Fiera Bolzano
Share |




Ultime news

Calato il sipario sul duetto invernale Prowinter-Alpitec 2014

PROWINTER
Prowinter, la fiera internazionale del noleggio e dei servizi per gli sport invernali a Bolzano, si è svolta come ogni due anni con Alpitec, la fiera internazionale specializzata per la tecnologia alpina ed invernale, confermandosi il punto d’incontro per tutto il settore della neve con numerosi atleti e personaggi di spicco del settore invernali presenti.Dal 9 al 11 aprile 2014 hanno visitato le 330 aziende circa 9.100 visitatori per definire i primi accordi in vista della prossima stagione invernale, mentre sul palco del Prowinter Forum sono saliti i rappresentati delle migliori stazioni sciistiche europee, dalla Francia alla Slovenia, passando per Italia, Slovacchia, Austria e Germania, e i campioni d'oltralpe del Circo bianco, con la bellissima sciatrice slovena Tina Maze e i colleghi di Coppa del Mondo Alexis Pinturault e Jean-Baptiste Grange. Presenti in fiera anche gli atleti di punta del Centro sportivo Carabinieri e della Guardia di Finanza: da Armin Zoeggeler a P ... Continua
Calato il sipario sul duetto invernale Prowinter-Alpitec 2014

Prowinter, la fiera internazionale del noleggio e dei servizi per gli sport invernali a Bolzano, si è svolta come ogni due anni con Alpitec, la fiera internazionale specializzata per la tecnologia alpina ed invernale, confermandosi il punto d’incontro per tutto il settore della neve con numerosi atleti e personaggi di spicco del settore invernali presenti.

Dal 9 al 11 aprile 2014 hanno visitato le 330 aziende circa 9.100 visitatori per definire i primi accordi in vista della prossima stagione invernale, mentre sul palco del Prowinter Forum sono saliti i rappresentati delle migliori stazioni sciistiche europee, dalla Francia alla Slovenia, passando per Italia, Slovacchia, Austria e Germania, e i campioni d'oltralpe del Circo bianco, con la bellissima sciatrice slovena Tina Maze e i colleghi di Coppa del Mondo Alexis Pinturault e Jean-Baptiste Grange. Presenti in fiera anche gli atleti di punta del Centro sportivo Carabinieri e della Guardia di Finanza: da Armin Zoeggeler a Peter Fill, da Gaia Vuerich a Corinna Boccacini e tutti gli atleti premiati dalla FISI e dalla Prowinter Cup per il circuito dello sci alpinismo. "Conoscevo Prowinter, ma è la prima volta che ho l'occasione di partecipare - ha commentato la campionessa slovena, Tina Maze in fiera con l'allenatore personale Andrea Massi - una bella fiera che, in questo momento della stagione, ci permette di dedicare del tempo anche ai nostri sponsor. E mi fa davvero piacere trascorrere questa giornata premiando le giovani promesse dello sci alpino".

“Il Trentino Alto Adige è una regione conosciuta in tutto il mondo per i suoi comprensori sciistici e le attrezzature all’avanguardia nel mondo della neve. Proprio in questo territorio ricco di know-how si svolgono Alpitec e Prowinter. È una soddisfazione vedere che questo appuntamento sia diventato un punto d’incontro per atleti e personaggi di spicco degli sport e delle tecnologie invernali, in questo Prowinter emerge sicuramente come il punto di forza del duetto”, afferma Reinhold Marsoner.

Dall’indagine svolta da Fiera Bolzano su un campione di 794 visitatori, emerge che gli operatori provengono per la maggior parte dal settore dal noleggio e dagli impianti funiviari, seguiti dalle scuole di sci e snowboard e negozi di articoli sportivi. Il 22% degli intervistati proviene dall’Alto Adige, il 28,2% dal Trentino e quasi il 50% da altre regioni d’Italia (45,1%) e dall’estero (5,5%). Prowinter ha riscosso successo e gli espositori sono soddisfatti, anche gli operatori intervistati hanno espresso quasi il 100% dei consensi positivi considerando la manifestazione “buona” 67%, “molto buona” 17,9%, “soddisfacente” 14,1% e solo l’1% non si è espresso in maniera positiva.

