare la propria attività sull’aspetto commerciale, con un significativo business tra ordini e contratti”. Tra le novità della scorsa edizione, in replica anche quest’anno, la collaborazione siglata con la Federazione italiana degli sport invernali, promotrice di una premiazione dedicata ai migliori atleti dell’anno che, durante la stagione, hanno ottenuto podi e vittorie nelle diverse discipline invernali. Sul palco del Prowinter Forum anche gli atleti altoatesini, categoria ‘Giovani’, convocati dal Comitato Regionale FISI Alto Adige, i migliori azzurri della stagione 2013/2014, premiati da POOL Sci Italia, l’associazione che riunisce tutti i fornitori ufficiali delle squadre nazionali di sci alpino, e gli atleti italiani delle categorie ‘Allievi’ e ‘Ragazzi’ che si sono contesi il titolo Energiapura Children Series partecipando alle gare Topolino, Pinocchio e ai Campionati italiani (premiazione organizzata in collaborazione con Race Ski Magazine).

Prosegue e si consolida, per il terzo anno consecutivo, il legame distintivo che unisce Fiera Bolzano allo skitouring, come sottolineato dal segretario generale della ISMF Roberto Cavallo: “Lo scialpinismo si conferma una disciplina in crescita costante, sia a livello di atleti sia per i materiali e le attrezzature in produzione. Oggi ISMF è la federazione più importante del settore, con oltre trenta Paesi aderenti, in attesa di essere riconosciuta tra le discipline olimpiche, decisione che verrà presa in occasione delle imminenti olimpiadi invernali di Sochi. In questi anni stiamo puntando molto sulla comunicazione e sulla diffusione della disciplina, in particolare tra i giovani, e naturalmente una piattaforma dedicata come Prowinter rappresenta un partner promozionale per noi strategico”. La disciplina, infatti, oltre a vantare l’unica piattaforma dedicata in Europa, sarà oggetto di un’analisi approfondita grazie alla tavola rotonda promossa dall’International Ski Mountaneering Federation. Tema dell’incontro sarà la possibilità di includere lo scialpinismo tra le discipline olimpiche, esaminando quelle che potranno essere le possibili conseguenze ed implicazioni. Tra gli ospiti invitati il presidente Armando Mariotta, il responsabile tecnico FISI per lo scialpinismo Oscar Angeloni e alcuni atleti di spicco. Non solo, la fiera si promuove anche con un circuito intitolato, la cosiddetta Prowinter Cup, grazie alla preziosa collaborazione con gli organizzatori dell’associazione Dolomitisottolestelle. Un set di gare che include sette prove selezionate, dal Trentino all’Alto Adige: il Trofeo Rodes Gherdenia a Selva Gardena (14 dicembre), la Tognola Ski Race a San Martino di Castrozza (18 dicembre), la Lunagaro al Passo Brocon (28 dicembre), il Carezza Trophy a Malga Frommer (29 gennaio), il Memorial Maurizio Zagonel a San Martino di Castrozza (5 febbraio), lo sial Vigili del Fuoco a Ziano di Fiemme (9 febbraio) e il Memorial Tita e Marco a Vigo di Fassa (19 marzo). Gli atleti che al termine del circuito avranno guadagnato il maggior punteggio per le categorie Cadetti, Juniores, Senior e Over 50 saranno premiati vincitori, durante la fiera, direttamente sul palco del Prowinter Forum.

Attesa anche per l’oramai immancabile Stricker Visions, l’evento ideato e promosso da Linda Esser e Nina Stricker, moglie e figlia dell’indimenticabile Erwin Stricker. Ed è stata proprio la signora Stricker a presentare il tema della terza edizione dell’evento: “La terza edizione della Fabbrica di Stricker sarà intitolata alla famiglia, un contesto sociale ricco di stimoli e vivaci slanci che, allo stesso tempo, costituisce un forte sostegno umano. Storie di vita vissuta raccontate in prima persona, per rivelare la forza trainante che può scaturire da diversi contesti familiari, ponendo una particolare attenzione a come possa essere valorizzato un capitale tanto prezioso”. L’iniziativa nasce con l’obiettivo di ridare slancio ed impulso all’approccio fortemente stravagante e originale che, da sempre, ha caratterizzato l’attività del “cavallo pazzo” dello sci alpino. Una vera e propria ‘Fabbrica del futuro’, alimentata da esperti conoscitori del settore, volta al perfezionamento degli sport invernali attraverso nuovi concept e idee innovative. In chiusura l’assegnazione del cosiddetto Geierschnabel Award, il premio correlato che deve il nome al celebre sci con la punta a uncino ideato da Erwin, che da una rosa di tre candidati selezionerà un unico vincitore, meritevole di aver dato un contributo particolare e straordinario al mondo degli sport invernali.  

All’interno della piattaforma Alpitec, infine, torna l’attesissimo appuntamento con International Skiareatest, la cerimonia di assegnazione degli award invernali 2013-2014 che vedrà premiate le migliori stazioni sciistiche dell’arco alpino, al termine di un processo di selezione con verifiche condotte nel corso della stagione invernale appena conclusa da 220 membri valutatori. Oltre ai vincitori delle categorie impianti a fune, stazioni sciistiche, ristoranti, locali aprés-ski, scuole di sci, sportshop e servizi per i bambini, verranno premiate anche le migliori piste da sci con il sigillo internazionale di qualità. Ospiti tra i padiglioni fieristici anche tutti i rappresentanti nazionali degli esercenti funiviari, in adunata per la consueta assemblea ANEF durante la quale verranno affrontate le tematiche d’interesse degli operatori di categoria al termine della stagione invernale appena conclusa riservata, appunto, agli addetti del settore. Una categoria che verrà rappresentata anche dagli esercenti altoatesini e tirolesi, in fiera per prendere parte all’assemblea collettiva in programma a cadenza biennale. Un rendez-vous tra oltre 300 soci aderenti che torna a Prowinter/Alpitec per la seconda volta proprio per evidenziare l’importanza dell’appuntamento internazionale e il ruolo strategico della città bolzanina. 

