Arredo - a casa.

14-16 + 22-23 marzo 2014
10.00 - 18.00

Arredo - a casa.
  ARREDO è ...
Share |


È calato il sipario su Arredo 2014

Si è conclusa ARREDO, la fiera di riferimento per l'arredamento in Trentino-Alto Adige, che quest’anno si è presentata con un'edizione completamente rinnovata, molto apprezzata dai quasi 22.000 visitatori che l’hanno visitata. 

“Il risultato è in linea con la situazione attuale e generale dei beni durevoli”, afferma Reinhold Marsoner, Direttore di Fiera Bolzano, “sono quasi 22.000 i visitatori che hanno apprezzato le novità proposte dalle 211 aziende presenti in fiera, abbiamo quasi raggiunto l’obiettivo di due anni fa, nel 2012 avevamo registrato 24.000 visitatori, ma questo piccolo gap è ben ricompensato dalla qualità degli espositori presenti, che hanno portato in fiera prodotti di alto livello e di un pubblico che li ha saputi apprezzare. Sono convinto che con questa nuova Arredo abbiamo gettato le basi per delle buone edizioni future”. 

Arredo su Youtube

Arredo 2014 - a casa. daheim.

Arredo è: 

  • da anni il punto di riferimento per il mondo dell'arredamento del Trentino Alto Adige;
  • una fiera molto gradita al grande pubblico della regione perché offre un ampio sguardo sulle tendenze dell’arredamento: dal mobile classico al complemento di design, dall’artigianato tradizionale alle moderne tecnologie;
  • una formula vincente: 5 giorni di fiera su 2 fine settimana consecutivi di manifestazione;
  • un programma eventi organizzato in collaborazione con partner prestigiosi
  • spazio per idee
Arredo 2014 - a casa. daheim.

Photo Gallery

Video  

Press News

 
24/03/2014
2014

Share |
Chiuso il sipario su Arredo 2014

È calato il sipario su Arredo 2014, la fiera di riferimento per l'arredamento in Trentino-Alto Adige, che quest’anno si è presentata con un'edizione completamente rinnovata, molto apprezzata dai quasi 22.000 visitatori che l’hanno visitata.

“Il risultato è in linea con la situazione attuale e generale dei beni durevoli”, afferma Reinhold Marsoner, Direttore di Fiera Bolzano, “sono quasi 22.000 i visitatori che hanno apprezzato le novità proposte dalle 211 aziende presenti in fiera, abbiamo quasi raggiunto l’obiettivo di due anni fa, nel 2012 avevamo registrato 24.000 visitatori, ma questo piccolo gap è ben ricompensato dalla qualità degli espositori presenti, che hanno portato in fiera prodotti di alto livello e di un pubblico che li ha saputi apprezzare. Sono convinto che con questa nuova Arredo abbiamo gettato le basi per delle buone edizioni future”.

La qualità dell’offerta e il nuovo concetto di Arredo sono piaciuti, da un’indagine condotta da Fiera Bolzano su un campione 1.274 visitatori è emerso che l’impressione complessiva è stata per il 98,9% positiva, buona (61,1%), molto buona (22,1%) e soddisfacente (15,7%), solo lo 0,9% non si è espresso positivamente e lo 0,2% non si è espresso. Il 73,5% degli interpellati è giunto da località altoatesine, ma anche ai trentini piace andare in fiera, a dimostrazione di questo è l’alta percentuale dei visitatori che giunge dalla Provincia vicina: sono stati il 22,1%. Il 4% dei visitatori è giunto da altre regioni italiane e il resto dall’estero.