A Prowinter-Alpitec 2014 i campioni di Coppa del Mondo premiano le giovani promesse dello sci italia

PROWINTER
Una giornata di fiera all'insegna dell'internazionalità. Mentre tra gli stand espositivi di Prowinter-Alpitec gli operatori del settore si aprono al mercato definendo i primi accordi in vista della prossima stagione invernale sul palco del Prowinter Forum salgono i rappresentati delle migliori stazioni sciistiche europee, dalla Francia alla Slovenia, passando per Italia, Slovacchia, Austria e Germania, e i campioni d'oltralpe del Circo bianco, con la bellissima sciatrice slovena Tina Maze e i colle ... Continua

A Prowinter-Alpitec 2014 i campioni di Coppa del Mondo premiano le giovani promesse dello sci italia

Una giornata di fiera all'insegna dell'internazionalità. Mentre tra gli stand espositivi di Prowinter-Alpitec gli operatori del settore si aprono al mercato definendo i primi accordi in vista della prossima stagione invernale sul palco del Prowinter Forum salgono i rappresentati delle migliori stazioni sciistiche europee, dalla Francia alla Slovenia, passando per Italia, Slovacchia, Austria e Germania, e i campioni d'oltralpe del Circo bianco, con la bellissima sciatrice slovena Tina Maze e i colleghi di Coppa del Mondo Alexis Pinturault e Jean-Baptiste Grange, testimonial d'eccezione per l'8° edizione di "Energiapura Children Series".

Testimonial di Energiapura e madrina della consueta premiazione dedicata alle giovani promesse dello sci alpino, tra un’intervista e l'altra Tina Maze ha concesso "selfie" e autografi ai numerosi fan presenti in fiera. "Conoscevo questo evento ma è la prima volta che ho l'occasione di partecipare - ha commentato la campionessa slovena - una bella fiera che, in questo momento della stagione, ci permette di dedicare del tempo anche ai nostri sponsor. E mi fa davvero piacere trascorrere questa giornata premiando le giovani promesse dello sci alpino". La Maze, in fiera con l'allenatore personale Andrea Massi, ha quindi fatto il punto sugli obiettivi della prossima stagione: "Ora dobbiamo pensare al nuovo team, quindi ripartire con l'allenamento e il lavoro fisico. Questa stagione non è andata come desideravo per le troppe pressioni legate ai risultati ottenuti lo scorso anno. Il desiderio per il prossimo inverno è quello di mantenermi in forma, tornando agli stessi livelli agonistici". Parlando di forma fisica la Maze non ha nascosto la sua passione per la montagna e gli sport in generale, dall'arrampicata alla mountain bike, sino allo scialpinismo, "uno sport che mi piace molto perché consente un modo diverso di vivere la montagna e, a differenza dei tracciati tradizionali, offre sempre qualcosa di nuovo con l'adrenalina dell'imprevisto".

Dopo aver visitato i padiglioni la Maze è quindi salita sul palco del Prowinter Forum per le premiazioni di Energiapura Children Series, tra le più attese dai giovani campioni delle categorie allievi e ragazzi. I giovani sciatori in erba, 40 in totale, sono stati selezionati calcolando i punteggi ottenuti nelle più importanti competizioni nazionali di categoria, dai Campionati assoluti nazionali ai classici trofei Topolino e Pinocchio. In lizza anche gli sci club, con i 15 migliori selezionati a livello nazionale, sommando i punteggi ottenuti dai singoli atleti in gara. Per i vincitori una tuta da gara, realizzata in esclusiva da Energiapura, oramai ambito riconoscimento sulle piste da sci tra i più giovani.

Torna a distanza di due anni l'atteso International Skiareatest. L'oramai tradizionale cerimonia di premiazione conclude una stagione di indagini tra le località invernali dell'arco alpino che hanno presentato la propria candidatura nelle categorie impianti di risalita, stazioni per famiglie, offerte per bambini, ristoranti, locali aprés-ski, scuole di sci, sport shop, marketing, eventi, piste di Coppa del Mondo, snowboard e personale. La metodologia di valutazione prevede l'impiego di un team di ben 220 membri che visitano anonimamente le stazioni sciistiche prendendo in esame la qualità degli impianti di risalita, il livello di manutenzione, la preparazione delle piste, l'efficienza dei sistemi di innevamento programmato, la presenza di snowpark, la cortesia del personale funiviario e ogni altro aspetto rilevante per la qualità complessiva dell'offerta turistica. Vincitrice assoluta tra i test effettuati è l'area sciistica di Flachau, in Austria. Tra le località italiane più meritevoli l'area sciistica Racines-Giovo, in Alto Adige. Fra le più amate dalle famiglie il comprensorio di Schwemmalm, in Val Ultimo. Con il sigillo internazionale di qualità sono stati premiati, fra gli altri, Watles in Val Venosta, e Schwemmalm in Val Ultimo. Per la categoria sigillo internazionale di qualità riservato alle piste di Coppa del Mondo, premiato per la terza volta consecutiva lo Skiworldcup Alta Badia.

