Menu
  Press area > Focus News

18/10/2019

Hotel 2019: ospitalità fa rima con sostenibilità

È calato il sipario sulla 43ᵃ edizione di Hotel che riconferma e rafforza il suo ruolo di piattaforma aperta e vivace per l’innovazione e il futuro del turismo, anche e soprattutto grazie all’attenzione data al tema della sostenibilità. 22.000 i visitatori che nei quattro giorni di fiera hanno visitato i padiglioni del quartiere fieristico di Bolzano, alla ricerca di nuove ispirazioni.

 

Hotel, la fiera specializzata per hotellerie e ristorazione, è da più di 40 anni un appuntamento imperdibile. E questo soprattutto perché non è una classica fiera: nel corso delle sue numerose edizioni è stata capace di evolversi e di trasformarsi, così come lo hanno fatto le tendenze del settore e più in generale la società stessa. 

 

L’entusiasmo trasversale per il successo della manifestazione traspare evidente dalle parole di Thomas Mur, Direttore di Fiera Bolzano: “L’altissima qualità della presentazione dei prodotti da parte dei 600 espositori ha impressionato i visitatori professionali provenienti da tutta la regione e non solo. I molti volti soddisfatti a 360 gradi permettono senz’altro di concludere, senza esitazioni, che la 43ᵃ edizione di Hotel può essere annoverata tra le migliori di sempre. Un grande complimento ai numerosi partner, in particolare all’HGV, all’HDS, all’Associazione Cuochi Alto Adige e al Bauernbund che, insieme a Fiera Bolzano, continueranno a lavorare sodo per consolidare ed espandere il primato qualitativo della fiera Hotel in tutta la regione alpina”.

 

Riscontro molto positivo anche da parte degli espositori, come sottolinea Sergio Matteotti, Field Sales Tutor di MARR S.p.A.: “I numeri e il livello dei nostri clienti sono stati ottimi, abbiamo avuto una selezione di visitatori premium”.

 

Tra i neo espositori anche l’eclettica Red Bull che, a riflettori spenti, attraverso il National Key Account Manager Danilo Rizzo, dichiara: “L'affluenza è stata ottima, abbiamo stretto molti contatti, tra cui grossisti e operatori alberghieri. È stata inoltre la prima occasione per lanciare la bottiglietta in vetro che si sposa con il tema della sostenibilità di questa edizione. Siamo molto soddisfatti e sicuramente ripeteremo l'esperienza anche il prossimo anno”.

 

Ampio spazio è stato dato alla tematica del “futuro del turismo”, sia dal punto di vista della sostenibilità e delle scelte dell’ospite del domani attraverso il Communication Forum, sia dalla prospettiva dell’innovazione tecnologica attraverso lo Startup Village. Tra le otto startup europee presenti, due si sono aggiudicate i premi in palio. Il Jury Award è andato a Feddz della tedesca EMO-BIKE, una bici elettrica che assomiglia più a una moto e che copre una distanza di 60-70 chilometri con una sola ricarica, mentre l’italiana Ciaomanager si è portata a casa l’Audience Award, che offre strumenti software per agevolare e ottimizzare la gestione dei pernottamenti.

 

Tante insomma le tematiche e gli highlights che hanno caratterizzato i quattro giorni di fiera e attirato 4.000 partecipanti – dalla Hotel Night alla colazione stellata di Theodor Falser, passando per gli eventi legati al vino -  tutti però accomunati da uno sguardo attento e vivace sull’innovazione, sulla sostenibilità e sull’ospitalità, intesa anche come relazione sociale e possibilità di arricchimento personale, oltre che professionale.

 

Vi aspettiamo il prossimo anno a Hotel 2020, dal 19 al 22 ottobre.