Quest’anno i padiglioni principali C/D sono stati riorganizzati sulla base di un criterio tematico raggruppando gli espositori delle categorie artigianato, materiali, zona notte e outdoor in aree dedicate. Dalla Piazza Artigianato commenti molto positivi da parte dell’Associazione Provinciale Artigiani (APA) e dalla voce di Siegfried Gasser, presidente degli artigiani della Val Sarentino: “Siamo presenti con uno stand collettivo con otto membri per presentarci al cliente specializzato e anche al consumatore finale e otteniamo feedback molto positivi”.
Dell‘area dedicata all’arredamento di interni abbiamo intervistato Cristiano Longhin, titolare di Idea Legno, che è rimasto positivamente sorpreso dalla sua prima presenza ad Arredo: “Credo tantissimo nelle fiere, questa manifestazione mi era stata presentata bene e sono contento del risultato, tra gli arredi espositi ho visto molte cose di buon livello e anche le persone che visitano la fiera cercano un certo tipo di prodotto”.
Anche dal settore Outdoor&Garden i feedback sono positivi, Raimund Reifer, titolare di Floricoltura Reifer afferma: “Ad Arredo presentiamo i nostri arredi per gli esterni e abbiamo colto l’occasione per presentare un nostro nuovo prodotto, una piscina biologica e abbiamo trovato la giusta clientela, per questo siamo soddisfatti”. 

La novità 2014 è stato il padiglione B, nel quale si sono aggiunti ben tre settori sperimentali: un salone interamente dedicato al design sostenibile, arredamento ecologico e di riciclo, D2C - un happening internazionale sul tema dell'autoproduzione e un'area cash&carry per la vendita diretta di accessori casa.

Emiliano Bona – Sbobina Design – è rimasto “soddisfatto in maniera esponenziale” per essersi fatto conoscere in Trentino Alto Adige e per come i visitatori hanno apprezzato la sua produzione, Massimo Moretti ha invece presentato WASP (Word’s advanced saving project) delle stampanti 3D che guardano al futuro ed ha trovato direttamente in fiera il suo cliente ideale, grazie alla presenza dei designer del settore Designer to Consumer: “è il sogno di ogni designer e architetto vedere le proprie idee che prendono forma!”. Luka Marziali della cooperativa sociale Akrat il massimo dell’”upcycled design”, dando nuova vita ad oggetti e mobili: “sono venute molte persone che sicuramente ci faranno visita anche presso il nostro laboratorio”. Anche il nuovo settore Cash&Carry ha lavorato bene, Francesco Lorenzi di Rileggo-Libri e Dischi afferma: “era necessario uno spazio per i piccoli elementi che rendono viva una casa, da una tazzina a un quadro ad un libro fino arrivare alla musica con vinili e cd”.

Arredo quest’anno è stata corredata da due eventi serali, un opening che ha funzionato molto bene con la presenza di 1.300 persone all’inaugurazione con musica del dj e designer viennese Patrick Rampelotto dalle 19.00 alle 22.00 direttamente nei padiglioni e dalle 22.00 in poi la serata è continuata presso l’hotel Four Points by Sheraton. La seconda serata è stata invece il sabato del secondo week-end dove la serata a chiusura dei padiglioni è proseguita con musica e ambientazione underground al Kampill Center di Bolzano nord con la presenza di 500 persone.

 
06/03/2014
2014

Share |
D2C: Designer To Consumer - I partecipanti

Sono stati selezionati i partecipanti per il salone “D2C Designer to Consumer”, con il patrocinio di ADI - Associazione per il Disegno Industriale - Delegazione Veneto, Trentino e Alto Adige attraverso un concorso per i designer autoproduttori attivi nel campo dell'interior design.

Tra i designer internazionali sono stati selezionati Studio Meem (Egitto), Whist - Alexandre De Bie (Belgio), Dingeundursachen - Othmar Prenner (Germania) e Anna Matosowa (Russia). A livello nazionale invece Puntolargo, Bhumi, WASP – World Advanced Saving Project, IV Design, Manolo Benvenuti, Roberto Monte, Studio Vitruvio e Alessandra Corsi; infine a livello locale Yvonne Kreithner, Luca Martorano e Andreas Trenker. Per la categoria under 35 – “YOUNG TALENTS” sono stati selezionati Chiara Perissinotto, ANTdesign – Federico Gaudino, Giulio Patrizi per IFU - Instructions for use e ZE 123. Questi 15 designer più i 4 “giovani talenti” selezionati espongono all'evento che si svolge dal 14 al 16 e 22, 23 marzo 2014 nell'ambito della fiera ARREDO 2014 organizzata da Fiera Bolzano. Come media-partner dell’evento inoltre parteciperà Tecnificio con il progetto “Stampomatica” e saranno presenti con uno stand collettivo i portali di vendita online del design autoprodotto MakeTank, SlowD, MadeinItalyfor.me, Reputeka e Primato Pugliese.