Lo sci e il cognome Marzola sono un tutt’uno

PROWINTER
La famiglia di imprenditori gardenesi dei Marzola ha ricevuto il Geierschnabel Award nell’ambi ... Continua

Lo sci e il cognome Marzola sono un tutt’uno

La famiglia di imprenditori gardenesi dei Marzola ha ricevuto il Geierschnabel Award nell’ambito della Fabbrica del Futuro di Erwin Stricker alla fiera “Prowinter”. Lo sci in Alto Adige e la famiglia Marzola sono legati a doppio filo, si è affermato nella laudatio.

Con il Geierschnabel Award vengono premiati imprenditori che – nell’ottica della leggenda dello sci Erwin Stricker, venuto a mancare troppo presto – hanno creato delle innovazioni a partire da delle apparenti pazzie. L’edizione di quest’anno di “Stricker Visions”, la Fabbrica del Futuro di Erwin Stricker, si è svolta all’insegna del “Family Power”. Stricker Visions viene organizzata da Fiera Bolzano in collaborazione con il Cluster sports & winterTECH del TIS innovation park.

Gianni Marzola, il defunto capostipite della famiglia, era un avvocato milanese, che si fece attirare sulle Dolomiti dalla sua passione per le montagne. Qui ha acquistato il rifugio Comici sotto il Sasso Lungo facendone un ristorante. Si deve alla sua generosità, ha affermato Erick Demetz nella sua laudatio, se le guide alpine e i maestri di sci al rifugio Comici non dovettero mai sborsare un centesimo per mangiare e bere.

Marzola è diventato famoso come primo presidente del Dolomiti Superski, impegno che ha preso in carica a 25 anni. Inoltre il salvataggio finanziario dell’area sciistica Plose negli anni ’90 del secolo scorso, in larga parte è stato merito di Marzola.

Ma, visto che si tratta di “Family Power”, bisogna sottolineare che la famiglia Marzola non ha vinto il Geierschnabel-Award solo grazie alle prestazioni di Gianni Marzola. Anche sua moglie e i suoi cinque figli hanno contribuito notevolmente a fare dei Marzola una delle famiglie di maggiore successo tra quelle degli imprenditori gardenesi.

La figlia Michaela e il figlio Ivan negli anni ‘80 sono stati maestri di sci di successo, mentre la moglie Karen oggi lavora ancora al ristorante di montagna Comici. Il figlio Alessandro è invece amministratore delegato della Plose spa.

«Siamo convinti che Erwin Stricker sarebbe felice (o lo è davvero nell’Aldilà dove si trova adesso) che il trofeo 2014 vada alla famiglia Marzola» così ha concluso la sua laudatio Erick Demetz.

La giuria del “Geierschnabel-award” era composta da rappresentanti del TIS, della Fiera Bolzano, della piattaforma di esperti ProNeve, del Südtiroler Seilbahnverband (Associazione esercenti funiviari dell'Alto Adige) e da appartenenti alla famiglia Stricker.

I campioni olimpici della nazionale azzurra chiudono Prowinter 2014 in diretta su Raisport

PROWINTER
Dalle giovani promesse degli sport invernali ai campioni olimpici di Sochi. La terza ed ultima giorn ... Continua

I campioni olimpici della nazionale azzurra chiudono Prowinter 2014 in diretta su Raisport

Dalle giovani promesse degli sport invernali ai campioni olimpici di Sochi. La terza ed ultima giornata di Prowinter-Alpitec chiude l'edizione 2014 dell'appuntamento bolzanino ospitando in fiera i migliori atleti azzurri della stagione, premiati in diretta su Raisport per il "Challenge FISI Award", con il presidente Flavio Roda, i vincitori del "Gran Premio Pool 2014", assegnato dal Consorzio dei Fornitori delle Squadre Nazionali di Sci Alpino, e i campioni di scialpinismo che, per ciascuna categoria, si sono aggiudicati la 3° edizione della "Prowinter Cup".

