Menu
24/01 - 27/01/2018
9.00 - 18.00
Clicca qui per vedere tutti gli eventi!
  Programma eventi > Evento

Giovedì, 25 Gennaio 2018 | Ore 13:50 - 18:30
Fiera di Bolzano in collaborazione con IDM/enertour | Punto di ritrovo: Piazza Fiera a Bolzano

ENERTOUR 05 School Buildings Tour: quando architettura e pedagogia dialogano insieme

Introduzione sul tema “Pedagogia e Architettura” 
 A cura di: Beate Weyland, pedagogista, “spazio&apprendimento”
 In collaborazione con:  Gruppo di Lavoro “Indoor Environmental Quality (IEQ) di  IDM"
 
Scuola elementare e scuola astronomica con planetario a San Valentino in Campo
 
Commitente: Comune di Cornedo
Progettista: CeZ Calderan Zanovello Architetti – Arch. Carlo Calderan, Arch. Rinaldo Zanovello
Dati tecnici: Ristrutturazione, ampliamento e nuova costruzione. Casa Clima B. Fine lavori 2013. Complesso costituito da due edifici (la scuola elementare nel vecchio edificio ristrutturato e ampliato, la scuola astronomica nell’edificio di nuova costruzione). Struttura portante in cemento armato con isolante termico minerale in lastre di calciosilicato espanso (14 cm). Tetto con struttura scatolare in legno. Impianto di riscaldamento (a pavimento) alimentato da una centrale a cippato di legno, che alimenta anche due edifici limitrofi del comune. Planetario con ventilazione meccanica controllata con recupero termico ad alto rendimento.
Guida: Arch. Rinaldo Zanovello

La prima scuola ipogea d’Italia in centro storico: scuola superiore Hannah Arendt a Bolzano
 
Committente: Provincia Autonoma di Bolzano
Progettista architettonico: Cl&aa Claudio Lucchin e architetti associati
Dati tecnici: esigenza di soddisfare nuovi spazi didattici senza turbare il contesto architettonico dell’ex convento dei Frati Cappuccini; realizzazione dell’ampliamento completamente sottoterra: 10.300 mc, 2030 mq, 4 piani, 9 aule didattiche, 6 laboratori, 1 giardino d’inverno e locali tecnici; struttura in c.a. e sistema di micropali per il consolidamento del perimetro; coibentazione, guaine e intonaco a spruzzo per garantire la difesa dall’umidità e da eventuali infiltrazioni di gas radon; ventilazione meccanica controllata; grande utilizzo della luce naturale negli spazi interni attraverso cavedi vetrati; illuminazione artificiale regolata da sensori neon.
Guida: Arch. Claudio Lucchin