 
21/01/2014
2014

Share |
Stricker Visions 2014 all'insegna del “FAMILY POWER”

Per la prima volta sarà premiata una “cordata famigliare”, in lizza le famiglie che hanno fatto dell’Alto Adige una destinazione invernale d’eccellenza   

La Fabbrica del Futuro Stricker Visions si conferma uno degli appuntamenti clou all’interno del programma collaterale di Alpitec/Prowinter. Giunto alla sua terza edizione l’evento, organizzato dalla famiglia Stricker in collaborazione con Fiera Bolzano e TIS Alto Adige, si svolgerà come di consueto durante la prima giornata di fiera, presso il Prowinter Forum allestito all’interno dei padiglioni espositivi. Un tributo dedicato all’approccio fortemente creativo e originale che ha sempre caratterizzato l’operato del poliedrico Erwin Stricker, instancabile innovatore nel mondo dello sci alpino, quest’anno ispirato dal motto “Family power”.

E proprio la famiglia sarà il perno attorno al quale prenderà forma l’edizione 2014 della Fabbrica di Stricker, un contesto sociale ricco di stimoli e vivaci slanci che, allo stesso tempo, costituisce un forte sostegno umano. Storie di vita vissuta raccontate in prima persona dalle famiglie per rivelare la forza trainante che può scaturire da diversi contesti familiari, ponendo una particolare attenzione a come possa essere valorizzato un capitale tanto prezioso. Tre le coppie che si alterneranno sul palco per raccontare come hanno saputo farsi ispirare e guidare dalla propria famiglia, liberando, come dice il motto, una formidabile “forza familiare”. Come intervento introduttivo il contributo di Toni Fiung, assistente familiare e pubblicista, dedicato al ruolo della famiglia in generale.

Erwin Stricker era un talento dalle mille sfaccettature, in lui convivevano e si mescolavano l’atleta, l’uomo di spettacolo, l’imprenditore, il trascinatore e il pioniere. Favorire i contatti fra le persone era una sua passione costante; ancora prima dell’avvento di Facebook e Twitter, Erwin seppe cogliere e sfruttare il potenziale delle reti sociali, tramite Internet, ma soprattutto nella vita reale e quotidiana. Ecco perché questa edizione sarà intitolata proprio ad una delle relazioni sociali più intense e significative.

Come ogni anno una giuria selezionata sarà chiamata a determinare un vincitore dell’edizione, premiato dalla famiglia Stricker con il 3° Geierschnabel Award, dal nome delle celebre punte ad uncino per gli sci da slalom inventate dal “cavallo pazzo” dello sci alpino. Nel 2012 sul palco venne onorato Michael Seeber, presidente del gruppo Leitner, nel 2013 fu la volta di Erich Demetz, presidente del comitato FIS per la Coppa del Mondo, quest’anno per la prima volta sarà invece conferito ad un’intera “cordata” familiare, nota per i grandi meriti riconosciuti in favore degli sport invernali.  

La quota di partecipazione, buffet incluso, è di 25 euro. 

Per iscrizioni e informazioni: http://www.fierabolzano.it/prowinter/strickervisions.htm 


 
20/01/2014
2014

Share |
EVENT „STRICKER VISIONS 2014“

STRICKER VISIONS riprende quel filo conduttore che Erwin vide spezzarsi da un giorno all’altro, dopo una vita segnata ininterrottamente dalla smania irrefrenabile di trovare risposte valide a problemi scottanti. STRICKER VISIONS è una fabbrica del futuro che si tiene ogni anno, a Bolzano, all’inaugurazione della Prowinter/Alpitec, la fiera specializzata degli sport invernali. STRICKER VISIONS persegue un obiettivo preciso: fornire suggerimenti validi per far crescere lo sci, per far incontrare e collaborare persone mosse da impegno e passione, e per diffondere coraggio e creatività.

IL MOTTO 2014

family power! 

Erwin Stricker era un talento poliedrico: in lui convivevano e si mescolavano l’atleta, l’uomo di spettacolo, l’imprenditore, il trascinatore e il pioniere. Favorire i contatti fra le persone era una sua passione costante, e molto prima che Facebook e Twitter salissero alla ribalta, Erwin seppe cogliere e sfruttare il potenziale delle reti sociali, anche in Internet, ma soprattutto nella vita reale e quotidiana.

La terza edizione di STRICKER VISIONS, ispirata al motto family power, vuole chiedersi quale slancio e quale sostegno possano scaturire dalla famiglia. Prendendo spunto da tre “storie” vere, l’evento pone in risalto la forza trainante che può scaturire da cordate familiari, e i modi in cui si può investire al meglio un “capitale” tanto prezioso. Tre coppie familiari raccontano come hanno saputo farsi ispirare e guidare dalla propria famiglia, liberando – come dice il motto – una “forza familiare” formidabile. Segue un intervento di Toni Fiung, assistente familiare e pubblicista, dedicato al ruolo della famiglia in generale. 

STRICKER VISIONS “family power” con Toni Fiung e le famiglie Oberrauch e Marzola.