Challenge FISI Award. L'Italia degli sport invernali chiude una stagione di grandi soddisfazioni che, oltre a 4 medaglie olimpiche e 3 Coppe del Mondo, conquista anche 15 preziose medaglie mondiali juniores. Con gli atleti della nazionale azzurra sul podio di Coppa del Mondo per ben 93 piazzamenti nelle diverse discipline. E come conclusione ideale per celebrare i meritati successi, la Federazione nazionale, alla presenza del presidente Flavio Roda, ha scelto l’appuntamento bolzanino anche per la seconda edizione del "Challenge FISI Award". Quest'anno in diretta nazionale su Raisport con la conduzione della giornalista Ivana Vaccari, accompagnata da Arianna Secondini. Alla vigilia dell’Assemblea federale elettiva in programma domani a Bologna, il presidente Roda ha dato il via alla cerimonia di premiazione: "Sono particolarmente felice di essere qui oggi - ha affermato -; dobbiamo essere orgogliosi dei risultati che abbiamo raccolto in questa stagione. Questa festa è dedicata ai nostri giovani, in platea abbiamo tutto il futuro azzurro degli sport invernali. Desidero ringraziare tutti gli atleti, gli sci club e i rappresentanti del mondo invernale presenti oggi qui a Prowinter". Durante la cerimonia, celebrata sul palco del Prowinter Forum, tutti gli atleti italiani che hanno riscosso importanti risultati durante la passata stagione, dal plurimedagliato olimpico Christof Innerhofer, argento in discesa e bronzo in supercombinata, al record assoluto di Armin Zoeggeler, l'unico atleta al mondo ad aver conquistato sei medaglie individuali in sei edizioni consecutive dei Giochi, sino al bronzo nella staffetta mista del biathlon di Dorothea Wierer, Karin Oberhofer, Dominik Windisch e Lukas Hofer. A seguire sono stati premiati anche i vincitori di Coppa del Mondo assoluta, Omar Visintini (snowboardcross), Patrick Pigneter (slittino naturale), Florian Clara (slittino naturale) e tutti i vincitori di medaglie ai mondiali junior e giovani. Tra gli sci club e le autorità del mondo invernale, presente in platea anche l'ex campionessa olimpica Manuela Di Centa, membro onorario del CIO.

Gran Premio Pool 2014. In mattinata protagonisti sul palco del Prowinter Forum sono stati due giovani emergenti vincitori ai Campionati mondiali juniores, Marta Bassino e Matteo De Vettori, premiati da Pool Sci Italia. Quest'anno, infatti, il Consorzio ha scelto di intitolare la sua 13° edizione ai giovani premiando due azzurri molto promettenti del team FuturFISI che hanno conquistato tre delle quattro medaglie tricolori ai Mondiali Juniores di Jasna. La Bassino ha vinto l'oro in gigante, De Vettori l'oro in supercombinata e il bronzo in superG. Marta Bassino, di Borgo San Dalmazzo (CN), ha vinto titoli in tutte le categorie; ha festeggiato i suoi 18 anni in Slovacchia, il 27 febbraio, conquistando il titolo mondiale junior. Marta ha interpretato una stagione ricca di successi: oltre alla vittoria di Jasna, ha conquistato il titolo assoluto nella stessa disciplina e una vittoria in Coppa Europa. Grazie all'oro juniores ha potuto partecipare alle finali di Coppa del Mondo di Lenzerheide dove ha chiuso il gigante al 19° posto. Matteo De Vettori, trentino di Rovereto, ha compiuto 21 anni lo scorso 16 febbraio, e fa parte del Gruppo Sportivo Fiamme Gialle. Lo scorso anno ha subito un infortunio al ginocchio che ha rallentato la sua crescita, ma a Jasna ha conquistato, nella stessa giornata, il titolo mondiale juniores in supercombinata e il bronzo in superG.