Si è parlato molto, forse troppo di autoproduzione, arma a doppio taglio: da un lato nuova prospettiva promettente ai fini di un controllo diretto del creativo sull'intero processo e sulla qualità finale del prodotto "cradle to cradle", alternativa economica auto-imprenditoriale ad un sistema di royalties entrato in crisi, passaggio dai volumi al valore con margini di personalizzazione e interazione con l'utente finale maggiori rispetto alla produzione industriale in serie. Un modello potenzialmente connesso alla rinascita di un'economia territoriale attraverso la filiera corta, le collaborazioni a km 0 e infine una nuova estetica che nasce dall'incontro fruttuoso con le tradizioni artigianali e la contaminazione fra linguaggi ad alto e basso contenuto tecnologico. Dall'altro un fenomeno ancora confuso, un termine ricettacolo che senza distinzioni descrive le più svariate tendenze, dal pezzo unico da galleria d'arte passando per le start-up alle prime armi al bricolage della domenica e che ha finito per assumere, prima ancora di nascere, un'accezione negativa.

Il Salone “D2C Designer to Consumer”, è realizzato con un format che punta sulla dimensione contenuta e famigliare sia per agevolare lo scambio veramente interpersonale incentivando la collaborazione e il networking fra i designer, sia per garantire un focus sulla qualità, unicità e la dimensione narrativa del singolo progetto a livello di comunicazione. Infine per permettere l'esportabilità dell'esperienza grazie a un numero limitato e gestibile di partecipanti con cui perpetuare nel tempo una collaborazione, attraverso partecipazioni in gruppo ad altri eventi nazionali e internazionali o la creazione di spazi di vendita collettivi. Un punto di partenza, più che di arrivo. Non un evento temporaneo che si esaurisce nella 5 giorni della manifestazione, ma un evento incubatore da cui far scaturire progetti capaci di offrire occasioni di promozione e vendita per il design di autoproduzione favorendo la costruzione di nuove partnership produttive e la creazione di canali di distribuzione.
Una fiera nella fiera inserita nella manifestazione più affermata della regione Trentino-Alto Adige dedicata all'arredamento, "Arredo", che dal 1992 attira 24.000 visitatori in due finesettimana attraverso un salone rivolto direttamente al consumatore finale con vendita diretta in fiera.
Il salone è affiancato da un programma di educational e workshop con esperti nell'ambito della produzione, del marketing e della distribuzione, anche nel tentativo di mutuare esperienze da altri settori, che più che insistere sulla formazione creativa, insegnino innanzitutto come diventare imprenditori. Farà l’inizio una tavola rotonda, prevista per la giornata inaugurale di venerdì 14 marzo in cui gli organizzatori dei più importanti eventi nazionali dedicati all’autoproduzione, Valentina Croci per Open Design Italia (Venezia) e Sara Fortunati per Operae (Torino) insieme ai curatori di D2C si confronteranno con la presidente dell’Associazione per il Disegno Industriale ADI, Luisa Bocchietto, sulle differenze e le possibili legittimazioni e reciproche opportunità fra autoproduzione e design industriale.
Fra i relatori di spicco Rodrigo Rodriquez con un intervento dal titolo L'artigianato: DNA del design italiano - un'esperienza ed Enrico Bassi a raccontare la realtà emergente dei Fablab e le nuove opportunità per gli autoproduttori, oltreché manager e responsabili marketing di importanti aziende attive a livello internazionale come Luca Dalla Serra della Thun Spa e Alessandro Spada di Fila Skates.

Nella presentazione del prodotto si privilegiano modalità che ne esaltino le qualità di fattura artigianale, che raccontino la storia dell'oggetto nel suo divenire e quella dei suoi protagonisti, mostrando anche i processi di lavorazione "in the making" attraverso laboratori viventi in fiera; scegliendo una dimensione performativa e non un display statico e sterile attraverso il quale l'autoprodotto rischia di uniformarsi, essere confuso con il prodotto di serie. A happening is a performance.