 

IL PREMIO GEIERSCHNABEL

A Erwin Stricker era sempre piaciuto mettere il becco nelle questioni più controverse, ed era noto per non avere peli sulla lingua. Chissà se fu proprio questa sua indole a fargli scoprire una delle sue invenzioni più famose, ossia le punte a becco – in tedesco Geierschnabel – da applicare agli sci da slalom speciale. Uno dei momenti più toccanti della fabbrica del futuro di Erwin Stricker è la consegna del 3° premio Geierschnabel da parte della famiglia Stricker. Una novità dell’edizione 2014 di STRICKER VISIONS è che il premio Geierschnabel è conferito per la prima volta a una “cordata” familiare, nota per i suoi grandi meriti in favore degli sport invernali.

Il premio 2012 andò a Michael Seeber, presidente del gruppo Leitner

quello del 2013 a Erich Demetz, presidente del comitato FIS per la coppa del mondo.

 

DATA E SEDE

9 aprile 2014, Fiera Bolzano, Forum Prowinter (settore C del padiglione espositivo)

 

QUOTA DI PARTECIPAZIONE E ISCRIZIONE

25 EURO / Fiera Bolzano www.messebozen/strickervisions.com 

 

ORGANIZZATORI

Famiglia Stricker, Fiera Bolzano, TIS Alto Adige


 
20/01/2014
2014

Share |
Prowinter-Alpitec 2014, il duo fieristico si conferma l’evento clou per gli operatori della montagna

Tra collaborazioni promozionali e partnership strategiche con associazioni ed enti istituzionali l’appuntamento di Bolzano punta sulla specializzazione dei visitatori

Il comparto della montagna invernale al completo torna protagonista in occasione della prossima Prowinter, la fiera internazionale del noleggio e dei servizi per gli sport invernali in calendario dal 9 all’11 aprile. Non solo abbigliamento, accessori e attrezzature tecniche per i praticanti della montagna ma anche sofisticati macchinari e perle tecnologiche a disposizione dei fornitori di servizi e degli organizzatori dell’offerta invernale. Come avviene ogni due anni, infatti, l’edizione 2014 della fiera sarà organizzata in contemporanea con Alpitec, la piattaforma dedicata alla tecnologia alpina ed invernale. Con l’obiettivo di riconfermare i dati di successo che hanno contrassegnato l’ultima edizione in accoppiata: 9.300 visitatori provenienti da 24 Paesi, rispettivamente 253 e 112 espositori per Prowinter e Alpitec, distribuiti su oltre 25.000 metri quadrati di superficie espositiva.   

Un’abbinata che ne fa un immancabile appuntamento per tutti gli operatori specializzati, attratti dalla ricca offerta espositiva che abbraccia ogni settore, ma anche dagli innumerevoli eventi collaterali, tra meeting, workshop e premiazioni, organizzati durante le tre giornate. Edizione dopo edizione, infatti, il team di Fiera Bolzano ha lavorato per garantire il continuo potenziamento del proprio valore aggiunto stabilendo, parallelamente con la componente organizzativa, un ventaglio di partnership strategiche con le principali realtà istituzionali e associative, al fine di rendere la piattaforma ancora più professionalizzante e di interesse strategico per tutte le categorie coinvolte.

Tra le novità della scorsa edizione, in replica anche quest’anno, la collaborazione siglata con la Federazione italiana degli sport invernali, promotrice di una premiazione dedicata ai migliori atleti dell’anno che, durante la stagione, hanno ottenuto podi e vittorie nelle diverse discipline invernali. Sul palco del Prowinter Forum anche gli atleti altoatesini, categoria giovani, convocati dal Comitato Regionale FISI Alto Adige, i migliori azzurri della stagione 2013/2014, premiati da POOL Sci Italia, l’associazione che riunisce tutti i fornitori ufficiali delle squadre nazionali di sci alpino, e gli atleti italiani delle categorie ‘Allievi’ e ‘Ragazzi’ che si sono contesi il titolo Energiapura Children Series partecipando alle gare Topolino, Pinocchio e ai Campionati italiani (premiazione organizzata in collaborazione con Race Ski Magazine).

Torna, dopo due anni, l’attesissimo appuntamento con International Skiareatest, la cerimonia di assegnazione degli award invernali 2013-2014 che vedrà premiate le migliori stazioni sciistiche dell’arco alpino, al termine di un processo di selezione con verifiche condotte nel corso della stagione invernale appena conclusa da 220 membri valutatori. Oltre ai vincitori delle categorie impianti a fune, stazioni sciistiche, ristoranti, locali aprés-ski, scuole di sci, sportshop e servizi per i bambini, verranno premiate anche le migliori piste da sci con il sigillo internazionale di qualità. Ospiti tra i padiglioni fieristici anche tutti i rappresentanti nazionali degli esercenti funiviari, in adunata per la consueta assemblea ANEF durante la quale verranno affrontate le tematiche d’interesse degli operatori di categoria al termine della stagione invernale appena conclusa riservata, appunto, agli addetti del settore. Una categoria che verrà rappresentata anche dagli esercenti altoatesini e tirolesi, in fiera per prendere parte all’assemblea collettiva in programma a cadenza biennale. Un rendez-vous tra oltre 300 soci aderenti che torna a Prowinter/Alpitec per la seconda volta proprio per evidenziare l’importanza dell’appuntamento internazionale e il ruolo strategico della città bolzanina. 