Prowinter Cup. A chiudere la giornata l'evento dedicato allo scialpinismo con l'oramai consueta "Prowinter Cup", il circuito inserito nel calendario delle gare di scialpinismo in notturna "Dolomitisottolestelle", che chiude l'edizione 2013-2014 con numeri decisamente importanti. Sette le prove valevoli per il trofeo: il Trofeo "Rodes Gherdeina", la "Tognola Ski Race", la "Lunagaro", il "Carezza Trophy", lo "Ski alp vigili del fuoco" di Ziano, il "Memorial Maurizio Zagonel" e il "Memorial Tita e Marco". Sul fronte della classifica, tra i senior la vittoria in campo maschile è andata a Thomas Trettel, dell’As Cauriol, dominatore di quasi tutte le notturne con frontalino e pelli di foca: il campione di Ziano di Fiemme ha chiuso con 488 punti (e quattro primi posti). Dietro di lui la punta di diamante dei Bogn da Nia Ivo Zulian, con 446 punti, e Thomas Martini del Brenta Team con 440 punti. In campo femminile successo di Carla Iellici (Bogn da Nia), anche lei "regina" delle notturne, con un punteggio finale di 488 punti (e quattro vittorie). Seconda piazza per la compagna di squadra Margherita Montevecchi (267 punti). Per quanto riguarda gli over, si sono guadagnati il gradino più alto del podio due scialpinisti di livello: Roberta Secco (Sc San Martino) con 476 punti, e Camillo Campestrini (Sc Cima Dodici) con 500 punti. Importante anche la partecipazione dei giovani. In questo caso, le vittorie sono andate a Nicola Boneccher (Super esordienti), Margherita Hofer e Nicola Tomelin (Esordienti), Giorgia Felicetti (Cadetti) e Giovanni Lastei (Junior). Infine, nella sfida tra società, la vittoria è andata ai Bogn da Nia, con 5.969 punti.

Il mondo funiviario per tre giorni a Bolzano

ALPITEC
Come mai prima, Alpitec 2014 si annuncia evento catalizzante per il qualificato pubblico del compart ... Continua

Il mondo funiviario per tre giorni a Bolzano

Come mai prima, Alpitec 2014 si annuncia evento catalizzante per il qualificato pubblico del comparto funiviario, facendo per tre giorni di Bolzano la capitale del business della neve. 

L'evento internazionale biennale, fissato dal 9 all'11 aprile 2014, troverà inoltre, ancora una volta, valida sinergia nell'abbinata con Prowinter: la fiera dedicata al noleggio e ai servizi per gli sport invernali. Al di là delle attese per i numerosi visitatori, provenienti dall'arco alpino, ma ormai anche dai molti paesi emergenti nel mercato degli sport invernali, la Fiera internazionale della tecnologia alpina ed invernale di Bolzano sta dimostrando tutto il suo potenziale anche nei riguardi d'intere categorie d'imprenditori e professionisti del mondo del trasporto a fune. 

S'inizia il 9 aprile, con l'assemblea biennale dei funiviari di Tirolo e Alto Adige: una realtà che, volendo aggiungere anche il Trentino -secondo la concezione dell'Euregio: Tirolo-Alto Adige-Trentino- rappresenta di fatto una “regione” leader in Europa per gli sport invernali. 

Caratteristiche del territorio e qualità delle stazioni portano infatti a considerare nel suo insieme quest'area, a livello mondiale, il cuore del turismo invernale di tutto l’arco alpino, vantando complessivamente circa 10 mila ettari di piste da sci, servite da oltre 1600 impianti di risalita, nonché il record per i chilometri di piste da sci e per il numero dei pernottamenti e degli sportivi attivi. 

Ed è proprio per creare criteri di merito all'interno di questo mondo, che il 10 aprile, sempre nell'ambito di Alpitec, si terrà l'evento per la consegna degli “Award International Skiareatest”, che nella passata stagione ha visto in lizza ben quarantatre stazioni sciistiche distribuite a Nord e a Sud delle Alpi. L'11 aprile Fiera Bolzano ospiterà infine l'assemblea Anef- Associazione Nazionale Esercenti Funiviari, che riunisce imprenditori e gestori italiani del mondo degli impianti a fune.