Il Salone è organizzato da Fiera Bolzano SpA con il patrocinio dell'Associazione per il Disegno Industriale ADI - Delegazione Veneto e Trentino-Alto Adige nell'ambito della fiera ARREDO 2014 in collaborazione con MM Design e a cura di Alex Terzariol, Mario Varesco, Angelo Soldani, Benno Simma e Simone Simonelli.

Tutte le informazioni: www.fierabolzano.it/arredo/autoproduzione

 
05/03/2014
2014

Share |
Tanti nuovi spunti per il mondo dell’arredare

Arredo si presenta quest’anno con un nuovo concept dal 14 al 16 e dal 22 al 23 marzo 2014 a Fiera Bolzano. Con il nuovo sottotitolo "a casa." Arredo vuole essere la piazza del design, dell’architettura, dei materiali più innovativi e del verde che deve accompagnare il nostro vivere la casa. La nuova edizione è stata presentata oggi al Thuniversum.

I padiglioni sono stati riorganizzati sulla base di un criterio tematico per favorire una maggiore facilità di lettura e orientamento del visitatore raggruppando gli espositori delle categorie artigianato, materiali (in particolare pietra naturale e legno), zona notte e outdoor in aree dedicate, mentre una nuova area è dedicata a tre nuovi settori sperimentali: un salone interamente dedicato al design sostenibile, arredamento ecologico e di riciclo, D2C - un happening internazionale sul tema dell'autoproduzione e un'area cash&carry per la vendita diretta di accessori e oggettistica per la casa.

Arredo 2014 propone quest’anno un boulevard dell'innovazione come sintesi centrale dell'offerta espositiva nel quale il visitatore può conoscere le migliori proposte degli espositori che Fiera Bolzano ha selezionato. Il boulevard conduce alla Piazza dell'Architettura: una piazza viva, come all’aria aperta, con caffè, gelatai, aree passeggio con panchine e un carosello. In questo spazio centrale i visitatori possono vedere dei suggerimenti di arredamento di spazi interni proposti da architetti e chiedere una consulenza personalizzata per la progettazione della propria casa.

Tutto il settore B è una vera area di sperimentazione con un allestimento insolito realizzato per lo più con materiali di recupero, quali pallet, materiali edili e cartone. In quest’area si affrontano le tematiche legate alla sostenibilità e l'autoproduzione, due fenomeni che stanno rivoluzionando i modelli di produzione e consumo del settore dell'arredamento. Inoltre, sarà messa in luce l'artigianalità e la qualità degli approcci produttivi di alcuni architetti internazionali e nazionali, sui possibili sviluppi del design di autoproduzione quale alternativa imprenditoriale al design industriale e sul design sostenibile. Di questo si parlerà nelle aree eventi dedicate a conferenze e workshops.

Ricche di stimoli anche le attività per i bambini, nell’area dedicata al giardino, questi hanno l’occasione di capire come funziona un orto e di piantare delle piante che poi potranno ritirare il secondo fine settimana di Arredo, direttamente in fiera. Nell’area dedicata al design invece, i bambini avranno l’opportunità di stimolare la loro fantasia decorando delle casette in legno.

Per inaugurare al meglio Arredo 2014 Fiera Bolzano organizza un evento serale “music & design night” direttamente nei padiglioni nella Piazza dell’architettura, a partire dalle ore 19.00 di venerdì 14 marzo 2014 con musica e installazioni di Patrick Rampelotto. A partire dalle ore 22.00 la serata continua presso l’Hotel Four Points by Sheraton/Fiera Bolzano. Confermando la formula di successo dei due finesettimana consecutivi di manifestazione, si svolge da venerdì 14 a domenica 16 e sabato e domenica 22 - 23 marzo 2014 nei pad. B, C e D di Fiera Bolzano. Anche per il secondo fine settimana è previsto un evento serale a chiusura padiglioni presso il Campillcenter di Bolzano.

Il primo giorno di manifestazione, venerdì 14 è previsto l'ingresso libero: la fiera inaugura alle ore 12.00 e resterà aperta con orario prolungato e opening party a partire dalle ore 19.00 fino alle ore 22.00.