Prosegue e si consolida, per il terzo anno consecutivo, il legame distintivo che unisce Fiera Bolzano allo skitouring. La disciplina, infatti, oltre a vantare l’unica piattaforma dedicata in Europa, sarà oggetto di un’analisi approfondita grazie alla tavola rotonda promossa dall’International Ski Mountaneering Federation. Tema dell’incontro sarà la possibilità di includere lo scialpinismo tra le discipline olimpiche, esaminando quelle che potranno essere le possibili conseguenze ed implicazioni. Tra gli ospiti invitati il presidente Armando Mariotta, il responsabile tecnico FISI per lo scialpinismo Oscar Angeloni e alcuni atleti di spicco. Non solo, la fiera si promuove anche con un circuito intitolato, la cosiddetta Prowinter Cup, grazie alla preziosa collaborazione con gli organizzatori dell’associazione Dolomitisottolestelle. Un set di gare che include sette prove selezionate, dal Trentino all’Alto Adige: il Trofeo Rodes Gherdenia a Selva Gardena (14 dicembre), la Tognola Ski Race a San Martino di Castrozza (18 dicembre), la Lunagaro al Passo Brocon (28 dicembre), il Carezza Trophy a Malga Frommer (29 gennaio), il Memorial Maurizio Zagonel a San Martino di Castrozza (5 febbraio), lo sial Vigili del Fuoco a Ziano di Fiemme (9 febbraio) e il Memorial Tita e Marco a Vigo di Fassa (19 marzo). Gli atleti che al termine del circuito avranno guadagnato il maggior punteggio per le categorie Cadetti, Juniores, Senior e Over 50 saranno premiati vincitori, durante la fiera, direttamente sul palco del Prowinter Forum.

Attesa anche per l’oramai immancabile Stricker Visions, l’evento ideato e promosso da Linda Esser e Nina Stricker, moglie e figlia dell’indimenticabile Erwin Stricker. L’iniziativa, giunta quest’anno alla sua terza edizione, nasce con l’obiettivo di ridare slancio ed impulso all’approccio fortemente stravagante e originale che, da sempre, ha caratterizzato l’attività del “cavallo pazzo” dello sci alpino. Una vera e propria ‘Fabbrica del futuro’, alimentata da esperti conoscitori del settore, volta al perfezionamento degli sport invernali attraverso nuovi concept e idee innovative. In chiusura l’assegnazione del cosiddetto Geierschnabel Award, il premio correlato che deve il nome al celebre sci con la punta a uncino ideato da Erwin, che da una rosa di tre candidati selezionerà un unico vincitore, meritevole di aver dato un contributo particolare e straordinario al mondo degli sport invernali.  

 
29/12/2013
2014

Share |
Trettel vince anche al Passo Brocon Valmassoi domina la sfida in rosa

Ieri sera la quinta edizione della “Lunagaro”, Zulian penalizzato per un cambio pelli irregolare

 

Sfida con qualche “scintilla”, ieri sera, al passo del Brocon. Nella quinta edizione della “Lunagaro”, gara di skialp in notturna inserita nel calendario di “Dolomitisottolestelle” e valida come terza prova della “Prowinter cup”, la lotta per la vittoria tra Thomas Trettel (As Cauriol) e Ivo Zulian (Bogn da nia) è stata condizionata da una irregolarità al cambio pelli di quest'ultimo.

In sostanza Zulian, giunto per primo al traguardo dello Chalet Heidi, è stato punito con tre minuti di penalità per aver tolto solo una pelle durante il cambio, dovendo quindi rimettere solo una pelle nel cambio successivo. L'irregolarità è costata cara all'atleta dei Bogn da nia, che da primo è retrocesso all'ottavo posto. Vittoria, dunque, per Trettel, che ha chiuso in 37 minuti. Alle sue spalle un altro protagonista delle notturne con le pelli da foca, Thomas Martini (Brenta Team), arrivato allo Chalet in 37.06. Ha completato il podio Christian Varesco, dell'Us Cornacci, in 37.58.

Più netta la classifica in campo femminile, dove Martina Valmassoi (Dolomitiski Alp) non ha avuto rivali, tagliando il traguardo in 43.45. Più distaccata Federica Osler (Arcobaleno), seconda in 46.22, mentre sul gradino più basso del podio è salita Lorenza Bettega (Esercito) con un tempo di 47.38.

E dietro ai più forti, un esercito di atleti e di appassionati: circa 200, ieri sera, gli scialpinisti che hanno partecipato alla gara dello Ski team Lagorai, affrontando un percorso impegnativo tra salite e discese.

 

Maggiori informazioni sul calendario, sulle classifiche e sull'associazione al sito www.dolomitisottolestelle.it

 


 
19/12/2013
2014

Share |
Trettel e' il piu' veloce anche a San Martino di Castrozza

Ieri sera la seconda edizione della “Tognola ski race, tra le donne successo di Francesca Rossi

 

Thomas Trettel, ancora lui. Dopo essere salito sul podio nelle prime notturne di Canazei e Pampeago, il campione di Ziano di Fiemme “conquista” anche San Martino di Castrozza: ieri sera, nella seconda edizione della “Tognola ski race”, l'atleta dell'As Cauriol ha festeggiato l'ennesimo successo di questo inizio stagione.

Organizzata dalla sezione Cai-Sat del Primiero e valida come seconda prova della “Prowinter cup”, la gara di ieri ha visto alla partenza un centinaio di specialisti delle pelli di foca, che si sono cimentati su un tracciato decisamente impegnativo: dalla partenza (in linea) a 1.400 metri, gli atleti si sono “arrampicati” lungo la pista nera che porta fino al rifugio Tognola, a quota 2.140 metri. In totale, 740 metri di dislivello distribuiti in 2,7 chilometri di sviluppo.

Una salita da portare a termine tutta d'un fiato, che Trettel ha completato in 27.44. A cercare di insidiarlo, gli stessi avversari che in queste prime notturne si sono sfidati per il podio: Ivo Zulian (Bogn da nia), secondo in 28.04, e subito dietro Thomas Martini (Brenta team) in 28.07. Ottimo quarto posto per Nicola Pedergnana (Brenta team), che con 28.12 si è piazzato subito ai piedi del podio.

