Dino Palmi, Associazione Skiman

L'inquadramento professionale

Prowinter: Sei a conoscenza dell'esistenza di dati statistici del tuo territorio (o di altri) circa l’inquadramento professionale degli addetti al noleggio e al servizio sci?
Dino Palmi: No, dati statistici non ce ne sono. Cercando di fare luce su questo argomento per rendere un servizio ai soci dell’Associazione Skiman, mi sono trovato di fronte a molte difficoltà: la situazione non è per nulla chiara! Se il negozio ha un noleggio, ma l'attività principale è  il commercio, gli addetti devono essere inquadrati con contratti del commercio; se l’attività principale è invece il noleggio gli addetti possono essere inquadrati nell'attività artigianale (molto più economica rispetto al commercio). Non è possibile avere due inquadramenti, bisogna valutare qual è l’attività prevalente, a meno che il noleggio abbia un ingresso a parte e non sia collegato al negozio. In tal caso, sono consentiti due tipi di inquadramento, con due contabilità e tutto quello che ne consegue. A questo si aggiungono eventuali deroghe che le regioni possono attuare, in particolar modo quelle a statuto speciale. Sembra che una norma unica sia impossibile da attuare…

Ritieni utile e possibile, alla luce dell’esperienza della Provincia di Bolzano, costituire un gruppo di mestiere "Tecnico del noleggio sci", in seno a Confartigianato, nel tuo territorio?
DP: Ci sto provando da molti anni con l’intenzione di crearlo a livello nazionale, purtroppo ad oggi senza risultato. Chi ci riuscirà avrà tutto il mio plauso e la mia piena collaborazione.

I noleggi certificati dall’Associazione Italiana Skiman potrebbero, secondo te, essere attivati in tal senso?
DP: Da parte mia non posso che assicurare il massimo impegno per vedere attuato un progetto che sto seguendo da più di 20 anni. Fiera Bolzano lo sa bene, visto che sono presente a Prowinter dall'edizione zero.

La formazione nei noleggi

Prowinter: In base alla tua esperienza, che percentuale di noleggi utilizza la formazione esterna (associazioni, enti), e quale invece quella interna (dal titolare all'operatore)?
Dino Palmi: In generale credo che la percentuale sia troppo bassa. In 25 anni di esperienza hanno frequentato i nostri corsi circa 1.200 persone: la percentuale di dipendenti di negozi e/o noleggi è del 10/15% circa, decisamente bassa per un lavoro che richiede competenza e professionalità. La maggioranza dei titolari non ha adeguate competenze in materia di sicurezza e dunque non può nemmeno formare i propri collaboratori.

Quali sono i vantaggi della formazione professionale esterna?
DP: Nella formazione esterna il tempo è dedicato esclusivamente alla formazione, senza quelle interruzioni che nell'ambiente di lavoro inevitabilmente ci sono, sia per i collaboratori, che per i titolari che devono rispondere ai clienti, telefonare o dedicarsi alla vendita.

Quali sono i requisiti fondamentali (teorici e tecnici) che un addetto al noleggio deve possedere?
DP: Sicuramente la conoscenza delle tecniche di sciata e della norma che stabilisce la regolazione degli attacchi, oltre alla competenza per consigliare il tipo e la misura degli scarponi, la lunghezza e la tipologia degli sci, la misura del casco.

Oggi perlopiù si utilizzano robot elettronici per la manutenzione degli sci. È ancora utile imparare a “tirare la lima”? E, se sì, perché?
DP: Difficilmente, e solo in rari casi, il personale addetto al robot è a conoscenza della tecnica per ottenere dallo stesso la finitura che permetterà allo sciatore di sciare bene e in sicurezza. Queste macchine fantastiche sono generalmente settate per ottenere un'alta produzione, che però si scontra con la precisione, raggiungibile invece in modo manuale alla fine del ciclo di lavoro con il robot.

La formazione sui macchinari elettronici impartita dalle case produttrici è, secondo te, sufficiente? Oppure va integrata con apposita formazione di tipo “neutro”?
DP: Ritengo che la formazione non sia adeguata alla tecnica e ai costi che hanno queste macchine: penso che un operatore dovrebbe avere una formazione di almeno 10-12 giorni per impadronirsi della competenza necessaria. Si rende quindi necessaria un'integrazione con formazione apposita. 

Ti interessa la formazione dell'Associazione Skiman?

Scopri di più sul programma formativo e i corsi, offerti dalla Scuola Skiman!

Scopri di più