Ma non va certo dimenticato un altro appuntamento: quello della “Quarta commissione” Oitaf: l'organizzazione internazionale dei trasporti a fune, presieduta dall'altoatesino Martin Leitner. L'incontro, in calendario il 9 e 10 aprile, sempre presso Fiera Bolzano, tratterà di problemi giuridici ed economici, “chiamando al tavolo di lavoro non solo costruttori e autorità, ma anche i concessionari, per una trentina di massimi esperti a livello mondiale, in rappresentanza di tutte le parti in causa”, come ribadisce l'ingegner Markus Pitscheider, direttore dell'ufficio trasporti funiviari della Provincia di Bolzano che, anche in qualità di responsabile della segreteria Oitaf, sta organizzando l'incontro. 

 

ALPITEC - 9 aprile 2014 - Assemblea dei funiviari del Tirolo e dell'Alto Adige 

Il primo giorno, 9 aprile, si terrà, per la nona volta, l'assemblea congiunta biennale dei funiviari di Tirolo e Alto Adige: questi ultimi organizzati nell'Anef provinciale che, con ben 470 impianti, fa capo all'associazione nazionale degli esercenti funiviari. 

Alla presidenza di Anef Alto Adige c'è Siegfried Pichler, con tutta l'esperienza imprenditoriale e gestionale accumulata nel comprensorio sciistico Fiemme/Obereggen. 

“Abbiamo molto su cui confrontarci con i nostri cugini austriaci -dice Pichler-, tant'è che, al di là di appuntamento ufficializzati, come questo di Alpitec, da anni abbiamo un costante scambio attraverso partecipazioni ai vari incontri di lavoro all'interno di nostri singoli ambiti. 

“Fra le tematiche condivise c'è senz'altro quella dei giovani, con progetti per rilanciare lo sci nei riguardi delle nuove generazioni. Anche se con iniziative che riflettono le diversità di partenza: in Tirolo, e in Austria in generale, per tradizione esiste una forte collaborazione tra i gestori di stazione e le scuole dei sci, come peraltro tra altri attori pubblici e privati del comparto turistico. Mentre siamo senz'altro molto più vicini e simili quando ci troviamo ad affrontare problemi ambientali e urbanistici, confrontandoci anche su iniziative legislative”. 

Chiediamo a Pichler quali sono, per contro, gli esempi virtuosi altoatesini (e italiani) nei confronti di Tirolo e Austria in generale. 

“Senz'altro, noi siamo partiti molto prima con i sistemi d'innevamento, già all'inizio degli anni '80, e anche con la concezione dei collegamenti intervallivi: due tematiche con cui tirolesi e austriaci si stanno ancora confrontando, potendo peraltro contare su un'attenzione e un sostegno del mondo politico che rispecchia l'importanza assoluta dello sci e della montagna nell'immagine e nel contesto sociale e turistico dell'Austria. 

“Peraltro, nella realtà altoatesina, sono orgoglioso di poter affermare che, al di là di quanto fatto nei comprensori più grandi e in vista, risaputo da tutti, siamo riusciti anche portare avanti una politica dei piccoli impianti di paese, che per noi rappresentano una vera e propria palestra a cielo aperto dedicata agli abitanti, ma soprattutto con il proposito di avvicinare allo sci le nostre nuove generazioni. E siamo comunque grati alla politica di poter disporre di una legge provinciale nel comparto industria, che considera l'utilità degli investimenti che si effettuano su impianti a fune, ma anche innevamento e mezzi battipista”. 

Gli operatori dell'ambito funiviario che interverranno dell'assemblea delle associazioni di categoria di Tirolo e Alto Adige saranno almeno duecento: un target consistente e soprattutto molto qualificato e decisionale che, ovviamente e per “attrazione fatale”, passerà dalla sala congressi ai corridoi espositivi di Alpitec. 

 

ALPITEC - 10 aprile 2014 - Premiazione “International Skiareatest” 

Il secondo giorno di Alpitec, tornerà di nuovo a Bolzano l'evento per l'assegnazione degli Award alle migliori stazioni sciistiche dell'inverno 2013/2014. 