Tra le donne successo per Francesca Rossi, che con un tempo di 34.58 si è lasciata alle spalle due delle protagoniste di questo inizio stagione sugli sci: Carla Iellici dei Bogn da nia (35.36) ed Elisabeth Benedetti dell'As Cauriol (36.15). Quarta posizione per Annemarie Gross (Bogn da nia) in 36.41.

E adesso ci si prepara per l'evento di Lavarone: sabato sera è in agenda il “Lavaronda”.

 

Maggiori informazioni sul calendario, sulle classifiche e sull'associazione al sito www.dolomitisottolestelle.it


 
17/12/2013
2014

Share |
A Selva i piu' veloci sono Martini e Iellici va a loro il “Trofeo Rodes Gherdeina”

Ieri sera in val Gardena la prima prova della “Raida Ladina” e prima tappa della “Prowinter Cup”

 

Thomas Martini e Carla Iellici “volano” sul passo Sella. Ieri sera, sulle nevi della val Gardena, l'atleta del Brenta Team e la punta di diamante dei Bogn da nia si sono imposti nella nona edizione del “Trofeo Rodes Gherdeina”, organizzata dalla società Rodes Gherdeina in collaborazione con lo sci club Gardena e valida come prima prova della “Raida Ladina” e come prima tappa della “Prowinter Cup”.

Oltre 140 gli scialpinisti che si sono presentati alla partenza di Selva di Val Gardena, molti dei quali presenti anche venerdì sera al Trofeo “La Sportiva Monte Agnello” di Pampeago. Alle 19, muniti di frontalino, gli atleti sono partiti da Plan e sono saliti fino al rifugio Salei, al passo Sella, su un percorso di 5,5 chilometri e 600 metri di dislivello.

A tagliare per primo il traguardo è stato Martini (secondo alla gara di Pampeago), che ha chiuso con un tempo di 40.09. Combattuta la lotta per la seconda posizione, con Ivo Zulian (terzo a Pampeago) davanti per un soffio a Michael Zemmer (fratello del “re” dei vertical Urban): per i due atleti dei Bogn da nia rispettivamente un arrivo in 40.17 e 40.18.

Strapotere di Iellici (Bogn da nia anche lei) in campo femminile: con un tempo di 49.42 si è assicurata una vittoria netta, lasciando le avversarie a debita distanza. Seconda piazza per Federica Osler (Arcobaleno), in 53.11 e terza Esther Demetz (Peves Gherdeina) con un tempo di 53.25.

E ora gli appassionati delle pelli di foca attendono mercoledì per affrontare la seconda edizione della “Tognola Ski Race” a San Martino di Castrozza, valida come seconda prova della “Prowinter Cup”.

 

Maggiori informazioni sul calendario, sulle classifiche e sull'associazione al sito www.dolomitisottolestelle.it

 
09/12/2013
2014

Share |
Prowinter-Alpitec: dal 9 all’11 aprile 2014 Bolzano sara’ la capitale del settore neve

Bolzano capitale degli sport invernali e della tecnologia alpina. Anche nel 2014 il capoluogo altoatesino ospiterà l’accoppiata Prowinter-Alpitec, la piattaforma per professionisti della montagna, punto di riferimento per tutto il mondo agonistico, dallo sci allo snowboard, dallo scialpinismo alle nuove discipline “free” emergenti. Una tre giorni di full immersion dedicata a operatori ed esperti del settore in programma dal 9 all’11 aprile. 

Bolzano, 02 dicembre 2013 - Due fiere di successo che, edizione dopo edizione, hanno completato la propria offerta espositiva ed informativa coinvolgendo nuovi comparti produttivi, stringendo partnership strategiche con associazioni ed enti internazionali, introducendo momenti di scambio e confronto dedicati alle novità emergenti. In uno strategico crocevia internazionale: non a caso Bolzano si colloca in una delle regioni europee tra le più note al turismo invernale, luogo d’incontro ideale per ospitare due appuntamenti di respiro internazionale che nei padiglioni attigui offriranno ai visitatori una panoramica completa su tutti i comparti produttivi e distributivi del settore neve.

Una combinazione che Fiera Bolzano ripropone a cadenza biennale, nel 2010 piattaforma di riferimento per oltre 9.300 visitatori da 24 nazioni, provenienti da tutta Europa ma anche da Russia, Stati Uniti, Canada, Cina e Giappone. Anche il numero degli espositori dimostra infatti come la fiera sia oramai diventata un immancabile appuntamento per tutti gli addetti del settore: 253 aziende provenienti da ben 15 paesi. Tra le categorie espositive rappresentate, oltre ad abbigliamento, attrezzature e accessori per gli sport della neve, macchinari, servizi per rental e negozi, attrezzature e servizi per le stazioni sciistiche, libri, guide, associazioni di categoria, equipaggiamenti per il pronto soccorso e la sicurezza. Il doppio appuntamento sarà quindi l’occasione per trovare spazio all’interno di una vetrina professionale che mette in contatto clienti e partner del settore, con la possibilità di stabilire proficue relazioni di business.

Tra gli eventi già confermati per il prossimo anno l’immancabile International Skiareatest, la cerimonia di assegnazione degli award invernali che, al termine di un processo di selezione con verifiche condotte in forma assolutamente anonima nel corso della stagione, celebrerà le migliori stazioni sciistiche dell’arco alpino. Inoltre, nell’ambito del focus dedicato allo scialpinismo, unica piattaforma in Europa dedicata alla disciplina, Fiera Bolzano riconferma la partnership strategica con la federazione internazionale Ismf che, in occasione di Prowinter, tornerà a premiare i migliori atleti della stagione invernale 2013-2014. 