Tutte le informazioni: www.fierabolzano.it/arredo

 
05/03/2014
2014

Share |
LO SPAZIO E L'UOMO PROTAGONISTI

Piazza dell'Architettura alla Fiera Arredo 2014 e stand della Fondazione Architettura Alto Adige

Sull'immateriale... ovvero: lo spazio...la materia più preziosa per l'architetto

L'architettura é fatta di corpi solidi, volumi costruiti, cubature....ma è in ugual misura definita dal loro opposto, dal vuoto, ovvero dallo spazio che si genera fra i pieni.

Questo vale alla piccola scala dell'architettura d'interni, nella quale, oltre al progetto di forme, materiali e superfici dell'arredo, in definitiva si tratta di creare sequenze spaziali, calibrando le proporzioni e le reciproche relazioni dei vuoti. Si tratta quindi di concatenazioni di vuoti.

E altrettanto vale alla grande scala dell'urbanistica: tra facciate, corpi edilizi e interi isolati si genera il vuoto, il cavo degli interstizi tra i pieni del tessuto edilizio, ossia lo spazio urbano. Come lo spazio delle strade, che sia un vicolo di paese o un grande boulevard non fa differenza, oppure gli spazi delle piazze di qualsiasi dimensione, e delle corti interne o di semplici rientranze stradali. Si tratta del vuoto, dello spazio interposto.

Il riferimento allo spazio interposto è precisamente il filo conduttore del progetto della Piazza dell'Architettura alla Fiera Arredo 2014 (arch. Siegfried Delueg, arch. Alexander Zoeggeler e arch. Ute Oberrauch).
L'intento di dare un disegno riconoscibile agli indefiniti spazi del padiglione fieristico, creando allo stesso tempo un baricentro per un facile orientamento, è stato quindi attuato grazie alla modellazione dello spazio e non di corpi solidi. La Piazza dell'Architettura, posta al centro del padiglione, si presenta come uno spazio libero intorno al quale si allineano i “negozi”, proprio come nello spazio urbano, reinterpretando la tipologia del portico, anch'esso un vuoto, coperto, spazio di transizione tra strada ed edifici, ambiente da sempre molto gradito ai fruitori.

La piazza dell'Architettura si propone come riferimento pubblico di centralità che indirizza i visitatori in profondità all'interno dei padiglioni fieristici, offrendo orientamento e invitando alla sosta e alla convivialità, con un caffè bistro e una giostra per i bambini. E come luogo dove si svolgono molteplici manifestazioni e interessanti attività.

Ci auguriamo di offrire ai visitatori e agli espositori un luogo piacevole dove potersi sentire A CASA (come recita il motto di Arredo 2014). Sentirsi a casa anche fuori di casa, per strada, nel quartiere, là dove ci si trova bene, dove si è radicati, dove ci si ristora.
Siamo quindi lieti di invitare cordialmente il pubblico a visitare lo stand della Fondazione Architettura Alto Adige dove sarà possibile dibattere nel merito di spazio e architettura oltre che del tema conduttore della fiera, A CASA, e dove inoltre sarà presente SOS-Architecture, una postazione di consulenza professionale gratuita messa a disposizione del pubblico.

 
04/03/2014
2014

Share |
Arredo 2014: daheim. a casa.

Un nome, un programma: la fiera di riferimento per l'arredamento in Trentino-Alto Adige si presenta con un'edizione completamente rinnovata. Dal 14 al 16 e dal 22 al 23 marzo 2014, Arredo con il nuovo sottotitolo "a casa. daheim." accoglierà espositori e visitatori con molte novità.

Per aumentare costantemente la qualità dell’offerta e riconfermare il carattere innovativo che dalla sua nascita nel 1992 contraddistingue "Arredo", il team di Fiera Bolzano, insieme a partner, espositori e consulenti ha elaborato un nuovo concept per il rilancio della fiera.
"Proprio in tempi di crisi, come quella che sta colpendo da anni i beni durevoli di consumo, ci vogliono nuove idee", ha affermato il direttore di Fiera Bolzano Reinhold Marsoner durante la conferenza stampa di presentazione odierna, "ed è per questo che abbiamo scelto di intervenire non solo di nome, ma di fatto sui contenuti di questo importante appuntamento di settore." "Il progetto di Arredo - dal layout complessivo, all’introduzione di nuovi settori espositivi, passando per allestimenti, grafica e comunicazione - è stato rivisto in ogni sua parte, partendo da una ridefinizione e reimpaginazione della fiera stessa," ha spiegato il vice-presidente di Fiera Bolzano Arrigo Simoni.   