Dietro il marchio “Skiareatest” c'è l'dea di Klaus Hönigsberger, esperto austriaco del mondo turistico e funiviario, nata e decollata quasi vent'anni fa, con l'intenzione di creare delle categorie di merito per le numerose stazioni invernali dei cinque paesi dell'arco alpino: Austria, Svizzera, Italia, Slovenia e Francia. Le categorie “Skiareatest” sono ormai riconosciute quali indicatori non solo di qualità dell'offerta turistica, ma anche per quanto concerne più strettamente l'organizzazione e la sicurezza di stazione. Si tratta dunque di un importante riconoscimento per i gestori d'impianti e piste. 

I vincitori sono selezionati in base a verifiche effettuate durante la stagione invernale, con criteri che riguardano specifiche nicchie dell'offerta turistica, tra le quali: impianti a fune, piste, ristoranti, locali aprés-ski, scuole di sci, sportshop e offerte per bambini. 

I giudizi sono quelli espressi da un team di ben 220 esperti, che visitano anonimamente le stazioni, prendendo in esame qualità e livello di manutenzione degli impianti di risalita, preparazione delle piste, efficienza dei sistemi d’innevamento, snowpark, nonché la cortesia del personale funiviario e altri aspetti rilevanti per definire il livello dell’offerta turistica. 

Nella sola stagione invernale, 2012/2013 sono state visitate 43 stazioni sciistiche.  www.skiareatest.com

 

ALPITEC - 11 aprile 
Assemblea ANEF-Associazione Nazionale Esercenti Funiviari 

Tempistiche, luogo e l'opportunità di contatti e aggiornamenti strettamente legati al business o alle professionalità che ruotano attorno al mondo funiviario fanno di Alpitec il posto giusto per chiamare a raccolto i membri dell'Associazione Nazionale Esercenti Funiviari, che nel 2014 assume particolare rilevanza, in quanto avrà carattere elettivo. 

Sandro Lazzari, presidente di diversi mandati -più precisamente, dal 1991- ha infatti annunciato l'intenzione a non ricandidarsi. 

A ribadire importanza e ruolo dell'Anef, basta ricordare alcuni numeri: l'associazione è il punto di riferimento dei gestori di oltre duemilaseicento impianti a fune, distribuiti nelle circa quattrocento stazioni montane italiane; una realtà imprescindibile per l'insieme della complessa e prestigiosa macchina del turismo invernale nazionale, che rappresenta una quota pari a circa il 20% dell'intero mercato europeo della “vacanza sci”, e che è in grado di produrre un indotto turistico moltiplicabile da quattro a otto volte lo specifico fatturato. 

Il comparto invernale vanta un fatturato complessivo pari a circa 9,4 miliardi di euro che, a livello nazionale, rappresentano il 10,8% del complessivo sistema turistico italiano. 

I dati aggiornati all’inverno 2013/2014 segnalano inoltre un totale di 7.111 chilometri di discese percorribili, regolarmente battute e servite dal parco-impianti a fune citato sopra, con un'altissima percentuale di copertura con sistemi d'innevamento programmato; cui si aggiungono altri 258 piste/anelli per lo sci di fondo, per un totale di 2.160 chilometri di tracciati. 

E i costruttori d'impianti a fune, di cannoni da neve, di mezzi battipista e di tutti i prodotti necessari per allestire e gestire una stazione montana sono presenti ad Alpitec proprio per incontrare questo loro specifico target di clientela che, ad ogni nuova edizione, si rivela sempre più rappresentativa: in termini quantitativi, qualitativi, ma anche per aree di provenienza. 

Avvisi

Invitiamo i nostri espositori a fare attenzione a proposte inviate da Fairguide.com e Expo-guide.com per l'inserimento nei relativi annuari: maggiori informazioni.

Avviso!  

Invitiamo i nostri espositori a fare ATTENZIONE a proposte inviate da FAIRGUIDE.COM, EXPO-GUIDE.COM, EVENT-FAIR e BUILDTEC MARKET.COM per l'inserimento nei relativi annuari: maggiori informazioni.

Eventi a Bolzano  

Meteo  

Fiera Bolzano Spa Piazza Fiera 1, I - 39100 Bolzano • tel: +39 0471 516000 • fax: +39 0471 516111 • info@fierabolzano.itfieramesse.bz@pec.it • P.IVA 00098110216 • copyright
Registro Imprese Bolzano nr. 00098110216 • Capitale Sociale interamente versato 23.000.000 • Informativa privacyPrivacy policyWeb Partner