Appuntamento quindi a Bolzano, con Prowinter-Alpitec 2014, per conoscere in anteprima materiali, tecnologie e strategie per il futuro degli sport invernali.

 
26/11/2013
2014

Share |
La montagna bianca in Italia: rallentano le vendite ma emergono nuovi trend da inseguire

Il mercato nazionale della montagna bianca apre la stagione invernale offrendo un panorama di prospettive contrastanti. Da un lato le aspettative di crescita sul fatturato del ricettivo che, secondo le stime sulla stagione 2013/2014, dovrebbe generare un significativo +1,5% complessivo, dall’altro i dati relativi alle vendite delle attrezzature tecniche, sci, scarponi e attacchi, in notevole calo durante l’anno passato. E per il prossimo inverno, in periodo di crisi e ristrettezze economiche, si preannuncia il successo di chi sarà in grado di reinterpretare le nuove tendenze adattandosi alle richieste del mercato. Strategico quindi, per fare il punto sui dati oggettivi della stagione appena conclusa, l’appuntamento con Prowinter che, tra il 9 e l’11 aprile 2014, adunerà a Bolzano tutti gli operatori del settore montagna.

A raccontare il clima che introduce il prossimo inverno i dati sul mercato dello sci, considerato un panorama di aziende che rappresenta circa il 90% del settore, forniti da Pool Sci Italia e le previsioni elaborate dall’Osservatorio del turismo montano di Skipass Panorama Turismo. Non proprio incoraggianti i numeri forniti dal Pool.

Questa volta però non è questione di meteo – come nella stagione passata - ma, più verosimilmente sottolinea il Pool, di un calo legato ai precedenti rallentamenti nelle vendite e quindi alle significative giacenze di magazzino che hanno limitato il riassortimento nei punti vendita. Non solo, ad influenzare l’andamento del mercato pare abbia inciso anche la continua espansione del settore del noleggio (un servizio che oggi viene offerto addirittura da 1 scuola di sci su 3), così come la fine nel ricambio di materiali tecnologicamente superati. In termini assoluti le vendite si stimano in 173.837 paia di sci, 171.464 attacchi, 175.892 scarponi, con i rispettivi fatturati a 26.775.683, 9.775.409 e 16.423.624 euro. Nella speranza che, così come accade al termine di ogni ciclo, la prossima stagione possa essere caratterizzata da qualche significativo segnale di ripresa.

Nel frattempo, fortunatamente, sono i dati del mercato turistico anticipati da Skipass Panorama Turismo a lanciare segnali alquanto positivi. Dal +1,5% sul fatturato del ricettivo alberghiero ed extralberghiero, al +6,5% e +2,8% di arrivi e presenze. Ma, al di là delle cifre complessive, ciò che meglio descrive il mercato di riferimento sono le nuove tendenze che riguardano sia gli sport praticati sia, di conseguenza, le preferenze in termini di abbigliamento e attrezzature tecniche. Continua la crescita delle discipline che permettono di vivere emozioni forti e genuine a contatto con la montagna, dai praticanti di sci alpinismo e freeride, anche nella versione “soft”, al target trasversale degli appassionati di ciaspole. Piuttosto stabile lo sci da discesa, mentre prosegue costante il calo di chi sceglie la tavola da snow. Piacciono sempre più le discipline “free”, come ciaspole, nordick walking e sci di fondo, per le quali è sufficiente disporre di attrezzatura e abbigliamento adeguati, senza bisogno di acquistare skipass o servizi aggiuntivi. Il totale si parla di 3.671.000 praticanti attivi della montagna, 2.085.00 scelgono lo sci da discesa (+0,24%), 495.000 lo snowboard (-3,88%), 480.000 le ciaspole (+10,34%), 294.000 lo sci di fondo (+1,38%), 114.000 il freestyle (+9,62%), 48.000 lo scialpinismo e, con un incremento del 51,96%, 155.000 praticanti di altre discipline.

A questi si aggiungono poi i nuovi trend “che non ti aspetti”: dall’impiego invernale dei bike park, grazie all’utilizzo di apposite bici con ruote chiodate, alle sempre più numerose comunità di skifreaks, gruppi di giovani di età compresa tra i 16 e i 28 anni che si ritrovano prima online, poi sulle piste, per dare sfogo a tutta la loro voglia di libertà e anticonformismo, accentuato anche e soprattutto nell’abbigliamento.

Tendenze che naturalmente incideranno sull’andamento del mercato sia in termini di domanda da parte della clientela sia a livello di offerta da parte di aziende e negozi retail. Nella speranza che i numeri di vendite e fatturato possano finalmente registrare una svolta positiva, per una promettente inversione di tendenza. Se e in che modo gli operatori saranno riusciti a cogliere e rispondere alle nuove richieste del mercato sarà materia di analisi e confronto, a Bolzano appunto, in occasione della prossima edizione di Prowinter 2014, il rendez-vous fieristico tra gli esperti del settore.

Tutte le informazione sotto: www.prowinter.it

 
01/10/2013
2014

Share |
Trentino-Alto Adige: prima regione in Italia per lo sci

Il Trentino-Alto Adige, meta turistica di primissimo ordine in Europa, dispone del 40% di tutti i mezzi di risalita esistenti su territorio italiano, ovvero 614 impianti con una portata massima di 841.000 persone all’ora. La nostra regione è pertanto la sede più indicata ad ospitare le fiere specializzate Alpitec, Fiera internazionale della tecnologia alpina ed invernale e Prowinter, Fiera internazionale del noleggio e dei servizi per gli sport invernali, in calendario nel quartiere fieristico di Bolzano dal 9 al 11 aprile 2014.