I padiglioni principali C/D saranno riorganizzati sulla base di un criterio tematico raggruppando gli espositori delle categorie artigianato, materiali, zona notte e outdoor in aree dedicate, mentre con il padiglione B si sono aggiunti ben tre settori sperimentali: un salone interamente dedicato al design sostenibile, arredamento ecologico e di riciclo, D2C - un happening internazionale sul tema dell'autoproduzione e un'area cash&carry per la vendita diretta di accessori casa.
 "La logica tematica favorisce non solo un layout più coerente, ma anche una maggiore facilità di lettura e orientamento del visitatore. Inoltre l'introduzione di settori dedicati a categorie di rilievo come quella dell'artigianato e della filiera del legno o della pietra naturale costituisce anche una modalità efficace per dare loro risalto nella propria specificità," ha spiegato Nina Stricker, responsabile dello sviluppo strategico di Arredo 2014.

"Un padiglione fieristico", secondo l'architetto Ute Oberrauch della Fondazione Architettura Alto Adige, "va infatti pensato in maniera olistica, come sistema in cui ogni stand ha delle relazioni tematiche, concettuali, cromatiche, estetiche con gli altri elementi. Come in una casa vera ci vuole un disegno che unisca le parti."  "Abbiamo progettato il padiglione di Arredo immaginando una città, con delle piazze, delle strade, delle case ed il nostro intervento è stato motivato dall'intento di trasformare un luogo pubblico, ma spesso asettico come gli stabilimenti fieristici innanzitutto in un luogo, accogliente, in cui sentirsi a casa."

Al centro di ciascuno dei nuovi settori come fulcro della ricca programmazione collaterale di Arredo sono state pensate infatti delle vere e proprie piazze che saranno animate da esposizioni,
laboratori dal vivo, caffetterie, attività per bambini e famiglie: sulla Piazza dell‘Artigianato allestita in collaborazione con l'APA, Associazione Provinciale dell'Artigianato, saranno presentati una mostra e laboratori dal vivo dedicati agli antichi mestieri della tradizione, su quella adiacente dei materiali un percorso esperienziale con una superficie pavimentata parzialmente in legno e in pietra, da esplorare „a nudo“ a piedi scalzi, e stand informativi con campioni di materiali del cluster legno e tecnica del TIS Innovation Park e dell'Associazione Pietra Naturale dell'Alto Adige. "Interno Notte", una mostra centrale di camere da letto, dominerà il rispettivo settore con un cubo nero, un ambiente intimo dalla luce soffusa con la possibilità di sdraiarsi su letti e materassi esposti e il settore outdoor con mobili e accessori da esterno non poteva che essere allestito come un vero giardino con un orto urbano a cura del collettivo Contorti, una serie di casette di legno della Facoltà di Design e Arti della Libera Università di Bolzano, laboratori per bambini e un mercato di piantine e fiori.

Infine come sintesi centrale dell'offerta espositiva di Arredo 2014, un boulevard dell'innovazione che ripercorrendo e segnalando le migliori proposte degli espositori condurrà alla Piazza dell'Architettura: una piazza viva, con caffè, gelatai, aree passeggio con panchine, una giostra nostalgica e tante attività. In questo spazio centrale da loro allestito, la Fondazione Architettura e l'Ordine degli Architetti di Bolzano chiameranno ad intervenire 6 architetti sul tema di questa edizione "daheim. a casa." che arrederanno altrettanti ambienti calpestabili. Saranno inoltre presenti con un servizio di informazione "ambulante", un helpdesk in cui i visitatori potranno ricevere consulenze personalizzate per la progettazione della propria casa.