Le piste da sci, cui le Dolomiti fanno da incantevole sfondo, coprono una superficie di 5.200 ettari. Ogni anno circa 11 milioni di turisti scelgono la nostra regione per trascorrervi le vacanze. La regione più a nord d’Italia registra quasi 50 milioni di pernottamenti all’anno, di cui 20 milioni nella sola stagione invernale. 

Le aree sciistiche altoatesine danno lavoro a circa 2.000 addetti, di cui 700 con contratti a tempo indeterminato e 1.300 con contratti di lavoro stagionale. Gran parte dei dipendenti stagionali sono agricoltori che possono disporre in questo modo di una fonte di reddito integrativo. Attualmente l'Alto Adige conta 374 impianti funiviari che durante la stagione invernale 2012-2013 hanno trasportato circa 121 milioni di ospiti. Il fatturato annuo raggiunto ammonta a circa 265 milioni di euro. Presentando questi dati il Presidente dell'Associazione esercenti funiviari dell'Alto Adige, Siegfried Pichler, ha scattato la fotografia del settore in occasione dell'Assemblea annuale dei soci, svoltasi a Bolzano qualche mese fa. ''Un ruolo sempre più importante per gli impianti funiviari è svolto dal turismo estivo, che dispone di un grande potenziale da sfruttare ancora maggiormente in futuro. Durante la scorsa stagione estiva in Alto Adige si sono registrati circa 7,5 milioni di passaggi, corrispondenti ad un incremento del 13,5 percento rispetto all'anno precedente. Con particolari offerte legate alla natura ed all'autenticità del territorio e creando così un buon abbinamento tra natura e turismo si riesce a valorizzare il turismo estivo ed aumentare le frequenze degli impianti', afferma Pichler. ''Il Consiglio direttivo intende impegnarsi anche nei prossimi anni affinché vengano effettuati investimenti mirati nelle zone sciistiche in quanto il turismo invernale dipende soprattutto dall'efficienza delle aree sciistiche. A tale proposito anche i politici devono fare la loro parte nel creare le necessarie condizioni operative affinché le aree sciistiche possano ulteriormente svilupparsi e rimanere competitive. Proprio in periodi segnati dalla crisi economica è necessario investire in quanto soltanto in questo modo si può garantire l'elevata qualità degli impianti locali di risalita'', dice Pichler.

In luglio 2012, la Holding “Trentino Sviluppo”, che finora ha investito 79 milioni di Euro in 16 società di impianti funiviari, ha presentato i propri dati relativi al turismo invernale. I 10 maggiori comprensori sciistici di questa Holding, generano, in Trentino, un indotto di 688 milioni di Euro; le spese complessive sostenute dai turisti in queste aree sciistiche nella stagione invernale si aggirano intorno ai 373 milioni di Euro. - Trentino Sviluppo l’anno scorso ha messo in campo 342 milioni di euro di interventi per l’industria, l’edilizia, il turismo e la mobilità integrata, cioè gli impianti funiviari. Alle stazioni sciistiche, che costituiscono gran parte degli interventi di contesto, 161 milioni tra iniziative già finanziate e iniziative inseribili» quando si troveranno le risorse. Si tratta di interventi territoriali di contesto che valorizzano l’offerta turistica, cioè partecipazioni e leaseback nelle società funiviarie, e per la mobilità integrata, cioè impianti. I nuovi collegamenti sono soluzioni di mobilità integrata che riducono l’utilizzo dell’auto con prospettive di redditività dell’investimento o che possono far crescere la sostenibilità e la qualità del territorio.

In Trentino-Alto Adige gli ospiti praticano sport invernali in scenari mozzafiato. Per garantire il loro benessere è indispensabile una perfetta sinergia tra operatori turistici ed aziende del settore che dispongono di qualificato know-how. Anche le fiere internazionali specializzate Alpitec e Prowinter contribuiscono in maniera significativa a garantire la qualità dei servizi dedicati al turismo invernale: ogni due anni, a metà aprile, gli operatori del settore si ritrovano nel quartiere fieristico di Bolzano trasformato per l’occasione in luogo privilegiato di scambio d’idee su tecnologie, prodotti e servizi. Se fino a qualche anno fa la mera esposizione di prodotti ed il relativo indotto commerciale costituivano l’anima di una manifestazione fieristica, oggi le fiere incentivano sempre più il contatto diretto con la clientela ed offrono la possibilità di recepire informazioni sempre aggiornate.

 
30/09/2013
2014

Share |
Prowinter-Alpitec, nel 2014 torna l'accoppiata vincente

DAL 9 ALL’11 APRILE BOLZANO SARA’ LA CAPITALE DEL SETTORE NEVE

Bolzano capitale degli sport invernali e della tecnologia alpina. Anche nel 2014 il capoluogo altoatesino ospiterà l’accoppiata Prowinter-Alpitec, rispettivamente alla 14° e alla 9° edizione. Una tre giorni di full immersion dedicata a operatori ed esperti del settore montagna in programma dal 9 all’11 aprile. Due fiere di successo che, edizione dopo edizione, hanno completato la propria offerta espositiva ed informativa coinvolgendo nuovi comparti produttivi, stringendo partnership strategiche con associazioni ed enti internazionali, introducendo momenti di scambio e confronto dedicati alle novità emergenti. In uno strategico crocevia internazionale: non a caso Bolzano si colloca in una delle regioni europee tra le più note al turismo invernale, luogo d’incontro ideale per ospitare due appuntamenti di respiro internazionale che nei due padiglioni attigui offriranno ai visitatori una panoramica completa su tutti i comparti produttivi e distributivi del settore neve, accessibile con un unico biglietto.