Vere aree di sperimentazione, i nuovi settori del padiglione B stupiranno sia per l'allestimento insolito realizzato per lo più con materiali di recupero, quali pallet, materiali edili e cartone, sia per le tematiche affrontate, la sostenibilità e l'autoproduzione, due fenomeni che stanno rivoluzionando i modelli di produzione e consumo del settore dell'arredamento.
Nell'area D2C - designer to consumer, a cura di Benno Simma, Angelo Soldani, Alex Terzariol e Mario Varesco, una selezione di 15 designer di provenienza locale, nazionale e internazionale non solo mostreranno le loro creazioni raccontando le loro esperienze "in the making" e mettendo in luce l'artigianalità e la qualità dei loro approcci produttivi, ma si confronteranno in una serie di educational con esperti di marketing, distribuzione e produzione sui possibili sviluppi del design di autoproduzione quale alternativa imprenditoriale al design industriale.

Il nuovo salone dedicato al design sostenibile organizzato in collaborazione con GreenTrenDesign Factory di Rovereto presenterà un ampio raggio di proposte locali e nazionali di arredamento e design eco-sostenibile - dai colori e materiali naturali, agli arredi in legno certificato, ai mobili di restauro o recupero, al design di riciclo, ai complementi e l'oggettistica "fatti a mano". Numerose le mostre e i progetti speciali fra cui una collezione di oggetti a km 0, nata nell'ambito del progetto  atelier prey ss13 e ws 13/14 dalla collaborazione fra gli studenti della Facoltà di Design e Arti di Bolzano e i contadini del territorio, un'esposizione di "Upcycled Design" (al contrario del Recycling, l'Upcycling consiste nella creazione di nuovi oggetti da materiali di riciclo ndr), un concorso internazionale per gli arredi in cartone e un programma di workshop e conferenze sul tema.

Infine sempre nel padiglione B si collocherà il nuovo spazio Arredo Warehouse, un centro cash&carry per l'accessorio e il complemento d'arredo allestito in stile magazzino con impalcature da cantiere su progetto dei designer Walter Thaler e Gianmatteo Bonaldo che viene incontro anche al gusto dello shopping direttamente in fiera.

I partner dell'edizione 2014: Fondazione Architettura e Camera degli Architetti Alto Adige, Facoltà di Design e Arti - Libera Università di Bolzano, APA - Associazione Provinciale Artigianato, Cluster legno & tecnica - TIS innovation park, Associazione Pietra Naturale dell'Alto Adige, MM Design, GreenTrenDesign Factory - Rovereto, Collettivo Contorti.

Arredo 2014, confermando la formula di successo dei due finesettimana consecutivi di manifestazione, si svolgerà da venerdì 14 a domenica 16 e sabato e domenica 22 - 23 marzo 2014 nei pad. B, C e D di Fiera Bolzano.
Il primo giorno di manifestazione, venerdì 14 è previsto l'ingresso libero: la fiera inaugura alle ore 12.00 e resterà aperta con orario prolungato e opening party a partire dalle ore 19.00 fino alle ore 22.00.
Tutte le informazioni: www.fierabolzano.it/arredo

OPEN HOUSE KAMPILL  

Designer to Consumer  

Follow us on  

Fiera Bolzano Messe Bozen on Facebook Fiera Bolzano Messe Bozen on LinkedIn Fiera Bolzano Messe Bozen on Twitter Fiera Bolzano Messe Bozen on Youtube Our NEWSLETTER

Eco_Exhibit Award  

Avviso!  

Invitiamo i nostri espositori a fare ATTENZIONE a proposte inviate da FAIRGUIDE.COM, EXPO-GUIDE.COM, EVENT-FAIR e BUILDTEC MARKET.COM per l'inserimento nei relativi annuari: maggiori informazioni.

Follow us  

Fiera Bolzano Spa Piazza Fiera 1, I - 39100 Bolzano • tel: +39 0471 516000 • fax: +39 0471 516111 • info@fierabolzano.itfieramesse.bz@pec.itwww.fierabolzano.it • P.IVA 00098110216
Registro Imprese Bolzano nr. 00098110216 • Capitale Sociale interamente versato 23.000.000 • Informativa privacyPrivacy policycopyright