Una combinazione che Fiera Bolzano ripropone a cadenza biennale, nel 2010 piattaforma di riferimento per oltre 9.300 visitatori da 24 nazioni, provenienti da tutta Europa ma anche da Russia, Stati Uniti, Canada, Cina e Giappone. Non solo, anche il numero degli espositori dimostra infatti come la fiera sia oramai diventata un immancabile appuntamento per tutti gli addetti del settore: 253 aziende provenienti da ben 15 paesi. Tra le categorie espositive rappresentate, oltre ad abbigliamento, attrezzature e accessori per gli sport della neve, macchinari, servizi per rental e negozi, attrezzature e servizi per le stazioni sciistiche, libri, guide, associazioni di categoria, equipaggiamenti per il pronto soccorso e la sicurezza. Il doppio appuntamento sarà quindi l’occasione per trovare spazio all’interno di una vetrina professionale che mette in contatto clienti e partner del settore e, naturalmente, offre la possibilità di stabilire proficue relazioni di business.

Tra gli eventi già confermati per il prossimo anno l’immancabile International Skiareatest, la cerimonia di assegnazione degli award invernali 2013/2014 che, al termine di un processo di selezione con verifiche condotte in forma assolutamente anonima nel corso della stagione, celebrerà le migliori stazioni sciistiche dell’arco alpino. Oltre ai vincitori selezionati per le categorie impianti a fune, stazioni sciistiche, ristoranti, locali aprés-ski, scuole di sci, sportshop e servizi per i bambini, verranno premiate anche le migliori piste da sci con il sigillo internazionale di qualità. Un progetto di valutazione qualitativa che verrà riproposto anche al mercato orientale. Quest’anno infatti il presidente Klaus Hönigsberger sarà anche tra gli ospiti d’onore di Alpitec China, in calendario dal 19 al 22 febbraio, dove terrà una conferenza intitolata proprio al successo del progetto sul controllo qualitativo dei servizi nel turismo estivo ed invernale. Nelle prossime settimane si andrà a delineare il calendario completo di incontri, cerimonie e premiazioni che animeranno il palco del Prowinter Forum. 

“Il vero punto di forza del nostro team è senza dubbio la capacità di intercettare, rielaborare e riproporre in chiave espositiva le novità che riguardano il settore –afferma Reinhold Marsoner, direttore di Fiera Bolzano–, dall’introduzione della piattaforma sul noleggio al comparto dello scialpinismo, sino alla rivalorizzazione del nostro know how esportato in un nuovo prodotto come Alpitec China. Una fiera di successo non può prescindere dall’interpretare con anticipo le tendenze del settore di riferimento. Un principio che abbiamo applicato anche al comparto degli sport invernali e della tecnologia alpina, grazie alla definizione di partnership strategiche con federazioni, associazioni e istituzioni del settore, tra tutti Fisi e Ismf”.

Appuntamento quindi a Bolzano, con l’accoppiata vincente Prowinter-Alpitec, per conoscere in anteprima materiali, tecnologie e strategie per il futuro degli sport invernali.

 
15/07/2013
2014

Share |
Il trio degli sport invernali di Fiera Bolzano

Con le tre fiere specializzate: Alpitec e Alpitec China per il settore della tecnologia alpina ed invernale e Prowinter, per il settore del noleggio e dei servizi per gli sport invernali, Fiera Bolzano si posiziona sul mercato fieristico come piattaforma a 360° per tutto il settore.

Negli anni pari Prowinter si svolge in concomitanza con Alpitec e nel 2014 la coppia vincente entra in scena a Bolzano dal 9 al 11 aprile. Nel 2012 Alpitec/Prowinter con 365 espositori da 15 Paesi ha riscosso grande successo registrando 9.300 visitatori da 24 Paesi diversi. Alpitec/Prowinter ha luogo nel cuore delle Alpi ed è un buon esempio di una perfetta simbiosi tra due settori, visto che il settore del noleggio e dei servizi per gli sport invernali è strettamente legato a quello della tecnologia alpina.

Lo stesso duo è sbarcato in Cina nel 2009, dove in collaborazione con la Fiera di Monaco si svolge a Pechino ispo china/Alpitec China. Se in Europa gli sciatori sono in diminuzione, in Cina lo sci sta vivendo un vero e proprio boom. L‘abbinamento delle due fiere internazionali ha permesso di abbinare l‘offerta di abbigliamento, attrezzature ed equipaggiamenti, presentati nel settore riservato ad ispo china con impianti di risalita, impianti per l‘innevamento programmato, macchinari per la manutenzione delle piste, dispositivi per il controllo degli accessi e delle attrezzature per il noleggio sci nel padiglione dedicato ad Alpitec. Visto il programma collaterale con il convegno Asia Pacific Snow Conference (APSC) ed altri eventi le due fiere internazionali specializzate coprono il settore degli sport invernali a 360° in modo tale da soddisfare perfettamente le esigenze del mercato asiatico.  Nel 2014 ispo china/Alpitec China si svolge dal 19 al 22 febbraio a Pechino nel quartiere fieristico del China National Convention Center (CNCC).

Ulteriori informazioni:
www.prowinter.it
www.alpitec.it
www.alpitec.cn

Follow us  

Prowinter on Facebook  Prowinter on Twitter  Prowinter on Youtube  Our RSS Feeds  Our NEWSLETTER

Fiera Bolzano Spa Piazza Fiera 1, I - 39100 Bolzano • tel: +39 0471 516000 • fax: +39 0471 516111 • info@fierabolzano.itfieramesse.bz@pec.itwww.fierabolzano.it • P.IVA 00098110216
Registro Imprese Bolzano nr. 00098110216 • Capitale Sociale interamente versato 23.000.000 • Informativa privacyPrivacy policycopyright